I conigli appena nati sono creature piccole, dolci e pelose che richiedono molte cure. Che tu abbia trovato un nido di cuccioli orfani o che il tuo animale domestico abbia rifiutato i propri figli, devi nutrirli per farli sopravvivere. Dando loro da mangiare negli orari giusti della giornata e garantendo loro la quantità corretta di cibo, puoi aiutarli ad affrontare la vita "con il piede giusto".

Parte 1 di 2:
con il Latte Artificiale

  1. 1
    Assicurati che la madre non li stia effettivamente nutrendo. Prima di allontanare i cuccioli dal nido o pensare che siano orfani, devi verificare che non vengano già nutriti dalla mamma o che questa sia un rischio per le creature. Solitamente, la madre allatta i coniglietti due volte al giorno e solo per cinque minuti; inoltre, non hanno bisogno di lei per restare al caldo. Se non li vedi particolarmente agitati e la madre non è vicino a loro, potrebbe semplicemente essersi allontanata per un po' e non dovresti interferire.[1]
    • I cuccioli che vengono rifiutati sono infreddoliti, piangono più di qualche minuto e hanno la pelle bluastra o raggrinzita a causa della disidratazione.[2]
    • A volte, la madre può rifiutare i propri figli e in questo caso devi separarli da lei in modo che non faccia loro del male.[3]
    • Non dare per scontato che in un nido incustodito ci siano coniglietti orfani, controllali spesso prima di prenderli per nutrirli; se ti sembrano tranquilli, è poco probabile che siano stati abbandonati.[4]
    • Tieni presente che solo il 10% dei conigli prelevati dalla natura sopravvive, dovresti quindi lasciarli nel loro ambiente, quando possibile.
  2. 2
    Acquista il latte artificiale per conigli neonati. Se devi dare loro da mangiare, devi procurarti il prodotto giusto. Il latte di coniglio è il più calorico di tutti quelli dei mammiferi, devi quindi assicurarti di prendere quello giusto e nella quantità adeguata.[5]
    • Compra quello in polvere per cuccioli o quello di capra; puoi trovarlo presso i negozi per animali o puoi chiedere al veterinario locale dove procurartelo.[6]
    • Dovresti integrare ogni confezione di latte artificiale con una cucchiaiata di panna liquida intera al 100% senza zucchero per aumentare l'apporto calorico e rendere il latte più ricco, come quello materno.[7]
    • Puoi anche aggiungere un pizzico di fermenti lattici acidophilus, che aiutano a mantenere una sana flora batterica intestinale nei cuccioli;[8] il lactobacillus acidophilus è disponibile nei principali negozi di prodotti naturali.[9]
  3. 3
    Acquista una siringa o un contagocce per nutrire le creature. Solitamente, i coniglietti non succhiano dal biberon, devi quindi procurarti alcune siringhe sterili per uso orale o dei contagocce, che ti aiutano a misurare l'esatta quantità di latte e hanno la dimensione dei capezzoli di "mamma coniglia".[10]
    • Questi strumenti sono in vendita in quasi tutte le farmacie; puoi però trovarli spesso anche nei negozi per animali che offrono delle soluzioni speciali per gli amici a quattro zampe.
  4. 4
    Mescola il latte artificiale. I neonati devono bere il latte finché non raggiungono le sei settimane di vita e devi preparare diverse miscele in base alle differenti età. Suddividi la quantità di latte in due pasti uguali durante la giornata, in modo da garantire ai cuccioli il giusto nutrimento.[11]
    • Ricorda di aggiungere anche un cucchiaio di panna liquida intera al 100% senza zucchero per ogni confezione di latte artificiale,[12] oltre a un pizzico di fermenti lattici a ogni poppata.
    • Neonati fino a una settimana: 4-5 cc di latte artificiale;[13]
    • Cuccioli che hanno 1-2 settimane di età: 10-15 cc;[14]
    • Conigli che hanno 2-3 settimane: 15-30 cc di latte;[15]
    • Dalle 3-6 settimane o finché non iniziano lo svezzamento: 30 cc.[16]
  5. 5
    Somministra il latte. Una volta preparata la giusta miscela, devi farla bere ai cuccioli due volte al giorno; è importante allattarli nello stesso modo in cui farebbe la loro madre affinché restino in salute e crescano bene.[17]
    • La maggior parte delle mamme coniglio allatta i cuccioli due volte al giorno: all'alba e al tramonto.[18]
  6. 6
    Lascia che i piccoli mangino seguendo il proprio ritmo. È fondamentale che possano mangiare in base alla propria velocità, altrimenti potrebbero soffocare o anche morire.[19]
    • I neonati possono bere dalla siringa e puoi spruzzare una piccola quantità di latte in base a quanto ne vogliono.[20]
    • Se il coniglietto non beve volentieri dalla siringa, concedigli il tempo di adattarsi; potrebbe essere necessario stimolarlo con uno spruzzo delicato di latte.[21]
    • Per confortarlo, puoi anche accarezzarlo mentre mangia.
  7. 7
    Stimolalo a defecare e urinare. È fondamentale che possa soddisfare i propri bisogni primari dopo aver mangiato, in modo che il tratto digestivo e urinario rimangano sani e funzionino correttamente.[22]
    • È sufficiente stimolare la fuoriuscita di feci e urina per i primi dieci giorni di vita della creatura o finché non inizia ad aprire gli occhi.[23]
    • Usa un batuffolo di cotone inumidito con acqua calda e strofinalo delicatamente sulla zona anale e genitale fino a quando non vedi che inizia a rilasciare feci e urina; continua in questo modo finché non ha terminato.[24]
    • Non temere che si tratti di qualcosa di sbagliato, in realtà stai facendo esattamente quello che dovrebbe fare la mamma coniglio.[25]
  8. 8
    Procedi con lo svezzamento. Continua a dare il latte artificiale e i cibi solidi ai coniglietti finché non sono pronti per lo svezzamento. A seconda della loro razza, tale processo potrebbe avvenire dalle 3-4 settimane di vita fino a quando ne raggiungono 9.[26]
    • I conigli domestici cominciano a passare ai cibi solidi intorno alle 6 settimane.[27]
    • Quelli selvatici, come i conigli dalla coda di cotone (o silvilaghi), iniziano lo svezzamento a 3-4 settimane di vita, mentre le lepri intorno alle 9 settimane.[28]
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
con i Cibi Solidi

  1. 1
    Aspetta finché i cuccioli non iniziano ad aprire gli occhi. Possono iniziare a mangiare cibi solidi solamente da questo momento, quando hanno circa 10 giorni di vita. Durante lo svezzamento, verso le 6 settimane, puoi iniziare ad aggiungere lentamente qualche alimento solido al latte artificiale; in ogni caso, devi evitare tutte le sostanze solide prima che le creature aprano gli occhi, perché il tratto intestinale non è ancora in grado di assimilarle prima di questo momento.[29]
  2. 2
    Introduci i cibi solidi. Una volta che i coniglietti hanno aperto gli occhi, puoi iniziare a nutrirli con alimenti diversi dal latte; tuttavia, gli esemplari domestici e quelli selvatici mangiano prodotti diversi, devi quindi sapere di quale tipo di animale ti stai prendendo cura. Entrambe le varietà possono mangiare avena, fleolo o erba medica, ma quelli domestici possono nutrirsi anche di mangimi in pellet, mentre quelli selvatici mangiano anche verdure.[30]
    • Conigli domestici: avena, fleolo, erba medica, pellet; non dare loro verdure;
    • Conigli selvatici: avena, fleolo, erba medica, verdure fresche come quelle a foglia verde, carote, prezzemolo; non dare loro pellet.
    • Lascia gli alimenti solidi in un angolo del "nido" dove possano mangiarli facilmente.[31]
    • Assicurati di sostituire regolarmente il fieno, i pellet e le verdure, per evitare che si deteriorino e accumulino batteri.[32]
    • Puoi acquistare il fieno e il mangime presso i principali negozi di animali, mentre le verdure e le carote sono facilmente disponibili presso i negozi di alimentari o i mercati ortofrutticoli.
  3. 3
    Fornisci l'acqua ai cuccioli. Oltre al latte artificiale e ai cibi solidi, devi considerare che hanno anche bisogno di bere per restare idratati e nutrirsi in maniera appropriata.[33]
    • Non mettere una ciotola troppo profonda nel recinto, perché i coniglietti potrebbero annegare in un contenitore grande riempito d'acqua.[34]
    • Prendine invece uno basso, riempilo con una piccola quantità d'acqua e mettilo in un angolo del nido.[35]
    • Pulisci e riempi regolarmente la ciotola d'acqua; in questo modo, non solo aiuti i piccoli a restare ben idratati, ma ti assicuri che non si sviluppino batteri pericolosi.[36]
    Pubblicità

Consigli

  • Maneggia un coniglio selvatico solo se lo stai nutrendo, altrimenti potresti mandarlo in stato di shock e ucciderlo.
  • Procurati una siringa facile da usare per nutrire o dare da bere al coniglietto.
  • Per non rischiare di farlo soffocare mettigli il cibo in bocca lentamente quando usi la siringa.
  • Mentre lo nutri, avvolgilo in un asciugamano per tenerlo calmo e rilassato.
  • Consulta il veterinario se non sai con certezza come dargli da mangiare.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non somministrare mai un cibo liquido troppo velocemente attraverso la siringa.
  • Fai attenzione a non dare una quantità di cibo troppo scarsa al coniglio, ma evita anche di sovralimentarlo.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Siringa o contagocce
  • Cibo per conigli neonati disponibile nei negozi per animali
  • Latte artificiale per cuccioli o quello di capra
  • Panna fresca (facoltativa)

wikiHow Correlati

Come

Tenere gli Inseparabili (Pappagallini) come Animali Domestici

Come

Capire il Tuo Coniglietto

Come

Sopravvivere all'Attacco di un Lupo

Come

Prenderti Cura della Tua Coccinella

Come

Convincere i Tuoi Genitori a Prenderti un Cane

Come

Accudire un Coniglio

Come

Capire se il Criceto sta Morendo

Come

Seppellire un Animale Domestico

Come

Addestrare un Coniglio

Come

Prendersi Cura di un Criceto

Come

Creare un Habitat per le Tartarughe di Terra

Come

Prendersi Cura di un Riccio

Come

Educare un Coniglio a Usare la Lettiera

Come

Capire se il Coniglio si Sente Solo
Pubblicità
  1. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  2. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  3. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  4. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  5. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  6. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  7. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  8. http://www.humanesociety.org/animals/rabbits/tips/solving_problems_rabbits.html
  9. http://www.humanesociety.org/animals/rabbits/tips/solving_problems_rabbits.html
  10. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  11. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  12. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  13. http://www.rabbit.org/care/orphan.html
  14. http://www.rabbit.org/care/orphan.html
  15. http://www.rabbit.org/care/orphan.html
  16. http://www.rabbit.org/care/orphan.html
  17. http://www.rabbit.org/care/orphan.html
  18. http://www.rabbit.org/care/orphan.html
  19. http://www.rabbit.org/care/orphan.html
  20. http://www.rabbit.org/care/orphan.html
  21. http://www.rabbit.org/care/orphan.html
  22. http://www.rabbit.org/care/orphan.html
  23. http://www.rabbit.org/care/orphan.html
  24. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  25. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  26. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/
  27. http://www.mybunny.org/info/caring-for-newborn-baby-rabbits/

Informazioni su questo wikiHow

Pippa Elliott, MRCVS
Co-redatto da:
Veterinaria del Royal College of Veterinary Surgeons
Questo articolo è stato co-redatto da Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali. Questo articolo è stato visualizzato 30 574 volte
Categorie: Animali
Questa pagina è stata letta 30 574 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità