Come Potare l'Ibisco

In questo Articolo:Comprendere i Principi della PotaturaLa Potatura dell'IbiscoRiferimenti

L'ibisco è una piante deliziosa, che produce fiori tra i più facili da riconoscere. Dopo che la pianta è cresciuta per qualche anno, è probabile che la produzione di fiori tenda a diminuire. Piuttosto che lasciare la pianta al suo destino, puoi provare ad apprendere le tecniche di potatura per cercare di rivitalizzarla. Con alcune nozioni di potatura, puoi rinnovare la produzione di fiori delle tue piante di ibisco.

1
Comprendere i Principi della Potatura

  1. 1
    Devi sapere prima di tutto perché si potano le piante di ibisco. I fiori dell'ibisco crescono sulle estremità dei rami. Potando una pianta sana, la si incoraggia a produrre più rami e quindi più boccioli. Un altro scopo della potatura è di eliminare rami morti o malati, in modo da favorire la ricrescita di rami sani e vitali.
  2. 2
    Devi quindi capire quando eseguire la potatura. La potatura deve essere eseguita in modo da essere in armonia con i normali ritmi di crescita della pianta. La pianta di ibisco non va potata in autunno inoltrato o in inverno, per non limitarne la crescita nella primavera successiva. Il periodo migliore per la potatura varia da luogo a luogo, ma le potature più incisive devono essere svolte all'inizio della primavera, mentre si possono rimuovere altre parti più limitate durante tutta la stagione della fioritura, fino all'inizio dell'autunno.[1]
  3. 3
    Procurati gli attrezzi giusti. Per potare senza danneggiare la pianta ti serve un coltello molto affilato, un paio di cesoie da giardinaggio affilate, un paio di cesoie da potatura affilate, e un seghetto per eventuali rami troppo grossi per poter essere potati con le cesoie. È meglio procurarsi inoltre del disinfettante per usi agricoli, per sterilizzare gli attrezzi ed evitare che la pianta possa essere infettata da patologie o parassiti di provenienza esterna.
    • Gli attrezzi che impieghi devono essere molto affilati. Lame poco affilate possono arrecare danni alla pianta, danni che vanno oltre al beneficio della potatura stessa. Dedica alcuni minuti all'affilatura degli strumenti, o procuratene di nuovi se sono troppo rovinati dall'uso.[2]
  4. 4
    Ora devi imparare dove effettuare il taglio. Tieni presente che il punto dove tagli sarà l'origine della nuova crescita. Lo scopo è tagliare i rami che si trovano sul lato esterno della pianta, tagliando circa mezzo centimetro sopra a dove si trova un ramo secondario o una foglia, e praticando il taglio con un'inclinazione di 45° verso l'alto. La parte inferiore del taglio deve essere quella più vicina alla pianta, mentre la parte superiore deve essere la più lontana dalla pianta.
  5. 5
    Devi infine capire quanta parte di ogni ramo vuoi rimuovere. Anche se questa valutazione varia in base alle condizioni della pianta, la regola generale è di non tagliare più di 2/3 di ciascun ramo. Tagliando oltre non stai potando la pianta, la stai distruggendo, e questo intervento dovrebbe essere svolto solo se motivato da esigenze di salute della pianta stessa.

2
La Potatura dell'Ibisco

  1. 1
    Sfoltire la pianta. Una sfoltitura in questo caso significa tagliare solo le estremità più alte della pianta, in modo da stimolare la crescita senza ridurre le dimensioni complessive della pianta. Questa potatura è la più limitata, e anche la più sicura per chi è ancora alle prime armi. La sfoltitura si fa solitamente su piante giovani e di piccola taglia, che non richiedono altro tipo di potatura fino a che non crescono ulteriormente. Pota ogni ramo terminale fino all'altezza della biforcazione inferiore.
  2. 2
    Prova con la potatura selettiva. Questo è il passaggio successivo rispetto alla sfoltitura dell'ibisco, e prevede il taglio di rami più importanti della pianta, ma solo in alcuni punti, in modo da mantenere l'aspetto e la forma della pianta stessa. Con la potatura selettiva cerchi di tagliare sempre sopra a un punto dove ci sia già crescita precedente, a un'altezza di circa 1/3 del ramo. Ripetendo l'operazione sulla maggior parte dei rami della pianta si ottiene una nuova crescita sana dai punti dove hai tagliato.
  3. 3
    Potatura completa. Una potatura completa significa ridurre le dimensioni dell'intera pianta, e si effettua all'inizio della primavera, in modo che la pianta rifiorisca con maggior vigore. La potatura completa lascia un po' di amaro in bocca, in quanto per rinvigorire la pianta si procede a eliminarne la maggior parte dei rami e la si riduce drasticamente. Procedi tagliando ciascun ramo in modo che rimangano solo uno o due germogli, e ricordando di non tagliare più di 2/3 di ciascun ramo.
  4. 4
    Potatura correttiva. Come suggerito dal nome, la potatura correttiva è necessaria quando la pianta ha qualche problema. Di solito si usa sulle piante che hanno subito danni o che sono malate. Rimuovi porzioni di ramo fino ad esporre legno verde. Se trovi legno bianco e duro da tagliare, significa che la parte o l'intera pianta sono morte e non si riprenderanno.
  5. 5
    Potatura drastica. La potatura drastica si esegue solo in casi particolari, ovvero se la pianta di ibisco è morente o molto danneggiata, e comprende la rimozione di ciascun ramo fino ad esporre il legno vivo, con la speranza che la pianta si riprenda e cresca nuovamente. La potatura drastica non salva una pianta già morta, ma almeno nel procedimento ti renderai conto se non ci sono più speranze per quel particolare ibisco.[3]

Consigli

  • La potatura è il momento ideale per verificare la presenza di parassiti. Se necessario, irrora con antiparassitari specifici, e ripeti l'operazione ogni due settimane durante la stagione della fioritura.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Giardinaggio

In altre lingue:

English: Prune Hibiscus, Português: Podar Hibiscos, Deutsch: Einen Hibiskus zuschneiden, Русский: обрезать гибискус, Français: tailler un hibiscus, Español: podar el hibisco, Bahasa Indonesia: Memangkas Kembang Sepatu, Nederlands: Hibiscus snoeien, العربية: تقليم نبات الخبيزة

Questa pagina è stata letta 96 477 volte.
Hai trovato utile questo articolo?