Come Posare l'Erba Sintetica

In questo Articolo:Preparare la SuperficiePosare la BasePosare il Prato

Un prato di erba sintetica ben posato non richiede alcuna manutenzione, tranne una spruzzata occasionale per tenerlo pulito. L'installazione è un lavoro complesso e intenso, soprattutto se coinvolge ampie superfici; "recluta" quindi qualche amico robusto per farti aiutare.

Parte 1
Preparare la Superficie

  1. 1
    Distribuisci dell'erbicida sulle varie zone. Se ci sono delle piante o della vegetazione nelle aree in cui vuoi posare l'erba sintetica, comincia con lo spruzzare un prodotto per eliminare tutto. Fallo almeno due settimane prima di cominciare il progetto e concedi il tempo necessario affinché l'erbicida svolga il suo compito. Questo ti aiuterà ad assicurarti che le piante siano morte fino alle radici.
  2. 2
    Rimuovi lo strato superficiale del terreno. Se stai per posare l'erba sintetica sulla terra, scava per eliminare la prima zolla profonda 8-10 cm, in modo da fare spazio al nuovo substrato. Togli tutta l'erba presente e le altre piante, per evitare che si formi una superficie non uniforme quando muore la vegetazione.[1]
    • Prima di scavare, aspetta alcuni giorni che il terreno bagnato dalla pioggia si asciughi completamente; così facendo, eviti possibili cedimenti.[2]
    • Sebbene non sia necessario che la terra residua resti perfettamente livellata, è opportuno compattare ogni zolla smossa camminandoci sopra o usando uno strumento manuale. È importante mantenere una certa pendenza per garantire il drenaggio delle acque pluviali.
  3. 3
    Tieni in considerazione il drenaggio. I manti erbosi artificiali posati sopra un terreno ben drenante non hanno di solito grossi problemi, dato che l'erba sintetica è permeabile e la base inerte che verrà descritta in seguito fornisce uno strato aggiuntivo per sbarazzarsi dell'acqua. Se hai deciso di mettere il prato su una superficie che non drena bene oppure su un materiale duro come il cemento, devi prendere queste precauzioni:
    • Se non c'è un sistema di scarico vicino al prato, devi costruirne uno prima di continuare.
    • Se nella tua regione piove poco, potrebbe essere sufficiente un piccolo canale di scolo ogni 15 cm attorno al perimetro del prato.[3]
  4. 4
    Posa il bordo. Disponi un bordo impermeabile lungo il perimetro dell'area interessata, se non è già presente. In questo modo, l'erba non subirà cedimenti e non si separerà con il passare del tempo. La scelta più comune ed efficace è la bordatura in plastica.[4]
    • Se vuoi realizzare un lavoro di ristrutturazione più complesso, puoi creare un cordolo di cemento attorno alla zona in cui poserai il prato.
    • Accertati che il bordo non superi il livello dell'erba, altrimenti ostacola il processo di drenaggio.
  5. 5
    Aggiungi una barriera contro le erbacce (facoltativa). Se temi che le erbe infestanti possano crescere fra gli steli di quella artificiale, posa una barriera di geotessile sulla superficie che hai scavato.[5] In questo modo, puoi impedire ai roditori e ai lombrichi di scavare attraverso il prato sintetico.
    • Tieni a mente che una barriera geotessile va comprata in un negozio specializzato;
    • Puoi decidere di appoggiare la barriera sopra il substrato;
    • Se hai un grave problema con i roditori, valuta di sostituire il materiale geotessile con una rete metallica.
    • Rivolgiti a dei professionisti per eliminare i roditori. Se non risolvi il problema dei roditori in maniera completa, potrebbero rovinare il tuo giardino artificiale.

Parte 2
Posare la Base

  1. 1
    Aggiungi il substrato. Acquista della ghiaia fine, del granito triturato oppure delle pietre sminuzzate, le cui particelle abbiano un diametro inferiore a 10 mm. Riempi la zona che hai scavato con questo materiale, fino a realizzare uno strato di 8-10 cm; in tal modo, eviti cedimenti strutturali e migliori il drenaggio dell'acqua.
    • Avrai bisogno di circa 0,8 m3 di materiale per ogni 10 m2 di prato.[6] Per ogni specifico prodotto puoi trovare delle stime più corrette in merito al volume e alla copertura.
    • Se stai posando il prato sopra il cemento o un'altra superficie dura, puoi usare dei tappetini ammortizzanti in gomma o del composto autolivellante.[7][8] In alternativa, salta questo passaggio, se sei sicuro che l'area abbia una pendenza adeguata per drenare completamente l'acqua e che sia possibile coprirla interamente con erba artificiale.
    • Se ci sono dei bambini che giocheranno sul giardino artificiale, sarà necessario uno strato anti shock per motivi di sicurezza.
  2. 2
    Livella il substrato. Usa un rastrello per lisciare la base. Usa una livella a bolla, uno spago o una riga per realizzare una pendenza del 2-3% (un abbassamento dell'altezza di 2-3 metri ogni 100 metri) verso il sistema di scarico o il bordo.[9]
  3. 3
    Inumidisci e compatta la base. Bagna la ghiaia con il tubo da giardino per lubrificare le particelle e prepararle alla fase di consolidamento. Usa un compattatore a piastra, a rullo o manuale per pressare il materiale e renderlo una base solida, riducendo lo spessore dello strato del 10% o anche più (circa 1 cm per uno strato spesso 10 cm).[10] Probabilmente, dovrai pressare la superficie diverse volte per ottenere questo risultato.
    • Un compattatore vibrante a piastra è lo strumento più efficace a tale scopo.[11]
    • Puoi trovare questi macchinari presso le ferramenta e i centri di giardinaggio che offrono un servizio di noleggio. Se opti per il compattatore manuale, il suo acquisto è più conveniente del noleggio.
  4. 4
    Srotola il manto erboso a fianco della superficie da coprire, mentre il substrato si asciuga. Distendi l'erba sintetica da qualche parte, dato che avrà bisogno di un paio d'ore per recuperare la sua forma originale dopo essere stata trasportata in rotoli. Aspetta che la base sia asciutta e accertati che abbia una superficie liscia e soda prima di continuare.
    • Se il substrato non è liscio, dovrai compattarlo ancora.
    • Se la base è più bassa di quanto ti aspettavi, dovrai posare altra ghiaia e compattarla di nuovo, affinché il prato sintetico e le superfici circostanti si allineino correttamente.

Parte 3
Posare il Prato

  1. 1
    Appoggia il manto erboso. Misura la superficie su cui vuoi distendere il prato, oltre alla larghezza e alla lunghezza delle strisce d'erba. Con l'aiuto di un'altra persona, allunga ogni striscia e appoggiala sulla base che hai preparato. Non trascinare il prato sopra la ghiaia, per evitare di smuoverla.[12]
    • Nella maggior parte dei prati artificiali, gli steli di erba sintetica sono piegati in una direzione. Posa le strisce in modo che tutti gli steli abbiano lo stesso verso, altrimenti l'erba avrà un aspetto meno naturale.
  2. 2
    Taglia le strisce dove è necessario. Puoi usare una taglierina da moquette o un coltellino per tagliare il prato sul lato inferiore e adattarlo alla forma del perimetro.[13]
    • Quando devi eseguire dei tagli lunghi, procedi per piccoli segmenti alla volta, comparando spesso i bordi per accertarti che non ci siano fessure ampie. In alternativa, puoi disegnare la linea di taglio lungo il lato inferiore della striscia.
  3. 3
    Procurati un tendi-moquette (facoltativo). Per ottenere degli ottimi risultati, usa questo strumento che ti permette di tirare le strisce di erba sintetica, prima di cucirle o fissarle come verrà descritto in seguito. Premi il tendi-moquette sul prato, avendo cura di rivolgere le setole verso il basso e colpisci vigorosamente l'estremità imbottita con il ginocchio. Questo procedimento elimina le grinze, riduce l'espansione dovuta al calore e migliora l'aderenza con il terreno.[14]
    • Questo strumento è detto anche tenditore a gomito per moquette.
  4. 4
    Cuci fra loro le strisce di prato. Esistono molte tecniche per unire le varie zolle di erba sintetica. Il prodotto proposto dalla stessa casa madre del prato offre in genere i risultati migliori, dato che è specifico per il materiale e il tipo di zolle che hai acquistato. Ecco alcune soluzioni:
    • Allinea due strisce adiacenti, piegane indietro i bordi e posa il materiale fissante sul substrato che ora è visibile. Rivesti questo materiale con l'adesivo in dotazione e riporta i bordi delle zolle alla posizione iniziale. Aspetta che la colla si asciughi.[15]
    • In alternativa, distendi una banda di giunzione o del nastro adesivo robusto per esterni sul terreno, per poi appoggiarvi sopra le due strisce di prato.[16]
    • La terza opzione consiste nel fissare le zolle con dei punti metallici, uno ogni 7-8 cm.
  5. 5
    Aggancia il prato lungo il perimetro. Usa dei paletti galvanizzati o dei punti metallici da esterni per fissare il bordo esterno dell'erba sintetica, inseriscine uno ogni 15 cm. Usa un martello per appiattirli, ma non esagerare, altrimenti lasci dei segni sul prato.[17]
    • Per garantire la massima tenuta, disponi i paletti in maniera sfasata lungo i lati opposti, invece di allinearli alla perfezione.[18]
  6. 6
    Aggiungi l'intaso o il materiale di riempimento adatto al tipo di erba. Quasi tutti i prati sintetici devono essere ricoperti di particelle che permettono ai fili d'erba di rimanere verticali, che zavorrano le strisce e che assorbono gli impatti durante le attività sportive. Applica un sottile strato di intaso, mentre l'erba è ancora asciutta, usando uno spargisemi oppure a mano. Ripeti la procedura finché i fili d'erba non sono coperti per circa la metà della loro lunghezza.[19] Se vuoi ottenere dei buoni risultati, usa il materiale consigliato dal produttore del prato e rispetta i dosaggi raccomandati. Queste sono le soluzioni più comuni:
    • Sabbia silicea lavata per zavorrare il prato. Se il tipo di erba sintetica che hai scelto ha bisogno di un intaso, la sola sabbia potrebbe non essere sufficiente.
    • Trucioli di gomma nera per ammortizzare gli impatti e fornire maggiore supporto agli steli d'erba. Questo materiale potrebbe creare parecchio disordine, se il prato è posato su una superficie con una grande pendenza o se gli animali domestici lo usano per i loro bisogni.
    • Le scorie inerti granulari del rame assorbono gli odori causati dagli animali domestici meglio di qualunque altro materiale.[20]
    • Alcuni prati molto densi non hanno bisogno dell'intaso; tuttavia, molti posatori professionisti preferiscono aggiungerlo in ogni caso, per rafforzare il rivestimento. Questo dettaglio è oggetto di un vivace dibattito.
  7. 7
    Spazzola il prato dopo ogni applicazione di intaso. Una volta rastrellato il materiale, usa una spazzolatrice rotante per "ravvivare" l'erba e sollevare gli steli. Se non riesci a procurarti questo strumento, usa una spazzola con setole rigide di nylon oppure un pettine per moquette.
  8. 8
    Bagna l'erba. Ciò permette all'intaso o alla zavorra di sedimentare. Controlla il materiale il giorno successivo, per osservare il risultato finale. Se il prato non è abbastanza elastico o i fili d'erba restano troppo esposti, diffondi un altro strato di intaso.
    • Se lo desideri, usa un soffiatore elettrico per sbarazzarti dei residui superficiali, quando hai terminato la posa.

Cose che ti Serviranno

  • Ghiaia, sassi macinati, sabbia o materiali inerti
  • Badile
  • Rastrello
  • Tubo da giardino
  • Compattatore a piastra, a rullo o manuale (disponibili nelle ferramenta che noleggiano macchinari)
  • Erba artificiale
  • Bande di giunzione, nastro adesivo o colla per esterni
  • Chiodi galvanizzati o graffette da esterni
  • Bordatura in plastica (a meno che non ci sia già un bordo)
  • Intaso per erba sintetica o zavorra
  • Spazzolatrice rotante o scopa con setole rigide in nylon
  • Tendi-moquette (consigliato)
  • Griglia metallica contro i roditori (se necessaria)
  • Barriera contro le erbacce (facoltativa)

Consigli

  • Se posi il prato su un terreno molto morbido o soggetto a erosione, dovresti prima compattare uno strato di ghiaia grossolana (circa 2 cm di diametro) e poi aggiungere un secondo strato di materiale più fine, come descritto in precedenza nell'articolo.

Avvertenze

  • Fai attenzione a non danneggiare l'impianto di irrigazione mentre fai gli scavi per il prato artificiale. Se hai un sistema a goccia, metti dei tappi o dei morsetti per bloccare il flusso di acqua nel settore del prato sintetico.
  • Non fare dei barbecue, non fumare e non utilizzare altre fonti di calore in prossimità dell'erba artificiale, altrimenti la plastica potrebbe fondersi.[21]
  • Il cloro della piscina potrebbe far sbiadire l'erba sintetica. Per evitare questo inconveniente, non posarla entro il raggio di un metro dalla piscina.[22]

Riferimenti

  1. http://www.artificial-grass.com/Frequently-asked-questions.php
  2. http://www.easyturf.com/artificial-grass-turf-customer-service/how-to-install-artificial-grass/
  3. http://d11fdyfhxcs9cr.cloudfront.net/templates/185330/myimages/plastic_grass__claremont_0800_644_1964.pdf
  4. http://www.garden-mark.com/articles/56-installing-synthetic-lawns-on-concrete.html
  5. http://www.artificial-grass.com/How-to-Install-Artificial-Grass.php
  6. http://www.easyturf.com/artificial-grass-turf-customer-service/how-to-install-artificial-grass/
  7. http://www.artificial-grass.com/Frequently-asked-questions.php
  8. http://www.artificial-grass.com/permanent_base.htm
  9. http://grounds-mag.com/drainage/surface_water_drainage/
Mostra altro ... (13)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Casa & Giardino

In altre lingue:

English: Install an Artificial Lawn, Español: instalar un césped artificial, Русский: установить искусственный газон, Deutsch: Künstlichen Rasen verlegen, Português: Instalar um Gramado Sintético, Bahasa Indonesia: Memasang Halaman Rumput Buatan, Français: poser une pelouse artificielle

Questa pagina è stata letta 32 303 volte.
Hai trovato utile questo articolo?