Come Potare la Lavanda

La lavanda è una pianta che fa parte della famiglia della menta, produce piccoli fiori viola e un intenso fogliame aromatico; cresce meglio nelle zone soleggiate, con terreni rocciosi e assume la forma di arbusto che si sviluppa ogni anno. A ogni stagione che passa, cresce sempre più fitta e i suoi gambi possono diventare spessi, legnosi e pesanti. Se viene potato correttamente, l'arbusto di lavanda produce un sacco di fiori profumati e più volte per ogni stagione. Continua a leggere per imparare a tagliare i germogli fioriti della lavanda e potare la base dell'arbusto per prepararlo per l'inverno.

Metodo 1 di 3:
Potare durante la Stagione di Crescita

  1. 1
    Aspetta il secondo anno prima di iniziare a potare un arbusto di lavanda. Questa pianta richiede alcuni anni per stabilizzarsi completamente. Durante il primo anno in cui la pianti, può produrre solo alcuni gambi di fiori. In quelli successivi, produrrà un cespuglio fiorito sempre più fitto. La prima volta che la poti, durante il suo secondo anno di crescita, puoi ottenere solo una manciata di steli. Nel terzo o quarto anno della lavanda, dovresti riuscire a procurarti 5-8 mazzi, che puoi essiccare per usi vari oppure da esporre come elemento decorativo.
  2. 2
    Taglia la lavanda appena si aprono i fiori. La lavanda è nella sua fase più fragrante quando i boccioli dei fiori sono aperti. Ciò dovrebbe verificarsi in tarda primavera o all'inizio dell'estate. Taglia l'arbusto nel pomeriggio, quando gli oli essenziali sono più forti.[1]
    • Volendo, puoi attendere un paio di settimane dopo che sono spuntati i boccioli per godere della loro vista e del loro profumo in giardino, ma se aspetti questo tempo, sappi che gli oli non saranno più così intensi. Se pensi di utilizzare la lavanda per preparare un olio essenziale, è meglio tagliarla presto.
  3. 3
    Usa delle forbici molto pulite. Assicurati di utilizzare delle forbici o cesoie che sono state ripulite dai residui di terra e accuratamente disinfettate in una soluzione di candeggina. Questa precauzione garantisce che la pianta non sviluppi una malattia batterica. Dovresti anche assicurarti che le cesoie siano molto taglienti, in modo da fare un taglio netto che possa rimarginarsi velocemente.
    • Evita di usare forbici specifiche per attività artigianali per potare la lavanda, in quanto non potresti ottenere un taglio ben netto.
    • La migliore opzione è usare le forbici da potatura bypass. Questo tipo di forbici è a molla, con due lame ricurve.
  4. 4
    Afferra i gambi in grandi mazzi e taglia l'arbusto a un terzo della sua lunghezza. Con una mano raccogli abbastanza steli che possono stare in un pugno, quindi taglia i gambi con le cesoie. Recidi gli steli in modo che 1/3 della loro lunghezza rimanga sull'arbusto.[2]
    • Se la tua lavanda è piuttosto “anziana”, probabilmente dovrai tagliare più di una semplice manciata di steli.
    • Non tagliare la parte legnosa dell'arbusto. Assicurati di lasciare intatta tutta la zona più indurita e spessa, in quanto il taglio in questo punto potrebbe danneggiare la pianta.
  5. 5
    Taglia una seconda volta alla seconda fioritura. Durante l'estate, nella fase avanzata del periodo di crescita, l'arbusto produce un'altra serie di fiori. Puoi tagliare anche questi nello stesso modo in cui hai potato i primi boccioli: pota i gambi afferrandoli a manciate.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Potare in Preparazione dell'Inverno

  1. 1
    Pota la pianta a 2,5 cm dalla parte legnosa. In autunno, dopo che la seconda fioritura è spuntata e appassita, taglia gli steli fino a 2,5 cm sopra il tronco. Se li lasci troppo lunghi, la neve può accumularsi su di essi fino ad appesantire e rompere la pianta oppure il vento potrebbe soffiare forte e spezzare i rami più deboli. Un'adeguata potatura in vista dell'inverno renderà molto più semplice la sopravvivenza della pianta durante il rigido clima della stagione.
    • Questa operazione, inoltre, eviterà che la pianta diventi troppo legnosa; infatti le parti dell'arbusto che diventano troppo grosse e spesse non producono nuovi gambi; gli steli crescono dai nuovi germogli che emergono ogni anno dall'arbusto. Inoltre, una grande base legnosa è più incline a rompersi o a marcire, quindi l'ideale è di evitare che assuma queste caratteristiche.
  2. 2
    Non togliere il legno stesso. Anche se non vuoi che la base diventi troppo legnosa, non devi tagliare il legno vecchio dell'arbusto. Alcuni tipi di piante ad arbusto rinvigoriscono e crescono meglio quando viene tagliata loro la parte legnosa, ma non è il caso della lavanda. Le parti che tagli non crescono nuovamente; assicurati quindi di non eliminare la parte di arbusto che è diventata legnosa.[3]
  3. 3
    Pota le parti morte o danneggiate in primavera. Se vivi in una regione caratterizzata da forti nevicate e un clima rigido, il cespuglio di lavanda rischia di perdere alcuni rami durante l'inverno. Esamina la pianta in primavera, prima che inizi a produrre nuovi germogli. Rimuovi qualunque ramo rotto o marcio per facilitare una nuova crescita.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Essiccare e Usare la Lavanda

  1. 1
    Fai essiccare la lavanda. Dopo averla potata attentamente, puoi metterla in un vaso o essiccarla per un ulteriore uso. Per disidratare la lavanda, hai due possibilità: puoi legarla in mazzi e appenderla capovolta oppure esporla al sole e lasciare che si asciughi completamente nell'arco di alcuni giorni.
    • Per appendere la lavanda e farla essiccare, usa un elastico per unire i gambi. Appendi il mazzetto a testa in giù in un luogo fresco, asciutto e lascialo asciugare per una settimana o più. Questo metodo ti permette di conservare il colore e il profumo della lavanda.
    • Per disidratarla al sole, appoggiala su un pannello che poi andrai a mettere in un luogo soleggiato. La lavanda si essiccherà nel corso di 5 giorni circa. Tieni presente che con questo metodo tende a sbiadire e diventare di un colore più chiaro.
  2. 2
    Usa la lavanda per fare dei lavori di bricolage. Il profumo rilassante e stimolante di questa erba la rende un ingrediente molto diffuso in lozioni, saponi e deodoranti di ogni genere. Stacca le gemme essiccate dai gambi e usale per creare un olio essenziale, aggiungile in un sapone casalingo oppure uniscile a dei petali di rosa e altri fiori secchi per creare un potpourri.
  3. 3
    Usala per cucinare. La lavanda è una pianta commestibile che conferisce un sapore delizioso a molti piatti dolci e salati. Insaporisci una torta con un cucchiaino di lavanda macinata o aggiungi i germogli nel piatto quando stai preparando il roastbeef. Inoltre, la lavanda rende ottima anche una tisana.
    Pubblicità

Consigli

  • Se il tuo arbusto di lavanda è molto grande e piuttosto incolto, puoi potarlo a metà delle sue dimensioni originali anziché solo per un terzo. Anche se all'inizio la lavanda potrebbe sembrarti piuttosto rada e spoglia, dovrebbe tornare folta e cespugliosa durante la stagione successiva.
  • È meglio tagliarla in primavera, prima che inizino le fioriture, anche se puoi optare per l'autunno, una volta che i fiori sono appassiti. A prescindere da quando decidi di tagliare la lavanda, dovresti farlo solo una volta all'anno, altrimenti rischi di compromettere la sua capacità di produrre fiori.
  • Tra una potatura annuale e l'altra, se lo desideri, puoi tagliare i fiori ancora una volta, alla fine del processo di fioritura, così che la pianta tragga il massimo del beneficio. Questo si tradurrà in ulteriori e successive fioriture.
  • Prima di potare la lavanda, acquista un paio di guanti da giardinaggio per proteggere le mani dalle vesciche che si possono formare usando le cesoie.
  • Conserva i pezzi di lavanda tagliati per utilizzarli in composizioni secche o per metterli in sacchetti. La fragranza durerà a lungo.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non tagliare il cespuglio di lavanda quando è ancora giovane. Devi aspettare almeno due anni, in modo che si stabilizzi bene nel terreno prima di iniziare a potarlo.
  • Non tagliare gli steli troppo vicini alla base. Lascia un po' di zona verde, altrimenti ci vorrà molto tempo prima che possano ricrescere adeguatamente; inoltre il cespuglio avrà un aspetto irregolare; senza contare il fatto che se poti eccessivamente provochi una fioritura ridotta.
  • Non tagliare mai la lavanda con delle forbici smussate, perché otterresti un taglio irregolare sulla punta e il cespuglio apparirebbe deforme e poco attraente.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Cespugli di lavanda
  • Cesoie
  • Alcol o candeggina

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 27 566 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità