Le ortensie sono bellissime piante dai fiori di vari colori e dimensioni. Se desideri che gli esemplari che tieni in giardino abbiano un bell'aspetto, assicurati di annaffiarli e potarli regolarmente. Per i fiori tagliati, prova a immergere le punte nella polvere di allume, a cambiare l'acqua regolarmente e a immergere i germogli nell'acqua tiepida.

Parte 1 di 2:
Far Vivere Più a Lungo le Ortensie Tagliate

  1. 1
    Taglia il gambo. Pratica un profondo taglio diagonale sul fondo del gambo. Questa tecnica aiuta a ridurre al minimo i danni alla pianta.[1]
    • Effettua il taglio sotto l'acqua corrente tiepida, in modo che non si formino bolle d'aria potenzialmente pericolose sul gambo.
  2. 2
    Dopo aver tagliato i gambi, immergili nella polvere di allume. Versa un po' di polvere su un piatto, arrivando a circa 1 cm di altezza. Una volta tagliati i gambi, immergi la punta di ciascuno nell'allume, poi mettili in un vaso pieno d'acqua e disponi bene i fiori. Questo aiuta le piante a sopravvivere più a lungo.[2]
    • Dovresti trovare l'allume nella sezione delle spezie di tutti i supermercati.
  3. 3
    Subito dopo aver tagliato i gambi, mettili nell'acqua tiepida. Fallo prima possibile. Riempi un vaso pulito con 7-10 cm di acqua tiepida o a temperatura ambiente.[3]
    • Non schiacciare i gambi, perché questo può impedire alle ortensie di idratarsi.
  4. 4
    Bagna i petali una volta al giorno. Le ortensie assorbono più acqua dai petali che dalle radici e dai gambi. Se hai tagliato questi fiori e desideri che mantengano un bell'aspetto, devi bagnare delicatamente i petali tutti i giorni, in modo che restino idratati.[4]
    • Usa uno spruzzino con un flusso delicato, in modo da non danneggiare i fragili petali.
  5. 5
    Sostituisci tutti i giorni l'acqua nel vaso. L'acqua fresca aiuta i germogli a restare idratati e impedisce che avvizziscano troppo rapidamente. Togli i fiori dal vaso e butta via l'acqua del giorno prima. Riempilo di nuovo con acqua fresca a temperatura ambiente.[5]
    • Risciacqua il vaso per rimuovere tutto lo sporco prima di versare l'acqua fresca.
  6. 6
    Metti del ghiaccio nel vaso se le tue ortensie avvizziscono quando sono esposte ad alte temperature. Se i fiori hanno già iniziato ad appassire, riempi il vaso con due parti di ghiaccio e una d'acqua. Questo aiuta a rinfrescare le piante quando sono surriscaldate.[6]
    • Dovresti notare dei miglioramenti già dopo un giorno. Continua il trattamento con acqua e ghiaccio per alcuni giorni, nel tentativo di rianimare le tue ortensie.
  7. 7
    Immergi la corona dei fiori in acqua tiepida se iniziano ad avvizzire. Se i petali della tua ortensia stanno appassendo, puoi rianimarli immergendoli in una ciotola di acqua tiepida per trenta minuti.[7]
    • Fai attenzione quando capovolgi le ortensie, perché l'acqua può renderle piuttosto pesanti.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Prendersi Cura delle Ortensie Piantate in Giardino

  1. 1
    Pianta le ortensie in modo che siano esposte al sole e protette dal vento. Questi fiori hanno bisogno della luce del sole diretta per crescere, quindi piantali in una posizione esposta direttamente o parzialmente al sole. Inoltre, evita le zone particolarmente ventose.[8]
    • Il vento può far seccare le ortensie, quindi assicurati di proteggerle dalle correnti d'aria e di bagnarle spesso.
  2. 2
    Pianta le ortensie in zone dal clima mite. Questi fiori crescono meglio nelle zone temperate. La temperatura ideale è di circa 21 °C di giorno e appena inferiore a 15,5 °C di notte. Se il clima dove vivi è più caldo, i fiori potrebbero avvizzire. Se invece fa più freddo, le foglie potrebbero gelare.[9]
    • In autunno, le ortensie producono germogli che fioriscono l'anno successivo. In questo periodo, le piante hanno bisogno di sei settimane in cui la temperatura resta inferiore ai 18 °C perché i germogli crescano.
  3. 3
    Usa terriccio o compost standard per piantare le tue ortensie. Se le metti a terra (e non in un vaso), assicurati di aggiungere del terriccio o del compost alla buca che hai scavato, in modo che la pianta affronti meglio la transizione. Tuttavia, ricorda che il colore dei fiori è determinato dal pH del terreno.[10]
    • Un alto numero di ioni di alluminio nel terreno produce fiori blu;
    • Un ph di 6 o superiore produce fiori rosa;
    • Le varietà dai fiori bianchi non sono influenzate dal pH del terreno.
  4. 4
    Annaffia le ortensie tutti i giorni, in modo che il terreno resti umido. Queste piante sopravvivono solo se bene idratate, specie durante i primi anni di vita. Se il terreno è troppo asciutto, le foglie e i petali iniziano ad avvizzire. Cerca di annaffiarle tutti i giorni, con acqua sufficiente a mantenere il terreno umido e osservane la crescita. Bagnale minimo tre volte a settimana.[11]
    • Puoi annaffiare meno se vivi in una zona particolarmente piovosa, o con maggiore frequenza se il clima è molto secco.
    • Se le foglie iniziano ad avvizzire, prova ad annaffiare di più. Se la pianta sembra appiccicosa o bagnata, annaffia con minore frequenza.
  5. 5
    Pota le piante. Anche se tagliare parte della pianta per renderla più sana e farla crescere meglio può sembrarti controproducente, si tratta di una pratica molto comune. Pota i gambi e i polloni vecchi che sembrano avvizziti o morenti.[12]
    • Taglia sempre sopra un nodo del gambo;
    • Elimina le parti vecchie della pianta in modo da lasciare spazio a quelle nuove.
  6. 6
    Copri la pianta con foglie o pacciame in autunno per proteggerla dal gelo. Se vuoi che le tue ortensie sopravvivano alla stagione fredda, è una buona idea coprirle dall'autunno alla primavera, quando le temperature iniziano a risalire. Questa tecnica le protegge dal freddo e dai danni provocati dal gelo. Copri le piante con 45 cm di pacciame di corteccia, aghi di pino, foglie o paglia.[13]
    • Puoi coprire l'intera pianta con una gabbietta di filo di ferro. Riempi l'interno della gabbia con foglie e pacciame, in modo da isolare l'ortensia dal freddo.
    • Non usare foglie d'acero per questo scopo, perché marciscono troppo in fretta.
  7. 7
    Previeni la muffa grigia potando le zone colpite e applicando un fungicida. La botrite, nota anche come muffa grigia, è una malattia micotica che colpisce spesso le ortensie. Se noti macchie pelose e grigie sulle tue piante, devi potarle subito. Taglia le zone colpite e buttale, poi spruzza sulle piante sane un fungicida organico in grado di prevenire ulteriori infezioni.[14]
    • Assicurati di disinfettare le cesoie che usi per potare le piante con un disinfettante, in modo da evitare la contaminazione delle spore fungine.
    • Puoi usare lo zolfo (in spray liquido o polvere) come fungicida. Assicurati solo di smettere di usarlo quando la temperatura supera i 26,5 °C, perché lo zolfo può danneggiare le piante quando fa caldo.
    • Cerca di annaffiare sotto i rami, in modo da evitare che le foglie si bagnino troppo. Questo aiuta a prevenire la muffa grigia.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Vivere Senza Elettricità

Come

Alzare il pH di una Piscina

Come

Calcolare le Ore Necessarie al Filtraggio della Piscina

Come

Diagnosticare e Pulire l'Acqua Torbida in una Piscina

Come

Scassinare una Serratura con una Forcina

Come

Togliere le Macchie dagli Indumenti Bianchi

Come

Ritrovare degli Oggetti Smarriti

Come

Usare un Deumidificatore

Come

Sbarazzarsi dell'Acqua Verde in Piscina

Come

Eliminare e Prevenire le Alghe Verdi in una Piscina

Come

Eliminare il Troncone di un Albero

Come

Potare la Menta

Come

Uccidere una Vespa

Come

Prendersi Cura degli Spatifilli
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lauren Kurtz
Co-redatto da
Orticoltrice
Questo articolo è stato co-redatto da Lauren Kurtz. Lauren Kurtz è una Naturalista e Specialista in Orticoltura nella città di Aurora, in Colorado. Gestisce attualmente il Water-Wise Garden presso il Centro Comunale di Aurora per il Dipartimento di Conservazione dell’Acqua. Questo articolo è stato visualizzato 2 013 volte
Categorie: Casa & Giardino
Questa pagina è stata letta 2 013 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità