Stai valutando l’idea di prendere un cane? I cani sono amici leali, affettuosi e di solito ricambiano tutto l’affetto e le attenzioni che vengono date loro. Tuttavia, sappi che hanno bisogno di molte cure per rimanere sani e felici. Se hai intenzione di portarti a casa un cane, ci sono molte cose che devi considerare al fine di garantire un rapporto di amicizia lungo e salutare.

Parte 1 di 4:
Prepararsi Prima di Accogliere il Cane

  1. 1
    Predisponi la casa a prova di cane. Sebbene molti oggetti possano sembrarti innocui per il cane o credi che non destino curiosità nell’animale, è comunque meglio tenere lontani dalla sua portata gli oggetti piccoli e i giocattoli umani, o comunque evitare che si trovino nelle zone in cui il cane passerà la maggior parte del tempo.
    • Ci sono molti articoli presenti in casa e in cortile che sono pericolosi per i cani, che devono essere tenuti fuori dalla loro portata e devono essere conservati in un’area a cui il cane non abbia accesso. Tra questi, alcuni dei più comuni sono i detergenti per la casa, gli insetticidi, i fertilizzanti e i veleni per topi.
    • Anche le piante, sia quelle d’appartamento sia quelle in giardino, possono essere tossiche, tra cui i rododendri, i crisantemi e gli oleandri. Individua le piante che possiedi in casa e in giardino e poi contatta il veterinario o fai una ricerca online nei siti delle associazioni in difesa degli animali per conoscere la lista completa delle sostanze presenti nelle piante che sono tossiche per gli animali da compagnia.
    • Tieni presente che anche i farmaci, per uso umano e animale, sono nocivi per il cane, soprattutto se dovesse ingerirne in grandi quantità. Inoltre, alcuni alimenti che mangiamo, come il cioccolato, le cipolle, l’uvetta, l’uva e le gomme da masticare senza zucchero possono rivelarsi tossici e devono essere tenuti fuori dalla loro portata.
  2. 2
    Prepara una zona specifica per il cane. Prima di portarlo a casa, uno degli aspetti più importanti da considerare è quello di individuare dove trascorrerà la maggior parte del suo tempo. Pensa e individua a quali aree della casa sarà autorizzato ad accedere e quali invece gli saranno vietate. Queste regole dovrebbero essere applicate fin dall'inizio, per evitare di creargli confusione.
    • L’animale avrà bisogno di determinate zone dove mangiare, dormire e molto spazio per giocare e fare attività fisica. Inizialmente dovresti limitargli le superfici a cui ha accesso, in modo da poterlo controllare da vicino, finché arriverai a conoscerlo meglio e prendere confidenza con il suo comportamento.
    • La cucina o un'altra zona facile da pulire è un buon posto dove posizionare le ciotole del cibo e dell’acqua. Una volta individuato il punto adatto, assicurati di mantenere sempre quello.
    • In seguito devi decidere dove dormirà. Alcune persone gradiscono che il cane dorma nel letto con loro, mentre altre predispongono una cuccia o una cassa in modo che l’animale abbia uno spazio specifico tutto suo. Tieni presente che se lo abitui a dormire nel tuo letto poi sarà molto più difficile convincerlo ad andare a dormire altrove.
    • La taglia del cane e il suo livello di attività determineranno lo spazio necessario per giocare e fare movimento fisico. Generalmente, più è grande il cane e maggiore è lo spazio di cui ha bisogno.
  3. 3
    Acquista tutto l’equipaggiamento necessario. Potresti portare a casa il cane già provvisto di alcuni accessori, ma sappi che ti servirà un collare e un guinzaglio appropriati per la taglia dell’animale e un giocattolo o due per iniziare. Avrai anche bisogno di una ciotola per il cibo e per l’acqua, oltre che del cibo stesso.
    • Se sai con quali alimenti è stato nutrito finora il tuo nuovo amico, è meglio continuare a fornirgli lo stesso cibo, almeno per i primi tempi. Entrare a far parte di una nuova famiglia è stressante per qualunque cane, e cambiargli l’alimentazione potrebbe aggiungere ulteriore ansia. Se in seguito deciderai di dargli un cibo diverso sarà possibile, ma accertati di farlo gradualmente nell’arco di 5-7 giorni. In questo modo eviti di creargli problemi come diarrea o disturbi gastrointestinali, che possono sorgere con un cambio repentino di dieta.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Soddisfare i Bisogni Primari del Cane

  1. 1
    Acquista una marca di cibo che garantisca ingredienti di alta qualità. Se vuoi, puoi anche preparargli il cibo in casa. L’importante è non dargli troppi zuccheri, cibi fritti o altre golosità per le persone, perché sono nocive e possono danneggiare la salute del tuo amico peloso nel corso del tempo. Soprattutto non dargli mai cioccolato.
    • In genere i cani di grossa taglia devono essere nutriti con il cibo formulato per cuccioli di razze grandi finché raggiungono un anno di età. A quel punto devono passare a una dieta per esemplari adulti, per finire con una studiata per cani senior quando avranno circa sei anni di età. I cani di taglia piccola e media dovrebbero essere alimentati con del cibo specifico per cuccioli finché hanno circa un anno di età, dopodiché arriva il momento di sostituirlo con una dieta per cani adulti.
  2. 2
    Dagli da mangiare seguendo una programmazione regolare. I cani di razze diverse hanno esigenze differenti per quanto riguarda l’alimentazione. Se il tuo nuovo amico ha meno di un anno, potrebbe avere bisogno di diversi pasti al giorno; quando raggiunge circa 6 mesi puoi ridurgli i pasti a due volte al giorno. È normale che alcuni cani invecchiando siano in genere meno attivi e che vogliano mangiare solo una volta al giorno.
    • Cerca di nutrire il tuo animale alla stessa ora ogni giorno. Questo lo aiuta a capire quando è il momento del pasto e aiuta te a sapere quanto sta mangiando. Questo può essere importante quando cerchi di addestrare il cane, se vedi che il suo appetito si riduce, e ti permette inoltre di prevenire una possibile obesità.
  3. 3
    Tieni controllato il suo appetito e le sue abitudini alimentari. Sarebbe importante misurare la giusta quantità di cibo in modo da capire quanto sta mangiando. Lascialo mangiare per circa 10-15 minuti e poi ritiragli la ciotola finché arriverà il momento del pasto successivo. Se non mangia tutto il cibo entro questo tempo, avrà più fame e probabilmente svuoterà tutta la ciotola la prossima volta che lo nutrirai.
    • Un buon modo per capire se il cane sta mangiando abbastanza o troppo è quello di tenerne controllato il peso e la silhouette. Sebbene per alcune razze più attive e con determinate corporature vedere le costole possa essere normale, nella maggior parte dei cani, in realtà, è un segno che non sta ricevendo sufficienti nutrienti. Al contrario, in altre circostante e per altre razze, non sentire le costole può significare una sovralimentazione. Verifica sempre con il veterinario se hai dei dubbi sulle porzioni che il cane deve consumare e sul suo peso forma.
    • Lasciargli del cibo disponibile, così che mangi liberamente, è un modo semplice per nutrirlo, ma sii consapevole del fatto che alcuni cani mangiano troppo e quindi hanno bisogno di seguire una dieta regolare con una programmazione dei pasti.
    • Per i cuccioli che tendono a essere in sovrappeso può rendersi necessario adattare le quantità di cibo e impostare una routine di esercizio fisico. La cosa migliore è consultare il veterinario prima di apportare qualunque cambiamento. I cani devono passare a una dieta senior quando hanno 8 anni di età. In questo modo è possibile evitare un eccessivo apporto calorico e l'aumento di peso che può verificarsi negli animali più anziani e meno attivi. Assicurati di lasciare sempre la ciotola dell’acqua costantemente piena di acqua fresca.
  4. 4
    Fai in modo che abbia sempre a disposizione dell’acqua. È fondamentale mantenere la ciotola dell'acqua sempre piena. I cani devono poter bere quando hanno sete e non c'è nulla di male se bevono tutta l’acqua che desiderano. Se vuoi, puoi aggiungere alcuni cubetti di ghiaccio per mantenerla fresca quando il clima è caldo o torrido.
  5. 5
    Assicurati che il tuo amico peloso faccia molto esercizio. I cani devono poter correre e giocare per rimanere sani e felici. Cerca di portarlo ogni giorno a fare una passeggiata di almeno mezz’ora, anche se questo non è sufficiente per soddisfare il suo bisogno di attività, se si tratta di un cane molto attivo ed energico.
    • Limitarti a portarlo fuori perché si sfoghi un po’ non è un esercizio sufficiente per lui, devi assicurarti che si stanchi ogni giorno.
    • La quantità di esercizio fisico di cui ha bisogno dipende dall’età, dalla razza, dal suo stato di salute e dal livello generale di energia. Più è giovane e più la razza è energica e maggiore è la sua necessità di movimento rispetto ai cani più anziani e meno attivi. Tieni presente che alcune razze non devono fare tanto esercizio quanto invece altre.
    • Se puoi, trova un posto dove lasciarlo senza guinzaglio, così che possa correre e giocare.
    • Per evitare che, nei cuccioli, si possano danneggiare le ossa e le articolazioni in sviluppo, di solito, non si dovrebbe farli correre o permettere loro di fare altri tipi di esercizi ripetitivi ad alto impatto, come saltare da posti alti. Come sempre chiedi al veterinario maggiori dettagli sull’allenamento.
    • Dovresti interagire con il tuo cane facendolo giocare con diverse attività per mantenerlo stimolato sia fisicamente che mentalmente, senza contare che così facendo potrete costruire un forte legame tra voi.
    • Inoltre, a seconda del livello di attività dell’animale e della tua programmazione giornaliera, giocare quotidianamente col cucciolo può essere un ottimo modo per garantirgli l'esercizio di cui ha bisogno, permettendogli anche di interagire con altri cani e con le persone.
    • Se non fa sufficiente attività fisica, il cane può arrivare ad annoiarsi, con conseguenti notevoli problemi di comportamento anche distruttivi. Inoltre può diventare obeso e soffrire di problemi di salute correlati; pertanto evita a tutti i costi di arrivare a questa situazione.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Mantenere il Cane in Salute

  1. 1
    Fagli un’adeguata toelettatura. In base alla razza, sono necessarie diverse operazioni per prenderti cura della sua pelliccia. Solitamente i cani devono essere spazzolati una volta alla settimana circa per aiutarli a liberarsi del pelo morto. Le razze a pelo lungo hanno bisogno di spazzolature più frequenti, per evitare che si formino dei nodi, e probabilmente è necessario anche tagliare regolarmente il pelo. Alcune razze soffrono molto il caldo in estate e si sentono meglio se vengono rasate quando le temperature iniziano ad alzarsi. Valuta quali abitudini di toelettatura sono le migliori per la pelliccia e le unghie del tuo cane.
    • Mentre lo spazzoli, controllalo anche per la presenza di pulci e zecche, e rimuovile con un pettine specifico a questo scopo. A volte è necessario somministrargli un farmaco prescritto dal veterinario per prevenire un’infestazione di pulci.
  2. 2
    Fagli il bagno ogni due settimane. I cani non devono essere lavati spesso come gli esseri umani, ma quando iniziano a puzzare, se giocano nel fango e si sporcano in altri modi, è necessario fare loro il bagno. Usa acqua tiepida e uno shampoo canino, delicato, naturale e che non irriti la pelle.
    • I cani amano correre dopo il bagno, quindi dovresti lavarlo in orari adeguati così che, successivamente, il tuo amico scodinzolante possa correre liberamente.
    • Il momento del bagno e della toelettatura è anche un ottimo modo per controllare che il cane non abbia tagli o ferite che richiedono cure mediche.
  3. 3
    Portalo regolarmente dal veterinario per dei controlli di routine. Sottoporlo a regolari check-up può prevenire o individuare in anticipo eventuali problemi di salute. La visita di routine dal veterinario prevede un esame fisico, l’analisi delle feci e un esame per la filariosi. Il medico può anche consigliare delle analisi del sangue di routine per controllare se ci sono problemi di fondo latenti, che andrebbero trattati il prima possibile.
    • I comuni farmaci che il veterinario può raccomandare includono quelli per la prevenzione della filariosi, gli antiparassitari intestinali e delle cure preventive per pulci e zecche, a seconda della stagione e della regione in cui vivi.
    • Assicurati che venga sottoposto a tutte le vaccinazioni necessarie. Ciò aiuterà a renderlo sano e felice. Le vaccinazioni standard includono quella per la rabbia, che viene somministrata a 12 settimane di età o anche dopo e, successivamente, ogni 1-3 anni, a seconda delle leggi locali e delle raccomandazioni del medico. I vaccini per il cimurro, la parvovirosi e l’epatite, generalmente, vengono somministrati insieme. I cuccioli dovrebbero ricevere una serie di quattro iniezioni ogni tre settimane a partire da 6 settimane di età e poi ogni anno, come gli adulti, sempre in base alle raccomandazioni del veterinario.
  4. 4
    Valuta di far sterilizzare o castrare il cane. Queste sono procedure che impediscono gravidanze indesiderate e possono aiutare a eliminare molti problemi di salute e di comportamento. La castrazione può prevenire i tumori ai testicoli, problemi alla prostata, l’istinto a marcare il territorio con l’urina e alcuni comportamenti aggressivi dei maschi. Nelle femmine sterilizzate si riscontra una notevole riduzione dell'incidenza dei tumori mammari e si evitano possibili infezioni o cancro all’utero.
    • La cosa migliore sarebbe sottoporre il cucciolo a questa procedura quando ha circa sei mesi di età. Parlane con il veterinario durante le regolari visite di controllo o quando porti il cane alla prima visita dopo averlo adottato, se si tratta di un esemplare adulto.
  5. 5
    Tieni monitorata la salute generale del tuo amico fedele. Conoscendo le sue normali abitudini alimentari, i livelli di attività e il peso, puoi notare delle anomalie: questa è una maniera semplice per controllare il suo stato di salute. Verificando l’aspetto delle sue feci e la regolarità intestinale puoi cogliere l’insorgenza di problemi veterinari. Controllagli anche regolarmente la bocca, i denti, gli occhi e le orecchie, in modo da individuare eventuali problemi il prima possibile. Guardagli spesso anche la pelle se noti dei bozzi o dei tagli. Osserva inoltre se cambia il modo di camminare o di muoversi.
    • Consulta sempre il veterinario se noti delle variazioni del suo stato normale.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Addestrare il Cane

  1. 1
    Insegna al cane a fare i propri bisogni all’esterno. Quando si porta a casa un nuovo cucciolo o un cane adulto, una delle prime cose da insegnargli è proprio quella di fare i propri bisogni fuori casa. I cani possono essere addestrati a questo a qualunque età.
    • Finché non impara, ci sono alcune regole da seguire che ti aiuteranno nell’addestramento. Limita le zone a cui ha accesso in modo da poterlo osservare da vicino e cogliere i segni che indicano la sua necessità di defecare, così puoi portarlo fuori immediatamente. Stabilisci un programma ben preciso che consiste nel portarlo fuori come prima cosa al mattino, dopo i pasti, ogni volta che torni a casa e poco prima di andare a dormire.
    • I cuccioli devono uscire più spesso quando sono ancora giovani, e in linea di massima tieni presente che possono trattenere l'urina per un'ora per ogni mese di vita.
    • Tieni il cane al guinzaglio anche quando è in casa, per controllarlo più da vicino finché avrà imparato a fare i suoi bisogni fuori. Inoltre, tienilo legato anche quando uscite, in modo da potergli insegnare ad andare in un punto specifico e per essere sicuro di aver capito che aveva davvero bisogno di espletare le sue necessità.
    • Puoi usare una parola come "andiamo" per insegnargli a recarsi in un luogo ben specifico. Se ti accorgi che sta iniziando a scaricarsi in casa, digli un chiaro "no" e portalo subito fuori dicendogli "andiamo". Lodalo sempre quando si comporta come dovrebbe.
    • Se si verifica un “incidente” in casa, assicurati di pulire accuratamente la zona per impedirgli di voler tornare nuovamente nello stesso posto.
    • Mai sculacciarlo o sgridarlo, se erroneamente dovesse defecare in casa. In questo modo imparerebbe solo ad avere timore di te.
  2. 2
    Addestralo alla gabbia. Questo gli fornisce un luogo dove sentirsi al sicuro e protetto quando non sei a casa, oltre al fatto che è un'altra soluzione piuttosto diffusa per prevenire possibili incidenti.
    • Cerca di rendere la gabbia un luogo divertente, dove stia bene e a proprio agio, mettendo qualche leccornia o giocattolo e limitando il tempo che vi passa all’interno a non più di 4 ore ogni volta – ancora meno se è un cucciolo. Quando lo fai uscire dalla gabbia, assicurati di portarlo subito fuori al solito posto dove può defecare e non dimenticarti di lodarlo quando si comporta bene.
  3. 3
    Insegna al tuo animale a giocare educatamente. I cani solitamente hanno un buon carattere e la maggior parte di loro gioca in modo cortese con i bambini. Alcuni però potrebbero mordere e graffiare un po' troppo forte durante il gioco, quindi è importante insegnare loro come comportarsi in maniera gentile. Premialo quando si comporta con delicatezza e ignoralo invece quando inizia a mordere. Alla fine imparerà che è più divertente essere gentile.
  4. 4
    Insegnagli a non abbaiare troppo. Per i cani si tratta di un comportamento normale ed è un loro modo di comunicare, ma abbaiare troppo è un'azione diffusa e fastidiosa che molti proprietari di cani devono correggere. Ci sono diversi tipi di latrato e alcuni richiedono interventi molto specifici per cercare di ridurli. Questo in genere è un addestramento lento e graduale che inoltre richiede molta pazienza.
    • Ci sono alcune linee guida generali per insegnare al tuo amico peloso a non abbaiare per ogni piccola cosa. Devi individuare i fattori che lo incitano a questo e poi eliminarli; per esempio chiudere le tende o mettere l’animale in una zona dove non riesce a vedere cosa lo induce a latrare è già un buon inizio Se non smette di abbaiare, mettilo in una stanza tranquilla o nella gabbia, senza alcuno stimolo, aspetta che si calmi e premialo appena smette.
    • Spesso è un istinto naturale quello di urlare al cane che abbaia, ma così facendo potresti indurlo a pensare che stai abbaiando anche tu con lui.
    • Se continua a latrare in modo compulsivo, prova ad aumentare l'esercizio fisico e il tempo di gioco.
    • Se abbaia per attirare l’attenzione dovresti ignorarlo e mai premiarlo finché smette.
    • Questo può essere un problema difficile da correggere e a volte è necessario l’intervento di un addestratore comportamentista qualificato. Il collare antiabbaio non va mai usato perché rientra tra gli strumenti di maltrattamento animale e il suo impiego costituisce reato penale.
  5. 5
    Insegna al cane a obbedire ad alcuni comandi. Quelli di base, come sedersi, restare fermo e avvicinarsi sono dei modi utili per far sentire l’animale al sicuro, evitando che possa allontanarsi troppo e perdersi quando è senza guinzaglio all'aperto. Questi comandi inoltre lo aiutano a capire il proprio ruolo nel vostro rapporto e gli permettono di legarsi più saldamente a te.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Sterilizza il tuo cane se vuoi evitare di avere cucciolate indesiderate. La sterilizzazione riduce anche il rischio di cancro ovarico e uterino nei cani di sesso femminile, mentre la castrazione riduce la probabilità di cancro ai testicoli nei maschi. I cani castrati sono anche meno aggressivi.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Cibo per cani di alta qualità, approvato AAFCO
  • Cibo e acqua in ciotole individuali per ogni cane
  • Leccornie e prelibatezze
  • Bottiglia di plastica piena di centesimi per giocare
  • Giocattoli per cani, come corde da masticare, palline e giocattoli cavi in gomma
  • Gabbia (facoltativa)
  • Guinzaglio e pettorina

wikiHow Correlati

Come

Insegnare al Cane a Fare i Bisognini Fuori

Come

Insegnare al tuo Cucciolo a Smettere di Mordere

Come

Calmare un Cane che Abbaia

Come

Insegnare al tuo Cane a Fare la Giravolta

Come

Fare la Toeletta al Cane

Come

Addestrare un Cane

Come

Uccidere le Pulci dei Cani

Come

Togliere le Zecche dai Cani

Come

Migliorare l'Odore del tuo Cane

Come

Insegnare il Comando "Seduto" al Cane

Come

Preparare Pollo e Riso per il Cane

Come

Viaggiare in Auto col Tuo Cane

Come

Vivere con un Carlino

Come

Vivere in una Casa con più Cani
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Pippa Elliott, MRCVS
Co-redatto da
Veterinaria del Royal College of Veterinary Surgeons
Questo articolo è stato co-redatto da Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali. Questo articolo è stato visualizzato 20 221 volte
Categorie: Cani
Questa pagina è stata letta 20 221 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità