Scarica PDF Scarica PDF

Tutti i genitori nel mondo vorrebbero conoscere la formula magica per incoraggiare i figli a fare i compiti. Purtroppo non è semplice come agitare una bacchetta, ma esistono alcuni metodi per spronarli a sviluppare e seguire un ritmo regolare. In alcuni casi, i bambini devono anche cambiare l'approccio allo svolgimento dei compiti a casa. Non preoccuparti, non è difficile! Devi solo di prenderti il tempo necessario per trovare una soluzione. Crea uno spazio adatto allo studio e alla pianificazione dei compiti, stabilisci aspettative chiare, ricompense e conseguenze e fai in modo che svolgano il loro dovere con un approccio positivo.

Parte 1 di 4:
Creare un Ambiente Adatto allo Studio e alla Pianificazione dei Compiti

  1. 1
    Scegli un posto tranquillo. Trova uno spazio silenzioso in cui i tuoi figli possano fare i compiti lontani da ogni genere di distrazione, come la televisione e la musica. Cerca di ridurre il traffico delle persone in questa zona e separa i bambini piccoli da quelli più grandi che devono studiare.[1]
  2. 2
    Assegna un posto a ognuno di loro. Per ridurre i litigi e le distrazioni, assegna a ciascuno una zona in modo che possa svolgere tranquillamente il suo dovere. Puoi preparare un posto in cucina e uno in soggiorno, oppure farli studiare ognuno nella sua cameretta.[2]
  3. 3
    Incoraggiali a fare i compiti limitando l'uso dei dispositivi tecnologici. Per impedire ai tuoi figli di inviare messaggi di testo o pubblicare post sui social network quando dovrebbero applicarsi sui libri, non permettere che abbiano accesso all'uso di cellulari e computer. Concedi uno strappo alla regola se devono usare il computer per una ricerca o stampare un compito.[3]
  4. 4
    Assicurati che abbiano a disposizione tutto l'occorrente. Fornisci matite, penne, righelli, calcolatrici, dizionari, enciclopedie, eccetera. Procura loro un contenitore in cui conservare il materiale da cancelleria in modo che possano facilmente portarlo con sé e metterlo da parte quando è necessario.[4]
    • Ad esempio, se fanno i compiti in cucina, apri l'astuccio affinché possano prendere l'occorrente quando devono fare i compiti. Riempilo di nuovo e rimettilo a posto quando hanno terminato.
  5. 5
    Crea un programma per i compiti di scuola. Una routine di studio aiuterà i tuoi figli a sapere che cosa devono aspettarsi. Puoi accordare una pausa tra la fine delle lezioni scolastiche e il momento in cui devono iniziare i compiti. Ad esempio, concedi loro un'ora di svago dopo la scuola prima che riaprano i libri.[5]
    • Fai in modo che abbiano voce in capitolo nella creazione del programma. È più probabile che lo rispettino se hanno l'impressione di essere ascoltati e considerati.
    • Stabilisci i momenti di libertà, come il venerdì sera o un giorno nel fine settimana, e consenti loro di gestirli come meglio credono.
  6. 6
    Concedi una pausa se ne hanno bisogno. Invece di costringerli a terminare i compiti quando sono stanchi, lascia che interrompano lo studio per una decina di minuti. In questo modo, affronteranno il loro dovere con uno spirito più disteso e vedranno gli ostacoli da un'altra prospettiva.[6]
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Stabilire Aspettative, Ricompense e Conseguenze

  1. 1
    Chiarisci quali sono le aspettative. I tuoi figli devono sapere che cosa ci si aspetta da loro quando studiano. Falli sedere e spiegaglielo dicendo, ad esempio, che devono terminare i compiti in tempo o che devono mantenere la media della sufficienza. D'altro canto, devi stabilire dei limiti, essere coerente e tenere fede ai tuoi obiettivi.[7]
  2. 2
    Congratulati con loro affinché si sentano motivati. Se li lodi quando fanno bene il loro dovere, si sentiranno intrinsecamente motivati. La motivazione intrinseca spinge le persone a intraprendere un'attività non in cambio di una ricompensa esterna, ma per orgoglio personale.[8]
    • Ogni tanto un premio concesso quando svolgono egregiamente un progetto importante può essere un'ottima spinta, ma è meglio evitare di ricompensarli sistematicamente con oggetti materiali.
    • Quando finiscono i compiti, manifesta la tua contentezza per il loro spirito organizzativo, solerte e proattivo. Devi indicare il motivo esatto per cui ti senti fiero di loro in modo che sappiano su quale strada continuare.
  3. 3
    Evita di corromperli. In questo modo, rischi di demotivarli perché, associando i compiti per casa a un aumento della paghetta o qualche giocattolo nuovo, crescono nell'ottica di ricevere guadagni materiali anziché accrescere il senso di gratificazione interiore o ampliare le loro conoscenze.[9]
  4. 4
    Ignora i comportamenti inadeguati anziché metterli in risalto. Dando ai bambini un'attenzione particolare – anche se finalizzata a correggere – quando non fanno quello che dovrebbero (o fanno qualcosa che non dovrebbero), rafforzi soltanto la loro condotta. Quando non finiscono i compiti o si oppongono, mantieni la calma. Non incominciare a gridare e non permettere alle emozioni di prendere il sopravvento.[10]
    • Ricorda in modo chiaro e semplice quello che avete concordato insieme sui compiti di scuola. Esprimi la tua delusione, ma anche la speranza che la situazione torni alla normalità il giorno successivo.
  5. 5
    Fai in modo che si assumano la responsabilità di gestire l'assegno scolastico. Può sembrare difficile, specialmente se i genitori si sentono coinvolti personalmente nello studio dei figli, ma è assolutamente vitale che i bambini capiscano fin da subito che si tratta di un loro dovere, non dei genitori. Lascia che i tuoi figli gestiscano l'assegno e lo svolgimento dei compiti invece di farlo al loro posto.[11]
    • Ad esempio, se hanno lasciato i quaderni o i libri a scuola, non perdere tempo a rintracciare i custodi per entrare nell'edificio e recuperare quello che hanno dimenticato. Se riescono a trovare un modo per riprenderlo, ben venga, altrimenti ne subiranno le conseguenze.
  6. 6
    Fai in modo che affrontino le conseguenze dei loro comportamenti. Quando non fanno i compiti, evita di chiamare o inviare e-mail agli insegnanti per giustificarli o chiedere altro tempo. Anche se ti sembra difficile, è meglio che imparino a responsabilizzarsi e affrontare le conseguenze delle loro azioni.[12]
    • Naturalmente, se tuo figlio ha problemi di apprendimento o qualche disabilità, dovresti intervenire in modo adeguato. Non aver paura di cercare il sostegno di professionisti specializzati perché potrebbero fornirti strategie più appropriate.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Trasmettere un Approccio Positivo ai Compiti

  1. 1
    Accetta il fatto che alla maggior parte dei bambini non piace fare i compiti. Quando sono circondati da tante altre cose interessanti, soprattutto nell'era dei dispositivi elettronici, è difficile rendere allettanti i compiti per casa. In qualità di genitore o tutore responsabile del loro andamento scolastico, pensa al modo in cui potrebbero portarli a termine anziché cercare di convincerli che sono divertenti.[13]
    • In questa situazione dovresti comunque mantenere un atteggiamento positivo. Non cedere quando i tuoi figli si annoiano a studiare e non vogliono fare i compiti. Prova a rispondere: "Mi dispiace che la pensiate in questo modo, ma quando li avrete terminati, potrete invitare a casa i vostri amici".
  2. 2
    Trova un nuovo nome. Usa termini che suggeriscano crescita e apprendimento, non compiti perché tutti i bambini si irritano sentendo parlare di "compiti". Un piccolo trucco per aggirare questo ostacolo consiste nell'usare altre parole come "apprendimento in casa", "nutrimento per il cervello" o anche semplicemente "studio", indipendentemente dalla scuola che frequentano.[14]
  3. 3
    Spiega i benefici dello studio. Parla con i tuoi figli dell'importanza dei compiti assegnati a scuola e del modo in cui una buona istruzione sarà un vantaggio nella loro vita. Spiega che da adulti guadagneranno più soldi se avranno un livello di istruzione più alto. Chiedi che cosa vorrebbero fare da grandi e spiega quali studi occorrono per intraprendere la carriera che desiderano.[15]
    • Ad esempio, se tuo figlio vuole diventare un biologo marino, digli che dovrà prendere ottimi voti durante il percorso scolastico per entrare in un'università in cui potrà conseguire una laurea in biologia, zoologia o ecologia.
    • Se vuole diventare un attore, digli che non riuscirà a memorizzare le battute se non si abitua a leggere regolarmente. Incoraggialo a esercitarsi imparando a memoria alcuni brani tratti dai libri di testo.
  4. 4
    Trasforma i compiti in un gioco. Molti bambini li trovano noiosi o poco concreti. Fai del tuo meglio per movimentare le ore di studio, ad esempio trasformando i termini di un problema di matematica in dolci o denaro. Crea delle immagini per aiutarli a imparare la tavola periodica o realizza delle figurine per assimilare le parole del vocabolario (come quelle dei calciatori). Puoi anche organizzare una gara di ortografia o un torneo di matematica che li aiuti a memorizzare le tabelline.[16]
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Modificare il proprio Coinvolgimento

  1. 1
    Cerca di agevolarli invece di essere autoritario. Puoi pregarli, sgridarli, minacciarli, corromperli, ma nessuno di questi comportamenti negativi e reciprocamente esasperanti spingerà i tuoi figli a fare quello che vuoi. Piuttosto, cerca di semplificare quanto più possibile lo svolgimento dei compiti in modo che fili tutto liscio.[17]
  2. 2
    Invitali a tenerti al corrente dei loro progressi. Non tendere tranelli facendo migliaia di domande sull'assegno non appena escono da scuola. Al contrario, incoraggiali a dirti che cosa devono studiare nel pomeriggio. Fai capire che ti piacerebbe conoscere anche i risvolti più interessanti di quello che imparano di volta in volta.[18]
  3. 3
    Aiutali a distinguere i compiti più difficili e quelli più facili. Mentre ti tieni aggiornato su quello che imparano, fai in modo che sappiano individuare i compiti in cui hanno maggiori difficoltà. Invitali a svolgere prima quelli più complicati in modo che possano gestire gli ostacoli quando hanno più energie e consiglia di lasciare quelli più semplici alla fine.[19]
  4. 4
    Scopri se ci sono materie in cui hanno difficoltà. Indaga sulle materie che stanno studiando e scopri quelle in cui eccellono e quelle in cui hanno maggiori problemi per quanto riguarda la comprensione o lo svolgimento dei compiti. Se si tratta di argomenti difficili, chiedi se hanno bisogno di un aiuto (da parte tua, di un fratello o un insegnante privato).[20]
  5. 5
    Fatti coinvolgere, ma non eccessivamente. Se i tuoi figli devono svolgere da soli i compiti per casa, stanne lontano. Se sei troppo coinvolto, c'è il rischio che non apprendano niente. Pertanto, dai loro la possibilità di lavorare in piena autonomia in modo che sviluppino un'abilità utile per il resto della loro vita. Resta disponibile nel caso in cui abbiano bisogno di una mano, ma non stare col fiato sul collo mentre sono applicati sui libri.[21]
  6. 6
    Fai il tuo "dovere" nello stesso momento in cui i tuoi figli fanno il loro. Per motivarli a studiare, usa un trucco: impegnati in qualcosa per dimostrare quanto sei responsabile e diligente. Devi dare l'esempio dimostrando che quello che stanno imparando è correlato direttamente a quello che faranno da adulti. Se stanno leggendo, prendi un libro o il giornale e leggi accanto a loro. Se stanno studiando matematica, siediti con una calcolatrice e controlla le tue spese.[22]
    Pubblicità

Consigli

  • Incoraggiali a svolgere i compiti in maniera pulita e accurata. Scopri se i quaderni sono disordinati prima che abbiano finito e spronali a essere più precisi.
  • Se l'insegnante dovesse chiederti di intervenire nello svolgimento dei compiti, non esitare. Collabora con lui. Dimostra ai tuoi figli che la scuola e la famiglia formano una stessa squadra.
  • Resta al corrente della vita scolastica dei tuoi figli. Parla regolarmente con i loro insegnanti per assicurarti di conoscere la finalità dei compiti assegnati e quali sono le regole da rispettare in classe.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Trovare la Motivazione per StudiareTrovare la Motivazione per Studiare
StudiareStudiare
Concentrarsi sullo StudioConcentrarsi sullo Studio
Prendere Voti AltiPrendere Voti Alti
Ricordare Meglio le Cose che StudiRicordare Meglio le Cose che Studi
Imparare un Testo a MemoriaImparare un Testo a Memoria
Arricchire il proprio VocabolarioArricchire il proprio Vocabolario
Prendere Appunti con il Metodo CornellPrendere Appunti con il Metodo Cornell
Prendere Sempre il Massimo dei Voti senza Studiare MoltoPrendere Sempre il Massimo dei Voti senza Studiare Molto
Studiare per gli EsamiStudiare per gli Esami
Studiare in un GiornoStudiare in un Giorno
Studiare BeneStudiare Bene
Presentare i Numeri ai Bambini della Scuola dell'InfanziaPresentare i Numeri ai Bambini della Scuola dell'Infanzia
Preparare un Esame in una NottePreparare un Esame in una Notte
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 15 365 volte
Questa pagina è stata letta 15 365 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità