Come Migliorare la Tua Capacità di Gestire i Cambiamenti

La gestione dei cambiamenti è un metodo sistematico di transizione con cui le persone possono passare da un modo di operare a un altro. Poiché oggi i cambiamenti sono così comuni nel mondo degli affari, è necessario avere un'efficace capacità di gestire le situazioni che mutano per ottenere successo e ottimi risultati. Tale abilità comporta essere un buon leader, saper vendere, fare marketing e comunicare. A tal fine è anche utile conoscere le tappe psicologiche che le persone attraversano durante un cambiamento, perché ti permettono di sapere se sei stato in grado di compiere il passaggio o se devi affrontare ulteriori problemi.

Passaggi

  1. 1
    Concentrati prima di tutto sulla tua capacità di leader. Nel corso di una transizione è molto più importante avere solide capacità di leader piuttosto che attenersi alle rigide procedure aziendali. Se sei un buon leader, la gente avrà fiducia in quello che fai, il che ti permetterà di promuovere il tuo cambiamento. Per essere un leader capace di affrontare il processo di gestione dei cambiamenti, dovresti:
    • Stabilire un esempio. Poiché sei a capo della tua attività, gli altri si rivolgeranno a te per orientarsi meglio nel panorama delle esigenze richieste sul lavoro, dei requisiti e dei principi comportamentali ed etici. Se altri nell'azienda sono propensi a cambiare, è necessario stabilire un modello.
    • Rimuovere i privilegi. I privilegi indicano l'esistenza di processi di divisione e di pensiero tipici di una gerarchia. Eliminando i tuoi privilegi, dimostrerai che sei disposto a garantire uguali opportunità.
    • Camminare e parlare con la gente. Oggi i leader gestiscono meglio i propri dipendenti interagendo di persona e informandosi sui loro problemi individuali.
    • Essere sincero. Per essere un leader nel cambiamento, è fondamentale avere onestà nelle interazioni con gli altri. Non è necessario aprirsi come un libro, ma non bisogna neanche nascondere le proprie emozioni. Basta farsi conoscere dalla gente. In questo modo sarà possibile costruire una fiducia reciproca nelle relazioni.
    • Lasciarti coinvolgere in quello che fai. Essere un leader forte richiede entusiasmo all'interno della visione del cambiamento. Senza passione, infatti, si è destinati ad andare incontro a frustrazioni e a perdere la voglia di andare avanti. Pertanto, poiché un leader ha bisogno di molte energie, assicurati di appassionarti a quello che fai.
  2. 2
    Orienta ogni gruppo all'interno dell'azienda verso il cambiamento, spiegando perché è necessario. Ad esempio, il consiglio di amministrazione può essere curioso sugli effetti di un determinato cambiamento che possono ripercuotersi nel corso del tempo. Oppure, è probabile che i dipendenti vogliano sapere quanto saranno personalmente condizionati dalle trasformazioni proposte.
  3. 3
    Comunica alle persone coinvolte quando sarà operativo il cambiamento. Informa i tuoi dipendenti di quanto sta accadendo. In questo modo contribuirai a stabilire una comunicazione formale con tutti. Aggiornando ogni persona, ridurrai il rischio di avere un basso rendimento e di abbattere il morale.
  4. 4
    Renditi conto che, indipendentemente dagli sforzi investiti nel creare un passaggio senza soluzione di continuità, dovrai affrontare qualche obiezione. La ragione è che le persone si adeguano ai cambiamenti a ritmi diversi. Per ridurre la tua frustrazione, ti sarà utile conoscere le sei fasi che caratterizzano la reazione delle persone di fronte ai cambiamenti.
    1. Attesa. Questa è la fase di attesa in cui la gente non sa cosa aspettarsi e attende ciò che il futuro ha in serbo.
    2. Confronto. In questa fase le persone cominciano a rendersi conto che il cambiamento è imminente o, in alcuni casi, già in corso.
    3. Consapevolezza. Le persone entrano nella terza fase una volta che si è verificato il cambiamento. Questo è il momento in cui sono più coscienti del fatto che le cose saranno sempre più differenti.
    4. Depressione. Non appena hanno preso atto del cambiamento a livello razionale, devono affrontarlo dal punto di vista emotivo e si lamentano del passato.
    5. Accettazione. In questa fase comprendono il cambiamento anche a livello emotivo. Non è raro conservare qualche riserva, ma pochi sono gli sforzi profusi per contrastare le trasformazioni in atto. I vantaggi del cambiamento vengono riconosciuti, anche se non sono sempre del tutto rassicuranti.
    6. Compenetrazione. Le persone sono pienamente d'accordo sul cambiamento e spesso si chiedono come abbiano mai potuto accettare il "vecchio" stato di cose.
  5. 5
    Renditi conto che non c'è un modo per prevedere in quanto tempo si completa un cambiamento. La ragione è che le persone vivono le fasi precedentemente descritte in base a ritmi diversi. C'è chi impiega tre mesi a raggiungere la sesta fase, mentre c'è chi la raggiunge dopo un anno intero. Inoltre, le persone non le attraversano in modo lineare, ma sono piuttosto altalenanti. Per esempio, un individuo può passare dalla quarta alla sesta e tornare indietro alla seconda.
    Pubblicità

Riferimenti

  1. Small Business Administration-- Fonte originale. Pubblico dominio (U.S. Government Work)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Management
Questa pagina è stata letta 3 713 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità