Uno scaldabagno tipico può fornire tra i 120 e i 240 litri di acqua potabile pura durante un disastro. Gli uragani, le inondazioni, i terremoti e i blackout possono privarti di molte cose, ma l'acqua potabile non dovrebbe essere una di queste. Per recuperare dell'acqua potabile dal tuo scaldabagno e tirare fuori il Macgyver che c'è in te, questo è ciò che devi fare.

Parte 1 di 2:
Ottenere Acqua Potabile dallo Scaldabagno

  1. 1
    Scollega lo scaldabagno dalla corrente elettrica e dal gas. Spegni l'interruttore di uno scaldabagno elettrico o chiudi la valvola del gas per uno scaldabagno a metano o propano. Se lo scaldabagno sarà ancora acceso quando lo svuoterai, il suo serbatoio quasi sicuramente subirà gravi danni. La maggior parte degli scaldabagni domestici lavorano a 208/240 volt, e sono protetti da interruttori bipolari o due fusibili da 30 ampere.
    • Alcune valvole a gas hanno una manopola di controllo termostatico rivolta in avanti. La manopola di fornitura del gas "Off - Pilota - On" si trova sulla parte superiore, tra il pulsante rosso di blocco e il pulsante nero di accensione. Ti basterà ruotare la manopola dalla posizione "On" su "Off" per fermare il flusso di gas verso il bruciatore.
    • Alcuni scaldabagni elettrici hanno interruttori bipolari da 30 ampere. Passa l'interruttore da "On" a "Off". Una volta spento, non c'è pericolo di danneggiare gli elementi riscaldanti.
  2. 2
    Preserva la purezza dell'acqua nel serbatoio chiudendo la valvola di ingresso al serbatoio. Quando l'acqua corrente ritornerà in funzione, ti potrebbe venire fornita acqua contaminata. Puoi usare quell'acqua per tirare lo sciacquone e cucinare, ma non per bere.
    • Cerca di capire se hai a che fare con una valvola a sfera o a saracinesca. Al contrario di una tradizionale valvola a saracinesca, che deve essere girata completamente diverse volte per poterla chiudere, una valvola a sfera richiede solo un quarto di rotazione per passare da aperto a chiuso.
    • Se sul tuo scaldabagno sono installate tradizionali valvole a saracinesca, ricorda che il colore della maniglia non garantisce una corrispondenza con la temperatura dell'acqua nel tubo.
  3. 3
    Trova la valvola in fondo alla cisterna per far degluire l'acqua. Da qui preleverai l'acqua potabile pulita. Molte valvole degli scaldabagni hanno la possibilità di collegare una pompa da giardino alla valvola di scolo. Una piccola pompa di 1 metro renderà più semplice la raccolta dell'acqua. Una pompa di raccolta di una lavatrice è della perfetta lunghezza ed è disponibile in molte case. Collega la pompa e apri la valvola brevemente per rimuovere i detriti che possono raccogliersi nella valvola. Assicurati che lo scolo, la pompa e il contenitore siano puliti prima di usarli.
    • Solitamente sono disponibili degli agganci per collegare una normale pompa da giardino (o la pompa di una lavatrice) allo scaldabagno. Alcune valvole a saracinesca non hanno maniglie tradizionali, ma piuttosto una fessura alla fine dell'asta metallica dove normalmente sarebbero presenti. La fessura permette di operarvi con un cacciavite o una moneta. Lavora delicatamente con questa valvola, perché raramente vengono utilizzate più di una volta o due l'anno in condizioni normali di servizio, e potrebbero danneggiarsi se forzate.
  4. 4
    Apri l'acqua calda da qualsiasi rubinetto della casa. Per poter scolare l'acqua dal serbatoio, dovrai permettere l'ingresso dell'aria. Puoi farlo facilmente aprendo qualunque rubinetto dell'acqua calda nella tua abitazione, ad esempio quello della cucina o del bagno. Una volta aperto, potrai sentire un suono di risucchio mentre l'acqua viene scolata dalla valvola dello scaldabagno.
  5. 5
    Rimuovi i sedimenti che si sono raccolti sul fondo dello scaldabagno. Spesso troverai dei sedimenti all'interno di uno scaldabagno. Queste particelle più pesanti dell'acqua vanno a fondo e si raccolgono nel contenitore perché l'acqua calda è aspirata dalla parte superiore del serbatoio e non dal fondo. Se noti dei sedimenti nell'acqua potabile, lasciala riposare per qualche tempo per farli depositare sul fondo.
    • I tipici sedimenti minerali che si trovano nell'acqua calda sono generalmente innocui, ma se il tuo scaldabagno ha un anodo di alluminio, sul fondo della cisterna potrebbe trovarsi molto residuo gelatinoso della corrosione dell'alluminio.
    • Molte persone ritengono che la cisterna sia realizzata in vetro (o un'altra sostanza inerte). Non è così. L'interno del serbatoio sarà probabilmente rivestito con del vetro per prevenire la corrosione, dal momento che si tratta della causa principale dei guasti degli scaldabagni. Non c'è pericolo nel cucinare usando acqua contenuta in uno scaldabagno o usarla per bere.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Altre Considerazioni Pratiche

  1. 1
    Anche se l'acqua di uno scaldabagno è considerata sicura da bere, puoi considerare se purificarla o filtrarla prima di farlo. Anche se probabilmente è sicuro bere l'acqua di uno scaldabagno durante un'emergenza, è meglio non rischiare.[1] Puoi purificare l'acqua facendola bollire o usando lo iodio o la candeggina in quantità molto piccole. Puoi filtrare l'acqua durante un'emergenza stratificando degli agenti filtranti uno sopra l'altro.
  2. 2
    Considera seriamente di sostituire la valvola originale dello scaldabagno con un sistema a valvola ball. Le valvole di fabbrica non hanno un percorso diretto e hanno piccoli orifizi. Nelle zone dove l'acqua è pesante, possono facilmente intasarsi e non permettere lo scolo dell'acqua.
  3. 3
    Durante un'emergenza, valuta altre opzioni per ottenere acqua potabile. Se non puoi, per qualunque ragione, accedere al tuo scaldabagno durante un'emergenza, non farti prendere dal panico. Dovresti avere molte altre opzioni. Considera queste strategie per ottenere acqua potabile:
    • Possibili fonti d'acqua in casa:
      • Liquidi contenuti in frutta e verdura in scatola
      • Acqua dal serbatoio del WC (non quella direttamente all'interno della tazza), a meno che non sia stata trattata chimicamente con un detersivo
      • Acqua da cubetti di ghiaccio sciolti
    • Possibili fonti d'acqua all'esterno:
      • Acqua da un sistema di raccolta dell'acqua piovana
      • Acqua di fiumi, fonti e altre sorgenti di acqua corrente
      • Acqua di stagni, dighe e laghi
    Pubblicità

Consigli

  • E' una buona idea scolare dell'acqua dal fondo della cisterna una o due volte l'anno. I sedimenti possono raccogliersi sul fondo della cisterna. Scolare un po' d'acqua sotto pressione basterà a rimuoverli.
  • Prima che colpisca il disastro, indica quale valvola regola l'ingresso dell'acqua. Apri l'acqua calda da qualunque rubinetto. Torna allo scaldabagno e metti una mano sui tubi presenti. La linea d'ingresso è quella fredda. Indica in qualche modo la valvola come quella di ingresso. Sarà quella che dovrai chiudere in caso di emergenza per evitare che dell'acqua contaminata entri nel tuo scaldabagno.
  • Uno scaldabagno senza cisterna non offrirà questa fonte di acqua potabile. I sistemi di questo tipo forniscono l'acqua calda grazie a un tubo a spirale che si trova in una fornace. L'acqua che passa nel tubo viene riscaldata velocemente ed è disponibile per l'uso immediato. L'acqua non viene mai conservata, e per questo non è necessario un serbatoio.
  • Tieni sempre a disposizione almeno una decina di litri di acqua potabile. Aumenta questa quantità in previsioni di climi estremi. Sostituisci l'acqua che hai conservato per più di un anno.

Pubblicità

Avvertenze

  • Come prima cosa, togli la corrente allo scaldabagno. Anche in caso di blackout, dovrai spegnere lo scaldabagno, disattivare l'interruttore o chiudere la valvola del gas come prima cosa.
  • Assicurati che l'acqua abbia avuto il tempo di raffreddarsi prima di aprire una delle valvole dello scaldabagno!
  • Lascia che la cisterna si riempia prima di ridare energia allo scaldabagno. Apri la valvola di ingresso e attendi che l'acqua arrivi al rubinetto dell'acqua calda.
  • Assicurati che l'acqua all'interno dello scaldabagno non sia troppo tenera. Può contenere sodio in eccesso, che non è consigliato per le persone con determinati problemi di salute (come ipertensione o malattie cardiovascolari o renali).
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Una torcia
  • Una piccola pompa
  • Un cacciavite o una moneta
  • Un contenitore

wikiHow Correlati

Come

Vivere Senza Elettricità

Come

Scassinare una Serratura con una Forcina

Come

Ritrovare degli Oggetti Smarriti

Come

Prenderti Cura di una Dracena Marginata

Come

Controllare un Motore Elettrico

Come

Eliminare il Troncone di un Albero

Come

Prendersi Cura degli Spatifilli

Come

Togliere le Macchie dagli Indumenti Bianchi

Come

Rimuovere la Ruggine dall'Acciaio Inossidabile

Come

Accendere il Fuoco nel Caminetto

Come

Potare un Olivo

Come

Misurare l'Amperaggio

Come

Salvare un Cactus Morente

Come

Riscaldare una Stanza
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 22 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 4 291 volte
Categorie: Casa & Giardino
Questa pagina è stata letta 4 291 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità