I cani di razza maltese sono degli ottimi animali da compagnia e hanno la reputazione di essere gentili quanto audaci. Sono cani toy, che amano accoccolarsi a lungo accanto al padrone mentre questo guarda la TV o legge un libro. I maltesi vivono ben oltre i dieci anni, restando dei vivaci giocherelloni anche in età avanzata. Pur essendo dei cani da compagnia, non sono comunque adatti a tutti i padroni; pensaci bene prima di acquistarne uno e sii consapevole dei particolari bisogni di questi cani, soprattutto per quanto riguarda la toelettatura.

Parte 1 di 5:
Capire se il Maltese è il Cane Giusto per Te

  1. 1
    Valuta se la personalità del maltese può adattarsi al tuo stile di vita. I maltesi amano la compagnia e possono abbaiare o soffrire di attacchi d'ansia se vengono lasciati soli a lungo. Valuta se puoi organizzare le tue giornate in modo da non lasciare solo il cane per più di quattro ore alla volta.
    • Dato che i maltesi amano la compagnia delle persone, possono facilmente diventarne dipendenti e soffrire di stress o di ansia da separazione quando non hanno qualcuno vicino, a meno che non vengano abituati fin da cuccioli a rimanere soli. Per farlo, basta semplicemente lasciare il cucciolo da solo ogni tanto e per periodi di tempo sempre più lunghi. Attento a non coccolare troppo il tuo maltese, altrimenti ti sarà sempre più difficile abituarlo a non averti accanto.[1]
    • Considera che non tutti i maltesi vanno d'accordo con i bambini e con gli altri animali. Sono cani piccoli e perciò si sentono facilmente minacciati da qualcuno più grande di loro (come può esserlo un bambino esuberante, ad esempio). Se hai un bambino piccolo, il maltese potrebbe ringhiargli contro o morderlo; quindi, per evitare incidenti, potrebbe essere necessario vigilare tutto il tempo su bimbo e cane quando sono assieme.[2]
  2. 2
    Valuta se puoi occuparti di un maltese nella maniera dovuta. I maltesi soffrono il freddo. Se abiti in una casa poco riscaldata o in una regione dal clima freddo, riconsidera la tua scelta. Inoltre, hanno il pelo lungo e setoso, quindi hanno bisogno di essere toelettati quotidianamente e che gli venga accorciato il mantello con una certa frequenza. Se hai dei bei divani neri, preparati a vederli pieni di peli bianchi, oppure considera di prendere un altro cane come animale domestico.[3]
  3. 3
    Preparati ad avere un cane che si mantiene vivace superati i dieci anni. Se ritieni di non poterti occupare di un animale tanto esuberante per un periodo di tempo così lungo, o di non esserne in grado in futuro, riconsidera la tua idea di prendere un cane. I maltesi possono vivere fino a 14-15 anni e allevare un cane è una grossa responsabilità, da non prendere alla leggera.
  4. 4
    Scegli con cura il tuo maltese. Gli allevatori sono tanti, ma ci sono anche parecchi cani di razza tenuti in canile. Se conosci il padrone di un maltese, chiedigli dove lo ha preso e, prima di portare il cucciolo a casa, assicurati che i tuoi conviventi, bimbi o animali che siano, possano abitare con lui.
    • Fatti mostrare il cucciolo in compagnia della madre. Se per qualche ragione la madre non è presente, rivolgiti a un'altra persona: questo è un chiaro segnale che il cucciolo proviene da un allevamento intensivo e tali programmi di riproduzione non andrebbero sostenuti in alcun modo.[4]
    • Assicurati che il tuo maltese sia stato socializzato da cucciolo (ciò lo rende un adulto fiducioso e socievole).
    Pubblicità

Parte 2 di 5:
Toelettare un Maltese

  1. 1
    Spazzolalo quotidianamente. I maltesi sono cani a pelo lungo: devono essere toelettati frequentemente da un professionista (una volta al mese circa); vanno spazzolati quotidianamente con una spazzola morbida per rimuovere l'eccesso di pelo e districare i nodi.
    • Per districare i nodi e i grovigli di pelo, potresti dovere usare un pettine, utile per raggiungere i peli alla radice. Districa delicatamente i peli e fai molta attenzione, perché, nel processo, è piuttosto facile ledere la cute.[5]
  2. 2
    Fagli il bagno usando uno shampoo delicato e un balsamo per cani. Se hai un cucciolo, potresti dovergli fare il bagnetto una volta alla settimana; se hai un cane adulto, basterà lavarlo una volta al mese.[6] Lava il pelo del cane come se si trattasse dei tuoi capelli, con delicatezza. Non dimenticare di pulirgli il musetto con un asciugamano per il viso.
  3. 3
    Pulisci regolarmente gli occhi. Il pelo sotto agli occhi del maltese tende a macchiarsi per colpa del liquido lacrimale. Le macchie sono a strisce, di colore marrone, ben riconoscibili sul muso bianco del cane; si formano se le lacrime scendono sulle guance e rimangono lì per qualche ora. Le sostanze presenti nel liquido lacrimale si ossidano diventando di colore marrone-ruggine e il pelo rimane macchiato.
    • Per evitare il problema, pulisci regolarmente gli occhi del cane. La quantità di lacrime dipende dal cane: se l'animale è sempre bagnato sulle guance, o vicino alle palpebre inferiori, asciugagli le lacrime ogni ora; per i cani che lacrimano di meno, asciuga il liquido due volte al giorno, o appena noti una grossa lacrima a un angolo dell'occhio.
    • Esistono svariati prodotti ideati per la pulizia degli occhi del cane, ma un batuffolo di cotone impregnato d'acqua (fatta precedentemente bollire) è più che sufficiente. Inumidisci il cotone con l'acqua (dopo averla lasciata raffreddare) e usalo per rimuovere il liquido fuoriuscito dagli occhi. Poi asciuga la zona con un batuffolo di cotone.
  4. 4
    Lavagli i denti. Molti padroni non lo fanno, ma è molto importante, soprattutto se il cane è anziano. Spazzolandogli i denti, salvaguarderai l'igiene dentale del cane e rallenterai la formazione del tartaro. Inizia quando il cane è ancora un cucciolo, così si abituerà al processo. Usa uno spazzolino morbido e del dentifricio per cani, che puoi trovare in qualsiasi negozio di articoli per animali.
    • Considera che il maltese è particolarmente soggetto a problemi legati al tartaro e alla formazione di placca, che irritano le gengive dell'animale causando infiammazioni e infezioni; agli stadi più avanzati, può verificarsi una recessione gengivale, che porta all'indebolimento del dente, che a sua volta può infettarsi e cadere.
    • Almeno inizialmente, strofina denti e gengive con il dito. Aggiungere un po' di cibo soffice per cani può rendere l'esperienza più piacevole per l'animale. Lava i denti del cane prima che vada a dormire.
    • Esistono dei pellet alimentari che puliscono i denti del cane mentre mastica. Sappi che il cibo in scatola favorisce maggiormente la formazione di tartaro rispetto a quello secco.
  5. 5
    Taglia le unghie del tuo cane. Le unghie di un maltese andrebbero accorciate una volta al mese, in modo che non crescano eccessivamente e si infettino. Usa un normale tagliaunghie, iniziando a tagliare dalla punta per fermarti in prossimità della carne viva. Se non ti senti sicuro, rivolgiti a un toelettatore esperto o al tuo veterinario perché ti mostrino come si fa.
    • La parte interna dell'unghia, la carne viva, è piena di nervi e vasi sanguigni. Tagliando troppo in profondità, si finisce per danneggiare la carne, il che è doloroso e causa sanguinamento. Se non sai esattamente come comportarti, taglia il meno possibile.
    • Il cane potrebbe impaurirsi e agitarsi; se succede, dagli da mangiare immediatamente dopo avergli tagliato le unghie, in tal modo assocerà l'esperienza a qualcosa di positivo.
    • Molti padroni tagliano le unghie al loro maltese quando è addormentato; bisogna essere cauti nel farlo, perché svegliare l'animale è piuttosto facile in questi casi.
  6. 6
    Controlla quotidianamente le orecchie. Puoi farlo fare da un professionista o farlo tu a casa. Pulisci l'orecchio con un cotton fioc, ma non infilarlo all'interno del canale auricolare. Pulisci esclusivamente la parte visibile dell'orecchio; se vedi del cerume, rimuovilo.
    • Mai bagnare l'orecchio del cane: l'acqua ammorbidisce la pelle e la rende più soggetta a infezioni. Usa una soluzione detergente ideata specificatamente per questo scopo; questi prodotti dissolvono il cerume ed evaporano immediatamente, senza lasciare bagnato il canale auricolare.
    Pubblicità

Parte 3 di 5:
Nutrire un Maltese

  1. 1
    Dai al cane la stessa marca di cibo a cui è abituato e apporta modifiche gradualmente per evitare di sconvolgere la sua digestione. Questo è particolarmente importante nel caso si tratti di un cucciolo. I maltesi hanno lo stomaco piccolo, quindi è importante nutrirlo con del cibo di prima qualità. Chiedi consiglio al tuo veterinario e scegli dei prodotti che abbiano come ingrediente principale una varietà di carne.
  2. 2
    I maltesi possono diventare piuttosto schizzinosi, quindi non usare cibo per umani come "premio" o peggiorerai le cose. Dagli cibo per cani e bocconcini di alta qualità raccomandati dal veterinario. Lasciagli sempre a disposizione acqua fresca e crocchette secche (a meno che non sia adulto e in sovrappeso). I cuccioli di maltese possono soffrire di ipoglicemia, che può essere mortale se il cibo non è immediatamente disponibile.
  3. 3
    Assicurati che il cane non mangi troppo. Potresti essere tentato di dargli troppo cibo al momento dei pasti, o di riempirlo di bocconcini. Chiedi al tuo veterinario se il tuo cane è in sovrappeso[7] , saprà darti preziosi consigli per farlo dimagrire.
    Pubblicità

Parte 4 di 5:
Socializzare, Addestrare e Tenere in Allenamento un Maltese

  1. 1
    Socializza il prima possibile il tuo cane. Il maltese, così come gli altri cani, va socializzato per diventare un buon animale da compagnia. È certamente importante che il cucciolo leghi con te, ma lo è altrettanto che conosca altre persone e animali. Quando è giovane, fagli incontrare un sacco di persone e animali differenti, in modo da fargli capire che essere circondato dagli altri è una cosa del tutto normale e anche piacevole.[8]
    • I maltesi non socializzati possono diventare paurosi o aggressivi nei confronti degli sconosciuti.
  2. 2
    Fallo camminare. I maltesi hanno bisogno di fare molte passeggiate, quindi fai camminare il tuo cane almeno 15 minuti al giorno. Questi animali devono fare esercizio; se abiti in un appartamento, vai frequentemente al parco con il tuo maltese.[9]
    • Quando si tratta di fare esercizio, i maltesi sono piuttosto versatili. Amano camminare, ma possono bruciare le energie anche in uno spazio ristretto (riportando indietro un oggetto lanciato dal padrone, ad esempio).
    • Un maltese annoiato può iniziare ad abbaiare semplicemente per divertirsi.
  3. 3
    Addestra il tuo maltese. Il maltese è un cane intelligente e ama essere stimolato mentalmente. Come avviene per gli altri cani, deve essere addestrato a sedersi, a stare fermo e a rispondere al richiamo del padrone; inoltre, gli deve essere insegnato a non sporcare in casa. Durante l'addestramento, usa il rinforzo positivo invece di punirlo quando si comporta male. Questi cani sono invogliati a dare il meglio quando ricevono amore e ricompense.
    • Non farti ingannare dalle loro dimensioni ridotte, i maltesi amano la sfida e son ben felici di essere addestrati. Certi maltesi ben figurano nell'agility (nella loro categoria, ovviamente), quindi prendi in considerazione un'attività del genere per tenere in allenamento il tuo cane.
  4. 4
    Dagli amore e attenzioni. I maltesi sono splendidi animali e meritano di essere trattati con amore e premura. Coccola il tuo cane ogni volta che puoi e dimostragli il tuo affetto.
    Pubblicità

Parte 5 di 5:
Prendersi Cura della Salute di un Maltese

  1. 1
    Fallo vaccinare annualmente. Il tuo veterinario saprà dirti quali sono le malattie canine più diffuse nella tua zona e quali vaccinazioni sono necessarie per proteggere il tuo cane. In certi paesi è inoltre obbligatorio vaccinare i propri animali domestici contro la rabbia.
    • Previeni determinate malattie seguendo i consigli del tuo veterinario. Sottoponi regolarmente il tuo cane a un trattamento preventivo contro i vermi.[10]
    Consiglio dell'Esperto
    Laureata in Scienze Veterinarie e membro del Royal College of Veterinary Surgeons, la Dottoressa Elliott ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della chirurgia veterinaria e nella pratica della medicina per animali di compagnia. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia veterinaria alla University of Glasgow nel 1987. Lavora da più di 20 anni presso la stessa clinica veterinaria della sua città natale.
    Pippa Elliott, MRCVS
    Pippa Elliott, MRCVS
    Veterinaria

    Pippa Elliott, veterinaria, consiglia: "Fai delle ricerche e informati sui problemi di salute più comuni della razza maltese. Questi includono lussazione delle rotule, sindrome del tremore generalizzato, shunt portosistemici e ipoglicemia. Sapere a cosa devi prestare attenzione ti aiuterà a capire quando è necessario rivolgersi al veterinario".

  2. 2
    Fallo sterilizzare. Se non intendi far riprodurre il tuo cane, rivolgiti al tuo veterinario per farlo sterilizzare. In tal modo, limiterai i comportamenti antisociali dell'animale (come la tendenza a marcare il territorio da parte del maschio); ridurrai inoltre il rischio che il cane, se femmina, contragga determinate malattie, come il cancro alle mammelle (in tal caso, l'intervento va fatto a tempo debito) e la piometra (infezione dell'utero).
  3. 3
    Dota il cane di microchip. Ciò permetterà di identificarlo come tuo, per sempre. Se il tuo cane scappa o viene rubato, il microchip ti permetterà di dimostrare che sei tu il suo padrone.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Portare a Passeggio il Cane

Come

Scegliere un Cibo per Cani Sano

Come

Viaggiare in Auto col Tuo Cane

Come

Vivere in una Casa con più Cani

Come

Vivere con un Carlino

Come

Riconoscere un Cane che Sta per Morire

Come

Insegnare al tuo Cucciolo a Smettere di Mordere

Come

Insegnare ai Cuccioli a Fare i Bisogni Fuori Casa

Come

Prendersi Cura di un Cane dopo la Sterilizzazione

Come

Insegnare a un Cucciolo a Non Mordere

Come

Solidificare le Feci del tuo Cane

Come

Riconoscere i Sintomi di Displasia dell'Anca nei Cani

Come

Misurare la Febbre al Cane Senza Usare il Termometro

Come

Identificare i Vermi dei Cani
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Pippa Elliott, MRCVS
Co-redatto da:
Pippa Elliott, MRCVS
Veterinaria
Questo articolo è stato co-redatto da Pippa Elliott, MRCVS. Laureata in Scienze Veterinarie e membro del Royal College of Veterinary Surgeons, la Dottoressa Elliott ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della chirurgia veterinaria e nella pratica della medicina per animali di compagnia. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia veterinaria alla University of Glasgow nel 1987. Lavora da più di 20 anni presso la stessa clinica veterinaria della sua città natale. Questo articolo è stato visualizzato 88 677 volte
Categorie: Cani
Questa pagina è stata letta 88 677 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità