L'arte! Ovvero ciò dona vivacità alle nostre case e uffici. La scelta della tua arte spesso riflette la tua personalità, i tuoi gusti, le tue aspirazioni… non è affatto sorprendente che sia gli acquirenti d’arte che le gallerie d’arte fanno attenzione ai minimi dettagli.

Metodo 1 di 3:
Quadri

  1. 1
    Determina la configurazione della tua mostra. Questo si applica a chi deve mettere in mostra molti quadri sullo stesso muro. Le dimensioni, la forma, il tipo e il numero degli oggetti in mostra determina il modo in cui essi devono essere arrangiati. Ecco alcuni suggerimenti:
    • Disponi i quadri sul pavimento per avere subito una visuale di come essi stanno insieme per quanto riguarda la grandezza, la forma, il soggetto, il tema e il colore. A seconda dell’effetto desiderato, potresti raggruppare insieme colori simili, o al contrario, spargere totalmente i colori. Fai specialmente attenzione alla dimensione dei diversi quadri. I quadri più grandi e imponenti dovrebbero essere bilanciati con pezzi più piccoli, di importanza minore. Inoltre, una buona idea potrebbe essere raggruppare le opere per tema o soggetto.
    • Riarrangia gli oggetti come necessario, finché non trovi la combinazione che ti soddisfi visivamente e abbia più senso, secondo le caratteristiche dei quadri.
    • Assicurati che ci sia la stessa distanza tra un pezzo e l’altro. Se devi mettere i quadri in mostra su un muro, una buona regola sarebbe di spaziare un quadro e l’altro di 7-10 centimetri.
  2. 2
    Scegli uno spazio sul muro proporzionale in dimensioni e orientamento all’opera d’arte che vuoi mettere in mostra. Che la tua arte sia un pezzo singolo o più pezzi, un punto focale o un accentuazione di altre caratteristiche della stanza, è importante appenderla in modo che rimanga allineata con la grandezza e il layout della stanza. Per esempio, un muro molto alto e stretto nel bagno potrebbe essere un buon posto per appendere un arrangiamento verticale di tre foto incorniciate, ma non un buon punto in cui appendere un gigante dipinto panoramico.
  3. 3
    Appendi i quadri all’altezza giusta.
    • Appendi i quadri ad altezza d’occhio. Se intendi arrangiare i dipinti in gruppo, il punto centrale del gruppo dovrebbe trovarsi ad altezza d’occhio. Per determinare un’altezza d’occhio giusta, misura tra i 150cm e i 168cm dal pavimento.
    • Se invece vuoi posizionare i quadri ad altezza d’occhio vicino a un divano o in un punto in cui si sta seduti, appendi i quadri all’altezza d’occhio di chi si è accomodato.
    • Se abbini le tue opere d’arte a un elemento architettonico o un bel mobile, appendi il quadro a 25 centimetri dall’oggetto.
  4. 4
    Accentua i quadri con l’illuminazione. Usa una luce fioca, o lampadine disegnate appositamente per illuminare opere d’arte, per diffondere l’illuminazione e ridurre il riflesso. Queste luci esistono in varie forme e dimensioni, come le luci sospese, lampade da soffitto e lampade montate direttamente sul quadro.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Evitare di danneggiare i quadri

  1. 1
    Non appendere i quadri in punti della casa soggetti a sbalzi di temperatura.
    • Appendi i quadri ad un tramezzo piuttosto che a un muro portante. La ragione di ciò è che i muri portanti sono più soggetti a sbalzi di temperatura e umidità che potrebbero sciogliere i colori, formare crepe nella tela e ingiallimento della vernice. Se devi per forza appendere i quadri ad un muro portante, posiziona perlomento della plastica o della gomma tra la cornice e il muro in modo che le superfici non entrino in contatto.
    • Appendere un quadro sopra il camino lo esporrà a temperature estreme e fuliggine, da evitare assolutamente. Lo stesso si applica per i bocchettoni dell’aria condizionata, stufe e ventilatori. Evita aree molto umide come il bagno. La cucina è un'altra stanza in cui non si dovrebbero appendere quadri, perché i vapori della cucina degraderanno la tela col tempo.
  2. 2
    Seleziona una cornice che non solo complementi il dipinto ma decori anche la stanza. Normalmente, i dipinti più piccoli devono essere posizionati su un cavalletto. Se hai un grande muro, una cornice in stile museo aiuterebbe a coprire un’area più grande. Una cornice scura è normalmente consigliata per i quadri più piccoli, che aiutano lo spettatore a concentrarsi sull’opera. Per dipinti su tela più grandi, basterebbe tenerli sul telaio, ma bisognerà controllare regolarmente che non vi siano segni di umidità e polvere.
  3. 3
    Usa una fonte di illuminazione indiretta per illuminare le opere d’arte, come luci da soffitto o luci su asta. È un fatto risaputo che la luce diretta danneggia i dipinti e fa sbiadire i colori. Anche se le lampade da quadro sembrerebbero una buona scelta, potrebbero riscaldare non uniformemente il quadro, danneggiandolo. Se intendi usare lampade alogene, sii cosciente che queste emettono un alto livello di luce ultravioletta che danneggia le tele, e va dunque usato un filtro UV sulla lampada. Se non puoi o non vuoi usare un filtro UV, usa delle lampade al tungsteno.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Sculture

  1. 1
    Scegli lo spazio appropriato. Metti in mostra la tua arte in un luogo ben proporzionato alle dimensioni del pezzo d’arte che vuoi mostrare, e che sia in tema con l’oggetto. Ad esempio, se vuoi che una grande statua sia il punto focale della stanza, dovresti posizionarla in un’area visibile dai punti di entrata nella stanza, e fai attenzione che il pezzo non sia circondato da troppi mobili.
  2. 2
    Raggruppa le opere per colore, dimensioni, soggetto e tema. Posiziona le opere in ordine semi-casuale in altezza e larghezza, per creare un interesse visivo. Assembla gli oggetti in modo che abbiano un senso logico, come raggruppare 3 artefatti indiani o arrangiare una fila di vasi di ceramica.
  3. 3
    Pensa creativamente alle aree-mostra. Ci sono varie alternative per mettere in mostra la propria arte, come piedistalli, tavoli, mentole, camini, pavimento, mobili, cavalletti e armadietti.
  4. 4
    Cattura l’attenzione degli astanti con un’illuminazione adeguata. Lampade da soffitto, luci unidirezionali e luci ambientali sono tutte buone scelte per illuminare pezzi d’arte nel tuo spazio.
  5. 5
    Posiziona la scultura in modo che possa essere vista da tutti e quattro i lati. Il posizionamento dovrebbe essere tale da permettere di ammirare l’opera d’arte da tutti i punti di vista.
    • Per grandi sculture, posizionale al centro della stanza per permettere ai visitatori di girarci intorno. Se la scultura è fatta di materiali resistenti all’acqua come il bronzo, prendi in esame la possibilità di posizionarla in giardino.
    • Le opere d’arte più piccole dovrebbero essere messe in mostra al livello degli occhi, dunque, si consiglia un piedistallo.
    • Quando scegli la fonte di illuminazione per la scultura, sperimenta con le luci e vedi qual è l’effetto che ti piace di più. Il gioco di luci ed ombre su una scultura può produrre effetti suggestivi. Sperimenta con la luce da soffitto diretta o una luce di lato per creare un effetto drammatico.
    Pubblicità

Consigli

  • Appendi i quadri in modo che non cadano e siano al livello degli occhi.
  • Posiziona cuscinetti di gomma o feltro tra il muro e il quadro per proteggere i muri ed evitare che il quadro scivoli sul muro.
  • Raggruppare gli oggetti in numeri dispari crea un effetto esteticamente piacevole, al contrario del raggruppare gli oggetti in numeri pari, che può sembrare disordinato e disorganizzato.
  • Evita la luce diretta di qualsiasi fonte di illuminazione.
  • Non laminare mai nessun quadro o fotografia.
  • Non posizionare le opere d’arte vicino a fonti di calore, ventole e bocchettoni dell’aria condizionata.
  • Mantieni una temperatura stabile intorno la tua opera d’arte.
  • Dove c’è alta umidità sigilla il vetro del quadro.

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 8 194 volte
Questa pagina è stata letta 8 194 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità