Come Mescolare i Colori

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 15 Riferimenti

In questo Articolo:Mescolare Colori Primari e SecondariCreare le Varie TonalitàMescolare i Colori su una Tavolozza

Quando vuoi mescolare i colori, è importante considerare il materiale che stai usando. Le regole della miscelazione delle pitture a pigmenti sono diverse da quelle delle luci. Fortunatamente, imparando a conoscere i colori primari e secondari e capendo come interagiscono quando vengono mescolati (se sono additivi o sottrattivi), riuscirai a combinare i colori correttamente in tutte le situazioni.

1
Mescolare Colori Primari e Secondari

  1. 1
    Mescola i colori primari a pigmenti per ottenere quelli secondari. Esistono tre colori primari: rosso, blu e giallo. Non possono essere "creati" mescolando altre pitture. Tuttavia, possono essere combinati per formare i tre colori secondari: rosso e blu danno il viola, blu e giallo danno il verde, rosso e giallo danno l'arancione.[1]
    • Quando mescoli i colori primari, quelli secondari che ottieni non sono molto luminosi o vibranti. Questo accade perché i pigmenti combinati sono sottrattivi e riflettono meno luce dello spettro, creando colori secondari scuri e terrosi.
  2. 2
    Crea i colori intermedi mescolando pigmenti primari e secondari. Ci sono 6 colori intermedi che puoi ottenere dai vari mix di pigmenti primari e secondari: giallo-arancione, rosso-arancione, viola-rosso, blu-viola, verde-blu e giallo-verde.[2]
    • Questi colori intermedi si trovano tra i primari e i secondari nella ruota dei colori.
  3. 3
    Combina due pigmenti secondari per ottenere un colore terziario. Oltre ai colori primari, secondari e intermedi, esistono anche tre colori terziari che puoi ottenere mescolando due colori secondari. Si tratta del marrone (verde e arancione), del rosso mattone (arancione e viola) e dell'ardesia (viola e verde).[3]
    • Questi colori di solito non si trovano sulle ruote dei colori, ma puoi comunque ottenerli mescolando le altre pitture.
  4. 4
    Non cercare di creare il bianco mescolando altri pigmenti. Le pitture sono sottrattive, poiché i pigmenti assorbono parti dello spettro di luce e ne riflettono altre, producendo il colore che percepiamo. Questo significa che aggiungendo più pigmenti la pittura diventa più scura, perché assorbe sempre più luce. Di conseguenza è impossibile creare il bianco mescolando pigmenti.[4]
    • Se vuoi usare una pittura bianca per il tuo progetto, dovrai acquistarla invece di ottenerla da una miscela.
  5. 5
    Mescola tutti i colori primari per ottenere il marrone. Puoi creare la pittura marrone mescolando tutti e tre i colori primari in parti uguali. Puoi realizzarlo anche mescolando due colori complementari qualsiasi.[5]
    • Se il marrone è troppo simile a un colore specifico, puoi neutralizzarlo aggiungendo una piccola quantità del colore opposto.
  6. 6
    Mescola il marrone con il blu per ottenere il nero. Il modo più semplice per ottenere la tonalità di nero che desideri è combinare la pittura marrone che hai appena ottenuto con il blu. Puoi fare il nero anche mescolando i tre colori primari insieme, dando la prevalenza alla pittura blu.[6]
    • Assicurati di non aggiungere il bianco o un colore che lo contiene, come il giallo opaco o il giallo-verde opaco, perché il nero diventerà una sfumatura di grigio.

2
Creare le Varie Tonalità

  1. 1
    Aggiungi il bianco ai vari colori per creare le tonalità chiare. Per schiarire un colore, ti basta aggiungere un po' di bianco. Più pittura bianca aggiungi, più sarà chiara la tonalità finale.[7]
    • Per esempio, aggiungendo il bianco al rosso ottieni il rosa, una versione più chiara del rosso.
    • Se aggiungendo il bianco a una pittura a pigmenti crei una tonalità troppo chiara, puoi scurirla usando il colore originale.
  2. 2
    Crea le sfumature scure usando il nero. Per scurire un colore ti basta aggiungere la pittura nera. Aggiungendo più nero otterrai un colore sempre più scuro.[8]
    • Alcuni artisti preferiscono aggiungere il complementare del colore, cioè quello opposto sulla ruota dei colori CMY/RGB esatta. Per esempio, puoi usare il verde per scurire il magenta e viceversa, perché sono colori opposti sulla ruota.
    • Aggiungi la pittura nera (o il colore complementare) poco alla volta, in modo da non esagerare. Se la tonalità diventa troppo scura, puoi schiarirla usando la pittura originale.
  3. 3
    Mescola un colore con il bianco e il nero per creare una tonalità spenta e poco luminosa. I colori creati in questo modo sono meno intensi e saturi rispetto agli originali. Variando le quantità relative di nero e bianco che aggiungi, puoi ottenere il livello di luminosità e saturazione che preferisci.[9]
    • Per esempio, aggiungi il bianco e il nero al giallo per creare il verde oliva chiaro. Il nero scurisce il giallo e lo trasforma in verde oliva, mentre il bianco schiarisce il colore. Controllando le proporzioni dei colori puoi ottenere la tonalità di verde oliva perfetta.
    • Per i colori già poco saturi come il marrone (arancione scuro), puoi modificare la tonalità come faresti per l'arancione chiaro: aggiungendo piccole quantità dei colori adiacenti sulla ruota dei colori, come il magenta, il giallo, il rosso o l'arancione. In questo modo renderai il marrone più luminoso e ne cambierai la tonalità.

3
Mescolare i Colori su una Tavolozza

  1. 1
    Metti la pittura da miscelare sulla tavolozza. Aggiungi le quantità che pensi di usare o poco meno. Se hai intenzione di mescolare i colori in parti uguali assicurati di metterne quantità identiche sulla tavolozza e di lasciare molto spazio tra di essi. Se invece le proporzioni dei colori non sono uniformi, aggiungi una quantità maggiore del colore prevalente.[10]
    • Per esempio se vuoi fare il marrone, metti sulla tavolozza blu, giallo e rosso in parti uguali. Se invece vuoi fare il nero, metti più blu sulla tavolozza.
    • Probabilmente è meglio mettere poca pittura sulla tavolozza piuttosto che troppa, perché potrai sempre aggiungerne altra.
  2. 2
    Usa una spatola per mettere parte del primo colore su un punto vuoto della tavolozza. Prendi una piccola porzione del primo colore e mettila al centro della tavolozza o in un altro punto vuoto. Se la pittura non si stacca facilmente, sbatti leggermente la spatola contro la superficie.[11]
    • Le spatole sono strumenti ideali per mescolare i colori su una tavolozza. Ti permettono non solo di ottenere colori molto più uniformi rispetto ai pennelli, ma anche di usurare meno le setole, perché non le userai per le operazioni di miscelazione.
  3. 3
    Pulisci la spatola con un panno. In questo modo non contaminerai i colori originali quando li prenderai con la spatola. Usa un vecchio straccio o un panno che non ti importa di sporcare per togliere le macchie di pittura dalla spatola.[12]
  4. 4
    Prendi il secondo colore e aggiungilo al primo al centro della tavolozza. Usando la spatola pulita, raccogli un po' del secondo colore e inizia a mescolarlo al primo. Le quantità dipendono dalle proporzioni della miscela.[13]
    • Per esempio, se hai intenzione di mescolare i colori in parti uguali, prendi la stessa quantità di entrambe le pitture.
  5. 5
    Ripeti l'operazione per aggiungere un terzo o più colori al mix. Se hai intenzione di mescolare più di due colori, pulisci di nuovo la spatola prima di prendere altra pittura e metterla al centro della tavolozza, fino ad aggiungere tutti i colori.[14]
  6. 6
    Usa la spatola per mescolare i colori. Una volta che li hai uniti, è il momento di mescolarli. Fai dei movimenti circolari con la spatola per amalgamare le pitture, assicurandoti di farle entrare bene in contatto. Se necessario fai un po' di pressione, spingendo la spatola verso il basso.[15]
    • Una volta che hai ottenuto il nuovo colore, hai mescolato con successo!
    • Se non ottieni il colore che volevi, ti basta pulire la spatola e aggiungere altra pittura al mix finché non sarai soddisfatto.

Consigli

  • Considera sempre la tonalità, la saturazione e la luminosità quando pensi a un colore. La tonalità fa riferimento alla posizione sulla ruota dei colori; la saturazione indica quanto è ricco e intenso un colore, come quelli dell'arcobaleno o della ruota dei colori; la luminosità indica quanto un colore si avvicina al bianco o al nero.
  • Tutti i colori possono essere considerati tridimensionali, con tonalità, saturazione e luminosità.
  • Ottenere il color oro non è semplice e richiede metodi particolari.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Pittura

In altre lingue:

English: Mix Colors, Français: mélanger des couleurs, Español: mezclar colores, Deutsch: Farben mischen, Português: Misturar Cores, Русский: смешивать цвета, 中文: 调色, Nederlands: Kleuren mengen, Čeština: Jak míchat barvy, Bahasa Indonesia: Mencampur Warna, हिन्दी: रंगों को मिलाएं, العربية: مزج الألوان, 한국어: 색깔을 섞는 법, Tiếng Việt: Pha Màu, ไทย: ผสมสี

Questa pagina è stata letta 374 415 volte.
Hai trovato utile questo articolo?