Quando apri la cassettiera, ti sembra di vedere all'interno un procione raggomitolato? Hai l'impressione di avere più vestiti di quanti tu non riesca a conservare? La soluzione a questi problemi è riorganizzare i tuoi cassetti: in questo modo, potrai indossare tutti i tuoi capi preferiti, anziché portare sempre le solite due o tre magliette.

Parte 1 di 3:
Selezionare i Vestiti

  1. 1
    Scegli i capi di cui sbarazzarti. Dai inizio all'operazione "organizzazione cassettiera" rimuovendo tutto ciò che vedi all'interno. Esamina ogni vestito e stabilisci quali eliminare. Cerca quelli che non ti vanno bene, quelli ormai fuori moda, quelli macchiati o usurati, e quelli che non indossi molto spesso.[1] Puoi regalare gli abiti che sono in buone condizioni, ma quelli in cattivo stato andranno solo gettati via.
    • Anche se sono passati di moda da molto tempo, potresti tenerne alcuni, magari perché hanno un valore affettivo. Prova a trovare un'altra destinazione d'uso, ad esempio realizzando un tappeto o una coperta di t-shirt, in modo che non occuperanno spazio nei tuoi cassetti.
    • Se si tratta di un capo casual o per tutti i giorni e non lo indossi da un anno, è arrivato il momento di toglierlo da mezzo. I vestiti per le occasioni formali possono resistere un po' più a lungo, anche se non vengono indossati spesso.
  2. 2
    Separa i capi di stagione. Una volta che avrai stabilito quali tenere, dividi i vestiti in base al periodo dell'anno. Puoi fare il cambio di stagione, conservando quelli meno appropriati in un contenitore di plastica riposto nell'armadio o in cantina, finché non saranno nuovamente necessari.
    • Puoi anche conservare i capi fuori stagione sistemandoli in scatole da mettere sotto il letto.
    • Per lo meno, prova a riporre i vestiti invernali più pesanti nei cassetti più bassi. Sarà meglio anche per la tua cassettiera.
  3. 3
    Organizza gli abiti per genere. Organizza tutti i vestiti in base alla loro tipologia. Normalmente, è possibile classificarli in delicati, pigiami, camicie casual ed eleganti, pantaloni casual ed eleganti, maglioni pesanti e leggeri. I pantaloni andrebbero conservati separatamente, come i maglioni, quindi cerca di destinare un cassetto solo a questi articoli.
    • In genere, questi capi si possono dividere agevolmente tra quattro cassetti. Delicati e pigiami in uno, camicie nel secondo, pantaloni nel terzo e maglioni e altri articoli nel quarto.
    • È necessario separare i maglioni per proteggerli dalle tarme, ma anche per evitare che lascino peli su altri capi di abbigliamento. Generalmente, i pantaloni vanno piegati in modo diverso dalle camicie e tenuti separati affinché non si stropiccino.
  4. 4
    Organizza i vestiti in base alla loro utilità. Nell'ambito di ciascuna categoria che avrai stabilito, sarà opportuno sistemare i capi in base a come dovrebbero essere riposti all'interno della loro sezione. Esistono diverse scuole di pensiero: alcune persone preferiscono organizzarli in base alla loro utilità, altre preferiscono ordinarli in base al colore. La decisione spetta a te.
    • Se vuoi seguire il criterio dell'utilità, separali osservando le analogie: capi leggeri vs capi pesanti, vestiti casual vs vestiti eleganti, abiti più provocanti vs abiti da lavoro, e così via. In questo modo, troverai più velocemente quello che desideri, perché saprai esattamente dove cercare. Conserva insieme anche quelli che hanno tessuti simili.
    • D'altro canto, la separazione per colore darà ai tuoi cassetti un aspetto molto più bello e ti aiuterà a trovare la motivazione giusta per tenerli organizzati.
  5. 5
    Separa i vestiti una volta che hai stabilito il modo migliore per conservarli. Avendo davanti tutti i vestiti divisi, dovrai decidere quali riporre e in quali cassetti. In generale, è meglio mettere i capi che usi più spesso in alto. Puoi anche provare a sistemare gli abiti più leggeri nei cassetti superiori, in modo da sforzarti di meno quando devi aprirli.[2]
    • Potrebbe essere necessario dedicare cure particolari a determinati tipi di indumenti. Ad esempio, per combattere le tarme è importante mettere una tavoletta di cedro o la naftalina nei cassetti che contengono i maglioni.[3]
    • Magari sarà anche necessario appendere certi abiti o sistemarli in sacchetti protettivi, anziché nei cassetti. Pertanto, sarebbe meglio individuarli e metterli da parte. Per fare qualche esempio, prendi in considerazione i capi in seta, che si stropicciano molto facilmente una volta piegati, oppure i maglioni molto costosi o insostituibili, che andrebbero conservati nei sacchetti anti-tarme.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Suddividere i Vestiti

  1. 1
    Dividi i cassetti in sezioni. Di solito, un cassetto è troppo grande per contenere vari tipi di indumenti. Perciò suddividilo visivamente in scomparti, in modo da poter tenere i vestiti ordinati una volta che lo utilizzerai. Per i cassetti più lunghi andrà bene la divisione in tre parti, mentre per quelli più piccoli saranno sufficienti due sezioni.[4]
    • Gli scomparti potranno essere ulteriormente suddivisi in base alle necessità. Ad esempio, potresti dividere il cassetto superiore più lungo in tre parti: nella prima puoi sistemare i reggiseni, sovrapponendoli; nella seconda mettere calzini e pigiama, separandoli in altri due scomparti; la terza può essere ripartita in altre tre sezioni da destinare ai diversi tipi di biancheria intima.
  2. 2
    Prova a usare i contenitori. È possibile utilizzare contenitori aperti, come i cestini in vimini o in stoffa che si vedono nei negozi per la casa, per rispettare le suddivisioni stabilite nei cassetti. Procurati contenitori di diverse dimensioni e mettili nei cassetti. Sistemerai i vestiti al loro interno.
    • In questo modo riuscirai a mantenere tutto in ordine, ma potrai anche tirare tutto fuori e riorganizzare i cassetti senza dover togliere e ripiegare ogni vestito.
  3. 3
    Prova a usare i divisori. Se vuoi risparmiare spazio e denaro, puoi semplicemente inserire dei divisori all'interno del cassetto. Procuratene qualcuno simile alle aste estensibili per tende, ma più piatto, e aggiustalo in base alle dimensioni dei cassetti. Puoi acquistarli facilmente nei negozi in cui si vendono articoli per la casa, come cesti e assi da stiro. Volendo, prova a realizzare dei divisori in cartone o di gommapiuma.
    • In alternativa, puoi conservare i divisori contenuti nelle confezioni multiple di vino. Sono eccezionali per conservare calzini, biancheria intima e altri piccoli oggetti.
  4. 4
    Prova a usare i fermalibri. Un altro trucco veloce consiste nell'utilizzare i fermalibri in metallo. Puoi comprarli (spesso per meno di 5 euro al paio) in qualsiasi negozio di articoli per l'ufficio. Sistemali nei cassetti e otterrai una soluzione semplice ma funzionale per dividere lo spazio all'interno.
    • L'aspetto negativo è che non seguono una linea continua, perciò rischiano di compromettere l'ordine tra i piccoli oggetti separati. Tuttavia, sono perfetti per maglie, jeans e maglioni arrotolati.
  5. 5
    In caso di necessità, prova altre soluzioni. Esistono molti oggetti da utilizzare per dividere e organizzare i cassetti. Potresti adoperare un semplice scolapiatti, un contenitore porta-pillole per oggetti piccoli come i gioielli, le coppette dei budini o le vaschette per il ghiaccio in cui riporre monili, calze, collant ecc. Basta cercare dei contenitori ideati per mantenere gli oggetti separati. Se funziona al di fuori dalla cassettiera, presumibilmente funzionerà anche all'interno.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Conservare i Vestiti in Modo Funzionale

  1. 1
    Prova ad arrotolare i vestiti. Sicuramente avrai sentito parlare di quanto sono pratici i vestiti arrotolati quando devi preparare le valigie. I cassetti di casa non fanno differenza. Arrotolati, i tuoi capi occuperanno meno spazio ed eviteranno di stropicciarsi, se esegui questa operazione correttamente. Arrotolali lentamente, con una certa simmetria e ben stretti, per evitare che si sgualciscano.
    • L'unica eccezione è se hai vestiti che presentano stropicciature naturali. I pantaloni spiegazzati, per esempio, andrebbero piegati in modo tradizionale, anche se sarebbe meglio conservarli in un armadio.
  2. 2
    Utilizza un cartone piega-camicie. Quando pieghi i vestiti, utilizza un cartone piega-camicie. Si tratta di un foglio o un pezzo di cartone, simile a un portablocco, che si adopera durante le fasi della piegatura di camicie e pantaloni. Posizionalo al centro della camicia vicino al colletto. Colloca la manica sinistra sopra la destra, piegandola lungo il lato del cartone, e quindi ripeti l'operazione per la manica destra. Se è necessario, sistema entrambe le maniche e poi piega il bordo inferiore della camicia. Per i pantaloni basta semplicemente piegarli a metà e poi avvolgerli intorno al cartone.
    • È possibile rimuovere il cartone (come si fa più comunemente), ma se hai trovato un kit a buon prezzo, puoi lasciarlo all'interno della camicia o dei pantaloni. È un sistema che facilita l'organizzazione dei capi e la loro sovrapposizione in modo molto simile a quello usato per esporre ordinatamente le maglie sugli scaffali dei negozi.
    • Per realizzare il tuo piega-camicie, taglia un pezzo di cartone piuttosto spesso delle dimensioni di 38x45 cm. Dovrebbe essere della stessa misura che si ottiene quando i commessi dei negozi piegano le camicie a forma di rettangolo.
  3. 3
    Colloca i capi in fila, non accatastarli. Quando riponi i vestiti nei cassetti, non impilarli. È il modo più comune di inserire gli indumenti in un cassetto, ma è molto facile che si stropiccino ed è più difficile trovare quello che ti serve. Invece di accatastarli, "mettili in fila".[5] Puoi arrotolarli e posizionarli perpendicolarmente o lateralmente, oppure piegarli con un piega-camicie e conservarli in fila.
    • Potresti anche ricorrere all'uso di uno scaffale porta-documenti da scrivania per aiutare gli indumenti a mantenersi in posizione verticale.
  4. 4
    Infila i reggiseni uno nell'altro. Se devi riporre i reggiseni nella tua cassettiera, assicurati di sovrapporli uno sull'altro. In pratica, dovresti mettere la coppa di un reggiseno nella coppa di quello successivo. In questo modo, non solo risparmierai spazio e organizzerai meglio il cassetto, ma preserverai anche l'integrità e la funzionalità del reggiseno più a lungo.
    • Per una soluzione salva-spazio, puoi sistemarli lungo un'unica grande linea o posizionare la coppa sinistra all'interno della destra, anche se questo metodo rischia di deformare la parte centrale del reggiseno.
  5. 5
    Considera ulteriori alternative per conservare calze e calzini. I cassetti destinati alle calze sono i primi a essere messi a soqquadro. Puoi appallottolare i calzini in modo da tenerli accoppiati e organizzare meglio il cassetto, ma non va sempre bene perché l'elastico rischia di allentarsi.[6] Se piegati, si spaiano rapidamente quando vai in cerca del paio che ti serve, tirando fuori dal cassetto ogni cosa. La soluzione migliore non è riporli nella cassettiera, ma utilizzare un porta-scarpe da appendere munito di tasche. Può entrare nell'armadio, nel bagno o sul retro della porta della camera da letto. Inserisci ogni paio di calzini in una tasca e non dovrai più preoccuparti di piegarli o di cercare il compagno giusto.
    • In alternativa, potresti sfruttare nel cassetto le coppette dei budini o le tazze, mettendo all'interno i calzini. Tuttavia, non è una soluzione molto utile in termini di capienza: ti terrà il cassetto in ordine e organizzato, ma occuperà anche molto spazio. Scegli ciò che fa al caso tuo.
    Pubblicità

Consigli

  • Regala i vestiti, se non sono rovinati.
  • Cerca di ordinare e organizzare un solo cassetto alla volta, soprattutto se intendi svuotare tutta la cassettiera per risistemarla. Se ogni cassetto ti porta via molto tempo, fai una pausa tra l'uno e l'altro in modo da non stancarti troppo.
  • Se hai spazio sufficiente nell'armadio, appendi i capi più larghi e voluminosi. I cassetti sono più funzionali per gli oggetti più piccoli e numerosi.
  • Prova ad alternare i vestiti in modo da indossarli tutti. Sbarazzati di quelli che non ti piacciono più.
  • Se hai abbastanza spazio nel cassetto, cerca di non piegare la biancheria intima. Nessuno verrà a controllare se si stropiccia e risparmierai tempo ogni volta che dovrai sistemare il bucato.
  • A patto che siano in buone condizioni, porta i vestiti che non ti vanno più bene o che non indossi presso un negozio di seconda mano. In questo modo, potrai scambiare i tuoi vecchi capi con altri più utili e comodi.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Piegare il Bucato

Come

Pulire le Fughe nel Pavimento

Come

Organizzare l'Armadio

Come

Rimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul Bucato

Come

Rimuovere i Trasferibili a Caldo dai Vestiti

Come

Far Tornare Bianchi i Capi Bianchi

Come

Sturare un WC

Come

Allargare i Vestiti Ristretti

Come

Usare una Lavatrice

Come

Rimuovere l'Odore di Urina del Gatto

Come

Pulire la Custodia di un Cellulare

Come

Rimuovere i Residui di Colla

Come

Eliminare i Cattivi Odori da Cuoio e Pelle

Come

Rimuovere la Cera dai Tessuti
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 28 874 volte
Categorie: Pulizia
Questa pagina è stata letta 28 874 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità