Le peonie sono fiori fantastici e facili da mantenere, perfetti per chi non ama dover rifare il proprio giardino ogni primavera: queste piante sono infatti in grado di fiorire ogni anno per decenni, o anche per più di un secolo, senza pausa. [1] Pianta le peonie in un terreno ben drenato e ricco di sostanza organica alla giusta profondità, e potrai godere di questi fiori per anni con una minima cura.

Parte 1 di 3:
Scegliere dove Piantare

  1. 1
    Pianta in autunno. Le peonie crescono più floride se vengono piantate in autunno, prima del primo gelo; si possono anche piantare in primavera, ma in questo caso tendono a crescere più lentamente, e potrebbero non fiorire per un anno o due.[2] [3]
  2. 2
    Scegli un luogo che riceva da sei a otto ore di sole ogni giorno. Se non è disponibile, le peonie possono anche crescere in zone meno soleggiate, ma la loro crescita e fioritura saranno ridotte.[4]
    • Negli Stati Uniti d’America le peonie crescono al meglio nelle Hardiness Zone USDA (dipartimento d’agricoltura degli Stati Uniti) tra 3 e 8, corrispondenti a temperature minime invernali dai -40 ai -9,4 ºC (da -40 a +15 ºF).[5] Se sei in una zona 8 o maggiore, le peonie potrebbero trarre beneficio dall’ombra pomeridiana, dopo aver goduto della piena luce del sole al mattino.
  3. 3
    Pianta le peonie a 90 cm di distanza l’una dall’altra. Pianifica di tenere ogni cespo radicale a 90 cm di distanza uno dall’altro. Queste piante vengono spesso utilizzate nelle aiuole, ma vanno tenute lontane da alberi e cespugli, dal momento che le radici resistenti di quest’ultimi possono contendere alle peonie le sostanze organiche nel suolo.[6]
    • Per evitare infezioni da fungo è importante tenere le peonie distanziate l’una dall’altra ed eliminare le erbacce.[7]
    • Le peonie arboree cresceranno meglio se spaziate di 1,2 metri.[8] Se non sai quale tipologia di peonia possiedi, consulta la sessione sulla semina delle peonie, in basso.
  4. 4
    Evita aree in cui altre peonie sono già state piantate in precedenza: ciò potrebbe causare dei problemi dovuti alla riduzione dei nutrienti nel terreno. [9] Seguendo i consigli nella sezione sulla semina si potrebbe compensare questo effetto, ma potrebbero comunque esserci ancora rischi collegati a un’infezione da fungo residua, quindi pianta a tuo rischio.
  5. 5
    Preoccupati di mettere al riparo le peonie dai venti forti: ciò riguarda soprattutto le peonie arboree, che crescono in piccoli cespugli che possono spezzarsi con il vento. In ogni caso, se ti trovi in una zona con venti particolarmente forti, metti tutti i tipi di peonia al riparo di un muro o di un recinto. Anche un grande albero potrebbe proteggere, ma dovrebbe essere posizionato ad almeno 3 metri di distanza, in modo che le radici non siano in competizione con la peonia per i nutrienti.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Piantare le Peonie

  1. 1
    Identifica la tua tipologia di peonie tra le due esistenti: erbacee e arboree. Le peonie erbacee sono normalmente vendute in bulbi secchi e sviluppano fiori su steli verdi erbacei; le peonie arboree sono di solito caratterizzate da steli legnosi connessi alle radici, che si sviluppano in maniera simile a dei cespugli. Quest’ultima tipologia può anche presentare una protuberanza sulle radici, che dà alla corteccia un aspetto diverso, se due diverse varietà di peonie arboree sono state innestate una sull’altra per combinare le migliori qualità di entrambe.[10] Puoi seguire le istruzioni riportate qui sotto per entrambi i tipi, ma preparati a piantarle a profondità differenti.
    • Le peonie erbacee crescono quando il bocciolo viene piantato a una profondità di 5 cm.
    • Le peonie arboree crescono meglio quando vengono innestate a una profondità di 10-15 cm, con almeno una punta dello stelo principale fuori dal suolo.[11]
  2. 2
    Se il tuo terreno ha bisogno di essere arricchito di sostanze nutritive, scava una buca profonda 30-45 cm e altrettanto larga. Le peonie non hanno bisogno di essere piantate a una tale profondità, ma a meno che la tua aiuola non sia già ricca di nutrienti a questa profondità, una buca così profonda è raccomandata per poter preparare un suolo fertile per le radici delle peonie che si svilupperanno in profondità dopo la semina. Una buca con un diametro di almeno 45 cm è raccomandata per questo stesso motivo.[12]
    • Se il tuo terreno è ricco di sostanze nutritive, ben drenato e profondo almeno 45 cm, vai direttamente al passaggio Pianta il ceppo radicale in basso.
  3. 3
    Aggiungi del terriccio ben drenato e ricco di nutrienti sul fondo della buca. Metti 5-10 cm di compost di color scuro, di concime stagionato o di corteggia di pino sul fondo della buca; se il tuo suolo non è ben drenato o povero di sostanze nutritive, crea una miscela di 50:50 di questo materiale organico e del suolo del tuo giardino, e tienilo da parte per riempire la buca più tardi.[13]
    • Per testare il grado di assorbimento del suolo, scava una buca di 30 cm e riempila con dell’acqua. Aspetta che venga assorbita, quindi riempi la buca una seconda volta. Misura la quantità d’acqua che è stata assorbita dopo un’ora, oppure misura dopo quindici minuti e moltiplica per quattro per trovare il grado di drenaggio all’ora. Un terreno ben drenato adatto alle peonie dovrebbe assorbire da 2,5 a 15 cm d’acqua all’ora.[14]
  4. 4
    Aggiungi del fertilizzante e altre sostanze nutritive per il suolo (facoltativo). Per accelerare la crescita delle peonie, potresti aggiungere 60 ml di fertilizzante equilibrato sul fondo della buca. Alcuni giardinieri mescolano anche 120 ml di farina di ossa o di fosfato concentrato come nutrienti aggiuntivi.[15]
    • Se il test del pH del terreno rivela che il tuo suolo è acido (inferiore a 6.0 pH), aggiungi due manciate di lime perché si re-equilibri.[16]
  5. 5
    Riempi la maggior parte della buca con del terreno ad alta concentrazione di nutrienti. Ora che il terreno fertile per le future radici delle peonie è stato preparato, riempi la maggior parte della buca con del terreno organico e ben drenato, lasciando qualche centimetro di spazio nella parte superiore. Il compost o qualsiasi altro materiale tu abbia utilizzato per riempire la base della buca può essere mischiato con la stessa quantità di terra ordinaria del tuo giardino, e poi utilizzato per riempire la buca. Compatta la terra con una pala mentre riempi, premendo con forza.[17]
  6. 6
    Pianta le peonie erbacee in modo che i boccioli restino a 5 cm dalla superficie. Metti i bulbi di peonia nella buca, con i piccoli boccioli o occhi rivolti verso l’alto, e le lunghe radici verso il basso. I boccioli non dovrebbero stare a più di 5 cm dalla superficie, o la pianta potrebbe non riuscire a emergere. Continua ad aggiungere terra attorno alla peonia fino a quando il suolo è livellato, premendo delicatamente in basso per rimuovere ogni sacca d’aria che potrebbe rinsecchire la pianta.[18]
    • Le varietà di peonie che fioriscono presto, specialmente nelle aree climatiche calde, potrebbero crescere meglio se piantate a soli 2,5 cm di profondità, in modo che possano emergere presto durante la stagione di crescita.[19]
  7. 7
    Innesta le peonie arboree a 10-15 cm sotto la superficie. Le peonie arboree, con i rami legnosi attaccati ai cespi di radici, vengono vendute con un gambo innestato su quest’ultime. Cerca la protuberanza a catena nel punto in cui il gambo e le radici sono state unite insieme, e pianta le peonie in modo che questa protuberanza resti a 10-15 cm sotto la superficie del suolo.
  8. 8
    Annaffia abbondantemente. Dai ai tuberi appena piantati una bella annaffiata per aiutare il suolo circostante a stabilizzarsi. Fino al primo gelo, o fino a quando la pianta emergerà se si pianta in primavera, mantieni il terreno umido, ma non fradicio.
  9. 9
    Ricopri con uno strato di pacciame soltanto durante l’inverno. Uno strato di 5-10 cm di pacciame, o uno strato protettivo di plastica, possono proteggere le peonie dai geli invernali. In ogni caso, questo strato protettivo dovrebbe venir rimosso dopo l’ultimo gelo prima della primavera, o le peonie potrebbero non riuscire ad attraversare quest’ulteriore barriera.[20]
    • Non c’è bisogno di annaffiare quando le piante sono dormienti durante l’inverno.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prendersi Cura delle Peonie

  1. 1
    Innaffia con moderazione. Le peonie sono piante resistenti che tollerano la siccità, e hanno bisogno solamente di circa 2,5 cm d’acqua per settimana durante l’estate. Aumenta l’innaffiamento solo se le peonie appaiono secche e appassite.
  2. 2
    Fertilizza con moderazione. Il fertilizzante è facoltativo, ma potresti applicare un fertilizzante a basso contenuto d’idrogeno, come una miscela da 5-10-10, o del compost organico, non più di una volta ogni qualche anno.[21] Applicalo formando un cerchio attorno alle peonie, ma non direttamente alla base della pianta.
    • Le varie guide sulla crescita delle peonie danno informazioni molto diverse sulla loro fertilizzazione. Il punto di vista qui fornito è conservatore: le peonie cresceranno bene senza fertilizzante e possono sviluppare gambi deboli e meno fiori se il fertilizzante viene utilizzato eccessivamente.[22] Se gli steli diventano troppo deboli per sostenere i fiori, considera se acquistare un treppiede da giardiniere con un anello metallico per sostenere gli steli.
  3. 3
    Lascia le formiche sulle peonie: se ne trovano facilmente che mangiano il nettare dai fiori, ma ciò fa raramente male alle piante.[23] Le peonie sono infatti resistenti alla maggior parte dei parassiti, ma se noti un’infezione provocata da altri insetti, o dei funghi che si stanno sviluppando, cerca di farti consigliare da un giardiniere locale o da un botanico che conosce i parassiti della tua regione.
  4. 4
    Rimuovi i fiori appassiti. Taglia via i fiori appassiti appena si affievoliscono; se li lasci sulla pianta faranno crescere dei sementi che ruberanno alla pianta molte sostanze nutritive. Un taglio immediato dei fiori morti permetterà una crescita più forte.
  5. 5
    Rimuovi le foglie dalle peonie arboree in autunno. Se le tue peonie si sono trasformate in un cespuglio dai rami legnosi, si tratta di peonie arboree. Rimuovi le foglie in autunno, quando il freddo e il gelo cominciano, e lascia rami legnosi e nudi al loro posto: il prossimo anno nuovi fiori cresceranno.[24]
    • Se gli steli presentano dei buchi, potrebbe essere un segno della presenza di parassiti: contatta un giardiniere o un botanico del posto che sappia come funzioni la disinfestazione locale.
  6. 6
    Taglia le peonie erbacee al livello del terreno in autunno. Le peonie sono piante perenni che durano a lungo, quindi le radici sopravvivranno per molti anni, ma i fiori cresceranno, fioriranno e moriranno ogni primavera. Quando gli steli verdi delle peonie erbacee diventano marroni e muoiono alla fine della primavera, taglia la pianta al livello del terreno. Puoi aspettare fino al primo forte gelo per questa operazione.
    • Avvertimento: non mettere le peonie morte nel mucchio del compost, dal momento che potrebbero portare infezioni da fungo e in questo modo diffonderle ad altre piante. Piuttosto, bruciale o buttale via.[25]
    Pubblicità

Consigli

  • Ci sono diverse varietà di peonie che fioriscono all’inizio, a metà o a fine primavera. Se vuoi che le peonie fioriscano durante tutta la primavera, pianta tre diverse varietà con tempi di fioritura differenti.
  • Le peonie arboree potrebbero essere potate e ridotte a sei o dieci steli principali, ma normalmente ciò è necessario soltanto una volta ogni qualche anno.[26] Dopo non meno di dieci anni di crescita potresti disseppellire le radici delle peonie, tagliarle in metà o in terzi con un coltello sterilizzato e piantarle di nuovo come piante separate, ogni sezione dovrebbe avere almeno da tre a cinque boccioli.[27] Quest’operazione va fatta in autunno, seguendo le istruzioni fornite precedentemente.[28]

Pubblicità

Avvertenze

  • Non rinunciare ai tuoi fiori se sono meno belli del previsto: ci vuole spesso qualche anno perché le peonie diano il loro meglio, e i fiori miglioreranno di anno in anno.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Compost
  • Vanga o pala per scavare
  • Peonie
  • Acqua
  • Pacciame o foraggio

wikiHow Correlati

Come

Piantare un Albero di Avocado

Come

Potare l'Ortensia

Come

Innaffiare le Orchidee

Come

Prendersi Cura di un Cactus di Natale

Come

Ravvivare un'Orchidea che non Fiorisce

Come

Favorire la Fioritura delle Orchidee

Come

Coltivare un Albero di Giada

Come

Prendersi Cura delle Orchidee

Come

Eliminare la Muffa dalle Piante da Appartamento

Come

Fare Talee di Rosa

Come

Coltivare un Ulivo da un Nocciolo d'Oliva

Come

Ottenere una Pianta di Aloe da una Foglia

Come

Coltivare una Quercia partendo da una Ghianda

Come

Piantare l'Aloe Vera
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 21 602 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 21 602 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità