Quasi tutte le persone che hanno una buona conoscenza di internet hanno sentito parlare di “marketing virale” o di “video virali”. Questo fenomeno fa riferimento a una risonanza dei contenuti così potente da imporsi su tutto il web, finendo per diventare un tormentone. Si verifica quando quello che produci o che crei viene apprezzato, ritwittato, ripubblicato, commentato, inserito in blog, discusso per strada, da Los Angeles a Viti Levu, e ti permette di guadagnare più visite o visualizzazioni di quelle che avresti mai sperato nei tuoi sogni più reconditi.

È un risultato potente per i tuoi contenuti su internet e per la reputazione della tua marca (anche se il brand fossi tu stesso). Tuttavia, desiderare una bacchetta magica per far diventare virale qualcosa è un desiderio irrealistico; certamente dovresti fare del tuo meglio affinché i tuoi contenuti siano l'esperienza più affascinante e interessante che si possa vivere on-line, ma nessuno sa con sicurezza cosa può diventare virale. Quello che puoi fare è migliorare le tue chance di conseguire questo risultato accettando il fatto che molte cose diventano virali per puro caso e fortuna.

Passaggi

  1. 1
    Apprezza i vari gradi dei contenuti virali. Il contenuto del tuo sito web, le tue foto o un video che hai creato possono diventare virali, il tuo marketing può diventare virale e, nel caso dei social network, un blog, una pagina o un gruppo Facebook e un tweet possono diventare virali. Infatti, qualsiasi tipo di contenuto che crei e che viene condiviso via cellulare, iPad, computer o altri gadget elettronici può essere virale, che sia una app, un gioco, un puzzle o una storia, dunque non limitare la tua idea di quello che può diventare virale pensando solo a video di bambini che ballano o a siti web da un milione di pixel! La prossima grande idea virale è... incerta!
    • I tuoi contenuti potrebbero diventare virali nella nicchia del tuo interesse, per esempio tra appassionati di fotografia, di cucina, di Star Wars o di qualsiasi altra cosa, o andare oltre la nicchia ed entrare nella stratosfera, diventando ampiamente noti e condivisi in giro da chiunque, semplicemente perché al loro interno c'è qualcosa che colpisce un gruppo vasto di persone, come un elemento dall'interesse umano, un problema risolto, una ferita, un video o una storia che coinvolge un bambino o un animale domestico carino, ecc.
  2. 2
    Cerca di comprendere i limiti dei contenuti virali. È una buona idea capirlo chiaramente prima di entusiasmarti troppo: non puoi direttamente fare in modo che i tuoi contenuti diventino virali. Puoi sperare che succeda, puoi posizionarli in modo che siano i migliori e i più interessanti con il desiderio intrinseco che abbiano presa, ma non puoi renderli virali da solo. Tutt'al più, come Ann Handley e C.C. Chapman spiegano nel loro libro Content Rules, puoi “esortare, spingere e pregare affinché i tuoi contenuti diventino virali, ma la verità è che questo succede per un felice incidente” [1]. Dunque, non provare a controllare la natura virale dei tuoi contenuti; piuttosto, concentrati pienamente sul renderli intriganti, di qualità per la loro nicchia, interessanti, divertenti, coinvolgenti e assolutamente capaci di richiamare l'attenzione di tanti lettori o spettatori. Accetta il fatto che queste persone saranno il tuo pubblico, che prenderà la decisione finale per stabilire se dei contenuti sono virali o no.
  3. 3
    Devi sapere quali corde toccare. Uno degli elementi chiave dietro ai contenuti virali sta nel toccare la gente, in un modo o nell'altro. E cosa ha più probabilità di conquistare un gruppo di persone interessate alla tecnologia, che hanno già visto di tutto e che sono sempre pronte a ricevere nuove informazioni? Senza troppe sorprese, lo stesso di sempre: le cose che mettono di buonumore e che le fanno stare bene con se stesse. Quello che più probabilmente convincerà le persone, spingendole a condividerlo sui social network, è il contenuto caratterizzato dalla seguente natura [2]:
    • Contenuti che ispirino stupore. Pensa a “Christian the Lion” [3]. Riesci a credere al fatto che una volta due ragazzi abbiano potuto comprare un cucciolo di leone ai grandi magazzini (Harrods) nel bel mezzo di una delle città più grandi del mondo (Londra), che quel leone abbia scorrazzato nei giardini della metropoli prima di essere portato in Africa e che poi abbia riconosciuto i suoi padroni originali anni dopo? Quel tipo di racconto che suscita sorpresa ci fa restare tutti a bocca aperta di fronte alle meraviglie del mondo e al fatto che tutti possiamo avere ruoli intricati e importanti nella vita.
    • Contenuti che scatenino una risposta emozionale.
    • Articoli positivi e messaggi ottimisti ed edificanti. I pezzi capaci di aprire la mente e di far ampliare le conoscenze mediante messaggi positivi vengono particolarmente apprezzati.
    • Articoli che ci fanno stare bene con noi stessi e con gli altri. Un evento virale che ha raggiunto questo obiettivo è sicuramente il video “Validation” [4], in cui delle persone assistono alla positività derivante dall'apprezzamento di altra gente. Gli articoli che creano un senso di ammirazione e di superamento del mero interesse personale tendono a essere quelli più condivisi, dimostrando che siamo capaci di dare importanza agli altri e che veniamo commossi da storie di altre persone che fanno attivamente qualcosa per dimostrarlo.
    • Gli articoli più lunghi tendono ad avere più successo di quelli brevi. Che tu ci creda o no, le persone dedicano più tempo a leggere accuratamente un testo quando il contenuto lo merita e quando trasmette un messaggio chiaro che le convince a volerne sapere di più. Assicurati solo che “più lungo” significhi “più coinvolgente”, non “prolisso e ripetitivo”!
    • Argomenti peculiari, specialmente quelli inaspettati. Le cose straordinarie, molto insolite ed estremamente interessanti.
    • Le cose carine. Le risate dei bambini, i gatti folli, i cani addestrati, ecc. Tutti abbiamo visto contenuti del genere e li abbiamo amati.
  4. 4
    Cerca di comunicare un valore, percepito o meno. Alcuni esempi di informazioni che aiutano gli altri a migliorare le proprie vite, a capire meglio le cose o a prendere decisioni puntuali includono:
    • Articoli che insegnano a fare qualcosa e contenuti istruttivi.
    • News, soprattutto quelle fresche.
    • Avvertenze (come quelle sulle truffe o sui virus on-line).
    • Cose gratis e concorsi.
  5. 5
    Cerca di seguire un ideale di abbondanza. Le informazioni di solito erano qualcosa che veniva protetto con cura e distribuito alle masse. Al giorno d'oggi le cose sono cambiate e le informazioni vengono diffuse il più possibile, anche se non stiamo parlando di informazioni qualsiasi; dovrebbero essere utili, di qualità, informative e persino dettagliate, qualcosa di cui la gente ha davvero bisogno o che vuole per rendere migliore la propria vita. La persona, la compagnia o il gruppo più disposto a fornire informazioni di qualità agli altri, capaci di condividere o di risolvere qualcosa e che non prevedano un secondo fine (come vendite o richieste), ha più probabilità di ottenere un seguito rispettato, il che migliora le chance di trasformare i propri contenuti in virali [5]. In ogni caso, attento a come promuovi questa grande quantità di produttività; continua a leggere per evitare di esagerare con la promozione.
  6. 6
    Assicurati che le persone possano trovare i tuoi contenuti. Quelli sepolti e di difficile accesso non diventeranno virali per il semplice fatto che non possono essere trovati da nessuno. Comincia con un tuo dominio o host. Se hai un dominio tutto tuo, è un nome facile da ricordare o uno che richiede la memoria di un elefante per essere scritto correttamente? Se stai usando un altro sito per ospitare i tuoi contenuti, assicurati di usarne uno che abbia un buon seguito, come Flickr, YouTube, Vimeo, Facebook, ecc. E accertati che i tuoi contenuti includano esattamente quello che le persone stanno cercando, come un'espressione, una domanda precisa, parole chiave specifiche, ecc.
    • Ricerca i tuoi contenuti usando uno o due motori di ricerca. Riesci a trovarli con facilità o devi scavare pagina dopo pagina tra i risultati affinché appaiano?
    • Usa i social network per aggiungere frecce al tuo arco. Attiva account su Facebook e su Twitter, ideali per pubblicare informazioni sui contenuti caricati da poco e per incoraggiare affinché le informazioni vengano diffuse ampiamente in giro.
    • Fornisci una ricerca facile e una categorizzazione nei tuoi contenuti, in modo che le persone possano trovare velocemente le cose se vogliono dare un'occhiata a più di un pezzo. Inoltre, ai motori di ricerca piacciono le categorie.
    • Tagga e attribuisci una parola chiave a tutto quello che puoi. I motori di ricerca possono trovare meglio i contenuti in questo modo.
  7. 7
    Pubblicizza te stesso. Se da un lato non è possibile creare un risultato virale, si può incoraggiare il suo potenziale. Pubblicizzare i tuoi contenuti attraverso canali affidabili è un modo importante affinché essi vengano visti, notati e magari scelti tra molti altri. In altre parole, fai in modo che per le persone sia semplice notare la presenza di quello che pubblichi.
    • Inserisci i tuoi contenuti su più di un sito. Usa Twitter, Facebook, YouTube, RSS feeds, i siti di microblogging e anche i link sulle pagine di profilo che hai su vari siti web e le firme che utilizzi nelle e-mail. Vai sui forum, su IRC e su qualsiasi altro posto tu sia solito frequentare, nominando casualmente il tuo capolavoro e suggerendo alle persone di andare a darci un'occhiata.
    • Usa un link. La maggior parte dei retweet presenta dei link all'interno. Quando si tratta di video e di pagine web virali, il link ne è parte cruciale.
    • Manda il link dei tuoi contenuti a tutti quelli che conosci, come amici, parenti e colleghi di lavoro – sempre che non li disturbi.
  8. 8
    Non esagerare con la promozione dei tuoi contenuti. Sii molto selettivo riguardo a quello che promuovi tra i lettori e gli spettatori. Non ti conviene convincerli del fatto che ogni singolo contenuto che produci sia il fior fiore del web, altrimenti inizieranno a considerarti come una persona che grida “Al lupo! Al lupo!” e potrebbero anche smettere di interessarsi al tuo lavoro. Sii astuto riguardo a quali sono i tuoi lavori migliori, ed esorta solo in questo caso affinché vengano condivisi in giro. In questo modo, puoi incrementare le chance di diventare virale sia per la qualità del contenuto sia per il fatto che non farai un'eccessiva pressione sulle prime persone che lo condividono.
  9. 9
    Crea uno slancio e incita all'azione. Non solo dovresti pubblicizzare te stesso, devi anche aiutare i tuoi spettatori e lettori a fare qualcosa con i tuoi contenuti; non basta pubblicare semplicemente un articolo o un video e aspettare sperando che abbia successo. Suggerisci alla gente di darci un'occhiata e permettile di essere arbitro del suo valore e dell'eventuale interesse nei confronti di tuoi altri lavori. Per esempio, se vuoi essere ritwittato, chiedilo e basta. E assicurati di provare a usare quell'espressione magica, “Per favore”. È stato notato che una percentuale maggiore di retweet la contiene [6]. Alcuni modi per incitare all'azione comprendono (e più riesci a usarne, meglio è):
    • Fornire icone di condivisione chiare sui social network, come Facebook, Twitter, LinkedIn, Google Reader, ecc. Queste icone sono comunemente note come “social bling” e, siccome fanno aumentare la facilità con cui le persone possono giungere fino ai tuoi contenuti, fanne tesoro.
    • Spiegare alle persone quello che speri di ottenere con i tuoi contenuti incitandole gentilmente con richieste poco invadenti. Alcuni dei modi per farlo includono dire frasi come:
      • “Dai un'occhiata al mio link, al mio eBook, al mio post, al mio video, al mio articolo, ecc.”.
      • “Per favore, includi il mio video/quiz interattivo...” (e fai in modo che sia facile farlo).
      • “Segui questa persona”.
      • “Scarica il mio widget/gioco/presentazione su PowerPoint/eBook!”.
      • “Per favore, votate!”.
      • “Aiutatemi a...”.
      • Fai domande, come “Cosa ne pensi di...?”, e così via.
    • Invitare le persone a visitarti e a interagire con te, con i tuoi contenuti o con qualcosa che hai creato al riguardo. Magari un webinar, una chiamata su Skype o un party su Twitter. Sii aperto a tutte le possibilità per illuminare la gente del potenziale dei tuoi contenuti.
  10. 10
    Non dimenticare il tempismo. Come avviene con la maggior parte delle cose nella vita, il tempismo è tutto e devi farti un'idea se è arrivato o no il momento giusto affinché i tuoi contenuti diventino virali. In caso contrario, la pazienza potrebbe essere una virtù finché non arriverà il momento adatto, dunque non sprecare un istante nel caso in cui qualcun altro sia arrivato prima di te. Solo tu sarai in grado di calibrare il tuo tempismo, giacché questo dipende molto dal tuo argomento e dagli interessi, ed è un qualcosa che dovrai monitorare da solo.
    • In termini di tempismo riguardo al post stesso, si verifica una questione correlata ma leggermente diversa. Assicurati di pubblicare in quello che sai essere il momento più attivo on-line per il tuo pubblico target. Più persone leggono, visualizzano o interagiscono attivamente con i tuoi contenuti quando vengono pubblicati, maggiori sono le chance che essi vengano diffusi per la loro innovazione e che vengano condivisi in modo sostenuto.
  11. 11
    Lascia spazio alla connessione. In ultima istanza è l'abilità di fare una conversazione che aiuta molti dei contenuti pubblicati sul web a diventare virali. Accertati che per le persone sia facile contattarti se volessero saperne di più, anche attraverso i commenti, i messaggi privati, le chat sui forum, l'e-mail o qualsiasi altro mezzo tu usi. E rispondi, non fare l'eremita!
    • Anche i sistemi di rating possono essere tanto utili quanto il numero di visitatori. Essi possono influenzare i lettori e gli spettatori, che possono capire cosa ne pensano gli altri dei contenuti e quante altre persone ne sono state coinvolte.
    Pubblicità

Consigli

  • Non importa quanto sodo lavori o quanto analizzi i contenuti virali esistenti, alcuni fenomeni diventano famosi per una questione di fortuna, di tempismo e di stato d'animo momentaneo del pubblico di internet. Non puoi prevederlo, le persone che sostengono di poterlo fare non possono avere alcuna certezza, ed è per questo che riceveranno risultati tutt'altro che ottimali rispetto a quelli che sognavano.
  • Controlla per valutare che le impostazioni del blog, del sito web o delle altre fonti di pubblicazione consentano di condividere. Non vorrai che la diffusione venga ostacolata perché non hai spuntato le caselle giuste!
  • Modera i commenti per rimuovere i post inappropriati, irrilevanti o offensivi che vengono pubblicati sotto i tuoi contenuti. Tuttavia, non modificare né rimuovere i commenti rilevanti. Questo potrebbe fare in modo che vengano cancellati commenti inseriti all'interno di una conversazione e far offendere persone che avevano buone intenzioni, dunque fai in modo che tutti i commenti genuini siano più facili da leggere, che essi siano di sostegno o critiche costruttive nei confronti dei tuoi contenuti.
  • Se vuoi usare un servizio di condivisione centralizzato come ShareThis.com, ciò può semplificare di molto il posizionamento e l'utilizzo dei tasti di condivisione sul tuo sito.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non tutto quello che pensi possa essere virale lo diventerà. Accettalo e sii onesto con te stesso riguardo al valore, alla qualità e al merito dei contenuti in sé e per sé.
  • Evita di fare predizioni magiche; questo ti farà distrarre dal concentrarti per fare in modo che i tuoi contenuti siano di qualità.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Contenuti di alta qualità
  • Contenuti visti da una prospettiva fresca, interessante, positiva e originale
  • Ricerca e conoscenze sul tuo pubblico-target
  • Conoscenze sul tuo argomento e sulla sua attualità

wikiHow Correlati

Come

Aprire un'Attività

Come

Avviare un Linea di Abbigliamento in Proprio

Come

Usare un Registratore di Cassa

Come

Calcolare l'Equivalente a Tempo Pieno (FTE)

Come

Iniziare un Business Senza Soldi

Come

Vendere un Prodotto

Come

Guadagnare Subito dei Soldi Senza Chiederli in Prestito

Come

Calcolare l'Indice di Rotazione del Magazzino

Come

Calcolare il Margine Lordo

Come

Guadagnare Soldi da Studente

Come

Creare un Negozio Online tramite Instagram

Come

Lavorare da Casa con l'Inserimento Dati

Come

Avviare una Piccola Impresa

Come

Avviare la tua Linea di Gioielli
Pubblicità

Riferimenti

  1. L'idea originale di questo articolo è stata ispirata da "Going Viral", http://www.copyblogger.com/go-viral-on-twitter/.
  2. Ann Handley and C.C. Chapman, Content Rules, p. 113, (2011), ISBN978-0-470-64828-5
  3. Ann Handley and C.C. Chapman, Content Rules, pp. 104-106, (2011), ISBN978-0-470-64828-5
  4. http://en.wikipedia.org/wiki/Christian_the_lion
  5. http://www.youtube.com/watch?v=Cbk980jV7Ao
  6. Ann Handley and C.C. Chapman, Content Rules, p. 70, (2011), ISBN978-0-470-64828-5
  7. http://danzarrella.com/retweet-beta.html – (statistics obtained through the retweet mapper)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 21 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 7 836 volte
Categorie: Internet | Business
Questa pagina è stata letta 7 836 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità