Scarica PDF Scarica PDF

L’urdu è la prima lingua ufficiale del Pakistan. È reciprocamente intelleggibile con l’hindi ed è la lingua franca del subcontinente dell’Hindustan (India, Pakistan e Bangladesh). L’urdu discende dal sanscrito con forti influenze arabe e persiane.

Numero stimato di coloro che parlano l'urdu: Lingua madre: 240 milioni (1991-1997)[1] Seconda lingua: 165 milioni (1999)[2] Totale: 490 milioni (2006)[3] (fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Hindustani_language)

Passaggi

  1. 1
    Cerca di comprendere la struttura comune a tutte le frasi in urdu: SOGGETTO, OGGETTO, VERBO (in italiano usiamo SOGGETTO, VERBO, COMPLEMENTO). Pertanto mentre in italiano diciamo "Giovanni [soggetto] vede [verbo] Tommaso [complemento]", l'ordine nelle frasi urdu è "Giovanni [soggetto] Tommaso [complemento] vede [verbo]".
  2. 2
    Impara i principali pronomi singolari in urdu.
    • Me/Io: Meiney; Mai; Mere
    • Tu: Tum; Tumhae; Tumharae; Tumnae; Tumsae
    • Egli/ella/esso/quello: Vo; Usnae; Uskee
  3. 3
    Impara i principali pronomi plurali in urdu. Ciascuno dei pronomi citati ha la rispettiva forma plurale, usata quando ci si riferisce a più persone, oppure come forma di rispetto, o semplicemente per essere più formali:
    • Noi: Hum; Humarae; Humsae; Humsab
    • Voi: Aap; Aapsabh; AapSabhee
    • Loro/Quelli: Vo; Unhee; Inhee; Unko
  4. 4
    Impara a coniugare il verbo "essere" in urdu:
    • Essere: Hona (infinito)
    • Io sono: Mein hoon
    • Tu sei: Tum ho
    • Egli/ella/esso/quello è: Vo hai
    • Ricapitolando, "Mein hoon" significa "Io sono" perché "mein" significa "io" ed è il soggetto, "hoon" significa "sono" ed è il verbo, e la struttura della frase in urdu è Soggetto, Complemento (nessuno in questo caso), Verbo.
    • Noi siamo: Hum hain
    • Voi siete: Aap hain
    • Essi/quelli sono: Vo hain
    • A differenza dell'italiano, i plurali seguono la stessa coniugazione.
  5. 5
    Tutti gli infiniti terminano con "na" (per es. "Hona", "essere", e "Dekhna" , "vedere"). Per i verbi regolari, come Dekhna (ma non essere), c'è una semplice regola per coniugarli al presente. Vale a dire rimuovere "na" e aggiungere i seguenti suffissi. Nota che nei primi tre casi le sillabe sottolineate sono utilizzate soltanto se il soggetto della frase è maschile (per es. "Giovanni"). Se il soggetto è femminile (per es. "Giovanna") allora quelle sillabe sono sostituite da "i".
    • Io (Mein): ta
    • Tu (Tum): te
    • Egli/ella/esso (Vo): ta
    • Noi (Hum): tain
    • Voi (Aap): tain
    • Essi (Vo): tain
    • Per esempio il verbo Dekhna (vedere) si coniuga per me (che sono uomo) come "Dekhta" e per te (che sei donna) come "Dekhti".
  6. 6
    Il verbo "essere" ("Hona") è il più importante perché viene utilizzato per creare il presente. Mentre in italiano diciamo "Io vedo", in urdu la traduzione sarebbe "Io sono vedo". In urdu, dire "Io vedo" è come dire "Io sono, e vedo". Senza aggiungere che sei mentre vedi, il verbo essere non sarebbe alla forma presente. Dunque:
    • "Io [donna] vedo": "Mein dekhti hoon"
    • "Egli vede": "Vo dekhta hai"
    • Ti ricorderai che "mein" è "io", "hoon" è "sono" e "dekhti" è il verbo "vedere" ("Dekhna") quando riferito a "io" di sesso femminile.
  7. 7
    Quando i pronomi sono usati come complementi, sono leggermente modificati. Quando i nomi sono usati come complementi si aggiunge "ko", per es. "Giovanni" va bene come soggetto, ma "Giovanni ko" è complemento.
    • Io (Mein): Mujhe
    • Tu (Tum): Tumhe
    • Egli/ella (Vo): Usse
    • Noi (Hum): Humhe
    • Voi (Aap): Aapko
    • Loro (Vo): Unhe
  8. 8
    Impara a costruire una frase con un complemento. Per dire "Io vedo Giovanni" in urdu, si dice qualcosa come "Io Giovanni vedo sono" – "Io sono, [presente] e vedo Giovanni".
    • "Io vedo Giovanni": Mein Giovanni ko dekhta hoon
    • "Giovanna vede Giovanni": Giovanna Giovanni ko dekhti hai
    • Analizzando: "Giovanna [soggetto] Giovanni ko [oggetto] dekhti [vede, femminile] hai [presente "è"]"
    • "Io vedo te": Mein tumhe dekhta hoon
    • "Tu [femminile] vedi noi": Tum humhe dekhti ho
    • "Essi vedono Giovanna": Vo Giovanna ko dekhtain hain
    Pubblicità

Metodo 1
Metodo 1 di 1:
Lezioni

Lezione 1

  1. 1
    Formazione della frase affermativa.
  2. 2
    Le frasi affermative sono quelle che esprimono
  3. 3
    un'affermazione.
  4. 4
    Impariamo alcuni vocaboli: parole chiave per la lezione 1.
  5. 5
    Uno: eak
  6. 6
    Due: do
  7. 7
    Tre: ti'n
  8. 8
    Foglio: ka'g_haz; cane: kuta'
  9. 9
    Penna: qalam; scimmia: bandar
  10. 10
    Libro: kita'b
  11. 11
    Questo/a: yeh
  12. 12
    Quello/a: woh
  13. 13
    È: ha~ye
  14. 14
    Sono: ha~e(n)
  15. 15
    Verbo essere (io sono / è / siamo, siete, sono), presente:
  16. 16
    Eak do ti'n. Uno due tre.
  17. 17
    Yeh kita'b ha~ye. Questo è (un) libro.
  18. 18
    Yeh eak kita'b ha~ye. Questo è un libro.
  19. 19
    Yeh ka'g_haz ha~ye. Questo è (un) foglio.
  20. 20
    Yeh eak ka'g_haz ha~ye. Questo è un foglio.
  21. 21
    Yeh qalam ha~ye. Questa è (una) penna.
  22. 22
    Yeh eak qalam ha~ye. Questa è una penna.
  23. 23
    Woh eak kita'b ha~ye. Quello è un libro.
  24. 24
    Woh eak ka'g_haz ha~ye. Quello è un foglio.
  25. 25
    Yeh bandar ha~ye. Questa è (una) scimmia.
  26. 26
    Woh kuta' ha~ye. Quello è (un) cane.
    Pubblicità

Lezione 2

  1. 1
    Struttura delle frasi/sintassi
  2. 2
    eak, do, ti'n, ka'g_haz, ku-t-a, qalam, bandar, kita'b, yeh, ha~ye, ha~e(n)
  3. 3
    Impariamo alcuni vocaboli: parole chiave per la lezione 2.
  4. 4
    Quattro: C_ha'r Sette Sa'th Dieci Das
  5. 5
    Cinque: Pa'nc_h Otto A't^h
  6. 6
    Sei: C_heh Nove Naw
  7. 7
    Saluti ed espressioni
  8. 8
    Pronto, ciao: Hello (usato per rispondere al telefono o
  9. 9
    per salutare in maniera informale)
  10. 10
    A'da'b Arz ha~ye./ A'da'b. /Sala'm. / Namaste.
  11. 11
    / Namas_hka'r./ Ciao / Assalam-o-alaikum
  12. 12
    /Ra'm - Ra'm
  13. 13
    Come stai?: A'p kaise ha~e(n)
  14. 14
    Sto bene: Ac_ha hu(n)
  15. 15
    Arrivederci: K_huda-ha'fiz
  16. 16
    Buonanotte: S_hab-be-k_hair
  17. 17
    Buona giornata: A'p ka din ac_ha guzre
  18. 18
    Grazie: S_hukriya
  19. 19
    Prego: A'p ki meherba'ni
  20. 20
    Benvenuto: K_hus_h a'mdi'd
  21. 21
    Qual è il tuo nome?: A'p ka na'm ki~ya ha~ey
  22. 22
    Il mio nome è Azad: Mera naam Aza'd ha~ye
    Pubblicità

Lezione 3

  1. 1
    Formazione della frase interrogativa.
    Le frasi interrogative sono quelle in cui si pone una domanda.
  2. 2
    Impariamo alcuni vocaboli: parole chiave per la lezione 3.
    Pubblicità

Lezione 4

  1. 1
    Formazione della frase: frasi imperative.
    Le frasi imperative sono quelle che esprimono un comando o un suggerimento.
    • Yaha'n a'o. Vieni qui.
    • Yaha'n jaldi a'o. Vieni qui velocemente.
    • A'j wa'pas a'o. Ritorna oggi.
    • A'j hi' wa'pas a'o. Ritorna oggi soltanto.
    • Wuh ka'm jaldi karo. Fai quel lavoro velocemente.
    • Yeh ka'm jaldi karo. Fai questo lavoro velocemente.
    • A'hista mat bolo Non parlare a bassa voce.
    • Zor se mat bolo. Non parlare ad alta voce.
    • A'j waha'n ja'o. Vai là oggi.
    • Ba'har baitho. Siediti fuori.
    • Andar a'o. Vieni dentro.

Lezione 5

  1. 1
    Formazione della frase: frasi esclamative.
    Le frasi esclamative sono quelle in cui si esprime un'esclamazione, dettata da sentimenti o emozioni.
    • Kya yeh eak (do, teen...) ha~ye. È questo uno (due, tre...)?
    • Kya yeh kita'b ha~ye. È questo (un) libro?
    • Kya yeh eak kita'b ha~ye. È questo un libro?
    • Kya yeh ka'g_haz ha~ye. È questo (un) foglio?
    • Kya yeh eak ka'g_haz ha~ye. È questo un foglio?
    • Kya yeh qalam ha~ye. È questa (una) penna?
    • Kya yeh eak qalam ha~ye. È questa una penna?
    • Kya woh eak kita'b ha~ye. È quello un libro?
    • Kya woh eak ka'g_haz ha~ye. È quello un foglio?
    • Kya yeh bandar ha~ye. È questa (una) scimmia?
    • Kya woh kuta' ha~ye. È quello (un) cane?
    Pubblicità

Consigli

  • Cerca nuovi vocaboli e nuovi verbi regolari cui applicare le regole descritte in precedenza.
  • Prendi nota della connessione tra la fonetica e le rime tra le parole.
  • L'urdu è la base del panjabi. Se vuoi davvero essere il top dei poliglotti, impara il panjabi dopo aver appreso l'urdu!
  • L'urdu si scrive da destra a sinistra, al contrario di quanto facciamo abitualmente noi (e la maggior parte delle altre lingue).
Pubblicità

Sources & Citations

  • http://en.wikipedia.org/wiki/Uddin_and_Begum_Urdu-Hindustani_Romanization ==
  • Syed Fasih Uddin and Quader Unissa Begum (1992). "The Modern International Standard Letters of Alphabet for URDU - (HINDUSTANI) - The INDIAN Language, script for the purposes of hand written communication, dictionary references, published material and Computerized Linguistic Communications (CLC)". Chicago.

Cose che ti Serviranno

  • Dizionario di urdu

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 19 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 7 679 volte
Categorie: Lingue
Questa pagina è stata letta 7 679 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità