Come Piangere a Comando

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:Usare le Proprie EmozioniUsare il Proprio Corpo e altri OggettiFingere di Piangere SpontaneamenteSommario dell'Articolo

A volte nella vita piangere può essere utile anche se non sei esattamente dell'umore giusto. Magari ti tocca farlo in scena, a teatro o in TV o magari il tuo migliore amico ti ha fatto un torto e vuoi farglielo pesare. Qualunque sia la ragione, piangere a comando è possibile se segui questi semplici suggerimenti.

Parte 1
Usare le Proprie Emozioni

  1. 1
    Comincia con l'entrare in un forte stato emozionale. A volte crediamo di essere quello che ci dicono che siamo. Questa legge è validissima soprattutto quando si tratta di emozioni. Pensa a qualcosa che ti rende triste. Pensa alla perdita di un familiare, per esempio, di un amico o di un animale domestico, alla rottura con la tua partner, a un funerale, a perdere qualcosa di molto importante per te o a come ti sei sentito quando non hai raggiunto un obiettivo per cui avevi lavorato duramente. Tutto questo contribuirà a metterti nello stato d'animo giusto.
    • Se non riesci a pensare a niente, prova a immaginare che qualcuno a cui tieni si faccia male. Cerca di non ricordare un evento particolarmente triste della tua vita passata perché rischieresti che la tua crisi di pianto diventi reale, con tutto ciò che ne consegue. Concentrati invece su qualcosa che potrebbe succedere in futuro oppure pensa alla scena triste di un film.
  2. 2
    Colpisci quel tuo particolare punto debole. La maggior parte delle persone ha qualcosa che le fa piangere automaticamente a dirotto e, appena emerge, le lacrime cominciano a fluire. Può essere qualcosa di totalmente comprensibile, come il modo in cui un genitore o una figura autorevole ti trattava o qualcosa di completamente sorprendente con un retroscena, come quell'incidente sulle montagne russe di qualche anno fa. C'è un argomento che ti fa venire sempre voglia di piangere, anche se non ha molto senso?
    • Immagina come saresti in quel momento. Attenzione, però: è importante saper gestire comunque le proprie emozioni. Se l'episodio in particolare ti induce delle lacrime, ma è particolarmente traumatico, allora è meglio evitare di riportarlo alla memoria.
  3. 3
    Pensa a te stesso in un certo modo. Molti di noi hanno la fobia di essere o non essere in un certo modo che ci sforziamo di evitare o di ottenere. Quando ci confrontiamo con l'idea di non essere come ci vediamo, si prova un momento di panico. Questo può essere una buona fonte di lacrime. Qual è quel modo in cui ti rifiuti di pensare di essere? Se effettivamente fossi così, che cosa accadrebbe?
    • Una volta individuato quello che, ad esempio, non vuoi essere (debole, brutto, patetico, ecc.), aggrappati a questa immagine. Lascia che le tue paure emergano sotto forma di lacrime. Fingi che sia reale. Come ti senti? Ricordati solo di scrollartelo di dosso in seguito!
  4. 4
    Usa l'immaginazione. Per alcuni, piangere a causa di un problema personale non è fattibile o non è sicuro. Tuttavia, se hai un'immaginazione particolarmente vivida, puoi costruire qualcosa di altrettanto triste. Non deve coinvolgere qualcuno che conosci o ami e neppure te stesso. Che cosa ti induce a commuoverti e a piangere vistosamente? Per la cronaca, le lacrime possono essere anche di felicità.
    • Potresti cercare di pensare a qualcosa di triste, come dei cuccioli lasciati sul ciglio della strada. Vuoi salvarli tutti, ma ne puoi prendere solo uno, se sei fortunato. Mentre tieni tra le mani quello che puoi salvare, guardi gli altri cuccioli che invece sei costretto ad abbandonare.
    • Potresti provare anche con delle immagini felici: i soldati che si riuniscono con le loro famiglie, una coppia di anziani che si tiene per mano dopo 50 anni di vita insieme, o quelle persone discriminate capaci di ribellarsi alle avversità. Questi possono essere momenti altrettanto commoventi.
  5. 5
    Tieni fuori il mondo esterno. Blocca tutto ciò che proviene dal mondo esterno ed estraniati completamente mentre stai cercando di piangere. Scava profondamente nel tuo nucleo emozionale e lascia tutto fuori, concentrandoti solo su di te – non sull'ambiente circostante, non sulla situazione, ma solo su di te. Controllando i tuoi pensieri, i ricordi e quanto sei in grado di isolarti dal mondo esterno determinerà quanto a lungo riuscirai a piangere e con quale intensità.
    • Ricorda che piangere può essere terapeutico. Può anche indurti sonnolenza, cosa che può essere utile a fronte di una lunga giornata o una pessima nottata.
  6. 6
    Ridi! Nascondere semplicemente il viso tra le mani e ridere potrebbe altrettanto funzionare. A volte può essere difficile capire se qualcuno ride o piange, se lo fa correttamente. Mentre hai il viso coperto, cerca di arrossare gli occhi sfregandoli con le mani messe a forma di pugno, altrimenti sarà troppo evidente. E non sorridere quando le allontani dal viso! Questo funziona meglio sul palcoscenico, quando le persone non sono abbastanza vicine da vedere dettagliatamente le lacrime o la tua faccia.
    • A volte è possibile indurre le lacrime con la risata: quindi potresti provare a pensare a qualcosa di divertente o a fare in modo che un buffo collega attore ti faccia ridere a crepapelle appena prima delle riprese o di quella scena in particolare. Assicurati tuttavia di sembrare triste quando le lacrime inizieranno a scorrere!
    • Alcune persone ridono come risposta nervosa o di rabbia. Potresti averlo già notato osservando gli altri. Puoi imitare questa manifestazione emotiva, se per te fingere di piangere risulta molto difficile.

Parte 2
Usare il Proprio Corpo e altri Oggetti

  1. 1
    Prova a irritare gli occhi. Un metodo comune per iniziare a piangere è irritare gli occhi. Fai comunque attenzione perché alcuni di questi metodi potrebbero essere dolorosi e farti piangere sul serio:
    • Mantieni le palpebre aperte con le dita e rimani così per circa due minuti.
    • Esponi gli occhi alla corrente d'aria il più a lungo possibile e tienili aperti tutto il tempo che puoi. Non chiuderli fino a quando non sentirai formarsi le lacrime. Tenere gli occhi aperti in questo modo provocherà secchezza e un leggero pizzicore. Non smettere quando cominceranno a farti male o non uscirà nemmeno una lacrima.
    • Avvicina gli occhi a un ventilatore - guardare dritto nella corrente ti aiuterà a piangere.
    • Avvicina gentilmente il tuo indice a una delle pupille. Questa tecnica aiuta a provocare un'irritazione fino a generare le lacrime. Fai attenzione a non mettere il dito direttamente nell'occhio.
    • Sovrapponi le palpebre, portando quella superiore su quella inferiore. Questo metodo provoca delle lacrime realistiche.
  2. 2
    Stropiccia gli occhi. Chiudili e stropicciali per circa 25 secondi. Aprili e fissa qualcosa finché non usciranno le lacrime. Prova più volte, non sempre si riesce al primo tentativo. Sfregare gli occhi può irritarli, ma se fatto con delicatezza può aiutare a causare un arrossamento intorno alla zona circostante.
    • Non toccarti mai gli occhi con peperoncino, paprika, curry ecc. o il pianto sarà il minimo che puoi causare. Non solo potresti farti male, ma potresti danneggiare seriamente la vista.
  3. 3
    Morditi la parte interna del labbro. Pensa a qualcosa che davvero ti turba e mantieni lo sguardo fisso. Puoi anche mettere la mano in tasca e pizzicarti la coscia. Un po' di dolore potrebbe provocare la lacrimazione.
    • Premi il tuo naso con tanta forza da non lasciar passare aria. Concentrati quindi sul morso delle labbra. Il fatto che l'aria non può circolare renderà la tua bocca più sensibile al dolore causando potenzialmente la lacrimazione.
  4. 4
    Usa anche altre parti del corpo. Questa tecnica aiuta la produzione delle lacrime. Alcuni esempi:
    • Prova a sbadigliare ripetutamente. Ciò potrebbe aiutarti a rendere gli occhi più umidi (soprattutto se sei un po' stanco).
    • A volte puoi raggiungere il tuo scopo respirando, mandando aria alla parte posteriore della bocca piuttosto che direttamente nella trachea. Si tratta dello stesso meccanismo che ti porta a piangere sbadigliando. Magari otterrai solo uno sbadiglio … !
    • Datti un pizzicotto forte in una zona particolarmente sensibile, per esempio lo spazio fra pollice e indice o nella zona sotto gli occhi. Vedrai che otterrai un effetto quasi immediato.
  5. 5
    Usa una cipolla tagliata. Tagliare una cipolla non lavata è davvero efficace in materia di provocare la lacrimazione degli occhi. Questo metodo è probabilmente più utile per piangere durante la recitazione — sarebbe un po' più difficile fingere di piangere in maniera convincente davanti a qualcuno, se a un certo punto tiri fuori una cipolla e cominciate a piangere entrambi.
    • Se puoi andare in un'altra stanza, afferra alcune fette di cipolla e aspirane l'odore vicino al tuo viso. Crogiolati nei loro gas a effetto lacrimogeno e poi torna fuori.
  6. 6
    Aggiungi un pochino di balsamo di tigre o altri unguenti mentolati sotto gli occhi. Potrebbe causare prurito, ma ti aiuterà a ottenere un effetto decisamente realistico. Stai attento però a non esagerare con il prodotto, o a non farlo entrare dentro.
    • Puoi anche utilizzare un collirio per far sembrare che il viso sia macchiato dalle lacrime. Basta metterlo proprio sotto l'angolo degli occhi in modo che scorrano credibilmente sul tuo viso.

Parte 3
Fingere di Piangere Spontaneamente

  1. 1
    Fai la faccia di uno che piange. Normalmente ti viene da chiudere gli occhi e allungare i lati della bocca verso il basso - ricorda semplicemente che cosa provi quando stai realmente piangendo.
    • Allunga verso il basso gli angoli della bocca.
    • Prova a spostare la parte interna delle sopracciglia verso l'alto e verso l'interno.
    • Arriccia il mento proprio come faresti prima di piangere davvero. Fai attenzione a non sembrare troppo finto.
  2. 2
    Concentrati sulla tua respirazione. La respirazione è la parte che fa percepire agli altri il tuo stato d'agitazione. Aggiungi sospiri e versi che ricordano il pianto mentre fai dei respiri profondi. Inspira costantemente come se stessi iperventilando; puoi aggiungere anche dei piccoli singhiozzi se vuoi.
    • Se non ti vede nessuno, mettiti a correre sul posto fino a rimanere senza fiato. Se ci riesci, otterrai il rossore tipico associato al pianto.
  3. 3
    Utilizza la gestualità che normalmente accompagna il pianto. Una volta riuscito a far uscire le lacrime, il viso distrutto e il fiato corto, aggiungi delle posizioni tipiche del pianto. Alcuni suggerimenti:
    • Copriti il viso con la mani e abbassa la testa.
    • Distogli lo sguardo, cercando di far credere che non stai piangendo - doppio bluff!
    • Morditi il labbro, come se volessi fare uno sforzo per non piangere. Muovere un po' il labbro inferiore aggiunge un effetto drammatico decisivo. Assicurati sempre di non esagerare.
    • Appoggia la testa su un tavolo o su un piano davanti a te in maniera disperata o nel tentativo di contenere la tua tristezza.
  4. 4
    Devi essere convincente anche con la voce. Quando parli, stringi le corde vocali. Cerca di balbettare e di aggiungere lunghi respiri per ottenere l'effetto voluto. Fai rumori di gorgoglio e divaga sul motivo che presumibilmente ha causato questo tuo turbamento. In generale, lasciati trasportare emotivamente. Il trucco è quello di convincere te stesso che in realtà stai piangendo, così come tutti gli altri.
    • Questa è fondamentalmente una dimostrazione pratica del concetto per cui la mente governa tutto: più ti comporti in un certo modo, più il tuo corpo si modificherà per produrre l'effetto che stai cercando.
  5. 5
    Se sei sul palco, sentiti libero di fare affidamento sugli stick per indurre la lacrimazione. Se hai intenzione di partecipare a una produzione teatrale seria, non devi preoccuparti di dover produrre le lacrime in autonomia. Gli stick al mentolo e gli induttori per le lacrime sono gli strumenti comunemente usati alla TV, al cinema e al teatro. La versione stick richiede un'applicazione sparsa sotto gli occhi. L'induttore di lacrime, invece, funziona come uno spray. Entrambi producono risultati immediati.
    • Gli attori televisivi e del cinema hanno il vantaggio di lavorare con un'intera squadra di tecnici e artisti. Anche se alcune stelle del cinema utilizzano tecniche complesse, molti attori preferiscono una soluzione più semplice.
  6. 6
    Non prolungare troppo la parte del pianto. Piangere troppo a lungo toglierà realismo all'interpretazione. A un certo punto gli occhi si stancheranno di produrre lacrime, anche se riuscissi a piangere davvero, soprattutto perché manca la componente emotiva che normalmente causerebbe un lungo pianto quando qualcosa accade sul serio. Smetti abbastanza rapidamente per dare una pausa ai tuoi occhi.
    • E dai una pausa anche alla tua mente. Piangere può essere abbastanza faticoso, fisicamente e mentalmente. Non sforzarti più di quanto non sia assolutamente necessario.

Consigli

  • Se non riesci a piangere, a volte è meglio fingere di trattenere le lacrime — la gente a volte resta più colpita da questo tipo di comportamento, soprattutto se normalmente passi per essere un "duro". Inoltre, rende il tutto più credibile perché ti fa sembrare più vulnerabile.
  • Fissa una luce brillante per un minuto e prova a non sbattere le ciglia. Poi stringi forte gli occhi, che inizieranno a lacrimare.
  • Quando reciti una parte drammatica, prova a immaginarti nei panni di quella persona o di quel personaggio.
  • Imita il pianto di un attore durante la scena commovente di un film. Ti aiuterà a perfezionare la tecnica.
  • Alcune persone piangono quando sono molto arrabbiate. Se capita anche a te, pensa a qualcosa che ti farebbe infuriare.
  • Prova a sbattere gli occhi velocemente: qualche volta produce lacrime.
  • Pensa a qualcosa che in passato ti ha fatto piangere.
  • Non esagerare con il dramma, perché il tuo pubblico potrebbe insospettirsi. Fai credere che non vuoi piangere davanti a loro, fingendo di essere imbarazzato dalla situazione. Magari chiedi anche scusa per esserti lasciato andare.
  • Stropicciati gli occhi con le mani pulite e poi tieni fisso lo sguardo. Non sbattere le palpebre. Più riesci a trattenerti, più semplicemente riuscirai a piangere.

Avvertenze

  • Fai attenzione a non disidratarti. Nel caso in cui tu lo sia sarà più difficile piangere a comando.
  • Se porti le lenti a contatto, molte delle tecniche descritte non fanno al caso tuo. Usa il buonsenso.
  • Non abusare di queste tecniche con i tuoi amici. Potresti rovinare la relazione o perdere la fiducia.
  • Non guardare "mai" direttamente il sole per ottenere lacrime – durante la maggior parte del giorno le radiazioni solari sono sufficienti a rovinarti la vista.
  • Se pensare a qualcuno che è morto ti rende troppo triste, non usare questo trucco. Pensa a qualcosa di non troppo triste per te, come non raggiungere un obiettivo importante o non riuscire a fare qualcosa a cui tenevi particolarmente. Almeno ti assicuri di non rimanere in uno stato emozionale negativo per il resto della giornata.
  • Non mettere il Vick's Vaporub negli occhi, perché è doloroso e pericoloso. Se dovesse succedere, risciacqua con acqua abbondante per evitare eccessivo prurito e irritazioni.
  • Se negli occhi hai un trucco scuro, piangere lo rovinerà e sarà necessario riapplicarlo. Un mascara sbavato aggiungerà tuttavia un tocco di drammaticità ulteriore.
  • Non mettere la testa in una posizione strana o scomoda; anzi, rilassa i muscoli del viso.
  • Non irritare eccessivamente gli occhi; se non fai attenzione, potresti danneggiarli.

Sommario dell'ArticoloX

Per piangere a comando, fissa una luce forte tenendo gli occhi aperti quanto più a lungo possibile e cerca di non ammiccare finché non senti che stanno iniziando a formarsi le lacrime. Se non funziona, prova a pensare a qualcosa di triste che ti induca a piangere, come la fine di una storia d'amore o la perdita di una persona a te cara. Puoi anche immaginare una scena triste, se non ti va di pensare a qualcosa del tuo passato. Se hai il tempo di procurarti l'occorrente, prova ad affettare una cipolla o usa uno stick induttore di lacrime al mentolo per piangere a comando. Per consigli su come pensare a qualcosa di triste per piangere, continua a leggere!

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Recitazione

In altre lingue:

English: Cry On the Spot, Español: llorar al instante, Português: Fingir Estar Chorando, Deutsch: Auf Kommando weinen, Français: pleurer sur commande, Русский: плакать "по заказу", 中文: 马上哭出来, Čeština: Jak se rozplakat na povel, ไทย: ร้องไห้แบบสั่งได้, العربية: البكاء في التو واللحظة, Tiếng Việt: Khóc ngay Tại chỗ, 한국어: 즉석에서 우는 법, 日本語: すぐに涙を出す, हिन्दी: तुरंत आँसू बहाएँ

Questa pagina è stata letta 173 321 volte.
Hai trovato utile questo articolo?