Gli occhi sono la tua finestra sul mondo, quindi è importante prendertene cura. Per averli sempre sani, vai regolarmente dall'oculista, dormi a sufficienza e lasciali riposare frequentemente quando usi il computer. Se hai problemi alla vista, dovresti fissare un appuntamento dall'oculista il prima possibile. Continua a leggere per conoscere alcune tecniche che ti permetteranno di avere degli occhi sani.

Metodo 1 di 3:
Acquisire Buone Abitudini

  1. 1
    Vai regolarmente da un professionista qualificato, che ti aiuterà a prenderti cura dei tuoi occhi. Puoi rivolgerti a un oftalmologo, chiamato anche oculista. Ricorda invece che l'ottico o l'optometrista prepara tutte le protesi prescritte dall'oculista (in alcuni casi può anche misurare la vista). Per prenderti cura degli occhi, falli controllare regolarmente o quando hai problemi; cerca di capire meglio le loro caratteristiche specifiche e fai domande in merito. Se conosci meglio i tuoi occhi e sai come prevenire le varie patologie oculari, sentirai di esercitare un controllo maggiore sulla tua salute [1].
    • Se hai un'età compresa tra i 20 e i 40 anni e non hai problemi alla vista, dovresti rivolgerti a uno specialista ogni 5-10 anni.
    • Se hai un'età compresa tra i 40 e i 65 anni e non hai problemi alla vista, dovresti andare da uno specialista ogni 2-4 anni.
    • Se hai superato i 65 anni e non hai problemi alla vista, dovresti andare dall'oculista ogni 1-2 anni.
  2. 2
    Togliti le lenti a contatto a fine giornata. Evita di portarle per più di 19 ore. Indossarle troppo a lungo può causare danni permanenti alla vista, ma anche fastidio agli occhi [2].
    • Mai dormire con le lenti a contatto, a meno che il tuo oculista non ti dica espressamente di farlo. Gli occhi hanno bisogno di ricevere regolarmente ossigeno, mentre le lenti ne bloccano il flusso, specialmente quando si dorme. I medici consigliano dunque di fare una pausa durante la notte [3].
    • Se non usi degli occhialini da nuoto che aderiscono bene alla testa, non nuotare con le lenti a contatto; se necessario, meglio usare occhialini graduati. Puoi fare la doccia con le lenti a contatto, a condizione di mantenere gli occhi chiusi ed evitare che ci finisca il sapone o lo shampoo.
    • Quando usi lenti a contatto e soluzioni saline, segui sempre le istruzioni riportate sulla confezione e che ti vengono date dall'oculista. Prima di toccarle, lavati sempre le mani.
  3. 3
    Struccati a fine giornata. Prenditi sempre qualche minuto per eliminare i residui di trucco prima di andare a letto. Mai dormire lasciando gli occhi truccati: se ti addormenti senza aver rimosso il mascara o l'eyeliner, il prodotto può entrare negli occhi e irritarli.
    • Dormire truccata può anche ostruire i pori della zona perioculare, il che può causare l'orzaiolo. Nei casi più gravi, è necessario prendere degli antibiotici o addirittura farlo rimuovere da un medico [4][5].
    • Lascia delle salviette struccanti sul comodino: ti torneranno utili quelle volte in cui sarai troppo stanca per struccarti come al solito.
  4. 4
    Utilizza con parsimonia i colliri antiallergici. Durante la stagione delle allergie, l'uso di queste gocce può aiutarti ad attenuare il rossore e lenire il prurito, ma se questa pratica diventa quotidiana può addirittura peggiorare il problema; può infatti causare la cosiddetta iperemia di rimbalzo, che fa arrossare eccessivamente gli occhi perché non rispondono più alle gocce [6].
    • I colliri antiallergici hanno la funzione di comprimere il flusso arterioso diretto alla cornea, privandola dell'ossigeno. Quindi, se da un lato non avverti più una sensazione di infiammazione e prurito, in realtà gli occhi non ricevono abbastanza ossigeno dal sangue. Non è l'ideale, infatti i muscoli e i tessuti oculari ne hanno bisogno per funzionare adeguatamente. La mancanza di ossigeno può addirittura dare luogo a gonfiore e cicatrizzazione [7][8].
    • Leggi attentamente il foglietto illustrativo del collirio, specialmente se porti le lenti a contatto. In effetti, non puoi usare molti tipi di gocce quando le indossi. Chiedi all'oculista di raccomandarti un prodotto apposito.
  5. 5
    Indossa occhiali da sole che ti proteggano dai raggi UV. Usali sempre quando esci di giorno. La loro etichetta dovrebbe specificare che le lenti bloccano il 99% o il 100% dei raggi UVA e UVB [9].
    • Un'esposizione prolungata ai raggi UV può danneggiare la vista. Proteggerti sin da quando sei giovane è necessario per evitare di perderla più in avanti. Inoltre, esporti ai raggi UV può anche farti rischiare di avere problemi come cataratta, degenerazione maculare, pinguecola e pterigio, tutte patologie dannose per gli occhi [10].
    • Dal momento che i danni oculari dovuti ai raggi UV si accumulano nel corso degli anni, è importante proteggere i bambini. Assicurati che i tuoi figli indossino cappelli e occhiali protettivi quando si espongono al sole per periodi prolungati.
    • Non toglierti gli occhiali da sole nemmeno quando stai all'ombra. Sebbene riduca significativamente l'esposizione, devi comunque ricordare che non sarai immune dai raggi UV riflessi dagli edifici e da altre strutture.
    • Mai fissare direttamente il sole, neanche quando indossi occhiali con filtro UV. I raggi solari sono molto potenti e possono danneggiare le parti sensibili della retina in caso di esposizione totale.
  6. 6
    Se necessario, metti gli occhiali protettivi. Assicurati di proteggere gli occhi quando lavori con sostanze chimiche, strumenti pericolosi o in qualsiasi posto che abbia una dispersione di particolati dannosi nell'aria. Questi dispositivi ti proteggeranno da tutti gli oggetti grandi o piccoli che potrebbero colpire gli occhi e danneggiarli.
  7. 7
    Dormi a sufficienza. Riposare male può affaticare ancora di più gli occhi. I sintomi includono irritazione oculare, difficoltà a concentrarsi, secchezza o lacrimazione eccessiva, vista annebbiata o doppia, fotosensibilità, dolore al collo, alle spalle o alla schiena. Assicurati di dormire bene ogni notte per evitare questo problema. Gli adulti hanno bisogno di 7-8 ore di sonno [11].
  8. 8
    Fai regolarmente attività fisica. L'esercizio regolare può aiutarti a prevenire altre patologie, come il diabete. Fare movimento per almeno 30 minuti 3 volte alla settimana può ridurre la probabilità di contrarre gravi malattie oculari, come il glaucoma o la degenerazione maculare [12].
  9. 9
    Applica delle fette di cetriolo fredde sulle palpebre per ridurre il gonfiore. Adagiale delicatamente sulla zona per 10-15 minuti prima di andare a dormire, in modo da trattare e prevenire gonfiore e borse [13].
    • Anche applicare il tè verde sulle palpebre può aiutare a prevenire il gonfiore. Immergi 2 bustine di tè nell'acqua fredda per qualche minuto, poi appoggiale sulle palpebre per 15-20 minuti. I tannini contenuti nel tè verde dovrebbero aiutare a ridurre l'infiammazione.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Proteggere gli Occhi quando Usi il Computer

  1. 1
    Se possibile, limita il tempo trascorso davanti allo schermo del computer, del tablet e del cellulare. La scienza non ha ancora dimostrato se questo provoca danni oculari permanenti, ma può causare affaticamento e secchezza [14]. Lo schermo stanca i muscoli degli occhi sia quando è troppo brillante che quando è troppo scuro. Se non riesci a ridurre il tempo che trascorri davanti al PC, esistono delle tecniche che possono permetterti di fare una pausa.
  2. 2
    Assicurati che gli occhi si trovino allo stesso livello dello schermo. Guardarlo dall'alto o dal basso per periodi prolungati può affaticare ancora di più la vista. Posizionati in un modo tale da trovarti esattamente davanti allo schermo [15].
  3. 3
    Ricorda di sbattere le palpebre. Davanti a uno schermo, si tende a farlo meno spesso, ma questo secca gli occhi. Sforzati di sbattere le palpebre ogni 30 secondi quando stai al computer per combattere la secchezza oculare.
  4. 4
    Quando lavori al computer, segui la regola del 20-20-20. Ogni 20 minuti, guarda un oggetto a 6 m di distanza (20 piedi) per 20 secondi. Puoi ricordarti di fare una pausa impostando un promemoria sul cellulare [16].
  5. 5
    Lavora in spazi ben illuminati. Lavorare e leggere con le luci soffuse può affaticare la vista, ma non danneggerà gli occhi. Per stare più comodo, lavora e leggi solo nei posti che abbiano una buona fonte di luce. Se senti che gli occhi sono stanchi, fermati e fai una pausa.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Cibi che Fanno Bene agli Occhi

  1. 1
    Mangia cibi che fanno bene alla vista. Le vitamine C ed E, lo zinco, la luteina, la zeaxantina e gli acidi grassi omega-3 sono essenziali per avere degli occhi sani. Questi nutrienti possono aiutare a prevenire la cataratta, l'offuscamento del cristallino e anche la degenerazione maculare senile [17][18].
    • In generale, un'alimentazione sana ed equilibrata farà bene agli occhi.
  2. 2
    Mangia cibi contenenti vitamina E. Aggiungi semi, frutta secca, germe di grano e oli vegetali alla tua alimentazione. Sono ricchi di tocoferolo, quindi mangiarne alcuni ti aiuterà ad assimilare la dose quotidiana di vitamina E raccomandata [19][20].
  3. 3
    Mangia cibi contenenti zinco. Aggiungi carne di manzo, maiale, frutti di mare, arachidi e legumi alla tua alimentazione. Anche questo minerale è importante per una buona salute oculare [21].
  4. 4
    Mangia cibi contenenti vitamina C. Aggiungi arance, fragole, broccoli, peperoni e cavoletti di Bruxelles alla tua alimentazione. Anche l'acido ascorbico è importante per una buona salute oculare [22].
  5. 5
    Mangia cibi contenenti luteina e zeaxantina. Aggiungi cavolo nero, spinaci, broccoli e piselli nella tua alimentazione. Anche questi composti fanno bene agli occhi [23][24].
  6. 6
    Mangia carote: anche questo ortaggio fa bene alla vista.
  7. 7
    Mangia cibi contenenti acidi grassi omega-3. Prepara una porzione di pesce ricco di omega-3, come il salmone o le sardine, 1 o 2 volte alla settimana. Se non ti piace, prendi un integratore tutti i giorni [25].
    Pubblicità

Consigli

  • Non guardare direttamente verso le luci brillanti.
  • Dormi 7-8 ore a notte per evitare problemi alla vista o altri disturbi.
  • Oltre a mangiare bene e a prenderti cura di te stesso e degli occhi, vai dall'oculista una volta all'anno. Può diagnosticare disturbi risolvibili con occhiali, lenti a contatto o operazioni chirurgiche. Inoltre, esaminerà gli occhi per individuare segni di secchezza, problemi alla retina o altre patologie (come diabete o pressione arteriosa alta) che hanno impatto sulla vista.
  • Lavati le mani prima di mettere le lenti a contatto.
  • Bevi più acqua, mangia più verdure e ortaggi – specialmente le carote.
  • Se soffri di patologie croniche come diabete o ipertensione, dovresti rivolgerti a un oftalmologo (un medico specializzato in tutti i disturbi oculari). I soggetti diabetici hanno bisogno di controllare costantemente la glicemia in quanto non producono insulina.
  • Non usare il collirio, a meno che tu non sia sicuro che vada bene per te. Le gocce possono darti sollievo, ma i loro benefici non sono stati dimostrati del tutto. Nel dubbio, chiedi consiglio al farmacista o all'oculista.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non stropicciarti gli occhi.
  • Mai guardare direttamente verso il sole, nemmeno attraverso un telescopio.
  • Mai avvicinare oggetti taglienti agli occhi.
  • Cerca di non far finire il sale negli occhi.
  • Mantieni una distanza adeguata tra gli occhi e lo schermo del computer.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Esercitare gli Occhi

Come

Sbarazzarsi delle Borse Sotto gli Occhi

Come

Alleviare il Dolore e il Prurito agli Occhi

Come

Alleviare la Stanchezza degli Occhi

Come

Coprire le Occhiaie

Come

Ridurre il Gonfiore Causato dal Pianto

Come

Rimuovere le Lenti a Contatto Bloccate

Come

Eliminare un Orzaiolo

Come

Rimuovere Qualcosa da un Occhio

Come

Sbloccare i Dotti Lacrimali Chiusi

Come

Curare un'Abrasione Corneale

Come

Ridurre le Miodesopsie

Come

Togliere un Corpo Estraneo dall'Occhio

Come

Mettere le Lenti a Contatto
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Paul Ursell, MD
Co-redatto da
Oftalmologa
Questo articolo è stato co-redatto da Paul Ursell, MD. Il Dottor Ursell lavora come Oftalmologo nel Regno Unito. Ha realizzato oltre 7000 operazioni di cataratta nel corso della sua carriera. È diventato socio del Royal College of Ophthalmologists nel 1995. Questo articolo è stato visualizzato 14 103 volte
Categorie: Cura degli Occhi
Questa pagina è stata letta 14 103 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità