Sei alle prime armi con le immersioni subacquee? Oppure hai già fatto immersioni in giro per il mondo? Ecco alcuni consigli che puoi seguire per praticare al meglio le tue immersioni subacquee.

Passaggi

  1. 1
    Impara a respirare. Non è un consiglio immediato, visto che una delle regole principali dell'immersione subacquea è quella di non trattenere mai il respiro.
    • Respira in modo naturale. Può sembrare illogico, ma più ti concentri su come stai respirando e più in fretta consumi l'aria. Il modo migliore per evitare di concentrarti sul respiro è concentrarti su quello che stai facendo. Stai facendo un'immersione subacquea, goditi l'esperienza!
    • Visto che ti stai mantenendo in galleggiamento neutro (se questo non è il caso ricorda cosa hai appreso in merito all'aumentare e diminuire l'aria del tuo giubbotto ad assetto variabile) il tuo respiro ti servirà a controllare se ti stai alzando o abbassando nell'acqua. In questo caso va bene controllare occasionalmente il proprio respiro.
      • Non devi per nessun motivo trattenere l'aria per più di un secondo o due. Può causare danni dovuti all'iperespansione dei polmoni (per esempio esplodere come un palloncino) e uno scompenso dei livelli di CO2 nel sangue.
    • Stare calmo permette al tuo corpo di necessitare di meno ossigeno. Un subacqueo novizio avrà difficoltà a tenere abbastanza aria nella bombola per stare immerso insieme ad un subacqueo esperto. Ciò è dovuto principalmente al fatto che un subacqueo esperto si trova più a suo agio in immersione, sebbene anche una buona forma fisica influisca molto. Se ti trovi a respirare corto e rapidamente prenditi qualche istante per allungare e rallentare i tuoi respiri.
  2. 2
    Usa un computer da polso per le immersioni. La maggior parte dei subacquei più qualificati vengono allenati con tabelle di immersione per monitorare i livelli di azoto nel sangue. Le tabelle permettono di ottenere valori in base ai quali determinare quanto spingersi in profondità nell'immersione e per quanto tempo.
    • Il problema delle tabelle di immersione è che si basano sulla tua profondità massima (o su poche profondità, dipende dalla tabella). Non sono molto accurate poiché se l'immersione ha luogo per il 90% a 12,2 mt, ma per un paio di minuti scendi a 21,3 mt devi usare la tabella come se fossi a 21,3 mt per tutta la durata dell'immersione.
    • I computer da polso registrano la profondità diverse volte al minuto (se non ogni secondo) e calcolano il livello di azoto nel sangue in modo molto più accurato. I computer da polso incorporano anche la sosta di sicurezza e il tempo di superficie per permettere il massimo tempo di fondo.
  3. 3
    Nuota soltanto usando le pinne. I subacquei indossano le pinne non soltanto per compensare la resistenza aerodinamica causata da tutte le attrezzature che indossano ma anche per nuotare in modo più efficiente.
    • L'efficienza è la chiave per avere il massimo tempo di fondo; usare meno energia implica respirare meno aria. I subacquei esperti solitamente piegano le braccia in modo da diminuire la resistenza aerodinamica e le usano soltanto quando devono toccare o afferrare qualcosa.
    • Nuota con le gambe piuttosto diritte e tese per ottimizzare la spinta. Dai la direzione con le gambe e le pinne e usa il tuo volume polmonare per favorire l'ascesa o la discesa.
    • Evita di dare calci rapidi con le ginocchia piegate o di nuotare "a cagnolino". Questa tecnica non è efficiente: usa più aria per un movimento minore e fa perdere molto controllo delle pinne. In diverse immersioni un subacqueo che nuotava in questo modo ha calciato e distrutto un bellissimo pezzo di corallo o ha sollevato così tanta sabbia da impedire la visibilità a tutti gli altri.
    • Evita di usare le mani finché nuoti. Non è semplice, soprattutto per i subacquei novizi ma migliorando la tecnica di galleggiamento e imparando a muoverti soprattutto con le pinne imparerai a fare meno affidamento sulle mani per il controllo della stabilità. Osserva il tuo istruttore: probabilmente nuota con le braccia incrociate, completamente stese e adagiate orizzontalmente sulla pancia. Cerca di imitarlo.
  4. 4
    Tieniti in forma. Non è necessario un grande allenamento fisico per fare immersioni subacquee ma una forma fisica non buona influisce in più di un livello.
    • Il grasso corporeo aumenta il galleggiamento, pertanto è necessario mettere più peso nella cintura per immersione. Un corpo largo richiede una muta più larga, più difficile da trovare in commercio, e contribuisce ad aumentare il galleggiamento.
    • Una buona forma fisica permette inoltre di nuotare con una resistenza aerodinamica minore e con meno sforzo (per i motivi citati nella sezione "nuota con le pinne"). Infine, il grasso corporeo, anche se per lo più inerte, utilizza l'ossigeno per sopravvivere, sprecando così l'ossigeno che potrebbero usare i muscoli.
    • Un subacqueo dalla buona costituzione consuma meno energia, e quindi meno ossigeno, di un subacqueo gracile.
  5. 5
    Mantieniti ben idratato e non affaticato. La disidratazione è uno stato pericoloso in caso di immersioni subacquee: l'aria filtrata che si respira dalla bombola è molto secca (lo deve essere, per evitare che la bombola si arrugginisca), si consuma molta energia nuotando e, in aggiunta, si suda.
    • La disidratazione aumenta l'aria richiesta per nuotare perché i globuli rossi non lavorano al massimo. Inoltre, è stato dimostrato che la disidratazione durante l'immersione causa un aumento del livello di azoto nel sangue.
    • Fare un'immersione se si è affaticati non è una buona idea. Può aumentare ulteriormente la fatica e portare addirittura allo sfinimento e causare crampi o altri seri problemi sott'acqua. Non forzarti troppo: bisogna essere al top della forma prima di entrare in acqua.
    • Fare un'immersione se si ha il raffreddore può essere rischioso se le orecchie e i seni nasali sono coinvolti. Se decidi di immergerti ugualmente vai molto piano e ritorna in superficie se non ce la fai ad effettuare la compensazione della pressione nelle orecchie. Meglio evitare di farsi esplodere un timpano!
  6. 6
    Cerca di essere il primo ad andare in acqua. Se fai un'immersione da una barca pubblica con altri subacquei assicurati che tu e il tuo compagno siate pronti a scendere in acqua non appena è permesso, in modo da essere i primi in acqua.
    • Essere i primi ad andare in acqua permette di non soffocare nella parte superiore della muta più a lungo di quanto già devi. Inoltre, essendo i primi, non ci si perde un solo minuto dell'esperienza.
  7. 7
    Resta in acque non troppo profonde ma senza perderti nulla. Meno in profondità vai e meno azoto compresso entra nella circolazione sanguigna e ogni respiro utilizza una bassa percentuale di aria dalla bombola. Questo ti permette di stare giù più a lungo con la stessa bombola e la ridotta quantità di azoto ti permette di stare giù più a lungo in immersioni consecutive.
    • Non perderti niente di interessante però! Stare in acqua per molto tempo senza però vedere nulla non è molto divertente, quindi assicurati di stare abbastanza in profondità da goderti le meraviglie marine.
  8. 8
    Usa lo snorkel (boccaglio) in superficie invece del regolatore. Con uno snorkel puoi già dare un occhio in giù dalla superficie finché aspetti i tuoi compagni. Qualche volta è necessario fare una nuotata in superficie prima di scendere. Molte persone che non hanno lo snorkel nuotano all'indietro in questo caso, purché tu non faccia uso del regolatore finché sei ancora in superficie.
    Pubblicità

Consigli

  • Controlla sempre le condizioni e la funzionalità del tuo equipaggiamento prima di ogni immersione e conservalo in maniera adeguata.
  • Se ti viene il mal di mare scendere in acqua calmerà la nausea (come succede se sei sotto l'onda invece che sopra). Questo è un altro buon motivo per essere i primi a scendere in acqua. Se la nausea non passa una volta immerso (possono servire alcuni minuti) potrebbe essere qualcosa di più che mal di mare. I regolatori sono fatti anche per vomitarci all'interno, perciò non preoccuparti di rovinare l'attrezzatura.
  • Usa un rebreather se vuoi davvero sfruttare al meglio la tua immersione. Non c'è bisogno di aggiungere che il rebreather necessita di un training particolare prima di essere utilizzato.

Pubblicità

Avvertenze

  • Dopo la tua ultima immersione non prendere un aereo né un ascensore che superi i 600 mt di altezza sul livello del mare per almeno 24 ore.
  • L'immersione subacquea può essere un'attività pericolosa se non si ha un addestramento adeguato.
  • Non importa quello che dice il tuo computer da polso riguardo al tempo di fondo ecc.: non superare il limite per le immersioni subacquee ricreative (40 mt)!
  • Non lasciare che la tua attrezzatura resti completamente senza aria. Non soltanto non è sicuro per te ma può anche danneggiare il regolatore e l'octopus.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Misurare le Dimensioni della Mano

Come

Scegliere un Binocolo

Come

Andare sullo Skateboard (Guida per Principianti)

Come

Imparare le Tecniche dei Ninja

Come

Diventare un Pilota di Formula 1

Come

Correre 5 km in 20 Minuti

Come

Diventare un Calciatore Professionista

Come

Andare in Skateboard

Come

Sparare con una Pistola

Come

Perdere Velocemente le Maniglie dell'Amore

Come

Praticare lo Sci di Fondo

Come

Trattenere il Respiro per Molto Tempo

Come

Eseguire il Salto in Alto (Atletica Leggera)

Come

Diventare Ambidestro
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 12 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 4 857 volte
Categorie: Sport & Fitness
Questa pagina è stata letta 4 857 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità