Sapere che il tuo micio soffre di diabete può essere terribile e insopportabile. Alcuni padroni si domandano come aiutare il proprio animale a gestire la malattia. All'inizio potresti sentirti sopraffatto dal problema, ma è assolutamente possibile prendersi cura di un gatto diabetico; se riesci ad affrontare la malattia nella fase precoce, con i trattamenti adeguati è anche possibile curarla. Se il tuo amico felino soffre di questa patologia, puoi mettere in atto alcuni accorgimenti per aiutarlo; puoi prendertene cura ogni giorno, imparare a somministrargli iniezioni di insulina e riconoscere i segnali a cui prestare attenzione.

Parte 1 di 3:
Fornire Cure Giornaliere

  1. 1
    Offri al micio una dieta appropriata. La maggior parte delle persone sa che gli esseri umani diabetici devono riporre molta attenzione nell'alimentazione, la stessa cosa vale per i gatti; la dieta ideale per questi animali deve essere ricca di proteine e povera di carboidrati. Sfortunatamente, quasi tutti i cibi per gatti che si trovano nei supermercati sono esattamente all'opposto; devi pertanto trovare un alimento che soddisfi le esigenze del tuo amico peloso.[1]
    • Molte aziende che vendono cibo di qualità per animali domestici offrono prodotti ricchi di proteine; tra queste ci sono Purina, Hill's e Royal Canin. I prodotti Purina sono disponibili nella versione crocchette o cibo umido. Finché il gatto ha la possibilità di bere liberamente quanto vuole, vanno bene entrambe le formulazioni.
    • Nutrire il micio con cibi ricchi di proteine è di aiuto per ridurre la produzione in eccesso del glucosio, contribuendo così a stabilizzare il suo organismo. Per alcuni gatti non serve altro che passare a un'alimentazione di alta qualità ricca di proteine; dopo alcuni mesi di questo regime dietetico, sono in grado di tornare al normale stato di salute.
  2. 2
    Imposta una programmazione dei pasti. Fino a poco tempo fa molte persone ritenevano che il momento migliore per dare cibo ai gatti diabetici fosse subito dopo la somministrazione di insulina. Tuttavia, i ricercatori moderni hanno riscontrato che i livelli di insulina raggiungono il picco massimo 3-6 ore dopo l'iniezione, portando il gatto a sentirsi nuovamente affamato. Si deve invece cercare di abbinare il pasto principale all'attività massima dell'insulina, che avviene circa 3 ore dopo averla iniettata.[2]
    • Prima di somministrargli la dose di insulina, è importante verificare se mangia come al solito. Questo è il motivo per cui è una buona idea dargli uno spuntino prima dell'iniezione. Se vedi che rifiuta il cibo, chiama il veterinario prima di dargli l'insulina; se il micio è malato, una dose completa potrebbe innescare una grave intossicazione.
    • In parole semplici, questo significa suddividere il cibo che mangia giornalmente in quattro piccoli pasti. Dagli due piccoli spuntini prima di ogni iniezione di insulina e gli altri due pasti a circa 3-6 ore dopo la somministrazione del farmaco. Una pianificazione tipica potrebbe essere simile a quella descritta di seguito:
      • Ore 7:00: spuntino e iniezione di insulina;
      • Ore 10:00: un pasto;
      • Ore 19:00: spuntino e iniezione di insulina;
      • Ore 22:00: un pasto.
  3. 3
    Sottoponilo a regolari controlli presso l'ambulatorio veterinario. Il micio diabetico ha bisogno di frequenti visite mediche. Il veterinario ti insegna a fare le iniezioni di insulina o a tenere traccia del livello di glucosio, ma il gatto deve anche sottoporsi a degli esami che può eseguire solo il medico; tra questi ci sono dei test per controllare le funzioni epatiche e renali.[3]
    • Se il diabete viene tenuto accuratamente sotto controllo e non ci sono altri problemi, può essere sufficiente una visita ogni tre mesi.
    • Impara a riconoscere i segnali di pericolo. I cambiamenti nel consumo di acqua, nell'appetito e nella quantità di urina prodotta dal micio sono tutti segni che indicano qualche problema. Se vedi che l'animale ha più sete del solito, può significare che i livelli glicemici non sono gestiti adeguatamente; in questo caso, porta il micio dal veterinario.
  4. 4
    Trova il modo di accudire l'animale quando sei lontano. Trova qualcuno che possa prendersene cura quando sei fuori casa per andare al lavoro, a scuola o in viaggio.[4]
    • Incarica una persona che sappia prendersi cura del tuo animale, se devi stare lontano per molto tempo, per essere certo di averlo "lasciato in buone mani". La maggior parte delle cliniche veterinarie offre questo servizio e può consigliarti qualche persona in grado di badare ai gatti diabetici.
    • Se un amico vuole prendersi cura del tuo micio, insegnagli a somministrare il farmaco e/o a controllare il livello di glucosio nel sangue. Istruiscilo sui comportamenti del micio a cui deve prestare attenzione; spiegagli anche cosa fare e chi contattare in caso di emergenza.
  5. 5
    Aderisci a un gruppo di supporto online o a forum che trattano gatti diabetici. Siti come "miagolando.com" o "gattisinasce.it" sono ottime risorse per aiutare i proprietari dei gatti che soffrono di questa malattia, offrendo utili informazioni e sostegno.
    • Rivolgersi continuamente al veterinario per le cure può diventare costoso nel lungo termine; alcuni gruppi o siti online possono offrire un sostegno ai proprietari di gatti diabetici.[5]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Eseguire l'Iniezione di Insulina sul Gatto

  1. 1
    Prepara la siringa. Devi usarne una nuova e sterile a ogni iniezione, in modo da evitare il rischio di infezioni; riempila con la dose prescritta dal veterinario.
    • Non cercare di preparare la siringa mentre il gatto è nei paraggi; lascialo indisturbato nelle sue attività, preparagli un dolcetto e solo alla fine cercalo per casa.
  2. 2
    Stabilisci una routine. Fai in modo di somministrargli l'insulina alla stessa ora ogni giorno. Prepara uno spuntino ricco di proteine e povero di carboidrati, avvicinati quindi con lo snack e la siringa pronta. Dandogli uno spuntino gustoso prima dell'iniezione puoi aiutarlo ad associare la somministrazione del farmaco con un momento piacevole.[6]
    • Facendogli l'iniezione ogni giorno alla stessa ora hai anche meno probabilità di dimenticarla; puoi impostare una sveglia sul cellulare, se temi di non ricordarla.
  3. 3
    Siediti comodamente accanto al micio. Se sei preoccupato, il gatto cercherà di allontanarsi da te; trova una persona di cui il micio si fida che possa tenerlo in maniera decisa ma delicata con entrambe le mani. Assicurati di raggiungere l'animale con facilità e comodamente.[7]
    • Aiutando il gatto a rispettare questa routine puoi farlo sentire più calmo e rilassato; evita di spaventarlo.
  4. 4
    Pizzicagli la pelle allontanandola dal muscolo. Usa il pollice e l'indice per questa azione; solitamente, l'iniezione viene eseguita sulla spalla o sull'anca. Tirare la pelle in questo modo ti aiuta a inserire l'ago e nel contempo intorpidisce un po' l'area.[8]
    • Se il tuo amico felino ha il pelo lungo, usa una spazzola o un pettine per separare con cautela i ciuffi di pelo e vedere così la pelle nel punto in cui vuoi fare l'iniezione.
    • Se non conosci con certezza il sito in cui infilare l'ago, contatta il veterinario.
  5. 5
    Inserisci l'ago nella pelle. Questa iniezione è di tipo sottocutaneo e non intramuscolare, altrimenti potresti provocare dolore al micio. Per eseguire correttamente l'iniezione, dovresti tenere la siringa in modo che sia quasi parallela alla pelle dell'animale, inserisci quindi l'ago nel punto che stai pizzicando; cerca di muoverti nella maniera più rapida e delicata possibile.[9]
    • Evita di conficcare violentemente l'ago nella pelle, altrimenti provochi maggiore dolore al micio; l'ago è tagliente, è quindi possibile inserirlo in maniera rapida e liscia.
    • Assicurati che l'angolo smussato della punta dell'ago sia rivolto verso l'alto durante l'inserimento, affinché penetri nella maniera più fluida e meno dolorosa possibile.
    • Una volta inserito l'ago, spingi lo stantuffo per permettere all'insulina di entrare sottopelle; al termine, puoi rimuovere l'ago.
  6. 6
    Assicura al micio molte attenzioni e lodi. Quando hai terminato l'iniezione, devi elogiarlo molto; per esempio, puoi accarezzarlo o spazzolarlo e dirgli che si è comportato bene; devi fargli capire che è stato bravo, non trascurare quindi questo aspetto.[10]
    • Rispettando una routine positiva il gatto non cercherà di nascondersi la prossima volta che gli farai l'iniezione.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Monitorare la Salute del Gatto

  1. 1
    Tieni sotto controllo la glicemia del micio. Si tratta della cosa più importante quando si monitora il diabete. I glucometri digitali per uso umano sono adatti anche per la misurazione del glucosio nel sangue dei gatti. Il livello glicemico standard dei mici rientra nell'intervallo compreso tra 80 e 120 mg/dl. Dopo un pasto il livello di zucchero nel sangue nei gatti sani può alzarsi e raggiungere i 250-300 mg/dl. Dato che negli animali diabetici il livello di zucchero nel sangue viene stabilizzato grazie alle iniezioni di insulina, dovresti riuscire a mantenerlo nei livelli standard.
    • Monitorare regolarmente il glucosio nel sangue evita gli effetti dell'ipoglicemia (poco zucchero nel sangue). Questo disturbo può verificarsi quando viene somministrata una dose eccessiva di insulina; in tal caso, l'animale potrebbe manifestare debolezza, confusione, perdita di coordinazione e, nei casi estremi, anche entrare in coma.
    • Consulta immediatamente il veterinario se il micio presenta alti livelli di glucosio anche dopo la somministrazione di insulina.
  2. 2
    Controlla l'urina del gatto. Il veterinario ti ha forse consigliato di analizzarla un paio di volte a settimana usando un kit specifico. Puoi trovare in commercio delle strisce reattive appositamente realizzate che cambiano colore in base al livello di glucosio e chetoni presenti nell'urina. Lo scopo principale di questo test è verificare che non ci siano chetoni, piuttosto che controllare il livello di zucchero nell'urina. Il veterinario ti spiegherà come utilizzare il kit.[11]
    • I chetoni sono tossine che vengono prodotte quando il livello di zucchero nel sangue è alto per molto tempo. Se sono presenti nell'urina, si tratta di un segnale pericoloso che indica che il gatto non è sano, devi quindi rivolgerti al veterinario urgentemente.
  3. 3
    Osserva il comportamento del micio. A prescindere che abbia il diabete o meno, devi sempre prestare attenzione al suo comportamento, dato che non è in grado di dirti se sta bene o no; è quindi importante sapere cosa è normale per lo specifico esemplare.[12]
    • Contatta subito il veterinario se noti che beve più acqua del solito, urina spesso e abbondantemente, ha difficoltà con la coordinazione, perde peso senza motivi apparenti o sembra letargico.
  4. 4
    Informati sul diabete felino. Proprio come gli esseri umani, anche i gatti soffrono di due tipi distinti di diabete. Il primo è quello di tipo 1, che richiede in genere la somministrazione di insulina con le iniezioni, dato che il pancreas non è in grado di produrne la quantità necessaria per mantenere livelli glicemici sani. Il secondo tipo è quello chiamato di tipo 2; se il micio soffre di questa tipologia di diabete, potrebbe anche non avere bisogno di insulina, a seconda della capacità o incapacità del pancreas di produrne a sufficienza.
    • Il diabete presenta quattro sintomi principali, che sono: minzione frequente con abbondante produzione di urina, aumento del consumo d'acqua, inspiegabile perdita di peso e aumento dell'appetito.[13]
    • In alcuni casi, i gatti diabetici possono guarire se la malattia viene diagnosticata in tempo e trattata con attenzione.
    • I gatti non rispondono bene ai farmaci ipoglicemizzanti per uso orale (che abbassano il livello di glucosio); questo è il motivo per cui sono necessarie le iniezioni di insulina per gestire la malattia.
    Pubblicità

Consigli

  • Sebbene l'obesità non sia causa diretta di diabete, i gatti in sovrappeso sono comunque più soggetti a svilupparlo. Se il tuo gatto lo è, prendi delle iniziative per migliorare la sua alimentazione e farlo dimagrire, in modo da garantirgli una vita più sana e più felice.
  • Le crocchette non sono molto indicate per i gatti; se l'alimentazione del tuo micio è a base di cibo secco, dovresti cambiarla e scegliere cibo umido di alta qualità, che è più sano. Se non sai con certezza qual è il prodotto migliore per il tuo amico felino, chiedi consiglio al veterinario.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non somministrare l'insulina al micio senza prima avere consultato il veterinario; se dovessi dargli una dose sbagliata o somministrarla quando non ne ha bisogno, potresti anche ucciderlo.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Capire se una Gatta è Incinta

Come

Rimuovere l'Odore di Urina del Gatto

Come

Sapere se la tua Gatta è in Calore

Come

Controllare i Gatti per i Vermi

Come

Curare un Gatto Stitico

Come

Viziare il Gatto

Come

Calmare una Gatta in Calore

Come

Capire se il tuo Gatto ha i Vermi

Come

Sapere se il vostro Gatto non sta Bene

Come

Comunicare con il vostro Gatto

Come

Preparare in Casa un Repellente Per Gatti

Come

Tenere Lontani i Gatti

Come

Liberare il Gatto dagli Acari alle Orecchie

Come

Addestrare un Gatto
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Pippa Elliott, MRCVS
Co-redatto da:
Veterinaria
Questo articolo è stato co-redatto da Pippa Elliott, MRCVS. Laureata in Scienze Veterinarie e membro del Royal College of Veterinary Surgeons, la Dottoressa Elliott ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della chirurgia veterinaria e nella pratica della medicina per animali di compagnia. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia veterinaria alla University of Glasgow nel 1987. Lavora da più di 20 anni presso la stessa clinica veterinaria della sua città natale. Questo articolo è stato visualizzato 26 161 volte
Categorie: Gatti
Questa pagina è stata letta 26 161 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità