Scarica PDF Scarica PDF

Nella tua città c'è Starbucks e ci vai tutte le mattine? La lista dei prodotti ti manda ogni volta nel pallone e non sai come ordinare una bevanda salutare ipocalorica? Per trovare una soluzione, devi imparare a individuare i drink sani, personalizzare il caffè, interpretare le etichette nutrizionali e fare delle buone scelte comparative.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Scegliere Bevande Sane

  1. 1
    Ordina il classico caffè. Non solo è delizioso, insieme all'acqua è una delle bevande più salutari del mondo. È praticamente senza calorie, ricco di antiossidanti, flavonoidi e altri nutrienti. Il problema è che molte persone ci aggiungono troppi ingredienti, trasformandolo in una bomba calorica [1] .
    • Il classico caffè ha quasi zero calorie. Per fare una scelta ancora più salutare, ordinane una tazzina, limitando le calorie extra apportate da zucchero e grassi, che solitamente provengono da bustine di zucchero, sciroppi, latte, panna e altre guarnizioni.
    • Scegli le dimensioni che preferisci. Il bello del caffè nero è che puoi berne una bella tazza senza esagerare con le calorie. Un caffè nero short (la dimensione più piccola) contiene 3 calorie, un venti (la dimensione più grande) 5.
  2. 2
    Ordina un semplicissimo espresso, proprio come faresti in un bar italiano. L'espresso viene ottenuto percolando acqua calda sotto pressione, che passa attraverso uno strato di caffè macinato e pressato. La miscela che se ne ricava è intensa e concentrata, cremosa in superficie. L'espresso viene usato per preparare altre bevande, come il caffellatte, il caffè macchiato e il cappuccino, ma anche da solo ha un ottimo sapore e poche calorie [2] .
    • Ordina una tazza di espresso singola o doppia, che nel gergo di Starbucks si traducono rispettivamente con i termini solo e doppio. La prima ha 5 calorie, la seconda 10. Ovviamente queste bevande sono più corte rispetto a quelle tipiche di Starbucks.
    • Anche il Caffè Americano deriva dall'espresso, infatti viene preparato aggiungendo dell'acqua bollente a una tazzina di espresso singola o doppia. Ha qualche caloria in più (5 per uno short, 25 per un venti), ma è comunque una buona opzione.
  3. 3
    Ogni tanto, concediti un cappuccino o un latte classico. Se vuoi ordinare qualcosa di speciale e un po' più elaborato, queste bevande fanno al caso tuo. Il cappuccino viene preparato aggiungendo all'espresso acqua bollente e schiuma di latte montato. L'espresso viene usato anche nella preparazione del latte, che contiene però più latte montato e un po' di schiuma in superficie.
    • Un cappuccino short preparato con latte normale contiene circa 80 calorie, che diventano 50 qualora optassi per il latte scremato o di soia. Un venti ha rispettivamente 110, 120 e 150 calorie per il latte scremato, di soia e normale. L'apporto calorico e le dimensioni della porzione sono leggermente inferiori rispetto al caffellatte, ma il sapore è comunque intenso.
    • Il latte ha più calorie, in quanto contiene più latte e quindi più zucchero: uno short ha 100 calorie con il latte normale e 70 con quello scremato o di soia. Un venti ha rispettivamente 240, 170 e 190 calorie.
    • Limita la quantità di zucchero che usi per il cappuccino e il latte, perché aumenteranno l'apporto calorico e glucidico. Invece, spruzza della cannella o della noce moscata sulla superficie. Anche queste spezie contengono pochissime calorie.
  4. 4
    Evita le bevande dal nome lungo. Da Starbucks, è buona norma diffidare dei prodotti che nel titolo contengono parole come Mocha, Vanilla, Caramel, White Chocolate o Caramel Apple Spice. Sembreranno anche deliziosi, ma sono pieni di zuccheri, grassi e calorie, tutti apportati da aromi e dolcificanti. Quando vedi un titolo lungo, probabilmente non sarà una scelta salutare.
    • Per esempio, considera un Caramel Macchiato. Il venti contiene rispettivamente 240 e 250 calorie con il latte scremato e di soia, 300 con il latte normale, ovvero l'equivalente di uno snack abbondante. Queste calorie provengono quasi interamente dai dolcificanti aggiunti.
    • Il Caffè Mocha senza panna è addirittura peggiore. Uno short contiene 110 calorie con il latte scremato e di soia, 130 con il latte normale. Un venti ha rispettivamente 280, 290 e 340 calorie. La maggior parte di queste calorie aggiuntive deriva dagli zuccheri.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Personalizzare il Caffè

  1. 1
    Ordina uno short. Quando prendi il caffè da Starbucks, ricorda una semplice dritta: le dimensioni contano, specialmente se ci tieni alla linea. Un venti contiene spesso il doppio o persino il triplo di zucchero, grasso e calorie rispetto a uno short. Le dimensioni intermedie, come tall e grande sono più accettabili, ma aumenteranno l'apporto calorico totale di 40-60 calorie [3] .
    • Per esempio, preferisci un caffellatte short a un venti. L'apporto calorico sarà compreso fra le 70 e le 100 calorie, anziché fra le 170 e le 240.
    • Lo stesso vale per il White Chocolate Mocha, una vera bomba calorica. Uno short presenta un apporto calorico compreso fra le 180 e le 200 calorie, mentre un venti equivale a un pasto completo: 450-510 calorie.
    • L'unica eccezione alla regola vale nel caso del caffè classico, che è quasi privo di calorie quando viene preso nero. L'importante è limitare la quantità di latte o zucchero che aggiungi.
  2. 2
    Preferisci il latte scremato o di soia. Molti adorano aggiungere il latte al caffè per migliorarne il sapore o perché non ne apprezzano il gusto naturalmente pungente. Il latte lo rende meno amaro e lo arricchisce. Tuttavia, comporta anche l'aggiunta di grassi e zuccheri. Se non riesci a bere il caffè nero, almeno opta per il latte scremato e ipocalorico [4] [5] .
    • Considera che un cappuccino tall con latte scremato contiene solo 60 calorie, mentre la stessa dimensione con il latte normale 90. Ti risparmieresti 30 calorie.
    • Alcune bevande di Starbucks vengono preparate solo con tipologie di latte ipocaloriche. Per esempio, lo Skinny Latte è un'ottima alternativa al classico caffellatte e contiene solo latte scremato. Lo stesso vale per il Frappuccino Light Blend.
    • Entrambe queste alternative con il latte scremato hanno un apporto calorico ridotto. Uno Skinny Latte short contiene 60 calorie, mentre un classico caffellatte short 100. Un Frappuccino Light tall ha 90 calorie, mentre quello normale 180.
  3. 3
    Limita lo zucchero e lo sciroppo extra. Quando ordini da Starbucks, gli zuccheri aggiuntivi derivanti dagli sciroppi aromatizzati sono fra le maggiori fonti di calorie. Vengono usati per molte bevande tipiche di questa catena di caffetterie, contengono grandi quantità di zucchero e talvolta centinaia di calorie in eccesso. Puoi limitare l'apporto calorico chiedendo al barista di usare uno sciroppo senza zucchero o evitarlo direttamente [6] [7] [8] .
    • Per esempio, quando si personalizza il caffè, Starbucks offre la possibilità di richiedere uno sciroppo aromatizzato senza zucchero. Preferiscilo a quello normale. Puoi anche usare sostituti dello zucchero, come un edulcorante artificiale.
    • Meglio ancora, scegli una bevanda che non contenga tracce di sciroppo. Per esempio, viene solitamente aggiunto alle bevande fredde, che possono comunque essere rinfrescanti e gustose con del latte scremato o di soia e senza zucchero.
    • Considera il contenuto di zucchero di alcune di queste bevande: un caffè freddo venti (con latte e sciroppo) contiene 33-36 g di zucchero, quantità che basterebbe a soddisfare quasi completamente il proprio fabbisogno giornaliero di glucidi. Il Frappuccino venti ne contiene 66-69 g.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Paragonare le Bevande

  1. 1
    Impara a contare le calorie. Per scegliere una bevanda salutare, è utile sapere leggere le etichette nutrizionali, almeno in generale. Possono sembrare incomprensibili, ma sono in realtà piuttosto facili quando si sa che cosa cercare nello specifico. Per il caffè, bisogna concentrarsi su 3 categorie: calorie, grassi e zuccheri [9] .
    • Bisogna innanzitutto pensare alle calorie, perché hanno la funzione di dare energia e possono incidere sul dimagrimento o sull'ingrassamento. Assumere più calorie del necessario porta ad accumulare chili di troppo nel tempo, mentre consumarne di meno aiuta a dimagrire o a mantenere il peso forma.
    • Individua l'apporto calorico di una bevanda consultando l'etichetta. Tuttavia, a volte questa informazione non è del tutto chiara e richiede qualche calcolo.
    • Certe etichette indicano l'apporto calorico di una porzione. Esempio: 100 calorie per porzione. Ciò non necessariamente significa che una bevanda contenga 100 calorie. Assicurati di verificare anche quante porzioni include. Se comprende 2,5 porzioni, devi moltiplicare questo numero per le calorie di ciascuna dose, in questo caso 100. Di conseguenza, la bevanda conterrà in tutto 250 calorie.
  2. 2
    Esamina anche il contenuto di grassi e zucchero, altri 2 ingredienti pericolosi. Derivano solitamente da latte, sciroppo aromatizzato, panna montata, guarnizioni o altri dolcificanti, come il miele. In linea di massima, tutti questi ingredienti aggiuntivi aumenteranno l'apporto calorico della bevanda senza però migliorarne i valori nutrizionali. Cerca anche il contenuto totale di questi ingredienti [10] [11] .
    • I grassi si trovano generalmente ai primi posti delle etichette nutrizionali. Nelle bevande al caffè, la maggior parte del contenuto lipidico proviene da latte, panna montata o a volte cioccolato.
    • Una bevanda al caffè salutare non dovrebbe contenere più di 2-3 g di grassi.
    • Se necessario, ricorda di moltiplicare i grassi. Per esempio, una bevanda che contiene 4 g di grassi per porzione è accettabile. Tuttavia, se ha una quantità equivalente a 3 porzioni, il contenuto totale di grassi ammonterà a 12 g.
  3. 3
    Cerca le informazioni nutrizionali online. Purtroppo, non tutte le succursali di Starbucks indicano le informazioni nutrizionali e le calorie, anche se nel 2008 è stato condotto un programma pilota ed è stato riscontrato che pubblicare tali dati ha effettivamente portato a un abbassamento dell'apporto calorico per transazione. In ogni caso, l'azienda pubblica diverse informazioni online. Consulta il sito web per accedere a tabelle e altri dati [12] .
    • Ricorda che online non vengono pubblicati dati sulle bevande stagionali, come quelle del periodo natalizio.
    • Puoi anche chiedere al barista di darti delucidazioni sulle calorie, i grassi e lo zucchero di una bevanda nello specifico o contattare il servizio clienti dell'azienda stessa.
    Pubblicità

Consigli

  • Impara ad apprezzare il caffè nero. Inizia a ridurre progressivamente zuccheri e prodotti grassi, diminuendone le quantità di settimana in settimana, fino a quando non ti sarai abituato al caffè nero e non avrai imparato ad amarlo.
Pubblicità

Avvertenze

  • Le calorie liquide soddisfano di meno rispetto a quelle derivanti da cibi solidi e non attenuano la fame. Di conseguenza, è normale non sentirsi sazi dopo avere bevuto un caffè ipercalorico.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Usare le Pietre da WhiskyPietre da whisky: guida a uso, pulizia e conservazione
Bere il Succo di PrugneBere il succo di prugne: un eccellente rimedio naturale contro la stitichezza.
Preparare gli Orsetti Gommosi alla VodkaPreparare gli Orsetti Gommosi alla Vodka
Aprire una Bottiglia Senza Apribottiglie
Preparare uno Jager BombPreparare uno Jager Bomb
Capire se il Latte è Avariato
Preparare un Tè MatchaPreparare un Tè Matcha
Ubriacarsi in FrettaUbriacarsi in Fretta
Preparare la VodkaPreparare la Vodka
Smaltire Velocemente una SborniaSmaltire Velocemente una Sbornia
Preparare il Mate
Evitare di Vomitare Quando sei UbriacoEvitare di Vomitare Quando sei Ubriaco
Aprire una Bottiglia di Vino Senza il Cavatappi
Preparare il Tè al Latte
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Melody Sayers, MS, RD, NASM-CPT
Co-redatto da:
Dietista Iscritta all'Albo e Personal Trainer
Questo articolo è stato co-redatto da Melody Sayers, MS, RD, NASM-CPT. Melody Sayers è una dietista iscritta all'albo e una personal trainer certificata NASM (National Academy of Sports Medicine). È titolare di Elevate Your Plate®, uno studio privato che offre consulenze su alimentazione e allenamento, focalizzato su un approccio basato sull'evidenza, personalizzato, realistico e orientato ai risultati per migliorare il proprio stato di salute. Con oltre 8 anni di esperienza, Melody ha lavorato sia nel settore sanitario privato sia in quello pubblico, aiutando sia gli individui sia le comunità a raggiungere traguardi importanti nella gestione del proprio peso e nella prevenzione delle malattie. È specializzata in gestione del peso in età adulta e si è laureata in Nutrizione, Dietistica e Scienze dell'Alimentazione presso la California State University – Northridge. Questo articolo è stato visualizzato 3 935 volte
Categorie: Drinks
Questa pagina è stata letta 3 935 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità