Scarica PDF Scarica PDF

I lillà profumati e colorati sono facili da coltivare nella maggior parte delle regioni. Il lillà, sia se è un arbusto sia un alberello, dovrà essere potato regolarmente per mantenere una forma e una dimensione salubre. Pota i tuoi lillà nel periodo giusto dell'anno per ottenere magnifici fiori nella primavera seguente. Vedi i passaggi seguenti per saperne di più sulla potatura dei lillà.

Parte 1
Parte 1 di 2:
Potatura Annuale

  1. 1
    Taglia i fiori freschi in primavera. Quando i fiori di lillà raggiungono il loro picco e sono sul punto di sbiadire, tagliarli per creare mazzi per la casa aiuta effettivamente la pianta. Lasciati sui loro gambi, i fiori moriranno, ma continueranno ad assorbire energia che potrebbe essere destinata alla nuova crescita. Così non sentirti colpevole o vandalo quando vai fuori con il potatore manuale a raccogliere tutti i fiori più belli - stai facendo la cosa giusta per il cespuglio o l'albero di lillà.
    • Un altro termine per questo tipo di potatura con cui si rimuovono i fiori dalla pianta è deadheading. Oltre ai fiori che hanno appena passato il loro picco, pota quelli che sono già morti.
    • Effettua il taglio proprio alla base dei fiori.
    • Potresti disinfettare i tuoi attrezzi prima di potare in modo da evitare la diffusione delle malattie tra i fiori. Strofinali semplicemente con un disinfettante spray o dell'alcool isopropilico.
  2. 2
    Elimina i gambi lunghi. Dai un'occhiata al tuo cespuglio o albero di lillà e valuta se ci sono eventuali gambi extra-lunghi ma in salute che devono essere potati. Ciò aiuterà il lillà a mantenere la sua bella forma. Il processo di potare un po' gli steli è chiamato tipping off. Usa un potatore manuale per recidere i gambi più lunghi all'altezza della coppia più vicina.
    • Questo significa che rifilerai il gambo oltre la parte fiorita, e giù all'altezza in cui i germogli laterali stanno spuntando.
    • Se un gambo lungo non ha germogli laterali vicino alla base, potalo in prossimità del nodo o bocciolo più vicino, dove spunteranno nuovi germogli.
    • Questa potatura incoraggia il lillà a far spuntare nuova folta crescita vicino al punto di potatura.
  3. 3
    Dirada il lillà. Cerca gambi morti o malati. Se vedi qualsiasi gambo cascante, marrone o con l'aria malata nel tuo cespuglio o albero di lillà, taglialo vicino alla base. Questo processo si chiama diradamento, e aiuta la pianta, permettendo all'aria fresca di circolare ed eliminando il fogliame morto che assorbe la sua energia.
  4. 4
    Non potare tardi in estate o in autunno. Questa potatura annua dovrebbe avvenire in primavera – tra maggio e giugno. Favorirà lo sviluppo di nuovi germogli, che continueranno a crescere durante l'anno per poi fiorire la primavera seguente. Tuttavia, se poti troppo tardi in estate, rischi di recidere parte di questa nuova crescita - fioritura causando quindi una fioritura ridotta la successiva primavera.
    • Se poti in autunno o in inverno, il lillà potrebbe non produrre alcun fiore.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 2:
Ringiovanire un Lillà Coperto di Vegetazione

  1. 1
    Fai una valutazione del tuo lillà. Se è vecchio, coperto di vegetazione o senza forma, fare una potatura di ringiovanimento aiuterà a riportarlo a uno stato più salubre e più attraente. Questo tipo di potatura va oltre una potatura annua più leggera e prevede un taglio più deciso del cespuglio o dell'albero, consentendo un nuovo sviluppo del lillà.[1]
    • Fai la tua valutazione all'inizio della primavera, prima che il lillà ritorni alla vita. Questo è il periodo migliore dell'anno per una potatura più profonda.
    • Tieni presente che fare una potatura di ringiovanimento significherà perdere i boccioli in fase di maturazione che altrimenti si trasformerebbero nei fiori di questa primavera. Anche se sacrificherai i fiori di quest'anno, sarai ricompensato nelle stagioni seguenti con una migliore crescita e con altri fiori.
  2. 2
    Stabilisci se il tuo lillà è stato innestato. Alcuni lillà sono innestati con altre varietà al fine di produrre fiori di particolare forma o colore. Le piante innestate devono essere potate con maggiore cura, perché potare sotto il punto d'innesto disturberà l'equilibrio della pianta e modificherà il modo in cui la pianta cresce. Cerca un'area su uno dei tronchi principali del lillà, dove c'è una differenza notevole nella corteccia vicino a un nodulo. Questo è probabilmente l'innesto. Se non vedi qualcosa di simile, la pianta probabilmente non è stata innestata, quindi non è necessaria alcuna particolare attenzione quando poti.
  3. 3
    Utilizza tronchesine per potare la pianta vicino al suolo. Se i tronchi sono molto spessi, potrebbe essere necessaria una sega. Taglia ogni ramo di 1/3 o a metà. Il lillà ricrescerà, ma ci vorrà una stagione o due.
    • Se scopri che la tua pianta è stata innestata, assicurati di non tagliare sotto l'innesto.
  4. 4
    Recidi i polloni. I polloni sono giovani tronchi che crescono fuori dalla pianta originale, o spuntano dalla terra nelle vicinanze. Taglia questi fino alla base del tronco o a livello terra per impedirgli di diventare più grandi.[2] I polloni sottraggono energia al resto della pianta. Un cespuglio o un albero di lillà in buone condizioni di salute dovrebbe avere non più di 2 o 3 tronchi di grandi dimensioni.[3]
  5. 5
    Fertilizza la pianta successivamente. Se hai eseguito una potatura particolarmente importante, dovresti fertilizzare la pianta subito dopo in modo da ripristinare il pH del terreno. Puoi usare compost, letame o un preparato intorno alla pianta per aiutarla a guarire.[4]
    Pubblicità

Consigli

  • Se in una stagione una fioritura sfiorisce in anticipo rispetto a quella di altri rami, potala prima delle altre. Questo farà sì che il lillà fiorisca l'anno successivo.
  • Non appena i fiori sbocciano, inizia il processo di potatura recidendone un po' e mettendoli in casa.
  • Utilizzare un tagliasiepe può essere efficace quanto le cesoie per potatura, ma utilizzarlo per potare i cespugli di lillà può ridurre il fascino della pianta, dandole un aspetto eccessivamente rifilato.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non recidere troppi gambi. La regola è toglierne circa un terzo e bilanciare la rimozione dei vecchi con i nuovi. Poiché i vecchi steli producono fiori, è consigliabile conservarne molti. Tuttavia potare tutti i gambi nuovi comporterà che la pianta non riuscirà a fiorire in futuro.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Forbici
  • Piccola sega da giardino o sega a mano
  • Guanti per giardinaggio

wikiHow Correlati

Piantare un Albero di Avocado
Prendersi Cura di un Cactus di NatalePrendersi Cura di un Cactus di Natale
Coltivare un Albero di GiadaColtivare un Albero di Giada
Ravvivare un'Orchidea che non FiorisceRavvivare un'Orchidea che non Fiorisce
Innaffiare le OrchideeInnaffiare le Orchidee
Favorire la Fioritura delle OrchideeFavorire la Fioritura delle Orchidee
Coltivare il Bamboo della FortunaColtivare il Bamboo della Fortuna
Eliminare la Muffa dalle Piante da AppartamentoEliminare la Muffa dalle Piante da Appartamento
Far Rifiorire gli AmarilliFar Rifiorire gli Amarilli
Fare Talee di RosaFare Talee di Rosa
Coltivare un Ulivo da un Nocciolo d'OlivaColtivare un Ulivo da un Nocciolo d'Oliva
Piantare i Bulbi di Tulipano
Prendersi Cura di un Bambù della FortunaPrendersi Cura di un Bambù della Fortuna
Potare i GeraniPotare i Gerani
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Steve Masley
Co-redatto da:
Specialista in Orti di Verdura Biologica
Questo articolo è stato co-redatto da Steve Masley. Steve Masley si occupa della progettazione e della manutenzione di orti finalizzati alla produzione di verdure biologiche nella San Francisco Bay Area da oltre 30 anni. Nel 2007 e nel 2008 ha dato un corso di pratiche agricole sostenibili a livello locale sul campo all'Università di Stanford. Questo articolo è stato visualizzato 30 450 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 30 450 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità