Scarica PDF Scarica PDF

La schefflera è una comune pianta d'appartamento facile da coltivare, perché prospera anche in condizioni di luce artificiale o comunque con poca esposizione luminosa ed è soggetta a pochi parassiti infestanti. Tuttavia può essere necessario potarla ogni tanto, se diventa troppo grande o disordinata. Questo articolo descrive come potare la tua pianta schefflera. Il processo è davvero molto semplice.

Parte 1 di 2:
Valutare la Pianta

  1. 1
    Esamina la pianta per verificare se ha un unico stelo o più gambi. Questo aspetto influirà sul metodo di potatura. Una con più steli, in genere, offre più possibilità di essere potata in modi differenti, dato che può crescere più piena e folta, quindi le foglie hanno più spazio dove crescere. La schefflera con un solo gambo, invece, tende a crescere per lo più in altezza e genera una pianta sottile.
    • Cerca di seguire la forma naturale della pianta durante il taglio. È più difficile andare contro la crescita naturale; cerca invece di potarla rispettandone lo sviluppo, tagliandola man mano che cresce.
    • È importante controllare questo aspetto soprattutto quando acquisti una nuova pianta. Se desideri una schefflera piena e folta, assicurati di sceglierne una con fusti multipli, in modo che cresca anche in ampiezza, ai lati e verso l'alto. Se vuoi una pianta che cresca più alta e rimanga relativamente sottile, scegli una schefflera con un solo stelo (e taglia qualunque altro gambo che con il tempo potrebbe spuntare dal suolo).
  2. 2
    Stabilisci quale aspetto desideri che assuma la tua pianta ora e in futuro. Alcune persone la preferiscono alta e sottile, mentre altre la desiderano piuttosto bassa ma folta. Tutto dipende da dove vuoi posizionarla in casa e quante cure sei in grado di offrirle. Un aspetto della potatura di una pianta consiste anche nel decidere come vuoi che cresca e aiutarla in quella direzione.
    • La schefflera forma molti nodi di crescita, ossia i punti sullo stelo in cui germogliano le foglie. Dato che questa pianta, in genere, presenta molte crescite e nodi che si possono tagliare, ipotizza come si svilupperà in futuro, quando valuti se ha bisogno di una potatura, in modo da favorire un certo tipo di crescita in specifiche direzioni.
    • È importante prendere questa decisione prima di tagliare le foglie! Devi avere già un’idea prima di iniziare, in modo da evitare errori e tagliare troppe foglie.
  3. 3
    Controlla la condizione generale della pianta. Prima di tagliarla devi essere certo che sia adeguatamente posizionata nel vaso e in buona salute. Assicurati che il terriccio sia di buona qualità e umido. Prima di potarla potresti anche valutare l’opportunità di rinvasarla, se temi che le radici siano compresse e vuoi favorirne la crescita.
    • Dovresti anche controllare che le foglie siano sane. Se sono scolorite o presentano delle macchie marroni, potrebbe esserci qualche problema che devi risolvere; forse è stata irrigata troppo o il suolo è carente di sostanze nutrienti. La schefflera soffre se resta in un terreno troppo inzuppato d’acqua. Devi aspettare che il terriccio si asciughi prima di innaffiare la pianta un’altra volta. Se questo non migliora la sua condizione, dovresti sostituire la terra all'interno del vaso.
    Consiglio dell'Esperto

    “Se noti un gambo dall'aspetto malsano o foglie danneggiate, è una buona indicazione che dovresti potare la tua pianta.”

    Maggie Moran

    Maggie Moran

    Orticoltrice
    Maggie Moran lavora come Giardiniera Professionale in Pennsylvania.
    Maggie Moran
    Maggie Moran
    Orticoltrice
  4. 4
    Prepara gli strumenti. Assicurati sempre di usare strumenti affilati e puliti durante la potatura. Per le piante di schefflera gli strumenti di cui hai bisogno dipendono in gran parte dalle sue dimensioni. Potatori manuali, cesoie e troncarami funzioneranno per la maggior parte dei piccoli arbusti. Tuttavia, una schefflera può crescere fino a 3 metri di altezza! Per le piante più grandi potrebbe essere necessario utilizzare un potatore a palo.
    • Prendi in considerazione la possibilità di rivolgerti a un servizio di potatura professionale se l'albero è troppo grande per essere maneggiato in sicurezza con uno strumento casalingo.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Tagliare la Pianta

  1. 1
    Riduci l'altezza della schefflera tagliando uno stelo verticale appena sopra un nodo di crescita. In altre parole, taglia appena sopra il punto in cui è germogliata una foglia. Potandola in questo punto dello stelo eviti che torni a crescere subito in altezza e favorisci un aspetto più pieno nella zona tagliata.
    • Usa un paio di cesoie a doppia lama, proprio come le forbici. Altri tipi di cesoie hanno la tendenza a schiacciare gli steli e impediscono di fare un taglio netto e senza danni.
    • A volte la schefflera cresce in altezza, diversamente da come vorresti, per mancanza di luce. Sostanzialmente la pianta cresce per il bisogno di trovare più luce. Tieni presente questo aspetto quando individui un luogo adatto dove metterla.
  2. 2
    Riduci la larghezza della pianta, tagliando i rami orizzontali, anche in questo caso appena sopra il nodo di una foglia. Ricorda che otterrai una nuova crescita al nodo in cui tagli, quindi dovresti potare la pianta a un'altezza inferiore rispetto a quella che desideri, in previsione della sua futura crescita. La schefflera è in grado di sopportare senza problemi anche delle potature piuttosto drastiche, quindi non devi temere di tagliare eccessivamente.
    • Anche con questo tipo di taglio, procurati delle cesoie a doppia lama, in modo da non schiacciare il gambo.
  3. 3
    Taglia tutti gli steli fino a 15 cm dalla base per ringiovanire una pianta spoglia sul fondo e dall’aspetto incolto. A volte questa pianta viene trascurata e assume una brutta forma, a dimostrazione delle poche cure che le sono state riservate e, se non riesci a trovare un modo per conferire una bella forma estetica alla pianta con una potatura delicata, puoi decidere di tagliarla completamente piuttosto vicino al suolo. Questo permetterà alla schefflera di ricominciare a crescere quasi da zero assumendo una forma che potrai controllare meglio durante la crescita. Non devi preoccuparti, crescerà ancora e sicuramente meglio se le fornirai abbastanza luce, umidità e nutrienti.
    • Quando procedi con un taglio piuttosto drastico, assicurati comunque di lasciare 2-3 nodi su ogni stelo. In questo modo avrà comunque ampie zone da cui formare delle nuove crescite.
    • I gambi grandi che hai tagliato sarebbero ottime talee per propagare nuove piante. Inserisci una talea con almeno due strati di foglie in un terreno umido per alcune settimane. Questo permetterà al taglio di sviluppare nuovi nodi, sufficienti per continuare a crescere. Dal fondo della talea dovrebbero formarsi le radici e la pianta può quindi essere ripiantata.
    Pubblicità

Consigli

  • È normale che la schefflera, invecchiando, perda le foglie lungo la parte inferiore del tronco. È sufficiente eliminarle man mano che muoiono.
  • Se vuoi ottenere una pianta completamente folta e piena, non dimenticare di ruotarla, in modo che tutti i lati vengano equamente esposti a una buona quantità di luce, altrimenti un lato può risultare più spoglio e scarno, e un altro crescere fitto di foglie.
  • Ogni tanto schiaccia la punta in alto di una pianta giovane con le dita per permetterle di svilupparsi meglio in larghezza e assumere un aspetto pieno. Pizzicando il punto in cui cresce uno stelo, costringi la pianta ad allargarsi anziché crescere sottile in altezza.
  • Se una schefflera ha molte diramazioni quando è ancora piccola, puoi intrecciarle in modo originale così che rimanga intrecciata man mano che si sviluppa. Quando avvolgi i gambi tra loro, accertati che rimangano tutti ben radicati nel terreno.
  • Se diventi un esperto di potatura, valuta di sfruttare le tue abilità a un livello superiore e creare un bonsai della tua schefflera!
Pubblicità

Avvertenze

  • Le foglie di una schefflera possono essere velenose se ingerite da cani e gatti. Assicurati che i tuoi animali domestici non riescano a raggiungerle, se tieni alla loro salute.


Pubblicità

wikiHow Correlati

Piantare un Albero di Avocado
Innaffiare le OrchideeInnaffiare le Orchidee
Ravvivare un'Orchidea che non FiorisceRavvivare un'Orchidea che non Fiorisce
Coltivare un Albero di GiadaColtivare un Albero di Giada
Curare Tulipani Appena TagliatiCurare Tulipani Appena Tagliati
Fare Talee di RosaFare Talee di Rosa
Favorire la Fioritura delle OrchideeFavorire la Fioritura delle Orchidee
Rinvigorire una Pianta di Aloe Vera AppassitaRinvigorire una Pianta di Aloe Vera Appassita
Prendersi Cura delle OrchideePrendersi Cura delle Orchidee
Ottenere una Pianta di Aloe da una Foglia
Potare la SalviaPotare la Salvia
Prenderti Cura di una Sansevieria o Pianta SerpentePrenderti Cura di una Sansevieria o Pianta Serpente
Prendersi Cura di un Cactus di NatalePrendersi Cura di un Cactus di Natale
Potare la BougainvilleaPotare la Bougainvillea
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 17 981 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 17 981 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità