È essenziale prendersi cura di un nuovo tatuaggio subito dopo averlo completato, in modo che possa guarire rapidamente e rimanere ben definito. Non togliere la fasciatura applicata dal tatuatore per almeno qualche ora, quindi rimuovila delicatamente, lava il tatuaggio con acqua tiepida e sapone antibatterico, infine tampona la zona. Mantenendo la pelle costantemente idratata, pulita e al riparo dal sole, ma soprattutto evitando di stuzzicarla e grattarla, il tatuaggio guarirà magnificamente.

Parte 1 di 2:
Prima Pulizia e Cura

  1. 1
    Lascia il bendaggio per 2-3 ore. Quando il tatuaggio sarà completo, il tatuatore pulirà la zona, applicherà una pomata antibatterica e la coprirà con una fasciatura di garza o pellicola. Una volta uscito dal suo studio, resisti alla tentazione di togliere le bende: servono a proteggere la pelle da sporco e batteri, perciò non andrebbero rimosse per un massimo di 3 ore.[1]
    • I tatuatori usano metodi diversi per proteggere i nuovi tatuaggi, quindi chiedi al tuo tattoo artist quando è opportuno togliere la fasciatura. Potrebbe anche non applicarne nessuna, a seconda dei prodotti e della tecnica che utilizza.
    • Se si lasciano le bende più a lungo di quanto raccomanda il tatuatore, si è più soggetti a infezioni e l'inchiostro rischia di stingere.
  2. 2
    Lavati le mani e rimuovi il bendaggio con attenzione. Lavandoti prima le mani eviterai che il tatuaggio si infetti quando andrai a toccarlo. Per rimuovere più facilmente le bende, puoi versarci sopra acqua calda, in modo che non restino attaccate alla pelle. Toglile lentamente e con cautela per non danneggiare il tatuaggio.[2]
    • Getta via la fasciatura usata.
  3. 3
    Lava il tatuaggio con acqua tiepida e sapone antibatterico. Invece di immergere il tatuaggio, bagnalo versandoci sopra dell'acqua tiepida con le mani. Massaggia gentilmente la zona con le dita utilizzando un sapone liquido antibatterico o antimicrobico, delicato e senza profumazione, fino a rimuovere ogni residuo di sangue, plasma o inchiostro in eccesso. In questo modo, eviterai che si formino delle croste prima del previsto.[3]
    • Non utilizzare panni o spugne per lavare il tatuaggio, perché possono ospitare batteri. Dovrai aspettare che sia completamente guarito prima di ricominciare a usare questi articoli.
    • Non tenere il tatuaggio sotto il getto diretto dell'acqua: il flusso proveniente dal rubinetto potrebbe essere troppo forte.
  4. 4
    Lascia che il tatuaggio si asciughi all'aria o tamponalo con un tovagliolo di carta pulito. Sebbene sia meglio lasciar asciugare la pelle all'aria fresca dopo aver pulito il tatuaggio, la si può anche tamponare delicatamente con un panno di carta pulito e asciutto. Non devi strofinare, però, altrimenti rischi di irritarla.[4]
    • I normali asciugamani possono irritare il tatuaggio o lasciarvi della lanugine, quindi è meglio usare solo tovaglioli di carta.
  5. 5
    Applica una pomata antibatterica non profumata. Una volta che il tatuaggio si è asciugato del tutto, spalmaci sopra un po' di crema idratante, preferibilmente un prodotto completamente naturale. Limitati a uno strato molto sottile e massaggialo delicatamente fino al completo assorbimento. Se non sei sicuro di che tipo di crema usare, chiedi consiglio al tuo tatuatore.[5]
    • Una valida opzione per ripristinare la barriera naturale della pelle è Eucerin Aquaphor.
    • Non usare prodotti derivati dal petrolio, come la vaselina, perché sono troppo pesanti e possono ostruire i pori.
    • Una volta pulito e idratato il tatuaggio, non fasciarlo di nuovo.
  6. 6
    Segui le raccomandazioni del tuo tatuatore. Ti darà sicuramente tutte le istruzioni necessarie per prenderti cura del tatuaggio ed è importante che tu le segua scrupolosamente. Potrebbe usare un metodo diverso da altri tatuatori, quindi presta attenzione ai suoi consigli per assicurarti che il tatuaggio guarisca correttamente.[6]
    • Annota le istruzioni che ti vengono date su un pezzo di carta o scrivile sul telefono, in modo da non rischiare di dimenticarle.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Precauzioni per una Veloce Guarigione

  1. 1
    Lava e a idrata il tatuaggio tutti i giorni finché non saranno sparite le croste. Dovresti continuare a lavarlo con un sapone antibatterico e acqua tiepida 2-3 volte al giorno, fino alla completa guarigione. Ci vorranno dalle 2 alle 6 settimane prima che questo accada, in base alla grandezza e alla posizione del tatuaggio.[7]
    • Anche se l'idratazione è importante, fai attenzione a non "soffocare" il tatuaggio con la crema: è sufficiente uno strato sottile.
    • Continua a usare un sapone delicato senza profumazione durante i lavaggi.
  2. 2
    Non grattare né stuzzicare il tatuaggio. Durante la guarigione potrebbero formarsi delle croste; è assolutamente normale, ma dovresti lasciarle seccare e cadere da sole. Non cercare di toglierle, altrimenti potrebbero venir via troppo presto, lasciando dei buchi o delle macchie bianche sul tatuaggio.[8]
    • La pelle può prudere parecchio mentre si asciuga e guarisce dalle croste. Cerca di resistere, perché se ti grattassi rischieresti di togliere le croste e provocare danni al tatuaggio.
    • Continua a usare una crema idratante se il prurito ti dà davvero fastidio.
  3. 3
    Non esporre il tatuaggio alla luce diretta del sole. I raggi solari possono causare la formazione di bolle sulla pelle e far sbiadire il colore del tattoo, quindi è meglio tenerlo coperto e al riparo dal sole per almeno 3-4 settimane, finché non sarà terminata la prima fase di guarigione.[9]
    • Dopo questo periodo dovrai comunque proteggerlo con una crema solare per evitare che sbiadisca.
  4. 4
    Non immergere il tatuaggio nell'acqua. Finché non sarà completamente guarito non nuotare in piscina o nel mare e non fare il bagno nella vasca. L'esposizione eccessiva all'acqua può scolorire il tatuaggio, danneggiandone l'aspetto; inoltre, l'acqua della piscina, del mare e della vasca da bagno potrebbe contenere prodotti chimici, batteri, sporco o altre impurità che possono infettarlo.[10]
    • Potrai riprendere queste attività in tutta sicurezza quando il tatuaggio sarà guarito completamente; per ora, bagnalo solo nella doccia o nel lavandino.
  5. 5
    Indossa abiti puliti e ampi per non irritare il tatuaggio. Soprattutto all'inizio, evita di costringere la zona in vestiti stretti e aderenti. Durante la guarigione, il tatuaggio trasuda plasma e inchiostro in eccesso, quindi gli abiti troppo stretti rischiano di rimanervi appiccicati. Sarebbe molto doloroso, poi, togliere i vestiti, oltre al fatto che potresti staccare delle crosticine appena formate.[11]
    • Nel caso il vestito si attaccasse al tatuaggio, non tirarlo! Inumidisci prima l'area con l'acqua. Così facendo dovresti riuscire ad allentare la "presa" e rimuoverlo senza fare danni.
    • Oltretutto, gli abiti troppo stretti non fanno respirare la pelle e l'ossigeno è fondamentale per la guarigione.
  6. 6
    Aspetta che il tatuaggio sia guarito prima di fare esercizi fisici intensi. Quando il disegno è molto esteso o vicino alle articolazioni (come i gomiti e le ginocchia), impiegherà più tempo a guarire, soprattutto se la pelle viene costretta a movimenti impegnativi che potrebbero romperla e irritarla, prolungando i tempi di cicatrizzazione.[12]
    • Se lavori in un ambito che prevede attività fisica, come quello edile o la danza, valuta di fare il tatuaggio subito prima di un periodo di riposo di uno o due giorni, in modo da lasciargli il tempo di guarire almeno parzialmente prima di tornare al lavoro.
    Pubblicità

Risposte a Cura dell'Esperto

  • Quali sono i consigli per prendersi cura del tatuaggio il primo giorno?

Se il tatuatore usa una fasciatura di pellicola trasparente, di solito la si lascia in posizione per qualche giorno. Se invece usa una benda fissata con il nastro, dovrai toglierla dopo qualche ora e lavare il tatuaggio, quindi applica uno strato leggero di una pomata non untuosa. Non usare sostanze grasse, come la vitamina E, l'aloe o la vaselina. In caso di dubbio, consulta il foglietto illustrativo fornito dal tatuatore.

  • Quali sono le raccomandazioni per non irritare il tatuaggio mentre guarisce?

Assicurati che i vestiti non sfreghino contro il tatuaggio, soprattutto se questo si trova in una zona molto flessibile, come il polso o la caviglia. Non solo rischieresti di irritare la pelle, ma potresti anche prolungare il processo di guarigione.

  • Che cosa consigli a chi si è appena fatto il primo tatuaggio?

Prenditi cura del tatuaggio durante la guarigione. Non stuzzicarlo né grattarlo, tienilo lontano dal sole e non andare a nuotare per i primi 10 giorni circa.

Consigli

  • Controlla gli ingredienti dei saponi e delle lozioni che usi, per assicurarti che non contengano alcol o profumazioni artificiali.
  • Usa delle vecchie lenzuola pulite per le prime notti, nel caso il tatuaggio trasudi.
  • Assicurati che tutti i vestiti e gli asciugamani che entrano a contatto con il tatuaggio durante il periodo di guarigione siano puliti.
  • Potresti aver bisogno di una mano per prenderti cura del tatuaggio se si trova in un punto del corpo difficile da raggiungere.
  • Ritorna allo studio del tatuatore se è necessario effettuare dei ritocchi sul disegno.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non lavare il tatuaggio con acqua troppo calda.
  • Non radere la pelle tatuata finché non sarà completamente guarita. Se depili la zona circostante, fai in modo che la crema depilatoria non entri a contatto con il tatuaggio o potresti irritarlo.
  • Non lasciare il tatuaggio avvolto nelle bende per più di 3 ore.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Trattare l'Infezione di un Piercing all'Orecchio

Come

Prendersi Cura dei Buchi alle Orecchie

Come

Stabilire se un Piercing è Infetto

Come

Capire se un Tatuaggio ha fatto Infezione

Come

Togliersi gli Orecchini per la Prima Volta

Come

Fare un Tatuaggio Temporaneo

Come

Curare le Infezioni da Piercing

Come

Fare il Buco all'Orecchio

Come

Riaprire un Buco all'Orecchio Parzialmente Chiuso

Come

Fare un Tatuaggio Senza Usare una Pistola

Come

Trattare un'Infezione da Piercing al Naso

Come

Richiudere i Lobi delle Orecchie dopo un Piercing

Come

Pulire un Piercing

Come

Pulire un Nuovo Piercing all'Orecchio
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Michelle Myles
Co-redatto da
Tatuatrice e Contitolare di Daredevil Tattoo
Questo articolo è stato co-redatto da Michelle Myles. Michelle Myles è la Contitolare di Daredevil Tattoo, uno studio di tatuaggi che si trova nel Lower East Side di New York. Ha più di 20 anni di esperienza nel settore dei tatuaggi. Gestisce anche il Daredevil Tattoo Museum, un'esposizione della collezione personale di antichi cimeli di tatuaggi appartenenti al contitolare Brad Fink. Tali oggetti sono stati raccolti negli ultimi 27 anni di lavoro nell'ambito dei tatuaggi. Questo articolo è stato visualizzato 516 382 volte
Categorie: Tatuaggi & Piercing
Questa pagina è stata letta 516 382 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità