Come Preparare i Fagiolini Fritti

Croccanti, freschi e ricchi di vitamine e minerali, i fagiolini hanno molte proprietà, anche quando vengono fritti [1]. Friggere i fagiolini non è sicuramente il modo più sano in assoluto per consumarli, ma con le ricette giuste non è difficile trovare un buon compresso fra nutrizione e gusto. Queste ricette sono inoltre facili da personalizzare e potrai aggiungere tutti i condimenti che preferisci.

Ingredienti

Fagiolini Cotti con la Frittura al Salto [2]

  • Olio per friggere
  • 350 g di fagiolini
  • 1 cipolla piccola bianca o gialla sminuzzata
  • 1 spicchio d'aglio tritato o tagliato in fette sottili
  • 1 pizzico di peperoncino rosso in scaglie
  • 2 cucchiai di salsa di soia (facoltativa)
  • 1 cucchiaio di zucchero (facoltativo)
  • Qualche goccia di olio di sesamo
  • Sale e pepe q.b.

Fagiolini Impanati e Fritti [3]

  • Olio per friggere
  • 450 g di fagiolini
  • 120 g di farina
  • 250 ml di birra
  • Sale e pepe q.b.

Metodo 1 di 2:
Fagiolini Cotti con la Frittura al Salto

  1. 1
    Riscalda un wok o una padella sul fuoco. Prima di friggere i fagiolini, bisogna far riscaldare bene la padella. Tradizionalmente le pietanze preparate con il metodo della frittura al salto vengono cotte in un wok, ma puoi usare qualsiasi tipo di padella profonda. Mettila sul fornello e regolalo a una fiamma medio-alta per scaldare la superficie di cottura.
    • Per ora non aggiungere l'olio. Esiste un detto che recita: "wok caldo, olio freddo". Per ottenere la migliore consistenza possibile, incorpora un ingrediente alla volta nell'ordine corretto.
  2. 2
    Versa l'olio nella padella, quindi aggiungi aglio e peperoncino rosso. Quando la padella è sul punto di emettere fumo, ungila con un filo d'olio. Aggiungi poi aglio e peperoncino rosso. L'aglio dovrebbe iniziare a sfrigolare non appena entra a contatto con la superficie di cottura. Mescola con un cucchiaio di legno o una spatola.
    • Andrà bene qualsiasi olio da cucina, ma per ottenere un risultato migliore usane uno caratterizzato da un alto punto di fumo, come quello di canola o arachidi. Altri oli possono iniziare a emettere fumo e acquisire un gusto amaro quando vengono esposti alle temperature elevate che caratterizzano la frittura al salto [4].
  3. 3
    Pulisci e taglia i fagiolini. Sebbene non sia strettamente necessario, rimuovere il gambo e le punte dure faciliterà il consumo dei fagiolini. In seguito, tagliali in pezzetti lunghi circa 3 cm affinché si cuociano velocemente.
    • Esiste un metodo rapido per tagliare i fagiolini. Allineali su un tagliere, quindi tagliali tutti insieme con un coltello affilato a circa 1 cm di distanza dalla punta. Ripeti sull'altro lato [5].
  4. 4
    Metti a cuocere i fagiolini e le cipolle. Rimescola le verdure e i condimenti nell'olio usando il cucchiaio o la spatola. Assicurati di rivestirle bene per evitare che si attacchino.
    • Puoi anche mescolarli saltandoli in padella. Tuttavia, dal momento che l'olio bollente può causare gravi ustioni, usa un cucchiaio, a meno che tu non abbia pratica con il metodo della cottura al salto. Leggi questo articolo per saperne di più.
  5. 5
    Lascia cuocere i fagiolini rimescolandoli solo di tanto in tanto. Mescolate le verdure, sparpagliale nella padella e lasciale cuocere senza rimescolarle. In questo modo si abbrustoliranno, acquisendo la doratura e la consistenza croccante che caratterizzano i cibi cotti con il metodo della frittura al salto.
    • Passati 90 secondi circa, rimescola le verdure e lasciale abbrustolire nuovamente per un altro minuto e mezzo [6]. Alza la fiamma nel caso in cui non dovessero dorarsi.
  6. 6
    Aggiungi una glassa alla soia (facoltativo). Se ti piace il sapore della salsa di soia, approfittane per incorporarla ora. Mentre i fagiolini si cuociono, mescola la salsa di soia e lo zucchero in una ciotolina. Una volta dorati, versa la miscela nella padella e rimescola.
    • Durante i primi secondi rimescola costantemente per evitare che lo zucchero si bruci. Una volta che i fagiolini saranno stati rivestiti omogeneamente con la salsa, potrai smettere di rimescolare, lasciando caramellare lo zucchero. In questo modo acquisiranno un sapore complesso e corposo, con una nota affumicata.
  7. 7
    Aggiungi l'olio di sesamo, condisci e servi. Esamina l'aspetto e la consistenza delle verdure mano a mano che si cuociono. La cottura sarà giunta al termine una volta che i fagiolini si saranno ammorbiditi e le cipolle dorate. Versa un filo d'olio di sesamo nella padella. Regola di sale e pepe (non esagerare con il sale qualora avessi aggiunto la salsa di soia). Rimescola ancora una volta e i fagiolini saranno pronti per essere serviti!
    • L'olio di sesamo serve solo a insaporire i fagiolini, quindi non usarne troppo (dovrebbe bastarne un cucchiaino). Avendo un punto di fumo basso, è bene evitare di lasciarlo troppo a lungo nella padella bollente [7].
    • I fagiolini saranno pronti per essere mangiati subito, ma se li lasci riposare in padella (o sul piatto in cui li servirai) continueranno a cuocersi e ad ammorbidirsi un po' di più.
  8. 8
    Aggiungi altri ingredienti per personalizzare la ricetta. A questo punto avrai acquisito le basi della frittura al salto, ma uno dei vantaggi di questa ricetta è che dà libero sfogo alla creatività. Se decidi di incorporare nuovi ingredienti, cerca di aggiungerli in ordine di cottura, quindi metti a cuocere per primi quelli che richiedono più tempo. Ecco qualche idea:
    • Carne (manzo o pollo) o frutti di mare: aggiungili prima delle verdure.
    • Zenzero (in polvere o fresco): aggiungilo insieme alle verdure.
    • Altre verdure (peperoni, carote cotte, piselli, castagne d'acqua cinesi ecc.): aggiungile insieme ai fagiolini.
    • Condimenti secchi (prezzemolo, aglio/cipolla in polvere ecc.): aggiungili insieme all'aglio e al peperoncino rosso.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Fagiolini Croccanti Impanati e Fritti

  1. 1
    Prepara una pastella con birra, farina, sale e pepe. Mescola questi ingredienti in una ciotolina fino a ottenere una pastella liscia e vellutata, con pochi grumi. Sale e pepe possono essere usati a piacere. Nel dubbio, dovrebbero bastare 2 cucchiaini di sale e ½ cucchiaino di pepe nero [8].
  2. 2
    Riscalda l'olio in una padella. Versa l'olio in una padella profonda. Usane una quantità tale da immergere completamente i fagiolini. Questo metodo prevede infatti una frittura profonda o in olio abbondante.
    • Come spiegato nella sezione precedente, è bene usare un olio come quello di canola o arachidi, che hanno un alto punto di fumo. Evita l'olio d'oliva.
    • Prima di iniziare a friggere i fagiolini, assicurati che l'olio abbia raggiunto una temperatura di almeno 180 °C. Misurala con un termometro da cucina, se possibile. In caso contrario, in genere basta farlo riscaldare a fiamma medio-alta per 5-10 minuti.
  3. 3
    Taglia i fagiolini. Come spiegato nel metodo precedente, è meglio rimuovere i gambi e le punte prima di cominciare a cuocerli. Allineali su un tagliere e con un coltello affilato tagliali contemporaneamente di circa 1 cm su una delle due estremità.
    • Se desideri renderli simili alle patate fritte, non tagliarli in pezzetti minuscoli. Se invece non hai predilezioni sulla forma, puoi tagliarli in qualunque modo.
  4. 4
    Immergi i fagiolini nella pastella per rivestirli. Se non hai problemi a sporcarti le dita puoi farlo con le mani, altrimenti aiutati con una forchetta per intingere i fagiolini nella pastella e rivestirli. Rimuovili dal preparato, lascia sgocciolare gli eccessi e spostali su un piatto pulito.
  5. 5
    Friggi i fagiolini impanati. A questo punto l'olio dovrebbe essere bollente. Puoi testarne la temperatura lasciando cadere un po' di pastella al suo interno: se sfrigola, significa che è pronto. Trasferisci e immergi i fagiolini nell'olio usando una schiumarola o un colino. Lasciali friggere rimescolandoli il meno possibile.
    • Dividi i fagiolini in gruppi per fare più fritture. Evita di riempire troppo la padella, altrimenti potrebbero attaccarsi fra di loro.
  6. 6
    Rimuovi l'olio in eccesso. Non appena avranno assunto una gradevole colorazione dorata e una consistenza croccante, saranno pronti per essere mangiati. Rimuovili con cura dall'olio bollente usando un colino o una schiumarola. Lascia sgocciolare l'olio in eccesso nella padella stessa e spostali su una griglia di raffreddamento rivestita con carta assorbente.
    • Se non hai una griglia di raffreddamento puoi semplicemente impilarli su un piatto rivestito con carta assorbente, ma in questo modo rischi di perdere la consistenza croccante creata dalla pastella.
  7. 7
    Condisci e servi. Una volta che i fagiolini si saranno raffreddati a sufficienza da poter essere mangiati, cospargili con una leggera spolverata di sale e pepe. A questo punto saranno pronti per essere portati a tavola!
    • Se vuoi dare una nota piccante alla ricetta, approfittane per aggiungere una spolverata dei condimenti che preferisci. Per esempio potresti provare a usare un pizzico di miscela di spezie Cajun o pepe di Cayenna per condire i fagiolini fritti e ottenere un gusto un po' più pungente.
    Pubblicità

Consigli

  • Usa dei fagiolini freschi per ottenere un risultato migliore. I fagiolini in scatola o surgelati non fanno male, ma la loro consistenza può essere alterata dai procedimenti a cui vengono sottoposti affinché abbiano una durata di conservazione superiore. I fagiolini in scatola possono anche contenere conservanti poco salutari.
  • Se i fagiolini sono un po' più croccanti di quanto vorresti, prova a sbollentarli prima di cucinarli (cioè cuocili in acqua bollente per 1-2 minuti). Questa cottura veloce li farà ammorbidire prima che vengano usati in qualunque ricetta si desideri [9].
  • Se decidi di sbollentare i fagiolini, risciacquali con acqua fredda e tamponali con un tovagliolo di carta prima di usarli in una ricetta. L'acqua fredda interrompe il processo di cottura, evitando che si scuociano. È anche importante asciugarli per avere la certezza che si friggano correttamente (dal momento che l'acqua non si mescola con l'olio, friggerli quando sono bagnati può incidere negativamente sul processo di cottura).

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 13 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Frutta & Verdura
Questa pagina è stata letta 173 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità