Come Pescare una Trota

Andare a trote è un gran modo per passare del tempo con la famiglia. Pescare può essere divertente per te e per i tuoi figli. Però può diventare anche frustrante e molto noioso per i bambini. Ecco come passare una giornata proficuamente pescando trote in un fiume.

Passaggi

  1. 1
    Impara i regolamenti. La pesca è regolamentata dallo stato o dalla provincia. Devi avere una licenza. La maggior parte dei negozi sportivi la vende. Il dipartimento di stato pubblica un volantino con regole, limiti e restrizioni. È importante conoscere e seguire queste regole, non solo perché è la legge ma anche perché molto del tempo e delle energie vengono spese per cercare di mantenere la popolazione ittica e l'ecosistema equilibrato il più possibile.
  2. 2
    Procurati l'attrezzatura. Se fai un giro per negozi, troverai galleggiante e mulinello venduti assieme per circa una ventina di euro. Ti serviranno anche ami, piombini e fili. Anche se ci sono attrezzature economiche, più le paghi e più dureranno e meglio sarà.
    • Mulinello/galleggiante possono essere già inclusi nel filo e in caso contrario, dovrai comprare dei fili da pesca da 1.7 fino a 3.5 kg. Molti negozi sportivi hanno fili di qualità e possono farti le bobine a costi ragionevoli. Ti serviranno anche ami da 6 fino a 10, i piombini che si attaccano semplicemente al filo e un retino. Ci sono piombini riutilizzabili che costano qualche centesimo in più e li valgono tutto. Puoi anche comprare quelli d'acciaio perché molti pensano che quelli classici possano danneggiare i pesci e l'ambiente.
  3. 3
    Compra l'attrezzatura giusta. Per le trote di fiume meglio quella leggera. La canna deve avere una gamma di peso del peso stampata sopra. Dovrai comprare un galleggiante tarato dagli 850 gr ai 3,5 kg. Comprare l'insieme galleggiante/mulinello solitamente è la scelta più economica. Alcuni esperti suggeriscono di lasciar perdere i mulinelli a manovella con un bottone da premere quando si lancia. Questo tipo di mulinello solitamente tende a ingarbugliarsi internamente e chi è nuovo a questo sport si sentirà frustrato. D'altro canto, i mulinelli a bobina fissa è molto semplice da usare. Dipende anche molto dallo stile del pescatore. I mulinelli a bobina fissa vanno bene per la pesca con esca ma non per chi usa il cucchiaino e altre esche. I mulinelli a bobina rotante vanno bene per entrambi gli stili.
  4. 4
    Trovati un fiume. Te ne serve uno che ovviamente abbia dentro le trote o meglio che ne sia colmo. Scegli un fiume vicino a te, magari citato in qualche rivista di pesca. I fiumi con una popolazione di trote che si riproducono naturalmente a volte ha restrizioni sulle esche e sui galleggianti. In questo caso può diventare difficile pescare le trote.
  5. 5
    Allestisci tutto prima di iniziare. La cosa più facile da fare è legare un moschettone usando un semplice nodo a gassa. Mai fare un nodo semplice. Il filo si taglierebbe. Cerca di legare uno di questi nodi al filo e di dare uno strattone per vedere quanto è effettivamente resistente.
  6. 6
    Se usi un'esca dovrai attaccare i piombini al filo. Lo scopo è doppio. Innanzitutto permette di tirare in modo più efficace e di controllare quanto velocemente l'esca va a fondo. Metti i pesi a circa 5 cm dall'amo e stringili bene in modo che non si muovano sul filo. Li stringerai bene con un paio di pinze a becco.
  7. 7
    Trova l'esca. Controlla i regolamenti per capire quale è permessa. Le tre esche più note per le trote sono i vermi, le uova di salmone e il mais in scatola.
    • I cucchiai e altre esche sono un'alternativa. Se peschi in un fiume di piccola portata, usa esche leggere. Un'eccezione sono quelli a corrente veloce. In queste acque ci vorrà qualcosa di pesante.
  8. 8
    Lancia sempre verso la parte alta della corrente. In questo modo l'esca si muoverà seguendo la corrente e sembrerà più vitale. Una buona re gola per provare a pescare un pesce visibile è andare da 60 cm a un metro a valle rispetto al pesce e lanciare al di sopra. Serve anche per due scopi. Come detto prima, devi avere un'esca che appaia viva. Inoltre, la maggior parte delle trote sono rivolte contro corrente e aspettano che il cibo arrivi verso di loro. Questo significa che se vai a valle e sei dietro ai pesci, loro non ti vedono. Se li spaventi, dovrai aspettare almeno venti minuti prima di riprovare a pescare in quel punto. Nei fiumi piccoli è importante "stare buoni" dopo aver catturato un pesce. Questo vuol dire aspettare 15 - 20 minuti prima di ripescare ancora nello stesso punto o spostarsi prima di tornare.
  9. 9
    Controlla le previsioni del tempo. I pesci abboccano in quasi tutte le condizioni ma dovresti almeno cercare di rimanere asciutto. Puoi usare un'esca adatta alle condizioni del tempo. Durante un temporale e fino a 24 ore dopo, molti vermi finiranno verso il fiume. Questo è il momento migliore per usarli. Nei giorni di vento cavallette e grilli sono a portata di mano. Questo perché a causa del tempo finiscono nell'acqua.
  10. 10
    La prima volta vai al fiume da solo. Quando arrivi lascia la tua roba nella macchina e fatti un giro. Ricorda se noti altri pescatori lungo la riva. Cerca dei posti comodi che siano facilmente accessibili. Dovrai anche cercare piccole buche poco profonde o punti in cui il fiume passa da profondo a basso. Un altro posto da cercare sono i punti in cui le correnti convergono. Se il fiume è molto pescoso ci saranno molti pescatori. Solitamente sono una categoria gentile e se ti fermi e chiedi come va saranno lieti di spiegarti le condizioni e darti qualche consiglio.
  11. 11
    Torna a prendere la tua roba e dirigiti nel punto che hai scoperto.
  12. 12
    Prepara l'amo. Se usi dei vermi, dovrai spingere l'amo attraverso il loro corpo e lavorare sulla lunghezza del verme finché non copre tutto l'amo. Infilalo da un lato e dall'estremità opposta. In pratica dovrai creare una specie di catenelle con il corpo centrale del verme. Se usi il mais o le uova, infila un paio di pezzi.
  13. 13
    Lancia. Sembra semplice ma può non esserlo.
    • Di nuovo, la direzione di lancio è a monte per permettere all'esca di muoversi con la corrente. Lancia a ore 11. Tieni la punta della canna verso l'alto in modo che l'esca continui a muoversi anche quando è in acqua.
    • Porta la punta della canna dietro di te lentamente e premi tenendo il bottone sul mulinello con il pollice. Porta la canna in avanti lasciando il bottone mentre lanci. Attento a non frustare o l'esca potrebbe sfuggire dalla canna.
    • Se usi un mulinello senza pulsante usa le dita per tenere il filo, abbassa l'archetto e continua a tenere il filo. Segui le stesse istruzioni tenendo fino a metà lanci poi lascia andare filo e archetto.
  14. 14
    Lascia andare a fondo l'esca tenendo la punta della canna alta e a livello del viso. Una volta che l'esca ti oltrepassa, il filo inizierà ad andare in tensione quindi tieni gli occhi sulla punta della canna e fino a dove vedi il filo. Qualsiasi movimento anche minimo potrebbe essere dato dall'esca che tocca le rocce o dal pesce che "assaggia". Aspetta che la trota abbocchi. Saprai quando perché sentirai tirare con vigore e la punta della canna si pescherà.
  15. 15
    Sistema l'amo. Fallo piegando velocemente la punta della canna. Se hai preso il pesce, la punta si piegherà di continuo. Raccogli il filo con il mulinello e continua a tenere la punta della canna sopra la testa. Se la abbassi il pesce potrebbe "slamarsi" dall'amo e cadere in acqua. Una volta che hai il pesce sulla riva prendi il retino e raccoglilo.
  16. 16
    Decidi cosa vuoi farne. Lo tieni o lo lasci. Ancora una volta devi conoscere i regolamenti al riguardo. I pesci da mangiare sfilettati sono circa 20 cm, quelli più piccoli sono ottimi interi. Ci sono misure per alcuni pesci da cattura (dai 25 cm a crescere). Se non vuoi sfilettare il pesce dovrai pulirlo (togliere le interiora) prima di cucinarlo. Tieni solo il pesce che mangerai. Il pescato raramente sopravvive oltre l'inverno o si riproduce. Meglio tenere un paio di pesci e lasciare liberi gli altri.
  17. 17
    Proteggi il pesce. Se non vuoi tenere il pesce è molto importante non prenderlo il mano se possibile. Le trote come tutti i pesci hanno un rivestimento protettivo fatto di melma. Toccarli lo rovina e quindi il pesce si "brucerà" dove lo hai toccato. La maggior parte delle trote sopravvive se rilasciato correttamente. Lavati le mani e il retino prima di toccare il pesce, Cerca di tenerlo nell'erba e prendi l'amo dalla curva con le dita o con il forcipe per rimuoverlo dalla bocca del pesce delicatamente. L'idea è di toglierlo nello stesso modo in cui è entrato. Se il pesce lo ha inghiottito dovrai tagliare il filo e cerca di non tirare troppo o strapperai la parte interna della bocca e il pesce morirà quasi sicuramente. Presta MOLTA attenzione a non stringere il pesce perché potresti causargli un'emorragia interna e una morte lenta e dolorosa.
  18. 18
    Rimetti la trota in acqua dopo averla "slamata". Sostienila delicatamente finché non è di nuovo in equilibrio e lasciala andare controcorrente. Non buttarla dall'alto o potrebbe danneggiarsi le branchie.

Consigli

  • Sii paziente, rilassati e divertiti. La pesca è più che il solo prendere pesci, è una questione di divertimento e di godimento della natura, dimenticando lo stress.
  • Una cosa da ricordare della pesca nei fiumi è che se puoi vedere la trota quella può vedere te. Vestiti di blu e verde per renderti mimetico. Le trote percepiscono le vibrazioni quindi cammina lentamente e non saltare né fare rumore.
  • L'ora e le condizioni meteo influenzeranno la scelta dell'esca.
  • Se il tuo filo si impiglia in una roccia o in un albero, vacci il più vicino possibile senza tirarlo prima di tagliarlo, oppure prova a tirare in più direzioni (solitamente non funziona quindi meglio tagliare).
    • Non pescare nello stesso posto per più di 20 minuti se non abboccano.
  • La pesca a mosca è un modo divertente per andare sul fiume e divertirsi.
  • Togli la "barba" agli ami! Sarà più semplice slamare i pesci e anche te stesso se per caso resti attaccato.

Avvertenze

  • Se non sei mai stato nella natura, attento agli animali che possono esserci, specie i serpenti. Non preoccuparti troppo però: se rimani sui sentieri e tieni lo sguardo verso il basso non ne vedrai perché scapperanno appena ti sentono. Attenzione a ostruzioni sul sentiero e a quando devi passare sopra tronchi o aggirare rocce.
  • Alcuni fiumi hanno delle dighe. Devi sapere dove sono collocate e se sono idroelettriche. Possono aprirsi a qualunque momento e il fiume salirebbe drasticamente provocando correnti pericolose.
  • La torta vive in acque fredde quindi se vuoi entrare nel fiume dovrai essere vestito in maniera adeguata o rischierai l'ipotermia.

Cose che ti Serviranno

  • Canna
  • Esca, cucchiaino o mosche
  • Filo da pesca
  • Licenza
  • Scatola di attrezzature
  • Retino per tenere i pesci in acqua

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 45 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Sport Individuali

In altre lingue:

English: Catch Trout, Español: pescar una trucha, Português: Pescar Trutas, Русский: поймать форель, Deutsch: Nach Forellen fischen, Français: pêcher la truite, العربية: صيد سمك السلمون المرقط النهري

Questa pagina è stata letta 27 021 volte.
Hai trovato utile questo articolo?