Se adori il sushi, è probabile che tu voglia imparare a prepararlo in casa. La base per un sushi favoloso è un riso cotto e condito alla perfezione. Usare un cuociriso è il metodo più veloce ed efficace per ottenere un riso perfetto. Lavare il riso per rimuovere l'amido in eccesso dalla superficie dei chicchi è importante per evitare che risulti troppo appiccicoso. Da quel momento in poi sarà il cuociriso a svolgere la maggior parte del lavoro.

Ingredienti

  • 700 g di riso per il sushi
  • Acqua fredda
  • 120 ml di aceto di riso
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai di sale

Parte 1 di 3:
Lavare il Riso

  1. 1
    Acquista al supermercato una confezione di riso per il sushi. Si tratta di una varietà di riso con i chicchi corti, che restano più uniti rispetto a quelli lunghi. Se non riesci a trovare un riso formulato specificamente per il sushi, scegline uno qualunque con i chicchi corti o al massimo di dimensioni medie.[1]
    • Puoi preparare il sushi anche con un riso dai chicchi lunghi, ma otterrai un risultato mediocre.
  2. 2
    Pesa il riso e versalo all'interno del setaccio. Può andare bene anche un colino con le maglie molto fini, che non lascino passare i chicchi. Segui le indicazioni sulla confezione per sapere quanto usarne in base al numero dei commensali.[2]
    • Come regola generale, puoi usare all'incirca 100 g di riso per persona.
    • Le istruzioni riportate sulla confezione potrebbero essere diverse da quelle contenute nel manuale del cuociriso. In tal caso dai la priorità a quelle per l'utilizzo della pentola.
    • Ricorda che durante la cottura il riso assorbe l'acqua e si gonfia, pressoché raddoppiando di volume.
  3. 3
    Metti una zuppiera di vetro nel lavandino e appoggiaci sopra il setaccio. Prendi una zuppiera trasparente e mettila al centro del lavandino, in corrispondenza del getto d'acqua. Posiziona il setaccio e poi apri il rubinetto in modo che l'acqua cada sul riso e poi all'interno della zuppiera. Osservando il colore dell'acqua sarai in grado di capire quando il riso ha perso l'amido in eccesso.
  4. 4
    Lascia scorrere l'acqua fredda sul riso. Apri il rubinetto e inizia a sciacquare i chicchi. Questo passaggio è fondamentale perché il riso è un alimento che contiene molto amido. Devi sciacquarlo accuratamente per garantire una cottura perfetta ed evitare che diventi troppo appiccicoso.[3]
    • Usa l'acqua fredda per non rischiare di cuocere il riso mentre lo lavi.
    • Se vuoi conservare l'acqua, riempi la zuppiera e poi appoggiaci sopra il setaccio. In questo modo il riso perderà meno amido, ma riuscirai comunque a lavare via dai chicchi la polvere dovuta alla lavorazione che hanno subito prima di essere confezionati.
  5. 5
    Mescola il riso con le mani. Strofinalo delicatamente tra le dita per sciacquare meglio i singoli chicchi, ma fai attenzione a non schiacciarli perché potrebbero rompersi. Mentre sciacqui il riso, nota come l'acqua all'interno della zuppiera diventa torbida a causa dell'amido e della polvere di lavorazione.[4]
    • Mentre mescoli, controlla che non ci siano oggetti estranei nascosti tra i chicchi. Nella maggior parte dei casi non troverai nulla di strano, ma talvolta potrebbe capitare di individuare qualche sassolino, quindi è sempre meglio fare un controllo.
  6. 6
    Fermati quando vedi che l'acqua nella zuppiera è trasparente. Quando ti accorgi che non è più torbida, significa che il riso ha perso buona parte dell'amido. Chiudi il rubinetto e getta via l'acqua che si è accumulata nella zuppiera.[5]
  7. 7
    Sparpaglia i chicchi di riso per farli asciugare. Versali in una teglia oppure su un ampio foglio di carta da forno. Distanzia i chicchi con le mani, cercando di disporli in un unico strato, quindi lasciali asciugare all'aria per 15 minuti.[6]
    • Se hai poco tempo, puoi evitare di lasciare asciugare il riso, ma tieni presente che una volta asciutto cuocerà meglio.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Cuocere il Riso

  1. 1
    Versa il riso nella pentola. Riunisci i chicchi all'interno della teglia o al centro della carta e inizia a trasferirli nel cuociriso. Controlla il manuale di istruzioni della pentola per sapere qual è la portata massima. Se alcuni chicchi rimangono appiccicati alla teglia o alla carta, staccali con delicatezza senza schiacciarli.[7]
  2. 2
    Versa l'acqua nel cuociriso. Generalmente la quantità d'acqua necessaria è equivalente a quella del riso, per esempio se intendi cuocere 400 g di riso dovrai aggiungere 400 ml d'acqua. Tuttavia, per ottenere un buon risultato, è meglio consultare il manuale di istruzioni della pentola.[8]
    • Alcuni modelli di cuociriso hanno delle tacche di riferimento all'interno, che indicano quanto riso e quanta acqua usare in base al numero di porzioni.
    • Non cercare di valutare a occhio quanta acqua aggiungere. Segui scrupolosamente le indicazioni del manuale di istruzioni della pentola o quelle riportate sulla confezione del riso.
  3. 3
    Infila la spina nella presa di corrente e accendi il cuociriso. Ogni modello è leggermente differente, ma in generale è meglio aggiungere il riso e l'acqua prima di attivare la pentola. Diversamente potrebbe iniziare a cuocere il riso prima del tempo. Consulta il manuale per gestire correttamente le impostazioni. Tra le diverse funzioni potrebbe essercene una riservata alla cottura del riso per il sushi.
    • Posiziona il cuociriso su una superficie stabile e robusta. Allontana gli altri oggetti per evitare che si scaldino. Qualsiasi serpentina rovente è sinonimo di pericolo, senza eccezioni.
  4. 4
    Lascia che il cuociriso svolga il suo lavoro. Chiudi il coperchio e attendi mentre il riso si cuoce. Non c'è bisogno di mescolare, ma presta attenzione al tempo di cottura; a determinarlo è più che altro il modello di cuociriso.
    • Il cuociriso potrebbe avere un timer o un meccanismo di spegnimento automatico. In caso contrario controlla il tempo sull'orologio o usa il timer della cucina per monitorare la durata della cottura. Segui le indicazioni riportate sulla confezione del riso e fai attenzione a non cuocerlo troppo a lungo per evitare che diventi molliccio.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Aggiungere i Condimenti per il Sushi

  1. 1
    Prepara il condimento con aceto di riso, zucchero e sale. Versa 120 ml di aceto di riso (non usare una varietà di aceto diversa), due cucchiai (30 g) di zucchero e due cucchiaini (10 g) di sale all'interno di una ciotola. Mescola finché il sale e lo zucchero non si sono sciolti completamente.[9]
    • Queste sono le dosi adeguate per 700 g di riso crudo. Puoi modificarle mantenendo le proporzioni inalterate se intendi condirne di più o di meno. Inoltre puoi variare leggermente le quantità in base ai tuoi gusti personali, per rendere il condimento un po' più forte o un po' più delicato.
    • Nei supermercati più forniti o nei negozi alimentari asiatici puoi trovare un condimento per il sushi già pronto.
  2. 2
    Versa il riso in un'ampia zuppiera e aggiungi il condimento. Trasferisci il riso dalla pentola alla zuppiera usando un grosso cucchiaio di legno, quindi distribuisci il condimento sui chicchi in modo uniforme. Se è la prima volta che segui questa ricetta, aggiungine un po' alla volta, mescola e assaggia per trovare il giusto equilibrio di sapori in base ai tuoi gusti personali. Potrai sempre aggiungere dell'altro condimento, mentre rimuoverlo è impossibile.
  3. 3
    Mescola accuratamente il riso. Puoi usare un grosso cucchiaio in legno o una spatola in silicone. Mescola i chicchi con delicatezza per distribuire al meglio l'aceto. Continua a mescolare per un paio di minuti per avere la certezza che ogni chicco sia perfettamente condito. Fai attenzione a non schiacciare il riso e cerca di non rompere i chicchi.[10]
  4. 4
    Finito.
    Pubblicità

Consigli

  • Cuocere il riso è un'arte, tanto più quello per il sushi. Non scoraggiarti se al primo tentativo non ottieni il risultato desiderato, apporta delle modifiche e riprova.

Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Ciotole e zuppiere
  • Setaccio
  • Teglia o carta da forno
  • Pentola cuociriso
  • Cucchiaio in legno o spatola in silicone

wikiHow Correlati

Come

Mangiare i Cachi

Come

Liberarsi della Calandra del Grano (Insetto della Farina)

Come

Accelerare la Lievitazione dell'Impasto

Come

Utilizzare Utensili in Vetro per la Cottura in Forno

Come

Mangiare il Burro di Arachidi

Come

Usare una Pietra Refrattaria

Come

Cuocere le Lenticchie Rosse Decorticate

Come

Essiccare la Salvia

Come

Preriscaldare il Forno

Come

Aprire una Scatoletta senza Apriscatole

Come

Bollire l'Acqua con il Microonde

Come

Attenuare la Sensazione di Bruciore Causata dal Peperoncino

Come

Aprire un Barattolo Sottovuoto

Come

Attivare il Lievito Secco
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 4 592 volte
Categorie: Cucina
Questa pagina è stata letta 4 592 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità