Come Prendersi Cura di una Pelle Mista

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

In questo Articolo:Ricorrere a Rimedi NaturaliUtilizzare Prodotti ProfessionaliRivolgersi a un Dermatologo12 Riferimenti

Avere una pelle mista significa avere, allo stesso tempo, due o più tipologie di pelle su aree diverse del viso. Il tessuto cutaneo potrebbe risultare secco o squamoso in alcuni punti, ma potresti anche avere una zona T con pelle grassa, quella che interessa la parte centrale del viso — naso, mento e fronte. Potresti avere questo tipo di pelle anche in combinazione con altri problemi, quali rughe, eruzioni cutanee o rosacea.[1] Può essere difficile prendersi cura di una pelle mista, ma non per questo è impossibile riuscirci: per occupartene nel modo più appropriato, devi trovare i prodotti che meglio agiscano sui diversi tipi di pelle presenti sul tuo viso e che, allo stesso tempo, non provochino irritazioni.

1
Ricorrere a Rimedi Naturali

  1. 1
    Segui con costanza un sano regime di cura della pelle. Un passaggio fondamentale per prendersi cura di una pelle mista consiste nell'impegnarsi a seguire un preciso regime sia di giorno sia di notte: ciò significa utilizzare gli stessi prodotti 1 – 2 volte al giorno per almeno un mese, in modo che la pelle si abitui al trattamento.[2]
    • Lava il viso una o due volte al giorno con un detergente;
    • Usa l'esfoliante con moderazione; talvolta basta una sola volta alla settimana.[3]
    • Termina l'operazione con un idratante da applicare mattina e sera.
  2. 2
    Concentrati sulle diverse aree del viso. Con una pelle di questo tipo dovrai prestare attenzione al trattamento di due diverse tipologie di tessuto cutaneo: dovrai, cioè, idratare le aree secche e ridurre l'eccesso di sebo sui punti in cui la pelle è grassa, spesso intorno alla zona T (fronte, naso, area sopra le labbra e mento).[4] Invece di applicare un solo prodotto su tutto il viso, dovrai gestire ogni sezione separatamente, tenendo conto del relativo tipo di pelle.
    • Se, ad esempio, ti è comparso un brufolo sulla fronte e sai che la pelle di quell'area del viso tende a essere grassa, applica un trattamento specifico localmente per gestire l'eccesso di sebo. Se la pelle sulle guance tende invece a diventare secca e a irritarsi, utilizza un prodotto idratante solo su quell'area.
  3. 3
    Usa un detergente a base oleosa sulla pelle secca. I detergenti a base di oli naturali, come l'olio di cocco o l'olio d'oliva, sono ideali per pelli da secche a molto secche e, proprio per questo, sono efficaci solo in quelle aree specifiche della tua pelle mista. Sebbene un detergente di questo tipo non sia dannoso per la cute, non è comunque consigliato per le pelli grasse. Potrebbe anche piacerti l'idea di preparare in casa dei detergenti a base oleosa da provare per un certo periodo: qualora però cominciassero a manifestarsi degli sfoghi cutanei o notassi una reazione negativa, dovresti valutare l'utilizzo di un detergente professionale che contenga altri ingredienti per curare meglio la pelle grassa. Comincia con un detergente molto semplice a base di miele naturale:[5]
    • Ti serviranno 60 g di miele, 150 g di glicerina vegetale (disponibile nella maggior parte dei negozi di alimenti biologici) e 40 g di sapone di Marsiglia liquido.
    • Mescola gli ingredienti in un'ampia ciotola. Versa il tutto in una bottiglia vuota per utilizzarlo con maggiore comodità;
    • Applicane una piccola quantità su viso e collo. Con le dita, massaggia il prodotto sulla pelle per 30 – 60 secondi — in questo modo scioglierai qualsiasi traccia di sporco sulla superficie cutanea. Una volta terminata la pulizia, sciacqua il viso con acqua calda e tamponalo con un asciugamano.
    • Puoi anche preparare un detergente a base oleosa utilizzando olio di cocco o d'oliva e un asciugamano caldo. Cerca olio di cocco o d'oliva extravergine biologico per essere certa di utilizzare sul viso i prodotti naturali più puri.[6]
    • Massaggia l'olio sul viso per 30 secondi con la punta delle dita, quindi bagna l'asciugamano con acqua calda e tampona. Tieni l'olio in posa per 15 – 30 secondi, quindi rimuovi delicatamente l'olio con il panno. Non strofinarlo sul viso, basta semplicemente togliere l'olio.
  4. 4
    Crea un esfoliante naturale. Dopo aver pulito il viso, puoi esfoliare la pelle, soprattutto se ci sono aree secche e piene di cellule morte. Questo passaggio ti permetterà anche di evitare che i pori si occludano e che la pelle appaia spenta. Comincia l'operazione utilizzando uno scrub fatto in casa una o due volta alla settimana.[7]
    • La procedura di esfoliazione non è consigliata a chi ha la pelle delicata. Esegui quest'operazione con moderazione. La prima volta prova lo scrub su una piccola area di pelle: se il tessuto cutaneo non mostrerà irritazioni o lesioni, potrai utilizzare il prodotto anche sul resto del viso.
    • La maggior parte degli scrub fatti in casa ha come base lo zucchero di canna, dal momento che per la pelle è considerato più delicato dello zucchero semolato. Puoi utilizzare anche oli naturali come quello di patchouli, di melaleuca e di lavanda per dare alla pelle un bagliore salutare.
    • Per una pelle sensibile unisci 200 g di zucchero di canna, 150 g di farina d'avena macinata e 170 g di miele e prepara una miscela. Massaggiala sul viso per 30 – 60 secondi al fine di rimuovere le cellule morte ed effettuare così uno scrub delicato.
    • Prepara un esfoliante per pelli grasse unendo 30 g di sale marino, 20 g di miele e alcune gocce di olio di patchouli. Bagna il viso e applica delicatamente l'esfoliante con le dita. Massaggia il preparato sulla pelle per 30 – 60 secondi, quindi sciacqualo via con acqua calda.
    • Crea uno scrub esfoliante unendo 30 g di zucchero di canna, 15 g di chicchi di caffè macinati finemente e 15 g di succo di limone. Aggiungi 10 g di miele per un maggiore beneficio. Applica lo scrub sul viso per 30 – 60 secondi, quindi sciacqua via il tutto con acqua calda.
  5. 5
    Applica un trattamento antiacne. Per curare le imperfezioni della zona T ed evitare che nuovi brufoli compaiano su quest'area, prova a utilizzare un trattamento contro l'acne. In questo modo ti concentrerai sulle aree maggiormente soggette e riuscirai a non irritare altre parti del viso. Esistono vari trattamenti naturali anti-acne che comprendono:[8]
    • Bicarbonato di sodio: un trattamento antiacne economico, efficace e facile da preparare. Il bicarbonato di sodio riduce l'infiammazione causata da un brufolo e aiuta a prevenire future eruzioni cutanee. È anche un ottimo esfoliante, capace di eliminare le cellule morte che possono accumularsi sulla superficie cutanea. Prendi alcuni cucchiaini di bicarbonato di sodio e mescolali con dell'acqua calda fino a che non si formerà una pasta densa. Applicala sulle aree secche della pelle o direttamente sulle imperfezioni. Per le prime volte che la utilizzi, lasciala in posa per 10 – 15 minuti, poi, a mano a mano che la pelle si abituerà a questo trattamento antiacne, aumenta gradualmente il tempo di posa, arrivando a un'ora e, persino, a tutta la notte.
    • Olio di melaleuca diluito: un olio essenziale antibatterico e potente contro l'acne che deve però essere diluito, dal momento che potrebbe danneggiare la pelle se applicato direttamente sull'imperfezione. Prepara un trattamento antiacne a base di melaleuca mescolando, in una ciotola, da 5 a 10 gocce di olio essenziale e 50 ml d'acqua. Con un batuffolo di cotone applica il trattamento sulle aree predisposte ad acne o sulle imperfezioni della pelle. Puoi lasciare il trattamento sotto al fondotinta e applicarlo nuovamente durante la giornata.
    • Succo di limone: un trattamento antiacne che si basa sulle proprietà naturali, antibatteriche e astringenti di questo frutto. Prendi il succo di un limone appena spremuto o acquistane una bottiglia in un qualsiasi negozio di generi alimentari. Versa 10 g di succo di limone in una ciotola e con un batuffolo di cotone applicalo sulle aree soggette ad acne o a imperfezioni. Tienilo in posa per un periodo da 15 minuti a un'ora affinché sia assorbito dalla pelle.
    • Aloe: se hai a disposizione una pianta di aloe, approfitta delle sue proprietà emollienti e tagliane un pezzo. Spremi il succo di uno stelo sull'imperfezione o sull'area cutanea con acne: puoi applicare questo gel sulla pelle più volte al giorno. Puoi anche comperare un gel di aloe biologico al negozio di alimenti biologici più vicino a casa. Cerca prodotti a base di aloe con il minor numero d'ingredienti aggiunti.
  6. 6
    Usa una maschera viso biologica. Applica la maschera una volta alla settimana per rinfrescare la carnagione e concedere al viso un trattamento emolliente. Molte maschere viso biologiche, 100% naturali, sono il risultato di una combinazione di frutta e oli che, insieme, creano una pasta perfetta per il volto.[9]
    • Metti in un frullatore una banana, mezza papaya, due carote e 340 g di miele. Frulla insieme gli ingredienti fino a che non avrai ottenuto una pasta densa, quindi applicala sul viso per 20 minuti. Infine, sciacquala via con acqua tiepida.
    • Prepara una maschera viso a base di yogurt al limone mescolando 10 g di yogurt naturale, 3 g di succo di limone e due gocce di olio essenziale al limone. Applica la maschera sul viso per 10 minuti, quindi rimuovila con acqua calda.

2
Utilizzare Prodotti Professionali

  1. 1
    Prenditi cura della tua pelle con constanza. Impegnarsi in un regime di cura di giorno e di notte ti permetterà di abituarti a certi prodotti e garantirà alla tua pelle mista un aspetto sano e senza imperfezioni.
    • Pulisci il viso due volte al giorno con un detergente (mattina e sera) per rimuovere le impurità dalla superficie cutanea.
    • Applica un idratante a base oleosa sulle zone secche per evitare che la pelle perda idratazione.
    • Se vuoi ridurre la comparsa delle rughe, applica una maschera o una crema rassodante prima di andare a dormire la sera.
  2. 2
    Tratta ogni tipo di pelle separatamente. Invece di applicare un unico trattamento su tutto il viso, focalizzati sui diversi tipi di pelle presenti. Le aree secche del viso vanno trattate separatamente rispetto a quelle grasse o soggette ad acne.
  3. 3
    Usa un detergente esfoliante. Cerca un detergente in gel o in schiuma per evitare secchezza e infiammazioni. Non utilizzare prodotti che contengano ingredienti irritanti o profumi e massaggiali sempre con delicatezza sulla pelle facendo dei piccoli movimenti circolari. Pulisci il viso ogni mattina e ogni sera per almeno 30 – 60 secondi.
    • Questo passaggio non è consigliato a chi ha la pelle sensibile. Effettua questa operazione ogni tanto. Per sicurezza, prova prima su una piccola area di pelle — se non ti provoca dolore o irritazione, puoi utilizzare l'esfoliante su tutto il viso.
    • Una leggera lozione detergente è ottima per chi ha una pelle secca con rossore. Evita i saponi o i detergenti in saponetta dal momento che i loro ingredienti potrebbero ostruire i pori e seccare o irritare la pelle. Cerca, sulle etichette, parole come "delicato" e "per pelli sensibili".
  4. 4
    Valuta l'utilizzo di un tonico. Cerca un tonico che non contenga ingredienti irritanti come alcool, amamelide, mentolo, profumi naturali o sintetici oppure oli a base di agrumi. Un buon tonico deve essere a base d'acqua e contenere agenti antinfiammatori e antiossidanti che aiuteranno la pelle ad autoripararsi.[10]
    • Puoi trovare una lista degli ingredienti benefici nei tonici qui.
    • L'utilizzo di un detergente o di un tonico che contengano acido beta idrossido (BHA), come l'acido salicilico, o acido alfa idrossido (AHA), come l'acido glicolico, può far emergere, dietro a una pelle soggetta ad acne, un tessuto cutaneo sano. Cerca un prodotto liquido o in gel per pelli grasse o miste che contenga questi elementi.
  5. 5
    Idrata con un prodotto a base oleosa. Scegli dei prodotti idratanti che contengano oli vegetali per evitare che la pelle si secchi: il tessuto cutaneo è composto da oli, quindi, per equilibrarne la produzione, dovresti applicarvi solo prodotti a base oleosa di buona qualità. Se hai una pelle grassa o sensibile, invece, utilizza prodotti senza oli e non comedogenici.
  6. 6
    Utilizza un diverso trattamento antiacne per ogni tipologia di pelle del viso. Sii diligente nel trattare ogni tipo di pelle separatamente. Può sembrare che ci siano molti accorgimenti da ricordare, e che sia necessario dotarsi di molti prodotti, ma, alla fine, la tua pelle mista ti ringrazierà di così tante attenzioni ai bisogni che i diversi tipi di tessuto cutaneo possono avere.
    • Usa lozioni o creme idratanti sulle aree secche. Applica, invece, prodotti senza olio o non comedogenici sulle zone con pelle grassa.
    • Idrata tutte le aree secche del viso prima di applicare il fondotinta o il make-up. In questo modo eviterai l'eventuale comparsa di ulteriore secchezza.
    • Applica un trattamento antiacne su qualsiasi imperfezione o cicatrice da acne ed evita di applicare il trattamento su tutto il viso.
  7. 7
    Prova un fondotinta a base minerale, 100% naturale. Una volta utilizzati detergente, esfoliante, tonico e idratante sul viso, l'ultima cosa che vorrai fare è occludere i pori con il trucco. Un fondotinta a base di minerali naturali manterrà la pelle idratata e permetterà di evitare che compaia l'effetto lucido sulla zona T. Cerca un fondotinta apposito per pelli miste.
    • Non andare a dormire senza esserti struccata;
    • Se possibile, cerca un fondotinta che contenga un filtro solare (SPF) per proteggere la pelle dai danni del sole.
  8. 8
    Metti la protezione solare ogni giorno. Se non usi già un fondotinta con SPF, dovresti applicare una protezione solare quotidianamente, tutto l'anno, per proteggere la pelle dai segni dell'età. Rughe, macchie solari e aree scolorite possono essere evitate applicando semplicemente una leggera protezione con SPF 30.[11]
    • Sulle pelli sensibili o con rossori, utilizza una protezione solare che contenga principi attivi come il diossido di titanio o l'ossido di zinco.

3

  1. 1
    Fissa un appuntamento con un dermatologo. Chiedi al medico di base che ti prescriva una visita da un dermatologo specializzato nel trattamento delle pelli miste. Puoi trovare una lista dei dermatologi che operano nella tua zona a questo link. Cerca poi informazioni sulla formazione, l'esperienza e sulle valutazioni per ogni dermatologo e fissa un appuntamento preliminare per vedere se quello scelto fa al caso tuo.
    • Chiedi informazioni sui diversi trattamenti contro l'acne: unguenti per uso topico, antibiotici per via orale, peeling chimico e procedure con luce e laser sono solo alcuni esempi.
    • Chiedi al dermatologo un consiglio su detergenti, idratanti, esfolianti, tonici e protezione solare.
    • Puoi chiedere consiglio anche ad amici o familiari. Controlla per quanto tempo hanno frequentato quel certo dermatologo, chiedi una loro opinione su come lo staff dell'ambulatorio trattava i pazienti e su quanto valutano accessibili le informazioni fornite dal dermatologo stesso sulle procedure e i trattamenti consigliati per le pelli miste.
  2. 2
    Chiedi informazioni sui prodotti farmaceutici per uso topico. Se i prodotti di libera vendita non portano beneficio alla tua acne, il dermatologo potrebbe prescriverti un farmaco ad applicazione topica. Ne esistono di tre tipologie principali:
    • Retinoidi: sono farmaci che possono presentarsi sotto forma di lozione, gel o crema. Il dermatologo ti dirà probabilmente di applicarli di notte, tre volte alla settimana, e poi di giorno quando la pelle si sarà abituata. I retinoidi sono derivati della vitamina A e tappano i follicoli piliferi bloccando, di fatto, la produzione di sebo e quindi di acne.
    • Antibiotici: è probabile che il dermatologo ti prescriva un retinoide e un antibiotico (da applicare in superficie o da assumere per via orale) per i primi mesi di trattamento. Dovrai applicare l'antibiotico la mattina e il retinoide la sera. Gli antibiotici agiscono eliminando i batteri in eccesso sulla pelle e riducendo l'infiammazione del tessuto cutaneo. Sono spesso associati a perossido di benzoile per evitare che i batteri diventino resistenti agli antibiotici stessi.
    • Dapsone: questo trattamento si presenta sotto forma di gel ed è spesso prescritto in combinazione con un retinoide per uso topico. Se utilizzi questo trattamento, potrebbero presentarsi degli effetti collaterali quali pelle secca e rossore.
  3. 3
    Chiedi informazioni al tuo dermatologo su peeling chimico e microdermoabrasione. Per effettuare un peeling chimico, il dermatologo dovrà applicare una soluzione chimica, come l'acido salicilico, sulla tua pelle per svariate sedute. Potrebbero consigliarti di associare questo procedimento ad altre cure specifiche per l'acne.[12]
    • Ricorda: non dovresti assumere retinoidi per via orale nel periodo in cui ti sottoponi a trattamenti di peeling chimico, dal momento che la combinazione di queste due tipologie di farmaco potrebbe provocare irritazioni cutanee.
    • Possibili effetti collaterali del peeling chimico comprendono forte rossore, formazione di vesciche e squame e alterazione permanente del colore della pelle. Questi fenomeni sono rari quando la procedura è effettuata da medici o estetisti professionisti.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.

Categorie: Cura della Pelle

In altre lingue:

English: Care for Combination Skin, Español: cuidar mi cutis mixto, Русский: ухаживать за комбинированной кожей, Deutsch: Mischhaut richtig pflegen, Français: prendre soin d'une peau mixte, Tiếng Việt: Chăm sóc Da Hỗn hợp, Bahasa Indonesia: Merawat Kulit Kombinasi, العربية: العناية بالبشرة المختلطة, ไทย: ดูแลผิวผสม, 한국어: 복합성 피부 관리하는 방법, Čeština: Jak pečovat o smíšenou pleť, Nederlands: Een combinatiehuid verzorgen, 中文: 护理混合性皮肤

Questa pagina è stata letta 4 585 volte.
Hai trovato utile questo articolo?