Scarica PDF Scarica PDF

Il termine “induttanza” può riferirsi alla “mutua induzione”, ovvero quando un circuito elettrico genera tensione a seguito della variazione di corrente in un altro circuito, o all’“autoinduzione”, ossia quando il circuito elettrico genera tensione a seguito della variazione di corrente che scorre in esso. In entrambi i casi, l’induttanza è data dal rapporto tra la tensione e la corrente, e la relativa unità di misura è l’henry (H), definito come 1 volt per secondo diviso ampere. Dato che l’henry è un’unità di misura abbastanza grande, l’induttanza viene generalmente espressa in millihenry (mH), un millesimo di henry, o in microhenry (uH), un milionesimo di henry. Di seguito vengono illustrati diversi metodi per misurare l’induttanza di una bobina induttore.

Metodo 1 di 3:
Misurare l’Induttanza da un Rapporto Tensione-Corrente

  1. 1
    Collega la bobina induttore a un generatore di forme d’onda. Mantieni il ciclo dell’onda sotto il 50%.
  2. 2
    Organizza i rilevatori di corrente. Dovrai collegare, nel circuito, un resistore di rilevamento della corrente, oppure un sensore di corrente. Entrambe le soluzioni dovranno essere connesse a un oscilloscopio.
  3. 3
    Rileva i picchi di corrente e l’intervallo di tempo tra ogni impulso di tensione. I picchi di corrente saranno espressi in ampere, mentre gli intervalli di tempo tra gli impulsi in microsecondi.
  4. 4
    Moltiplica la tensione erogata a ogni impulso per la durata dell’impulso. Ad esempio, nel caso di una tensione di 50 volt erogata ogni 5 microsecondi, si avrebbe 50 volte 5, ovvero 250 volt*microsecondi.
  5. 5
    Dividi il prodotto tra tensione e durata dell’impulso per il picco di corrente. Continuando con l’esempio precedente, nel caso di un picco di corrente di 5 ampere, si avrebbe 250 volt*microsecondi diviso 5 ampere, ovvero un’induttanza di 50 microhenry.
    • Sebbene le formule matematiche siano semplici, la preparazione di questo metodo di test è più complessa rispetto agli altri metodi.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Misurare l’Induttanza Utilizzando un Resistore

  1. 1
    Collega la bobina induttore in serie con un resistore, il cui valore di resistenza è noto. Il resistore dovrebbe avere un’accuratezza dell’1% o inferiore. La connessione in serie costringe la corrente ad attraversare il resistore, così come l’induttore da testare; il resistore e l’induttore dovranno avere quindi un terminale in comune.
  2. 2
    Applica una tensione sinusoidale al circuito, a tensione di picco fisso. Questo si ottiene tramite un generatore di forme d’onda, che simula le correnti che riceverebbero l’induttore e il resistore nel caso reale.
  3. 3
    Controlla sia la tensione di ingresso che quella sul terminale comune tra induttore e resistore. Regola la frequenza della sinusoide fino a ottenere, nel punto di collegamento tra l’induttore e il resistore, un valore di tensione massima pari alla metà della tensione di ingresso.
  4. 4
    Trova la frequenza della corrente. Questa viene misurata in kiloHertz.
  5. 5
    Calcola l’induttanza. A differenza del calcolo dell’induttanza dal rapporto corrente-tensione, allestire in questo caso il test è molto semplice, ma il calcolo matematico necessario è decisamente più complesso. Si procede nel modo seguente:
    • Moltiplica la resistenza del resistore per la radice quadrata di 3. Supponendo di avere una resistenza da 100 ohm, e moltiplicando questo valore per 1,73 (ovvero la radice quadrata di 3 arrotondata alla seconda cifra decimale), si ottiene 173.
    • Dividi questo risultato per il prodotto tra 2 volte pi greco e la frequenza. Considerando una frequenza di 20 kiloHertz, si ottiene 125,6 (2*π*20); dividendo 173 per 125,6 e arrotondando alla seconda cifra decimale, si ottiene 1,38 millihenry.
    • mH = (R x 1,73) / (6,28 x (Hz / 1000))

    • Esempio: considerando R = 100 e Hz = 20.000

    • mH = (100 X 1,73) / (6,28 x (20.000 / 1000)

    • mH = 173 / (6,28 x 20)

    • mH = 173 / 125,6

    • mH = 1,38

    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Misurare l’Induttanza utilizzando un Condensatore e un Resistore

  1. 1
    Collega la bobina induttore in parallelo a un condensatore, il cui valore di capacità è noto. Collegando un condensatore in parallelo con una bobina induttore si ottiene un circuito serbatoio. Utilizza un condensatore con una tolleranza del 10% o inferiore.
  2. 2
    Collega il circuito serbatoio in serie con un resistore.
  3. 3
    Applica una tensione sinusoidale al circuito, a picco massimo fisso. Come in precedenza, questo si ottiene tramite il generatore di forme d’onda.
  4. 4
    Posiziona le sonde dell’oscilloscopio sui terminali del circuito. Fatto questo, passa dai valori bassi di frequenza a quelli alti.
  5. 5
    Trova il punto di risonanza. Si tratta del valore più alto registrato dall’oscilloscopio.
  6. 6
    Dividi 1 per il prodotto tra il quadrato dell’energia e la capacità. Considerando un’energia di uscita di 2 joule e una capacità di 1 farad, si otterrebbe: 1 diviso 2 al quadrato moltiplicato 1 (che dà 4); ovvero si otterrebbe un’induttanza di 0,25 henry, o 250 millihenry.
    Pubblicità

Consigli

  • Nel caso di induttori connessi in serie, l’induttanza totale è data dalla somma dei valori delle single induttanze. Nel caso di induttanze in parallelo, invece, l’induttanza totale è data dal reciproco della somma dei reciproci dei valori dei singoli induttori.
  • Gli induttori possono essere costruiti sotto come una bobina a forma cilindrica, con nucleo toroidale, o a film sottile. Più sono gli avvolgimenti di un induttore, oppure più è grande la sua sezione, maggiore sarà l’induttanza. Induttori più lunghi hanno un’induttanza minore rispetto a quelli più corti.
Pubblicità

Avvertenze

  • L’induttanza può anche essere misurata direttamente con un induttometro, ma questo strumento non è molto comune. La maggior parte degli induttometri disponibili in commercio sono tarati solo per misurare bassi valori di corrente.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Generatore di forme d’onda
  • Oscilloscopio con sonde
  • Un resistore e un condensatore

wikiHow Correlati

Calcolare la Potenza ElettricaCalcolare la Potenza Elettrica
Convertire i Watt in AmpereConvertire i Watt in Ampere
Calcolare Resistenze in Serie e in ParalleloCalcolare Resistenze in Serie e in Parallelo
Convertire da Fahrenheit a CelsiusConvertire da Fahrenheit a Celsius
Calcolare la Tensione in FisicaCalcolare la Tensione in Fisica
Calcolare l'AccelerazioneCalcolare l'Accelerazione
Calcolare la MassaCalcolare la Massa
Calcolare la Distanza di un FulmineCalcolare la Distanza di un Fulmine
Calcolare la Resistenza Totale nei CircuitiCalcolare la Resistenza Totale nei Circuiti
Calcolare l'ImpedenzaCalcolare l'Impedenza
Calcolare la ForzaCalcolare la Forza
Calcolare la Tensione ai Capi di una ResistenzaCalcolare la Tensione ai Capi di una Resistenza
Calcolare la Velocità MediaCalcolare la Velocità Media
Calcolare la FrequenzaCalcolare la Frequenza
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 9 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 46 638 volte
Categorie: Fisica
Questa pagina è stata letta 46 638 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità