Come Prendere in Affido un Gattino

Prendere in affido dei gattini è un'esperienza meravigliosa e gratificante. I rifugi per animali e i gattili hanno spesso mici molto piccoli che hanno bisogno di una sistemazione temporanea dove vivere prima di essere diventati abbastanza grandi per essere adottati. L'affido richiede tempo, impegno e motivazione, nonché la forza di restituire il micio al gattile o al rifugio perché trovi una nuova casa, ma verrai ricompensato vedendo i gattini che hai cresciuto vivere felici nelle loro nuove case.

Passaggi

  1. 1
    Contatta i gattili o i rifugi per animali della tua zona; quasi tutti danno animali in affido e apprezzano molto l'aiuto ricevuto. Prima di poter prendere un animale in affido, è necessario ricevere l'approvazione del rifugio e compilare tutti i moduli richiesti. Potrebbero chiederti di seguire una o due lezioni di corso di formazione, durante le quali il personale del rifugio ti spiegherà dettagliatamente come prenderti cura dei gattini. Dopo aver ottenuto l'abilitazione all'affido, potrebbe volerci un po' di tempo prima che ti diano effettivamente un micio in affido. Il periodo in cui c'è più bisogno è la primavera, la stagione in cui nascono più cucciolate e molti gattini arrivano ai rifugi per animali. In questi periodi, spesso i gattili sono sovraffollati di micini e il tuo aiuto sarà davvero molto utile.
  2. 2
    Decidi che tipo di gattini vuoi prendere in affido. Per cominciare, devi sapere che ci sono due diverse categorie di gattini: quelli che sono insieme alla mamma e quelli orfani. Questo articolo si concentra maggiormente sui gattini che sono insieme alla mamma. Se vuoi maggiori informazioni su come ci si occupa di gattini orfani, cerca su Wikihow e leggi "Come Prendersi Cura di Gattini Orfani." Come puoi immaginare, è molto più semplice occuparsi di gattini che sono insieme alla mamma. Mamma gatta, infatti, svolge la gran parte del lavoro: allattare, pulire, tenere al caldo e stimolare i micetti a fare i bisogni. Se sei al tuo primo affido, ti conviene ospitare una gatta con i suoi cuccioli, poiché senza la mamma i gattini corrono maggiori rischi di ammalarsi e morire, fenomeno noto come "ritardo di crescita." Non c'è una cura per questo, quindi avere mamma gatta è molto utile. Tieni conto anche dell'età dei gattini. Più sono piccoli, più elevato è il rischio che non riescano a sopravvivere e più richiedono cure e attenzioni. Senza la madre, i cuccioli molto piccoli hanno molte probabilità di non farcela. In base al tuo livello di esperienza, chiedi in affido i cuccioli che sai gestire meglio. Potrebbe volerci più tempo, ma non prenderti più responsabilità di quelle che sei in grado di gestire.
  3. 3
    Scegli una stanza per i gattini e rendila a prova di gatto. È bene riservare una stanza per i gattini; un luogo piccolo e silenzioso dove non ci siano altri animali che possano disturbare i micetti. Rendere una stanza a prova di gatto significa eliminare tutti gli oggetti potenzialmente pericolosi per i cuccioli, ad esempio cavi, prese elettriche, qualsiasi oggetto abbastanza piccolo perché i gattini posano ingerirlo rischiando di soffocare (elastici per capelli, clip, giocattoli, etc), qualsiasi pianta che potrebbe essere masticata, dispositivi per computer costosi o facilmente danneggiabili, etc. Se la stanza è molto piena, potrebbe essere una buona idea togliere scrivanie, sedie, ripiani, mensole, etc. Togli dalla stanza tutto ciò che non vuoi venga danneggiato o che potrebbe essere pericoloso per i gattini. Prendi in considerazione anche l'idea di spostare i letti o altri mobili dove i cuccioli potrebbero nascondersi facilmente, perché non sarebbe divertente trascorrere il tuo tempo cercando di tirarli fuori da lì.
  4. 4
    Metti nella stanza oggetti utili e divertenti per i gatti. Sarà bene mettere una cuccia o una scatola, un qualche tipo di "tana" in cui i micetti possano dormire, sentirsi al sicuro quando vogliono rilassarsi e dove la madre possa sistemarsi per allattarli. Dovrebbe avere dei bordi alti per far sentire i gatti racchiusi in un luogo protetto. Mettici dentro asciugamani, coperte o altri panni morbidi. Lì vicino, metti ciotole o piattini con cibo e acqua (se i gattini sono molto piccoli non ne avranno ancora bisogno). La scelta migliore sono vassoi lunghi e poco profondi, adatti per far mangiare tanti gattini nello stesso momento. Non utilizzare ciotole troppo profonde, perché i micetti farebbero fatica a raggiungere il cibo e l'acqua. Dai loro qualche giocattolo. Se i gattini devono essere nutriti con il biberon, chiedi al rifugio se possono fornirti biberon e latte in polvere o comprali al negozio per animali od online. Potrebbero servirti alcuni peluches e giocattoli con piume da rincorrere. Se i gattini sono un po' più grandi, potresti procurarti un tiragraffi, che li farà divertire per ore ed è anche un buon posto dove in mici possono rilassarsi. Ti serviranno anche dei telini se i gattini non sanno ancora utilizzare la lettiera. Puoi metterli un po' ovunque sul pavimento e in particolare sul letto. Ovviamente, ti servirà anche una cassetta igienica. Potresti sceglierne una chiusa. La cassetta dev'essere pulita con la paletta almeno tre volte al giorno e la sabbia va cambiata almeno due volte a settimana.
  5. 5
    Porta a casa i gattini. Accertati di avere un trasportino o fattene prestare uno al rifugio, perché i gattini non devono MAI essere liberi in automobile. Se ti è possibile, porta con te una cuccia o dei giochi quando vai a prenderli: daranno loro conforto. Chiudi i finestrini dell'auto e guida piano, in modo da non spaventare i micetti. Mentre guidi, parla con loro a voce bassa e con dolcezza per incoraggiarli e dì loro di non avere paura. Quando arrivi a casa, porta i gattini nella loro stanza e lascia che si sistemino. Dagli tempo per riposarsi e adattarsi al nuovo ambiente. Non lasciarli uscire dalla stanza. IMPORTANTE: Lavati sempre le mani prima e dopo aver toccato i gattini, per proteggere loro, te e i tuoi animali domestici dalle malattie!
  6. 6
    Se i micini sono con mamma gatta e lei li allatta ancora, lascia che si occupi di loro. Ci penserà lei a nutrirli e pulirli, tu non dovrai fare nulla. Tuttavia, tienila d'occhio e controlla che tutti i cuccioli ricevano abbastanza latte e attenzioni. Se c'è un gattino più piccolo degli altri nella cucciolata, assicurati di lasciare a quel micetto un po' di tempo da solo con la mamma, senza che debba competere con i fratellini per il cibo. Assicurati che mamma gatta mangi a sufficienza. Puoi darle cibo secco per gattini o cibo umido arricchito di proteine, perché ha bisogno di molte proteine per produrre il latte.
  7. 7
    Svezza i gattini quando hanno 5 o 6 settimane, iniziando a dar loro cibo solido. Puoi iniziare con cibo umido per gattini e integrare con cibo secco, aggiungendo gradualmente crocchette al cibo umido e aumentandone la quantità man mano che loro crescono. Se i gattini sanno già mangiare da soli, ottimo! Dagli il cibo tre volte al giorno e lasciali mangiare a sazietà. Controlla quanto mangiano.
  8. 8
    Se devi allattare i gattini con il biberon, dagli da mangiare ogni 2 o 3 ore. In tal caso, devi nutrirli anche di notte. Dai cibo al micetto finché non è sazio. Prima, scalda il latte artificiale fino a 37-38 gradi centigradi. Dopo ogni pasto, inumidisci un pezzo di cotone con acqua tiepida e sfrega il sedere del gattino finché non defeca (è l'effetto che fa la lingua di mamma gatta).
  9. 9
    Insegna ai gattini a utilizzare la cassetta igienica. Per farlo, dopo ogni pasto (allattamento materno, allattamento artificiale o cibo solido) metti ogni gattino nella cassetta. Dovrebbe sporcare. Se sporca in giro, prendilo e portalo subito nella cassetta. Con pazienza e perseveranza, i gattini impareranno a usarla.
  10. 10
    Trascorri del tempo con i gattini tutti i giorni. Prendili in braccio spesso, coccolali e sollevali. Toccagli molto le zampe, in modo che siano a proprio agio quando gli si taglieranno le unghie. Gioca molto con loro.
  11. 11
    Controlla che i gattini non presentino apatia e, se succede e persiste, chiama il veterinario. Può essere un primo segno del "ritardo di crescita" o di malattia. Se i micini hanno del muco che cola dagli occhi o dal naso, chiama il veterinario o vai al gattile per farti dare una pomata, che andrà applicata due volte al giorno sugli occhi fino a che il muco sparirà.
  12. 12
    Se lo desideri, inizia a lasciar uscire i gattini dalla stanza per brevi periodi di tempo quando avranno setto o otto settimane, ma sempre INSIEME A TE. Non lasciarli mai andare in giro senza sapere dove si trovano, in particolare se hai altri animali. Non forzare i gattini a interagire con altri gatti o con cani: potrebbero farsi male o spaventarsi. Controlla sempre i gattini con molta attenzione e chiudi tutte le porte.
  13. 13
    Fai delle foto e, se possibile, dei video ai gattini. Serviranno al rifugio quando i gatti saranno pronti per l'adozione e potranno mettere questo materiale online, sul loro sito o su siti per l'adozione di animali domestici. Puoi inviare loro le foto via mail. Se ti è possibile, includi anche una piccola biografia di ogni gattino, con una breve descrizione del carattere. Ciò sarà d'aiuto per le famiglie adottive in cerca di un micio.
  14. 14
    Quando arriva il momento, riporta i micetti al rifugio. Questa è la parte più difficile, perché i gattini sono cresciuti con te. Ricorda che li hai aiutati moltissimo e che troveranno una bella famiglia. Se lo desideri, puoi chiedere al rifugio di farti sapere quando i gattini verranno adottati e potresti chiedere l'email del nuovo proprietario per restare in contatto.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Gatti

In altre lingue:

English: Foster Kittens, Español: acoger gatitos temporalmente, Русский: растить котят

Questa pagina è stata letta 3 056 volte.
Hai trovato utile questo articolo?