Come Prendersi Cura dei Cuccioli di Criceto

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

In questo Articolo:Prepararsi al PartoPrendersi Cura dei Criceti Durante le Prime due Settimane di VitaPrendersi Cura dei Criceti dopo le Prime due Settimane di Vita33 Riferimenti

I criceti nascono sordi, ciechi e glabri e hanno bisogno di cure adeguate per sopravvivere. Se la tua cricetina è incinta, dovrai imparare a prenderti cura di lei e dei suoi cuccioli. Seguendo i consigli giusti, dalla gravidanza allo svezzamento, potrai garantire la sopravvivenza dei piccoli roditori e aiutarli a trovare una casa sicura.

Parte 1
Prepararsi al Parto

  1. 1
    Impara a riconoscere un criceto che aspetta dei cuccioli. Anche se un criceto femmina aumenta di peso quando è incinta, questo singolo fattore non indica necessariamente una gravidanza. Altre indicazioni possibili includono costruire una tana, accumulare cibo e segni di aggressività durante il progresso del periodo di gestazione.[1]
  2. 2
    Impara a conoscere il ciclo vitale dei criceti. Questi roditori raggiungono la maturità sessuale in breve tempo e alcuni di essi possono riprodursi dopo appena quattro settimane.[2] Di solito, viene comunque consigliato che gli allevatori evitino di far riprodurre i criceti fino ai cinque o i sei mesi di età.[3]
    • Il periodo di gestazione dei criceti varia molto secondo la loro specie. I criceti dorati hanno gestazioni di 16 giorni, mentre molte specie nane di 18-21 giorni.[4] La gestazione dei criceti Roborovski può durare fino a un massimo di 30 giorni.[5]
    • Le femmine in grado di riprodursi entrano in calore ogni quattro giorni.[6]
    • Alcuni giorni prima del parto, l'addome della madre crescerà molto. Questo però può anche essere un sintomo di problemi di salute più gravi. Il rigonfiamento dell'addome può indicare la presenza di un tumore, di un imminente arresto cardiaco, di cisti epatiche o, in casi rari, della malattia di Cushing.[7] Se la pancia del criceto è gonfia, dovresti farla esaminare da un veterinario, per escludere eventuali problemi di salute.
  3. 3
    Pulisci la gabbia. È importante che il criceto partorisca in un ambiente pulito. Per questo, dovresti pulire la gabbia due settimane dopo l'inizio della gravidanza (o quando verrai a conoscenza della situazione) e aggiungere uno strato extra di lettiera fresca.[8]
    • Considera che, dato che la madre non vorrà essere disturbata nel periodo che precede il parto, potresti non essere in grado di pulire la gabbia una seconda volta prima della nascita. Pulire la gabbia nei 2-3 giorni prima del parto potrebbe turbare la madre al punto da farle rifiutare la cucciolata. L'opzione migliore è quindi pulirla non appena vieni a conoscenza della gravidanza.
    • Non pulire nuovamente la gabbia prima di 14 giorni dopo il parto.[9]
  4. 4
    Cambia la sua dieta. I criceti che stanno per diventare madri hanno bisogno di molte proteine e grassi. Cerca di trovare mangimi specifici che contengano il 18-20 % di proteine e il 7-9 % di grassi.[10] Potresti anche integrare dei derivati del latte, per fornire ulteriore calcio e favorire l'allattamento.[11]
    • Offri alla madre incinta dei bocconcini nutrienti, come carote, frutta secca, uova sode, formaggio e verdure. Dovresti anche mettere più cibo del consueto nella sua gabbia, perché inizierà ad accumularlo per i suoi cuccioli (e mangerà più del solito). Fai però attenzione ai cibi che possono marcire, perché potrebbero rovinare tutta la scorta di cibo. Meglio dare al criceto molti alimenti secchi e riservare al ruolo di bocconcini i cibi deperibili, per aumentare le probabilità che li mangi subito piuttosto che metterli da parte.[12]
  5. 5
    Togli la ruota d'allenamento e gli altri giocattoli dalla gabbia. È importante per prevenire gli infortuni o la morte accidentale dei cuccioli appena nati.[13]
  6. 6
    Se non l'hai già fatto, allontana il padre dalla gabbia. I criceti femmina potrebbero essere aggressivi nei confronti dei maschi quando non desiderano un compagno.[14]
    • Alcuni appassionati sostengono che i padri dei criceti nani siano molto utili nella crescita della cucciolata. Consulta un veterinario o un esperto di criceti se vuoi provare a lasciare il padre nella gabbia.
  7. 7
    Fornisci alla madre incinta dei materiali da costruzione morbidi. Una delle prime reazioni alla gravidanza dei criceti è costruire un soffice nido dove partorire. Puoi aiutare l'animale in questa operazione fornendogli dei pezzi di carta igienica che possa strappare e usare per il nido.
    • Dei fazzoletti o della carta igienica sono i materiali più adatti per il nido. Sono molto morbidi e assorbenti e la madre riuscirà a strapparli e disporli come preferisce.[15]
    • Evita i materiali dalle fibre lunghe o quelli troppo pesanti, che potrebbero strangolare o schiacciare i cuccioli.
  8. 8
    Crea delle case per i cuccioli. Dovrai farlo solo se non hai intenzione di tenerli. Se non riesci a trovare degli amici che vogliono prendere un cucciolo o due, prova a pubblicare un annuncio su Craigslist. Potresti anche chiedere agli insegnanti delle scuole locali, perché i criceti sono ottimi animali da tenere in classe.
    • Non far riprodurre mai dei criceti, se non puoi trovare una casa per i cuccioli o badare a loro.
  9. 9
    Impara che cosa aspettarti durante il parto. Il parto solitamente avviene in una o due ore, e l'intervallo tra ogni cucciolo è di circa 15-30 minuti. Lascia alla madre tutto lo spazio che le serve e non disturbarla durante o dopo il parto.[16]

Parte 2
Prendersi Cura dei Criceti Durante le Prime due Settimane di Vita

  1. 1
    Non disturbare il nido. Per circa due giorni prima del parto, lascia stare la madre. Sarà stressata e potrebbe diventare aggressiva per proteggere il nido dalle minacce e dalle intrusioni, perciò meglio lasciarla stare.[17] Può anche diventare molto agitata dopo aver partorito — dovresti disturbarla il meno possibile o potrebbe abbandonare i propri cuccioli e, in casi estremi, persino ucciderli.[18]
  2. 2
    Non prendere in mano i cuccioli per almeno due settimane. Non dovrai disturbare il nido e lasciare il tuo profumo sui criceti appena nati, o la madre potrebbe abbandonarli o ucciderli.[19] La madre potrebbe anche diventare molto aggressiva e attaccarti se tentassi di prendere in mano un cucciolo.
    • Se hai bisogno di spostare un cucciolo per qualche ragione, usa un cucchiaio. In questo modo sarai certo di non trasferire il tuo odore sul piccolo. Raramente sarai costretto a farlo — anche se un cucciolo scappasse dal nido, la madre lo recupererebbe in breve tempo.
  3. 3
    Non pulire la gabbia per le due settimane successive al parto. Sebbene possa sembrarti un consiglio strano, è nell'interesse dei cuccioli non interferire con il nido.[20]
    • Se hai notato che la gabbia è davvero sporca in qualche punto, potresti pulirla soltanto lì, ma facendo grande attenzione a non disturbare il nido.
    • Mantieni la temperatura ambiente a 21 °C circa.[21]
  4. 4
    Nutri i cuccioli con molto cibo e molta acqua. Dovresti controllare la gabbia almeno due volte al giorno per assicurarti che abbiano nutrimento sufficiente. Quando i piccoli avranno raggiunto la prima settimana di vita, potrai iniziare a spargere il cibo lungo i lati e il terreno della gabbia. La madre uscirà a raccogliere il cibo per loro, ma alcuni di essi inizieranno a esplorare e farlo da soli.[22]
    • Assicurati che la dieta della madre e dei cuccioli sia ricca di proteine e grassi.[23]
    • Evita di mettere l'acqua in una ciotola, perché i cuccioli potrebbero annegare se dovessero cadervi all'interno. Usa piuttosto un piatto piano.
    • Dovrai assicurarti che la bottiglietta dell'acqua sia abbastanza bassa perché i cuccioli possano raggiungerla per bere; tipicamente succede dopo circa 10-20 giorni dalla nascita.
  5. 5
    Prenditi cura dei cuccioli se la madre è deceduta. In alcuni casi, dei criceti possono rimanere orfani a causa di complicazioni durante il parto. Se i criceti raggiungono 12-14 giorni d'età, hanno molte più probabilità di sopravvivere. Metti una termocoperta all'impostazione più bassa sotto la gabbia, per sopperire alla mancanza del calore del corpo della madre. Strappa dei pezzi di carta igienica e crea tu stesso un nido per i cuccioli. Assicurati che abbiano nutrimento sufficiente e posiziona l'abbeveratoio alla loro portata.
    • Quando i criceti nascono sono privi di pelo e ciechi. Non preoccuparti, perché si tratta dell'aspetto normale di questi cuccioli.[24]
    • Nel corso della prima settimana, i cuccioli di criceto aumenteranno di peso, svilupperanno la pelliccia e acquisteranno il senso dell'udito. Inizieranno a strisciare e a cercare il cibo a metà della seconda settimana di vita.[25]
    • Usa un sostituto del latte animale per nutrire i criceti con un contagocce. Puoi trovarli in quasi tutti i negozi di animali. Se non riesci a procurarti un prodotto simile, prova a usare il latte in polvere per neonati.[26] Spremine qualche goccia sul dito e bagna la bocca del cucciolo. Non strizzare il contagocce nella bocca del criceto; lascia piuttosto che sia lui stesso a succhiare e leccare il latte.
    • Ricorda che i criceti appena nati non riescono a regolare la propria temperatura corporea. Mantieni la temperatura della stanza a 21 °C, o usa una termocoperta all'impostazione di calore più bassa, se necessario.[27]
  6. 6
    Trova una madre surrogato per i cuccioli orfani di meno di 12 giorni. Rimuovi tutti i residui del nido e del parto dai criceti, in maniera che la madre non capisca dall'odore che provengono da un'altra cucciolata.[28] Per questo motivo, dovresti indossare guanti di gomma durante l'operazione.
    • Avvolgi delicatamente i cuccioli in un asciugamano di spugna e strofinali per stimolare la circolazione e tenerli caldi. Trova una madre surrogato che abbia dei piccoli di alcuni giorni più piccoli o più grandi dei tuoi. Prendi del materiale per il nido preso dalla madre surrogato e avvolgilo intorno ai tuoi cuccioli. Il tuo obiettivo è fare in modo che abbiano lo stesso odore dei figli della madre surrogato. Distrai la madre con un bocconcino e poi metti i cuccioli nel nido insieme agli altri. Tienila lontana il più possibile per dare ai cuccioli la possibilità di assorbire l'odore del nido.[29]
    • Tieni d'occhio la madre surrogato. Se avvertisse che qualcosa non va, potrebbe uccidere i nuovi cuccioli.
    • Potrebbe essere difficile trovare una femmina di criceto pronta ad allattare nel momento del bisogno. Preparati alla possibilità di dover allevare i piccoli da solo.

Parte 3
Prendersi Cura dei Criceti dopo le Prime due Settimane di Vita

  1. 1
    Pulisci la gabbia quando i piccoli hanno raggiunto le due settimane di vita. A questo punto, la madre sarà meno protettiva e ti permetterà di pulire la gabbia. Esegui normalmente la manutenzione, ma metti alcuni pezzi di carta igienica nella gabbia una volta finito; la madre potrebbe decidere di costruire un altro nido.
  2. 2
    Inizia a prendere in mano i cuccioli dopo due settimane. Se cominci da questa giovane età, si abitueranno subito al contatto umano. La madre non avrà problemi se riconosce il tuo odore sui figli in questo stadio dello sviluppo. Ricorda però che i cuccioli di criceto possono muoversi molto rapidamente, perciò fai attenzione quando ne tieni uno.
  3. 3
    Svezza i cuccioli quando hanno raggiunto le quattro settimane. I piccoli criceti continueranno a essere allattati fino ai 26 giorni d'età. In seguito, la madre dovrebbe svezzarli.
  4. 4
    Separa i maschi dalle femmine. Dovrai controllare il sesso dei tuoi cuccioli, dividere i maschi dalle femmine e tenerli in due gabbie separate. Non dovresti tenerli insieme alla madre, che a questo punto avrà perso interesse nel loro allevamento.[30]
    • Circa 40 giorni dopo il parto, la cucciolata potrà riprodursi. È importante separare gli esemplari di sesso differente prima che possa accadere.[31]
    • I criceti dorati sono animali solitari e dovresti metterli in gabbie separate dopo sei - sette settimane.[32] Questi roditori hanno la tendenza a essere molto territoriali e possono diventare aggressivi, se qualcosa minaccia il loro spazio.
    • I criceti nani possono vivere in coppie e colonie dello stesso sesso in maniera piuttosto pacifica. Questi roditori spesso "faranno la lotta" iniziando appena svegli. Si tratta di un comportamento normale, ma dopo circa 12 settimane di vita potresti iniziare a notare dei veri scontri. In questo caso, dovresti separare i criceti responsabili e tenerli in gabbie separate. Se accadesse in una colonia, dovresti mettere il criceto vittima degli abusi in una gabbia separata.[33]
    • Attenzione: se non li separi potrebbero iniziare ad accoppiarsi fra loro, lasciandoti – nel giro di poche settimane – con un sacco di cuccioli di cui doverti prendere cura.
  5. 5
    Prenditi cura dei criceti come faresti con qualunque altro esemplare adulto. Dopo cinque settimane di vita, i cuccioli saranno cresciuti e diventati adulti. Gioca con loro, nutrili e amali come faresti normalmente.

Consigli

  • Se vedi che i piccoli non imparano a usare l'abbeveratoio abbastanza velocemente, metti del sedano (togli i filamenti) o del cetriolo (senza la parte dei semi) nella gabbia. Sono cibi idratanti.
  • Una gabbia da criceti deve misurare almeno 0,2 metri quadrati. Può anche essere più grande per ospitare la madre e i cuccioli. Se pensi che la mamma abbia partorito in una gabbia troppo piccola, trasferiscili tutti in una nuova dopo due settimane.
  • Assicurati di sapere dove andranno a vivere i tuoi criceti. L'ultima cosa che ti serve è che vengano mangiati da un serpente.
  • Le madri che allattano hanno bisogno di più nutrimento. Aggiungi cibi ricchi di proteine come uova cotte o pane inzuppato nel latte.
  • Accertati di scoprire il sesso dei cuccioli in tempi diversi, ma entro le quattro settimane per essere davvero sicuro.

Avvertenze

  • Se il criceto che hai comprato al negozio partorisce a sorpresa, prendi più precauzioni del solito perché i piccoli potrebbero essere prematuri.
  • Alcune madri sono troppo giovani e senza esperienza per prendersi cura dei piccoli. Preparati a trovare una balia.
  • Se tocchi i piccoli prima che abbiano due settimane, il tuo odore rimarrà loro addosso e confonderà la madre, che potrebbe quindi ucciderli.

Cose che ti Serviranno

  • Una gabbia per criceti più grande di 0,2 metri quadrati
  • Molto cibo per criceti
  • Bottiglie d'acqua extra per i cuccioli
  • Ruote per i piccoli
  • Molto materiale per la lettiera
  • Altre gabbie per i criceti
  • Rotoli di carta igienica

Riferimenti

  1. http://animals.mom.me/teddy-bear-hamster-pregnancy-1213.html
  2. http://www.caringpets.org/how-to-take-care-of-a-hamster/raising-babies/
  3. http://hamsters-uk.org/content/view/76/64/
  4. http://www.caringpets.org/how-to-take-care-of-a-hamster/raising-babies/
  5. http://www.caringpets.org/how-to-take-care-of-a-hamster/raising-babies/
  6. http://www.caringpets.org/how-to-take-care-of-a-hamster/raising-babies/
  7. http://www.askavetquestion.com/answer_np.php?id=961-bloated-abdomen-in-hamster
  8. http://www.smallanimalchannel.com/hamsters/hamster-interaction/is-your-hamster-pregnant.aspx
  9. http://www.smallanimalchannel.com/hamsters/hamster-interaction/is-your-hamster-pregnant.aspx
Mostra altro ... (24)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali.

Categorie: Animali

In altre lingue:

English: Care for Hamster Babies, Español: cuidar de hámsteres bebés, Português: Cuidar de um Filhote de Hamster, Русский: ухаживать за родившимися хомячками, Deutsch: Hamsterbabys versorgen, Bahasa Indonesia: Merawat Bayi Hamster, Français: s'occuper de bébés hamsters, Nederlands: Voor hamsterbaby's zorgen, العربية: الاهتمام بصغار الهامستر

Questa pagina è stata letta 24 579 volte.
Hai trovato utile questo articolo?