Come Misurare i Livelli di Testosterone

Scritto in collaborazione con: Ricardo Correa, MD

In questo Articolo:Testare l'IpotestosteronemiaQuando Sottoporsi ai Test11 Riferimenti

Il testosterone è un ormone maschile, sebbene sia normalmente presente anche nelle donne. È responsabile della formazione delle caratteristiche e delle funzioni sessuali maschili, quali voce profonda, peli facciali, maggiore densità ossea e massa muscolare; è inoltre direttamente correlato all'erezione, alla dimensione del pene, dei testicoli e alla libido. Svolge anche un ruolo nella produzione dei globuli rossi, degli spermatozoi e la sua concentrazione può diminuire con l'età. Se nutri dei dubbi sulla concentrazione di questo ormone nel tuo organismo, ci sono dei metodi per misurarla.

1
Testare l'Ipotestosteronemia

  1. 1
    Vai dal medico per sottoporti agli esami. Il metodo più semplice consiste nel rivolgersi al dottore che esegue un prelievo ematico dalla vena; oltre a questa procedura, vieni anche sottoposto a un esame fisico.[1]
  2. 2
    Preparati per ulteriori accertamenti. Dato che l'ipotestosteronemia può indicare una patologia di fondo, come un problema alla ghiandola pituitaria, una malattia epatica, ereditaria o la malattia di Addison, il medico può richiedere diversi esami per conoscere il disturbo che ti affligge e che altera le concentrazioni ormonali. Tali accertamenti variano in base ai risultati dell'esame fisico, alla storia clinica e ai sintomi che lamenti; il dottore potrebbe decidere di valutare la funzionalità tiroidea, il diabete, la pressione arteriosa e la possibilità di malattie cardiache.[2]
  3. 3
    Sottoponiti a un test orale. Il livello di testosterone si può misurare anche attraverso la saliva, sebbene la maggior parte dei medici non offra questa possibilità; l'esame è ragionevolmente affidabile, ma è un metodo troppo nuovo e non è ancora completamente accettato.[3] Fai una ricerca online per trovare i laboratori migliori che offrono questo genere di test.
  4. 4
    L'esame più comune è quello del "testosterone totale", cioè dell'ormone che si lega alle altre proteine nel sangue. Se gli esiti mostrano un'anomalia di questa concentrazione, vieni sottoposto all'esame del "testosterone libero", o biodisponibile, che rappresenta anche il dato più importante; tuttavia, si tratta di una procedura piuttosto complessa e non viene eseguita sempre.
    • I test per il testosterone libero sono considerati degli indicatori migliori.[4]
  5. 5
    Valuta i fattori che interferiscono con l'esame. Esistono degli elementi che possono alterare i risultati, come l'assunzione di medicinali che contengono estrogeni o testosterone (pillola contraccettiva inclusa), della digossina, dello spironolattone e dei barbiturici. I farmaci contro il cancro alla prostata possono aumentare i livelli di prolattina, che a sua volta influenza negativamente gli esiti; l'ipotiroidismo è un altro fattore che interferisce con i test.[5]
  6. 6
    Opta per una terapia ormonale sostitutiva. Se viene riscontrata un'ipotestosteronemia, discuti le possibili terapie con il medico. Puoi assumere l'ormone attraverso cerotti transdermici, un gel, iniezioni intramuscolari o grazie a delle compresse che si sciolgono sotto la lingua.[6]
    • Esistono anche delle soluzioni naturali, come cambiamenti alimentari, maggiore esercizio fisico e delle piante quali il tribolo, il ginseng indiano, il ginkgo biloba, la maca e lo yohimbe.

2
Quando Sottoporsi ai Test

  1. 1
    Osserva i sintomi negli uomini. I livelli di testosterone possono variare da un individuo all'altro, è quindi difficile stabilire quando sono troppo bassi; presta attenzione al corpo per capire se manifesti dei sintomi, quali:[7]
    • Problemi con le funzioni sessuali, come disfunzione erettile, minore libido, riduzione del numero e della qualità delle erezioni;
    • Testicoli più piccoli;
    • Problemi emotivi, come depressione, irritabilità, ansia, difficoltà di memoria o concentrazione, minore autostima;
    • Disturbi del sonno;
    • Maggiore affaticamento o mancanza generale di energia;
    • Alterazioni del corpo, come grasso addominale, minore massa muscolare accompagnata da una riduzione delle forza e della resistenza, riduzione dei livelli di colesterolo, ossa più molli, minore densità ossea;
    • Seno morbido o dolente;
    • Perdita dei peli del corpo;
    • Vampate.
  2. 2
    Osserva i sintomi nelle donne. Anche le donne possono soffrire di una riduzione della concentrazione di testosterone, ma con sintomi differenti rispetto agli uomini, e precisamente:[8]
    • Diminuzione della libido;
    • Affaticamento;
    • Minore lubrificazione vaginale.
  3. 3
    Valuta se sei a rischio di ipotestosteronemia. Le cause di tale disturbo sono molteplici e dovresti sottoporti agli esami se:[9]
    • Sei avanti con gli anni;
    • Soffri di obesità e/o diabete mellito;
    • Hai subito un trauma, un infortunio o un'infezione ai testicoli;
    • Ti sei sottoposto alla chemioterapia o alla radioterapia per un cancro;
    • Soffri di malattie croniche, come l'HIV/AIDS, o di nefropatie e patologie epatiche;
    • Soffri di alcune patologie genetiche come sindrome di Klinefelter, emocromatosi ereditaria, sindrome di Kallmann, di Prader-Willi e altre;
    • Sei alcolista;
    • Fai uso di droghe, come eroina, marijuana, oppioidi o abusi di antidolorifici;
    • Sei un fumatore incallito;
    • Hai abusato di androgeni nel passato.
  4. 4
    Determina se devi sottoporti agli esami. I test per la concentrazione di testosterone vengono eseguiti sui pazienti che manifestano determinate caratteristiche e sono giustificati se:[10]
    • L'uomo ha problemi di infertilità;
    • L'uomo ha problemi con le funzioni sessuali;
    • Un ragazzo con meno di 15 anni manifesta segnali precoci di pubertà o un ragazzo più grande sembra non entrare in questa fase dello sviluppo;
    • Una donna sviluppa caratteristiche maschili, come una peluria eccessiva e una voce profonda;
    • Una donna ha cicli mestruali irregolari;
    • Un paziente con il cancro alla prostata sta prendendo determinati farmaci;
    • Un uomo soffre di osteoporosi.
  5. 5
    Sii consapevole che la concentrazione di questo ormone è molto variabile. Può cambiare da un uomo all'altro (e da una donna all'altra), durante il giorno e da un giorno all'altro; in genere, è maggiore al mattino e minore alla sera.[11]

Consigli

  • La disfunzione erettile ha cause molteplici, di cui l'ipotestosteronemia è solo una piccola parte.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Ricardo Correa, MD. Il Dottor Correa è un Endocrinologo Iscritto all'Albo dei Medici Specialisti che vive a Rhode Island. Lavora come Docente Aggiunto di Medicina all'Università di Brown dal 2016.

Categorie: Salute

In altre lingue:

English: Test Testosterone Levels, Português: Testar os Níveis de Testosterona, Русский: проверить уровень тестостерона, Español: comprobar tus niveles de testosterona, Français: mesurer son taux de testostérone, Deutsch: Die Testosteronwerte testen lassen

Questa pagina è stata letta 4 357 volte.
Hai trovato utile questo articolo?