Medicare una ferita consiste nell’applicare del materiale, di solito una garza sterile, su un taglio profondo così che possa proteggerlo e assorbire il sangue. Questo permette una guarigione più rapida dall'interno. Una ferita fasciata in modo inappropriato può chiudersi e apparire bella superficialmente, ma non guarisce all’interno, pertanto è fondamentale imparare a medicarla correttamente e curarla in modo appropriato.

Parte 1 di 3:
Medicare una Ferita Aperta

  1. 1
    Raccogli i materiali necessari. Se stai curando una ferita aperta durante il processo di guarigione, avrai bisogno di una grande quantità dei seguenti materiali facilmente reperibili. Per cambiare la medicazione una o due volte al giorno, è necessaria molta garza e soluzione salina, quindi organizzati di conseguenza per non dover tornare continuamente in farmacia. Ti serviranno i seguenti elementi:
    • Soluzione sterile umida. Potrebbe essere necessaria una prescrizione medica per procurarti una soluzione salina in farmacia, oppure puoi prepararla tu stesso facendo bollire 1 cucchiaino di sale in almeno un litro d'acqua per cinque minuti.
    • Per maneggiare la ferita ti servono guanti sterili, asciugamani puliti, una ciotola pulita e delle forbici o pinzette opportunamente sterilizzate in acqua bollente.
    • Per medicare il taglio sono necessarie garze, bende per la medicazione esterna, nastro medico e batuffoli di cotone o cotton fioc.
  2. 2
    Pulisci l'area dove puoi appoggiare i tuoi strumenti per la medicazione. Le ferite devono essere trattate in un ambiente sterile pulito. Se stai lavorando a casa, tieni presente che il tavolo da cucina polveroso e il mobiletto della televisione sono coperti di germi che possono causare infezioni. Ma devi pur lavorare da qualche parte, quindi, in qualunque zona tu pensi di operare, è necessario lavare e disinfettare accuratamente la superficie con un detergente disinfettante prima di iniziare la medicazione.
    • Lavati accuratamente le mani con acqua e sapone, prima di iniziare. Strofina bene fino al gomito entrambe le mani e tieni le unghie pulite e tagliate.
  3. 3
    Prepara la fasciatura. Una volta pulita la superficie di lavoro, quando sei pronto per fasciare la ferita metti un panno pulito sopra la zona. Versa sufficiente acqua salata o la soluzione salina in una ciotola pulita. Non te ne serve molta, quanta ne basta per inumidire delicatamente il materiale per avvolgere la ferita. Apri le confezioni del materiale per la medicazione, le bende e i nastri, e posizionalo accuratamente sul telo. Tienilo lontano dalla ciotola e non bagnarlo.
    • Taglia la garza a una lunghezza adeguata e bagnala con cura nella soluzione salina. Non immergere mai la garza completamente, è sufficiente che sia leggermente inumidita. Se la soluzione salina gocciola, significa che il tessuto è troppo bagnato.
    • Molti infermieri e assistenti che medicano a casa trovano efficace tagliare dei pezzi di nastro medicale alla lunghezza desiderata e tenerli appesi al bordo del tavolo per usarli in seguito, in modo da non dover srotolare il nastro quando servirà nella fase conclusiva della medicazione. In ogni caso, organizza lo spazio in funzione delle tue esigenze e come è meglio per te.
  4. 4
    Lavati ancora accuratamente le mani. Non si è mai sufficientemente attenti con la pulizia delle mani, soprattutto se la ferita aperta è profonda e piuttosto grave: l'infezione può essere mortale. Tieni le mani pulite con acqua e sapone, poi infila dei guanti in lattice per una maggiore protezione.
  5. 5
    Appoggia delicatamente la garza sterile sulla ferita. Strizzala per eliminare eventuale soluzione salina in eccesso. La fasciatura deve essere umida, ma non gocciolante. Preleva dalla confezione quella necessaria per coprire tutta la zona della ferita, ma non avvolgere in modo troppo stretto. Applica delicatamente la benda sulla ferita, usando un tampone di cotone o un cotton fioc, se è necessario .
    • Anche se la garza deve coprire completamente la ferita, non deve però essere spinta all’interno. Tutte le estremità della garza che non coprono la ferita devono essere posizionate in modo ordinato sulla parte superiore della cute e avvolte nella medicazione esterna, in modo da fissare il tutto in sicurezza.
    • Sii delicato e veloce. Non è necessaria nessuna specifica abilità per mettere una benda su una ferita, devi solo lavorare nel modo più delicato possibile. A seconda delle dimensioni e della forma del taglio, può essere un passaggio molto facile o può richiedere un po' di impegno. Osserva il paziente da vicino e fatti rassicurare che la fasciatura non sia così stretta da causargli disagio.
  6. 6
    Copri la ferita. Le fasciature esterne devono essere costituite da pezzi di garze in spugna per coprire la prima medicazione e avvolgere tutto strettamente in modo confortevole, proteggendo la benda da fattori esterni. Applica uno strato di garza in spugna sterile da 10x10 cm sopra la ferita, usandone una quantità sufficiente per coprire tutta l’area, tenendo i bordi un po’ più larghi all’esterno per maggior sicurezza.
    • Applica il nastro medicale ad almeno 3-5 cm oltre il diametro del bordo della ferita, usando quello che avevi preventivamente appeso al bordo del tavolo. Afferra sempre la garza per i lati, facendo attenzione a non toccarla troppo con le mani per non rischiare infezioni.

Parte 2 di 3:
Sostituire la Medicazione

  1. 1
    Rimuovi la fasciatura esterna. Inizia togliendo il nastro medicale e delicatamente sollevando la garza dalla benda esterna. Con una mano pulita e i guanti, tieni ferma la pelle intorno alla ferita, e con l'altra mano tira la medicazione esterna.
    • Presta particolare attenzione se noti del sangue essiccato o altre infiltrazioni che possono essersi formate e che hanno “incollato” la garza alla ferita. Usa un cotton fioc inumidito con soluzione salina per staccare delicatamente la benda, se necessario. Lavora lentamente e agisci in modo estremamente cauto.
    • Metti tutto il materiale di scarto in un sacchetto di plastica e gettalo immediatamente, e assicurati di tenerlo lontano dai bambini e animali domestici.
  2. 2
    Togli la benda. Usa le pinzette sterili o le dita per pizzicare l'angolo della medicazione e iniziare a tirare delicatamente liberando la ferita. Muoviti molto lentamente e con cautela. Focalizzati su come liberare la ferita, prestando attenzione a qualunque crosta di sangue si sia formata tra la ferita e la garza. Usa il cotton fioc per ammorbidire il sangue coagulato, se necessario. Togli completamente la fasciatura e osserva la ferita per assicurarti che non sia rimasto alcun lembo o particella di garza.
  3. 3
    Se la ferita inizia a sanguinare, applica della pressione. A seconda della gravità e della profondità della ferita, può succedere che togliendo la medicazione possa riprendere a sanguinare un po’, soprattutto la prima volta che sostituisci la fasciatura. In questo caso, usa una garza per applicare pressione diretta, premendo con decisione e in modo uniforme per almeno cinque minuti per permettere la formazione di un coagulo per fermare l'emorragia. In seguito continua con la medicazione.
    • Se non riesci a bloccare l’emorragia o la ferita continua a sanguinare anche nei due giorni successivi alla visita da un medico, è necessario tornare in ospedale immediatamente e farla controllare.
  4. 4
    Verifica se noti segni di infezione. Dopo avere tolto la fasciatura, è necessario ispezionare la ferita molto attentamente per controllare l’eventuale presenza di infezioni. Scolorimento, eccesso di infiltrazioni o odori sgradevoli sono tutti segni di un'infezione, che dovrebbe essere affrontata immediatamente tornando in ospedale e ricevendo le cure necessarie. Probabilmente ti verranno prescritti degli antibiotici o metodi alternativi per coprire la ferita.
    • Per avere istruzioni più specifiche per curare delle ferite aperte, leggi la prossima sezione.
  5. 5
    Lava delicatamente la superficie lesionata con acqua e sapone. Con una spugna pulita, acqua calda e sapone antibatterico pulisci accuratamente la pelle intorno alla ferita. Non bagnare la ferita e non metterci il sapone direttamente sopra. Lava solo intorno al taglio.
  6. 6
    Sostituisci la fasciatura come spiegato in precedenza. Una volta tolta la vecchia garza e pulita la zona, medica e benda la ferita immediatamente, come indicato nella prima sezione, se non hai diverse indicazioni. Segui sempre le istruzioni del tuo medico e cambia la medicazione secondo il piano di recupero previsto. Alcune ferite devono essere fasciate un paio di volte al giorno, mentre altre richiedono diversi metodi di trattamento.

Parte 3 di 3:
Prendersi Cura delle Ferite Aperte

  1. 1
    Cambia la medicazione 1-2 volte al giorno. Segui sempre le istruzioni fornite dal tuo medico per quanto riguarda la cura di una ferita aperta. Quando il tessuto comincia a guarire, la maggior parte dei medici consente di medicare la ferita una volta al giorno e alla fine prescrive di lasciarla all’aria per accelerare il processo di guarigione. Quando il tessuto si è ricostruito abbastanza bene, la benda esterna dovrebbe essere sufficiente per lasciare la ferita maggiormente all’aria e permetterle di guarire meglio.
    • La maggior parte delle ferite non dovrebbe mai essere avvolta per più di 10 giorni. Presta sempre attenzione ai sintomi e usa il buon senso; se ti sembra che stia guarendo in maniera impropria contatta il medico, così come se pensi che stia impiegando troppo tempo per guarire.
  2. 2
    Riconosci i segni d’infezione. Quando cambi la medicazione, è molto importante controllare scrupolosamente la zona alla ricerca di uno qualsiasi dei seguenti segni di infezione. Chiama immediatamente il medico se il paziente sta avendo:
    • Febbre oltre 38,5 °C.
    • Brividi.
    • Il colore della ferita cambia dal rosa al bianco, al giallo o al nero.
    • Cattivo odore o liquido che drena dalla ferita.
    • Aumento dell’arrossamento o gonfiore della ferita o della pelle circostante.
    • Aumento del dolore o la ferita diventa morbida al tatto.
  3. 3
    Non bagnare la ferita. Quando medichi e ti prendi cura di una ferita aperta, è fondamentale evitare che resti in ammollo o che sia troppo umida: ciò può favorire le infezioni e impedire la completa guarigione. Lascia che il corpo faccia il suo lavoro ed evita di tenere la ferita troppo bagnata.
    • Puoi fare la doccia, tenendo la ferita fuori dall’acqua, dopo le prime 24 ore. Di solito, è possibile avvolgere la zona lesionata nella plastica, o semplicemente lasciarla fuori dal flusso d'acqua per tenerla al sicuro. Il medico può darti istruzioni più specifiche per quanto riguarda la pulizia della ferita.
  4. 4
    Parla con il medico circa eventuali domande o dubbi. Prendersi cura di una ferita aperta è una faccenda seria: se hai esitazioni o dubbi circa il processo di guarigione, devi rivolgerti immediatamente al dottore, non aspettare che l'infezione diventi più grave. Delle ferite curate in modo improprio possono provocare infezioni del sangue e persino la cancrena.

Cose che ti Serviranno

  • Garze e bende
  • Soluzione salina
  • Forbici
  • Una ciotola pulita
  • Asciugamano pulito
  • Fasciatura esterna
  • Batuffoli di cotone o cotton fioc
  • Sacchetto di plastica per smaltire i materiali usati

Consigli

Questi suggerimenti si riferiscono alla cura delle ferite in genere.

  • Evita di fare pressione sulla ferita.
  • Assicurati che la medicazione sia asciutta.
  • Non sdraiarti sulla zona lesa.

Avvertenze

  • Questo articolo non vuole in alcun modo sostituire una consulenza medica: segui sempre le istruzioni del tuo dottore per quanto riguarda la medicazione della ferita.

wikiHow Correlati

Come

Stabilire se un Dito è Fratturato

Come

Sapere se ti Sei Rotto un Dito del Piede

Come

Togliere una Spina

Come

Trattare una Frattura del Mignolo del Piede

Come

Trattare le Costole Incrinate

Come

Curare una Contusione al Dito del Piede

Come

Guarire un Labbro Spaccato

Come

Fasciare il Mignolo del Piede Fratturato con il Nastro Adesivo Medico

Come

Eliminare un Livido

Come

Curare Velocemente le Ferite (Usando Metodi Semplici e Naturali)

Come

Capire se il Polso è Slogato

Come

Rimuovere i Residui Adesivi di un Cerotto dalla Pelle

Come

Capire se hai la Nocca Fratturata

Come

Capire se una Caduta ha Causato una Frattura Ossea senza Fare una Radiografia

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 63 209 volte
Categorie: Incidenti & Ferite
Questa pagina è stata letta 63 209 volte.

Hai trovato utile questo articolo?