Come Prendersi Cura di un Criceto

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

In questo Articolo:Acquistare un CricetoAllestire la GabbiettaNutrizione del CricetoIntrodurlo al Nuovo HabitatMantenere il Criceto in EsercizioPulizia della Gabbietta31 Riferimenti

Esistono diversi tipi di criceto e la maggior parte di essi vive 2-3 anni circa. I criceti sono creature notturne, il che significa che dormono durante il giorno (mentre i criceti nani sono animali crepuscolari, attivi principalmente all'alba e al tramonto). Per assicurarti che il tuo criceto rimanga in salute e sia felice, dovrai nutrirlo nella maniera corretta, mantenerlo in esercizio e pulire la sua gabbietta con regolarità.[1]

Parte 1
Acquistare un Criceto

  1. 1
    Trova un posto dove vendono criceti. Se ne stai cercando uno, rivolgiti a un negozio per animali, un allevatore (specialmente se sei alla ricerca di un criceto di un colore particolare) o a un'associazione animalista. In genere, non sono cari; il grosso delle spese va in giochi, gabbiette e cure mediche.[2]
  2. 2
    Scegli un criceto in salute. Un esemplare in salute dovrebbe avere le orecchie pulite, gli occhi limpidi, il posteriore asciutto e lindo e la pancia leggermente arrotondata. Il pelo dovrebbe essere uniforme, senza zone spelacchiate o protuberanze cutanee (eccezion fatta per le ghiandole odorifere presenti sulle cosce, che molti neofiti scambiano per croste o tagli), mentre i denti non dovrebbero essere troppo grandi, né curvati all'insù.[3]
    • Se un criceto ha il pelo umido sul posteriore, stai particolarmente attento: potrebbe soffrire di "coda bagnata", una malattia batterica che si trasmette velocemente da un esemplare all'altro. Il pelo dovrebbe essere asciutto e pulito. Esistono cure antibiotiche per il trattamento della "coda bagnata", ma al momento dell'acquisto è sempre meglio scegliere un esemplare sano.[4]
  3. 3
    Considera la taglia del criceto in base alle tue necessità. I criceti dorati possono raggiungere i 13-18 cm, i criceti russi e i criceti siberiani raggiungono i 7,5-10 cm, i criceti cinesi possono raggiungere 10-13 cm di lunghezza e i criceti di Roborovsky raggiungono appena i 7,5 cm in età adulta.[5]
  4. 4
    Considera la colorazione del pelo. I criceti dorati sono per la maggior parte color oro, ma possono avere colorazioni differenti; i criceti russi sono di colore grigio-marrone, hanno una striscia nera sulla schiena e lo stomaco bianco; i criceti siberiani sono bianchi (con sfumature viola o grigie); i criceti di Roborovsky sono color sabbia e hanno lo stomaco bianco, mentre i criceti cinesi sono marrone scuro con lo stomaco color avorio.[6]
  5. 5
    Chiedi di poter infilare la mano nella gabbietta dei criceti. Se non è possibile, chiedi all'allevatore o al commesso del negozio di animali di farlo per te. Non acquistare criceti che mordono o graffiano né esemplari troppo timorosi (che scappano, si nascondono e poi se ne stanno ben rintanati). Un criceto che ti annusa la mano senza salirci sopra può essere una buona scelta; anche un esemplare curioso che ti mordicchia delicatamente la mano può andare bene.[7]

Parte 2
Allestire la Gabbietta

  1. 1
    Procurati la gabbietta giusta. Deve essere spaziosa, almeno 80x50 cm. Un acquario di vetro (purché sia delle giuste dimensioni) è un'ottima casa per il tuo criceto, ma potrebbe non avere la corretta ventilazione; assicurati quindi che il coperchio sia traforato, in modo che l'aria circoli al suo interno. In alternativa, puoi usare un una gabbietta con recinzione metallica, che ha una buona ventilazione. Non mettere l'acquario alla luce diretta del sole, altrimenti il vetro amplificherà i raggi solari e il criceto potrebbe soffrirne. A meno che non siano di seconda mano, gli acquari possono essere costosi; puoi sempre usare una gabbietta standard, che garantisce un'ottima ventilazione.
  2. 2
    Metti la gabbia in un luogo sicuro. Assicurati che la zona sia ventilata e non esporre la gabbia alla luce diretta del sole, tienila lontano dalle finestre. Per non stressare il criceto, posiziona la gabbia in un luogo tranquillo, in una zona che non sia accessibile a cani e gatti; non permettere agli altri animali di casa di interagire col tuo criceto![8]
  3. 3
    Assicurati che il tuo criceto non possa scappare. I criceti sono abili artisti della fuga. Assicurati che tutte le uscite della gabbia siano chiuse e che eventuali parti rimovibili non possano essere "scardinate" dal tuo piccolo amico. Se la gabbietta è recintata, assicurati che il criceto non possa intrufolarsi tra le sbarre, correndo il rischio di rimanere intrappolato e ferirsi. Le sbarre dovrebbero distare almeno 0,7 cm l'una dall'altra.[9]
  4. 4
    Tieni in considerazione il suo istinto territoriale. I criceti dorati dovrebbero vivere da soli. Diventano territoriali a partire dalle 5-8 settimane di vita e combattono strenuamente (fino alla morte) per difendere il proprio territorio. I criceti nani possono vivere assieme, purché siano abituati a farlo fin dalla tenera età.
    • Le tre specie di criceto nano (russo, siberiano e Roborovsky) possono vivere in coppia, purché i due esemplari vengano fatti conoscere nella maniera corretta. Non mettere due esemplari di specie diverse nella stessa gabbietta, potrebbero combattere tra loro e ferirsi seriamente.[10]
  5. 5
    Appronta la lettiera. Sul fondo della gabbia dovrebbe esserci uno strato di materiale morbido spesso almeno 7,5 cm. I trucioli di legno di pino o cedro non vanno bene per i criceti, perché possono nuocere alla loro salute; contengono oli nocivi e possono causare problemi di respirazione. Il legno di pioppo tremolo, invece, è sicuro, perché non contiene sostanze nocive. Mai usare il cotone: è molto pericoloso, perché indigesto; inoltre, può attorcigliarsi attorno alle zampe del criceto bloccandogli la circolazione (cosa che può avere conseguenze mortali).[11] La carta può andare bene; anche (e soprattutto) quella igienica, purché non sia profumata.

Parte 3
Nutrizione del Criceto

  1. 1
    Nutri il criceto quotidianamente. Dai al criceto abbastanza cibo da riempirsi le guance: 15 g per un criceto dorato, 8 g per un criceto nano. Assicurati che abbia ogni giorno del cibo fresco nella sua vaschetta. I criceti sono animali che tendono a raccogliere tutto in maniera compulsiva e di conseguenza metterebbe il cibo da parte; togliere dalla gabbia queste scorte può stressarli notevolmente, quindi, se ti preoccupi della qualità del cibo che tende a conservare, rimuovilo e rimpiazzalo con quello fresco, nello stesso punto in cui aveva sistemato quello vecchio.[12]
    • Usa un piattino in terracotta o in metallo come recipiente per il cibo; usando un contenitore di plastica, si corre il rischio che il criceto lo rosicchi.[13]
  2. 2
    Fai in modo che abbia sempre acqua in abbondanza. I criceti non bevono molto, ma è importante che abbiano da bere quando sono assetati. Non mettere l'acqua in un piattino, perché si sporcherebbe velocemente e il criceto potrebbe capovolgerlo; utilizza invece una bottiglietta o un dispenser. Cambia l'acqua ogni giorno (al limite, ogni tre), perché sia sempre fresca.[14]
  3. 3
    Usa del pellet alimentare arricchito o del mangime in blocchetti. I semi misti permettono al criceto di mangiare ciò che trova più appetitoso, scartando magari gli alimenti più salutari. Basa le dieta del criceto sul mangime in blocchetti o sul pellet alimentare e usa i semi misti per integrarla. Assicurati che il criceto abbia mangiato abbastanza mangime (o pellet) prima di dargli i semi.[15]
  4. 4
    Spargi il mangime all'interno della gabbia e nascondilo nei giocattoli o nelle gallerie. Fai in modo che il criceto cerchi il cibo, invece di metterglielo nel piattino: mantenendosi in esercizio, correrà meno rischi di finire sovrappeso.
  5. 5
    Evita di dargli del cibo "per umani". Evita dolciumi, pasta, carne o pesce fresco e zucchero. I criceti possono soffrire di diabete e gli alimenti che per un uomo contengono poco zucchero possono rivelarsi nocivi alla sua salute.[16]
  6. 6
    Dagli qualche bocconcino, con una certa regolarità, due o tre volte alla settimana. I criceti amano in particolare: carote, cetrioli, mele, banane, peperoni, lattuga, sedano, cavolo verde, foglie di tarassaco e molti altri frutti e ortaggi. Alcuni di questi cibi possono integrare la sua dieta quotidiana. I bocconcini per criceti sono disponibili nei negozi di articoli per animali: scagliette di yogurt, gocce di cioccolato (per criceti), blocchetti di legno per roditori. Certi frutti e ortaggi possono essere NOCIVI per il tuo criceto: cipolle, mandorle, fagioli, patate, frutta con i semi, avocado, erba cipollina, melanzane, scalogno, spezie, porro, aglio, lattuga iceberg, pomodori e agrumi sono assolutamente vietati![17]
  7. 7
    Dagli dei bastoncini da masticare. Ne esistono di vari colori, dimensioni e gusto. Dato che i denti del tuo criceto crescono costantemente, ha bisogno di masticare qualcosa per consumarli un po'. I bastoncini da masticare sono l'ideale per questo scopo; trovane uno che piaccia al tuo criceto e daglielo da mordicchiare. A certi criceti i bastoncini non piacciono e si mettono a mordicchiare altri oggetti presenti nel loro habitat, come le sbarrette della gabbietta.[18]

Parte 4
Introdurlo al Nuovo Habitat

  1. 1
    Lascialo da solo e fagli esplorare la sua nuova casa. Quando arrivi a casa con il tuo nuovo criceto, mettilo nella gabbietta (con la sua scorta di acqua e cibo) e lascialo solo. Copri la gabbietta con un panno leggero, in modo che possa esplorare il nuovo ambiente in tutta tranquillità. Assicurarti che nella gabbia ci siano abbastanza cibo, acqua e giocattoli da tenerlo occupato per alcuni giorni, dato che non dovresti interagire con lui nei primi giorni. Se in casa ci sono dei bambini, degli amici o degli ospiti, fai loro presente di non disturbarlo.[19]
  2. 2
    Fai conoscenza con lui gradualmente. Dopo averlo lasciato solo per tre giorni, inizia ad avvicinarti. Quando ti avvicini alla gabbia, parla dolcemente per avvertirlo della tua presenza. Il criceto potrebbe sembrare nervoso inizialmente, ma ricorda che non ti conosce e la cosa è comprensibile. Comincia a cambiare l'acqua e il cibo nella gabbietta e rimpiazza i giocattoli vecchi con quelli nuovi; rimuovi le parti sporche della lettiera. In questo modo, comincerà ad abituarsi alla presenza delle tue mani all'interno della gabbia.[20]
  3. 3
    Inizia ad addomesticarlo. A partire dalla seconda settimana, comincia ad addestrare il tuo criceto (le sessioni di addestramento dovrebbero essere piuttosto brevi). La maggior parte dei criceti è attiva durante la notte, a partire dal tramonto; cerca di capire quando il tuo criceto è più vispo e addestralo in quel momento.[21]
    • Per addomesticare il tuo criceto, metti una mano nella gabbia e lascia che la esplori e la annusi; se comincia a mordicchiarla, leva lentamente la mano dalla gabbia, ma rimettila subito dentro per fargliela esplorare nuovamente. In questo modo, l'animale capirà che la mano non è qualcosa da mordere o temere. In seguito, tieni dei bocconcini in mano (usa dei semi misti, che i criceti adorano). Attirato dall'esca, comincerà a salirti sulla mano e imparerà che la mano è qualcosa su cui è possibile arrampicarsi. Comincia gradualmente a spostare l'esca, in modo che il criceto si abitui sempre di più ad arrampicarsi e a muoversi sulla tua mano.
    • Se l'animale fa dei progressi visibili, prova a farlo salire sulla mano prima di dargli un bocconcino; la considererà come qualcosa di positivo. Stavolta fallo salire sulla mano e quindi sollevala lentamente: All'inizio potrebbe spaventarsi, ma dovresti riuscire a calmarlo parlandogli dolcemente e offrendogli un bocconcino. Siediti per terra durante questo passaggio, il criceto potrebbe cercare di scappare e ferirsi cadendo (una caduta di 15-20 cm può bastare perché si faccia male).[22]
  4. 4
    Rispetta il suo ciclo del sonno. Nonostante siano animali notturni, i criceti si muovono durante il giorno per nutrirsi; quando lo fanno, potrebbero sembrare svegli, ma in realtà sono molto assonnati e (in genere) poco inclini a giocare. Per questo motivo, evita che le persone che ti stanno intorno interagiscano col criceto durante il giorno. Almeno inizialmente, è importante che il criceto leghi solamente con te (per fargli fare amicizia con altre persone ci sarà tempo) e ti veda come un amico che non gli farebbe mai del male.[23]

Parte 5
Mantenere il Criceto in Esercizio

  1. 1
    Procurati una ruota per criceti adatta. Le ruote presenti nella maggior parte delle gabbiette sono troppo piccole e non sono buone per la schiena del criceto (se la sua schiena curva verso l'alto mentre corre dentro la ruota, quest'ultima è troppo piccola). Prendine una di almeno 20 cm per un criceto nano e di 28 cm per un criceto siriano (puoi acquistare anche una gabbia più grande).[24]
  2. 2
    Assicurati che il criceto abbia molti giocattoli con cui divertirsi. Rotoli di carta igienica, scatole porta-fazzoletti, tubi (anche in PVC), scatole di cartone e oggetti da masticare per roditori sono tutti giocattoli divertenti per il tuo criceto. Molti proprietari danno al loro criceto semplicemente una ruota o una pallina con cui giocare e, di conseguenza, l'animale si annoia e prende cattive abitudini (mordicchia le sbarre della gabbia, corre come un forsennato nella gabbia, eccetera). Il tuo criceto ha bisogno di ben altro per passare il tempo; fallo divertire con dei giochi diversi e cambiali spesso perché non si annoi.[25]
  3. 3
    Allestisci un box in cui farlo giocare. Al tuo criceto farà sicuramente piacere esplorare il mondo esterno, e avere un box dove possa giocare ti servirà anche quando dovrai pulire la gabbietta. Puoi usare un portaoggetti di plastica o una piccola recinzione per animali (che puoi trovare nei migliori negozi di articoli per animali).[26]
    • Quando lo metti fuori dalla gabbia, assicurati che non possa entrare in contatto con oggetti pericolosi (come fili elettrici che potrebbe masticare) e non possa uscire dalla stanza in cui lo tieni.

Parte 6
Pulizia della Gabbietta

  1. 1
    Metti il criceto in un luogo sicuro. Mentre pulisci la gabbietta, metti il criceto in un box o in un recipiente sicuro. Servirà un po' di tempo per pulire la gabbietta e dovrai avere entrambe le mani libere per farlo; non provare a reggere il criceto con una mano mentre pulisci con l'altra: farai un pessimo lavoro e stresserai inutilmente l'animale.[27]
  2. 2
    Pulisci la gabbietta in maniera approfondita. Usa del semplice sapone per piatti diluito nell'acqua; la più piccola traccia di altri tipi di sapone può causare fastidio al tuo piccolo amico. Usa del sapone speciale per roditori, che puoi trovare nei negozi di articoli per animali.[28]
    • Puoi anche utilizzare una soluzione di acqua e aceto per pulire la gabbia.[29]
  3. 3
    Risciacqua la gabbietta e lasciala asciugare. Assicurati che l'acqua sia del tutto evaporata e che ogni traccia di sapone (o altra sostanza detergente) sia stata rimossa. Ricorda che i criceti hanno un olfatto molto sviluppato e l'odore di aceto o sapone può dare loro fastidio.[30]
  4. 4
    Rimpiazza lo strato di materiale che compone la lettiera. Quando la lettiera è vecchia, va rimpiazzata e non riutilizzata. Il materiale utile può essere acquistato anche in drogheria. Puoi usare dei pezzetti di tessuto o di carta igienica. Non utilizzare la carta di giornale, perché il criceto potrebbe leccare l'inchiostro e ammalarsi gravemente. Non usare dei trucioli di pino o di cedro, perché sono legni nocivi per i criceti; meglio usare il pioppo tremulo.[31]

Cose che ti Serviranno

  • Criceto
  • Gabbietta
  • Giocattoli per criceti
  • Detergente speciale per la pulizia della gabbietta
  • Cibo/bocconcini per criceti
  • Ciotolina per il cibo
  • Acqua
  • Bottiglietta d'acqua
  • Lettiera
  • Gallerie giocattolo
  • Casetta per criceti
  • Posto dove mettere il criceto a dormire
  • Rotoli di carta igienica (da masticare o per infilarcisi dentro)

Riferimenti

  1. https://www.aspca.org/pet-care/small-pet-care/hamster-care
  2. http://www.petwebsite.com/hamsters/buying_hamster.asp# .VW3AD2CH2cM
  3. http://www.smallanimalchannel.com/hamsters/hamster-health/tips-to-buying-a-healthy-hamster.aspx
  4. http://www.drsfostersmith.com/pic/article.cfm?articleid=2282
  5. http://www.drsfostersmith.com/pic/article.cfm?articleid=2053
  6. http://www.drsfostersmith.com/pic/article.cfm?articleid=2053
  7. http://www.smallanimalchannel.com/hamsters/hamster-interaction/choose-a-pet-hamster.aspx
  8. http://www.humanesociety.org/animals/hamsters/tips/hamster_housing.html
  9. http://www.humanesociety.org/animals/hamsters/tips/hamster_housing.html
Mostra altro ... (22)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali.

Categorie: Animali

In altre lingue:

English: Care for a Hamster, Español: cuidar un hámster, Português: Cuidar de um Hamster, Deutsch: Einen Hamster halten, Français: s'occuper d'un hamster, Русский: ухаживать за хомячком, 中文: 照顾仓鼠, Bahasa Indonesia: Merawat Hamster, Nederlands: Een hamster verzorgen, Čeština: Jak se starat o křečka, ไทย: เลี้ยงหนูแฮมสเตอร์, 日本語: ハムスターを飼育する, العربية: العناية بالهامستر, Tiếng Việt: Nuôi chuột lang

Questa pagina è stata letta 103 057 volte.
Hai trovato utile questo articolo?