Come Piegare le Mutande

Mediamente, le donne possiedono 34 paia di mutande, a volte anche più. In molti casi non si ha la possibilità di dedicare un cassetto per la biancheria intima, e si deve ricorrere a piegare le proprie mutande per riporle in ordine. Ecco di seguito illustrati alcuni metodi per piegare le mutande in modo pratico ed efficace.

Metodo 1 di 3:
Il Rotolo Semplice

  1. 1
    Posiziona la mutanda su una superficie piana. La parte frontale dovrebbe essere rivolta verso avanti, mentre l'elastico verso dove ti trovi.
  2. 2
    Piega a metà la parte che sta a contatto con l'inguine. Porta questa parte a toccare l'elastico.
  3. 3
    Arrotola il tessuto in senso orizzontale. Inizia dal lato che ti è più vicino e prosegui fino al lato opposto.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Il Quadrato Compatto

  1. 1
    Posiziona la mutanda su una superficie piana, parte frontale verso l'alto ed elastico lontano dal tuo corpo.
  2. 2
    Piega a metà la parte che sta a contatto con l'inguine. Porta questa parte a toccare l'elastico.
  3. 3
    Piega ciascuno dei due lati verso l'interno, ovvero piega in tre la mutanda già piegata a metà in precedenza.
  4. 4
    Rigira la mutanda. A questo punto dovresti avere ottenuto un quadrato molto ordinato. Questo metodo è valido per risparmiare spazio. E' il metodo più semplice e più compatto.
    • Posiziona la mutande in verticale nell'armadio, ordinandole per tonalità.
    • In alternativa, sistema le mutande in uno spazio attrezzato, come un cassetto con più scomparti.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
L'Involtino

  1. 1
    Posiziona la mutanda su una superficie piana, parte frontale verso l'alto ed elastico verso il tuo corpo. Questo metodo presenta vantaggi e svantaggi:
    • È un metodo più complesso di altri senza ottenere risultati più compatti, il che rappresenta lo svantaggio.
    • Il vantaggio maggiore è che le mutande non si spiegheranno fino al momento di indossarle. Questo è l'ideale per chi non sa scegliere la biancheria intima e apprezza l'ordine.
  2. 2
    Ripiega l'elastico su se stesso per tre volte, facendo pieghe molto strette.
  3. 3
    Rigira la mutanda. A questo punto doveresti avere la mutanda con la parte dietro verso l'alto e la parte che contiene l'inguine verso la tua direzione.
  4. 4
    Ripiega ciascun lato dell'elastico verso il centro, in modo che si sovrapponga con il lato opposto.
  5. 5
    ripiega la parte inguinale verso l'alto fino a livello dell'elastico. In caso di mutande molto grandi, sarà il caso di fare due pieghe in verticale.
  6. 6
    Fermati un attimo ad osservare la situazione attuale. Dovresti avere creato una specie di tasca al centro del fagotto.
  7. 7
    Rigira il fagotto dall'interno verso l'esterno per tre volte. Questa operazione sembra complicata ma una volta fatta pratica diventerà un semplice movimento di polso.
    • Inizia inserendo i pollici all'interno della tasca e spingerli verso i due lati dell'apertura.
    • Usa le dita medie per ripiegare il tessuto verso il retro della tasca e fuori dal davanti della tasca stessa, e allo stesso tempo ripiega con i pollici i margini esterni all'indietro.
    • Ripeti l'operazione fino ad aver ripiegato il tutto per tre volte. Il concetto sta nello svolgere le tre pieghe dell'elastico praticate in precedenza.
  8. 8
    Nota i vantaggi e gli svantaggi di questo metodo di piegatura.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Pulizia
Questa pagina è stata letta 12 758 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità