Come Prendersi Cura di una Capigliatura Naturale

In questo Articolo:Imparare a Conoscere la Capigliatura NaturaleLavare una Capigliatura NaturalePreparare la Capigliatura Naturale per lo StylingAcconciare la Capigliatura Naturale

La capigliatura naturale, nota anche come "capigliatura Afro", ha peculiarità che possono richiedere una certa cura e molto impegno per l'acconciatura e il taglio. La capigliatura "naturale" può anche riferirsi a capelli in stile Afro che non sono stati modificati con trattamenti chimici o a base di calore. Capire le caratteristiche di questo tipo di capigliatura e come trattarlo, piuttosto che combatterlo, renderà più semplice il prendersene cura.

Parte 1
Imparare a Conoscere la Capigliatura Naturale

  1. 1
    Impara a conoscere le caratteristiche della capigliatura naturale. Sono uniche e dovresti conoscerle per prenderti cura dei tuoi capelli.[1]
    • Le persone di origine africana hanno solitamente follicoli piliferi di forma irregolare, con capelli molto fitti e arricciati, che possono impedire al sebo (un idratante naturale prodotto dalla pelle) di saturare a fondo il fusto del capello. Da qui la tendenza dei capelli a diventare secchi e fragili e a incresparsi e rompersi.
    • La capigliatura naturale tende a formare nodi quando si usa il pettine. I nodi facilitano la rottura dei capelli e per questa ragione diversi parrucchieri consigliano di non esagerare con il pettine e di usarlo con moderazione. Ad esempio, non dovresti usarlo mai su una capigliatura naturale quando è asciutta.
    • La capigliatura naturale spesso cresce più lentamente rispetto ad altri tipi. Inoltre, il fusto molto ricurvo del capello indica che i capelli tendono a diminuire di volume quando si asciugano; la diminuzione può raggiungere anche il 75% se i capelli sono molto crespi o ricci![2]
  2. 2
    Impara a conoscere il tuo tipo di capigliatura. Quella naturale presenta molte varietà. Alcuni concetti di base per la cura dei capelli sono comuni a tutti i tipi, ma conoscere il tuo può aiutarti a stabilire come curarli e acconciarli per ottenere i risultati da te desiderati.
    • Secondo la classificazione molto in voga del famoso stilista Andre Walker, ci sono 4 tipi base di capelli: lisci (1), ondulati (2), ricci (3), e crespi (4). All'interno di questi ci sono più sottocategorie che si distinguono in base alle peculiarità dei capelli. Ad esempio, il tipo 4 è in genere suddiviso in tre sottocategorie: 4A (ricci a spirale), 4B (ricci ad angolo) e 4C (ricci attorcigliati).[3]
    • Molti siti web e i prodotti per la cura dei capelli fanno riferimento al loro tipo utilizzando codici basati sul sistema di Walker, ad esempio "3A" o "4B". I numeri si riferiscono al tipo di capigliatura, mentre le lettere si riferiscono alla struttura dei capelli. La capigliatura naturale di solito è di tipo 3 (ricci) o di tipo 4 (crespi). [4]
  3. 3
    Individua le esigenze dei tuoi capelli. Riconoscerne il tipo può aiutarti a capire le cure di cui hanno bisogno e i tagli e le acconciature più adatti.[5]
    • Il tipo 3 (ricci) presenta riccioli molto ben definiti ed elastici, con parecchio volume e corpo. I riccioli si presentano spesso a forma di "S", di boccoli o di cavatappi. I capelli possono essere fragili o fini e hanno bisogno di trattamenti e balsami idratanti.
    • Il tipo 4 (crespi) ha riccioli molto stretti con parecchio volume. I capelli hanno una struttura pesante, sono di solito ispidi e possono presentare più modelli di arricciatura, invece di una sola dominante, nella stessa capigliatura. Questi modelli spesso formeranno una "Z" o avranno un aspetto arricciato. É il tipo di capelli più fragile perché ha meno strati di cuticola rispetto agli altri.[6] Per mantenere in salute il tipo 4 occorrono balsami e creme idratanti pesanti e specifici.

Parte 2
Lavare una Capigliatura Naturale

  1. 1
    Districa i capelli prima di lavarli. La capigliatura naturale tende ad aggrovigliarsi e a formare nodi, e lavare i capelli mentre sono in questo stato potrebbe danneggiarli. Con creme idratanti e un pettine per districare riuscirai meglio a rimuovere nodi, grovigli e capelli caduti.[7]
    • Mescola una parte di olio (di cocco o d'oliva) con tre parti di acqua in una bottiglia spray. Spruzza i capelli fino a quando sono completamente bagnati.[8]
    • Distribuisci il balsamo idratante in modo uniforme sui capelli bagnati. Molti balsami contengono oli e cere che rendono i capelli scivolosi e più facili da pettinare senza che si rompano.
    • Lavora sui capelli con le dita, cercando di trovare nodi e grovigli. Questo ti aiuterà a evitare in seguito di agganciarli con il pettine. Sciogli delicatamente i nodi con le dita.
    • Separa la capigliatura in sezioni gestibili. Puoi piegare le sezioni sulle quali non stai lavorando, o fissarle con una forcella in modo che non ti disturbino.
    • Utilizza un pettine per districare e lavora ogni sezione partendo dalla base del capello. I pettini per districare hanno denti più distanziati di quelli normali con misure variabili per tutti i tipi di capelli.
  2. 2
    Evita gli shampoo aggressivi. Molti shampoo contengono sostanze chimiche come solfato laurico di ammonio, lauril solfato di ammonio o solfato laurico di sodio. Queste sostanze creano una ricca schiuma quando lavi i capelli, ma possono anche causare secchezza e rottura. Cerca degli shampoo "senza solfato" che sono più delicati per i tuoi capelli.[9]
    • Puoi utilizzare anche prodotti di pulizia che non contengono shampoo, come i "balsami detergenti". Non producono schiuma come uno shampoo normale, ma sono più semplici da usare sui tuoi capelli. Puoi trovarli nelle farmacie e nei negozi di cosmetica.
  3. 3
    Evita di lavare eccessivamente i capelli. La capigliatura naturale è di solito secca e lavandola troppo spesso rischi in realtà di peggiorare le cose. Lavarla una volta a settimana è di solito sufficiente.[10]
    • Se i tuoi capelli restano più grassi di quanto vorresti, prova uno shampoo a secco. Si tratta di detergenti spray o in polvere che assorbono il grasso in eccesso senza saccheggiare il follicolo pilifero. Non esagerare però; gli shampoo a secco di solito vengono rimossi con la spazzola, e usare questa senza la dovuta attenzione può danneggiare la capigliatura naturale.
  4. 4
    Condiziona in profondità i tuoi capelli ogni settimana. Puoi preparare a casa le-creme-necessarie. I prodotti che hai in casa, quali olio di oliva, avocado, miele, banane, e anche maionese, possono aiutare a rafforzare e ricostituire i capelli.[11]
  5. 5
    Asciuga i capelli. Usa una vecchia t-shirt morbida o un panno in microfibra per eliminare l'umidità in eccesso dai capelli. Non strofinare mai i capelli con un asciugamano! Questo rende ruvida la cuticola del capello e causa l'effetto crespo e la rottura.

Parte 3
Preparare la Capigliatura Naturale per lo Styling

  1. 1
    Usa creme idratanti dopo il lavaggio. La capigliatura naturale ha bisogno di essere tenuta molta più umida rispetto ad altri tipi per restare in salute. Non devi però spendere molto denaro: l'olio d'oliva, quello di cocco, il burro di karitè e quello di cacao sono idratanti eccellenti che puoi lasciare sui capelli dopo il lavaggio e il balsamo.[12]
  2. 2
    Escludi acconciature che richiedono l'uso del calore ogni volta che è possibile. Lascia che la capigliatura si asciughi all'aria ed evita l'uso dell'asciugacapelli, il soffio d'aria implica la combinazione pericolosa di calore elevato con le trazioni di una spazzola per lo styling. Inoltre, gli arricciacapelli, i bigodini a caldo e le piastre sono molto aggressivi sui tuoi capelli. Ci sono alcune cose-che-puoi-fare per avere i capelli lisci, come idratarli a fondo con prodotti specifici, ma escludi il calore per lo styling ogni volta che è possibile per evitare di rovinarli.
  3. 3
    Previeni l'effetto crespo idratando. Questo può sembrare strano perché il crespo è dovuto a capelli che assorbono l'umidità dell'ambiente, ma i capelli che sono già ben idratati hanno meno probabilità di diventare crespi. Gli oli naturali come l'olio d'oliva e quello di cocco combattono molto bene l'effetto crespo, sebbene sia possibile acquistare tantissimi prodotti utili a questo scopo.[13]
    • I prodotti a base di silicone sono particolarmente adatti per ottenere la lisciatura e per combattere l'effetto crespo. Possono anche rendere "croccanti" i capelli, quindi prova e verifica se ti piacciono i risultati.
  4. 4
    Dormi sul raso per evitare i grovigli. Dormire su una federa di raso liscia o avvolgere i capelli in una sciarpa di seta prima di andare a letto non è solo un piacevole modo di coccolarsi; ti aiuterà infatti a evitare che i capelli si aggroviglino mentre dormi.

Parte 4
Acconciare la Capigliatura Naturale

  1. 1
    Applica i prodotti per lo styling a strati. Prodotti come i gel e i sieri possono essere fantastici per ottenere ciò che vuoi dai tuoi capelli, ma esagerare potrebbe renderli grassi o "croccanti". Si può sempre aggiungere qualcosa dopo se ritieni che sia necessario!
  2. 2
    Usa i bigodini per lisciare e mettere in piega i capelli. I-Bigodini possono aiutare a raddrizzare e a lisciare i capelli con meno calore di un arricciacapelli o di una piastra. Usa un condizionatore adatto ed elimina i grovigli prima di usarli.[14]
    • I bigodini magnetici e quelli di schiuma rivestita di raso sono più delicati sulla capigliatura naturale rispetto ad altri tipi. Evita assolutamente quelli di velcro o quelli a rete, perché favoriscono i grovigli e possono rompere i capelli.
  3. 3
    Prendi in considerazione le acconciature di protezione. Le trecce, le treccine e i nodi, mantengono i capelli protetti riducendo i tempi per le acconciature e aiutando a tener lontane le tensioni dalle punte più fragili.[15] Ci sono molti tutorial online che spiegano queste acconciature in semplici passi fai da te. Buone fonti per consigli di styling comprendono "Curly Nikki" e "Naturally Curly".
    • Alcuni stili per la protezione, come le trecce, possono richiedere ore e sono fatti meglio da un parrucchiere professionista. Altri, come le crocchie e le treccine, possono essere fatti facilmente in casa.[16]
  4. 4
    Idrata la tua acconciatura ogni giorno. Qualunque acconciatura sembra appena fatta se la spruzzi ogni giorno con una miscela di acqua, un condizionatore per il dopo lavaggio e idratanti come l'olio d'oliva o quello di cocco.[17]
  5. 5
    Cambia stile dopo 3 mesi. Anche gli stili per la protezione come trecce e treccine non dovrebbero essere lasciati più a lungo di 12 settimane. Condiziona a fondo i capelli e applica un idratante dopo aver dismesso uno stile.[18]

Consigli

  • I tipi di capigliatura sono utili per capire come curarle, ma di solito non possono fornire tutte le risposte. Sperimenta con i tuoi capelli e chiedi agli amici quale rimedio sembra funzionare meglio per loro.

Riferimenti

Mostra altro ... (9)

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 17 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Cura dei Capelli

In altre lingue:

English: Take Care of Natural Hair, Español: cuidar el pelo afro, Português: Cuidar do Cabelo Afro Natural, Deutsch: Afro Haare stylen und pflegen, Français: prendre soin des cheveux dits "naturels", Русский: ухаживать за натуральными волосами

Questa pagina è stata letta 767 volte.
Hai trovato utile questo articolo?