Scarica PDF Scarica PDF

Il roti è un pane indiano, tondo, piatto e non lievitato. La maggior parte dei ristoranti indiani serve il naan, un pane lievitato e sottile, preparato con lievito madre, farina bianca e cotto nel forno tandoori, mentre il roti viene tradizionalmente cucinato con farina integrale e cotto su una piastra bollente. Si tratta di un pane che viene mangiato tutti i giorni, preparato quotidianamente e gustato con curry, chetney e molti altri piatti della cucina indiana. Inoltre, il roti viene anche utilizzato come cucchiaio per raccogliere il cibo e per fare la classica "scarpetta". È un alimento delizioso, versatile e sorprendentemente semplice da preparare; lo puoi cucinare tranquillamente a casa. Le dosi di questa ricetta permettono di realizzare 20-30 roti.

Ingredienti

  • 390 g di farina semi integrale oppure 195 g di farina integrale e 195 g di farina 00.
  • 2-5 g di sale (facoltativo).
  • 15 g circa di burro chiarificato o olio.
  • 240-360 ml di acqua calda.

Parte 1 di 2:
Preparare l'Impasto

  1. 1
    Scegli il tipo di farina. La preparazione tradizionale del roti prevede quella semi integrale conosciuta anche come farina atta. A volte, nelle ricette, puoi trovarla nella lista degli ingredienti sotto il semplice nome di "atta" o "farina chapati". Ricorda che il chapati è un tipo diverso di pane indiano azzimo, anche se spesso i due termini vengono usati in modo indifferente.
    • La farina atta è una farina integrale macinata finemente ed è la prima scelta per cucinare un roti tradizionale;
    • Se non trovi la farina chapati o non ne hai a disposizione, puoi sostituirla con quella integrale. Tuttavia, dato che questa è più pesante, considera di "tagliarla" con della farina 00 in maniera da ottenere una consistenza più simile a quella della atta.
    • Se è tutto quello che hai a disposizione, puoi usare anche solo la farina 00. In tal caso, sappi comunque che dovrai mettere meno acqua. Controlla con cura la consistenza dell'impasto man mano che lo prepari; troverai maggiori dettagli nel seguito dell'articolo.
    • Inoltre, se decidi di usare solo farina 00, il roti non avrà la consistenza gommosa e il sapore di noci, tipici di questo pane.
  2. 2
    Prendi l'olio. Hai bisogno di una piccola quantità di materia grassa per ungere i roti una volta impastati e anche da aggiungere alla pasta stessa (facoltativo). Puoi usare qualunque tipo di olio: quello di oliva, di semi oppure il burro fuso, meglio ancora se chiarificato.
    • Il burro chiarificato viene prodotto eliminando la caseina e facendolo sobbollire per eliminare l'umidità finché la parte solida del latte diventa marrone. Questo prodotto ha un colore e un aroma molto simile al caramello e alla nocciola. Inoltre ha un punto di fumo molto alto (circa 190 °C) ed è ottimo per friggere. È disponibile nei negozi di alimenti etnici e biologici oltre che nei supermercati meglio forniti. Se lo desideri, puoi anche prepararlo a casa.
  3. 3
    Setaccia la farina e il sale. Metti la farina all'interno di una grossa ciotola, in un robot da cucina o nella planetaria (entrambi provvisti di paletta per l'impasto). Aggiungi il sale e mescola accuratamente la miscela.
  4. 4
    Aggiungi l'olio o il burro chiarificato alla farina. Non tutte le ricette per i roti prevedono un ingrediente grasso, ma questo aggiunge un po' di sapore a un pane altrimenti molto semplice e lo rende soffice al tocco. Aggiungi il burro chiarificato secondo i tuoi gusti, circa 15 ml. Mescola lentamente il composto finché non diventa sabbioso.
    • Verifica che le mani siano pulite, se hai deciso di impastare a mano. Se usi una planetaria, imposta la velocità minima; se invece fai affidamento sul robot da cucina, azionalo a impulsi finché la miscela non raggiunge la consistenza desiderata.
  5. 5
    Versa l'acqua nella farina. Comincia ad aggiungere l'acqua tiepida lentamente. All'inizio la miscela sarà sabbiosa, ma incorporando gradualmente il liquido, assumerà sempre di più la forma di una palla.
    • Non esagerare con l'acqua e non versarla in fretta; l'impasto non deve diventare appiccicoso, altrimenti non sarai in grado di lavorarlo.
    • Se stai usando un elettrodomestico, dovrai fermarlo di tanto in tanto per raschiare i bordi del contenitore prima di rimetterlo in funzione.
    • Alla fine, la massa dovrebbe essere morbida e leggermente appiccicosa; non dovresti però avere problemi a staccarla dalle mani. Se si incolla alle mani, allora la pasta è troppo umida e dovresti incorporare un po' di farina.
  6. 6
    Impasta. Una volta che si è formata una palla, lascia la planetaria o il robot da cucina in azione per un altro paio di minuti oppure impasta a mano per circa cinque minuti. In questo modo si formano le proteine del glutine.
  7. 7
    Lascia riposare l'impasto. Una volta che hai terminato la lavorazione della massa, cospargila con poco olio o burro chiarificato e ricoprila con un panno umido (anche di carta). Lascia riposare la pasta per circa mezz'ora o anche di più.
    • Questo periodo di riposo ti consente di cucinare dei roti più soffici. Il glutine che si è formato durante l'impasto potrà rilassarsi e le bolle di aria verranno espulse dalla massa.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Cuocere i Roti

  1. 1
    Scalda la superficie di cottura. Per cucinare i roti, hai bisogno di una piastra, una padella in ghisa con un diametro di 20-22 cm oppure di un tawa tradizionale in ferro. Appoggia la piastra sul fuoco medio-alto.
    • Puoi testare il calore della piastra facendo cadere un pizzico o due di farina sulla superficie. Quando la farina diventa scura, allora la piastra è sufficientemente calda.
    • La maggior parte delle ricette consiglia di scaldare la superficie di cottura mentre spiani l'impasto. Se è la prima volta che cucini i roti, il processo di preparazione dei dischi di pasta potrebbe richiedere un po' troppo tempo e la piastra potrebbe diventare troppo calda o cominciare a bruciare. In tal caso, è meglio aspettare a metterla sul fuoco.
  2. 2
    Prepara la spianatoia. Hai bisogno di una superficie di lavoro ampia e piana per lavorare i roti. Una lastra in marmo o una classica spianatoia per chapati sono l'ideale, ma puoi usare anche un grande tagliere o il bancone della cucina. Ricorda di infarinare leggermente la superficie di lavoro e di tenere sempre un po' di farina a portata di mano per cospargerti le mani mentre lavori. Infarina anche il matterello.
  3. 3
    Impasta e dividi la massa. Prendi l'impasto che ha riposato e lavoralo per circa un minuto o due, finché appare "rilassato". Dividilo in palline di uguali dimensioni (circa 5 cm di diametro).
  4. 4
    Spiana le palle di pasta. Afferrane una e inizia ad appiattirla fra i palmi delle mani. Infarina entrambi i lati e spianala sulla superficie con il matterello.
    • Muovi il matterello costantemente per conferire all'impasto una forma quanto più possibile circolare. Immagina che il roti sia un orologio: spianalo da ore sei a ore dodici, poi da ore sette a ore una e così via.
    • Ricorda di capovolgere il disco di pasta regolarmente, in modo che non ci siano punti più spessi di altri e non dimenticare di infarinarlo, di tanto in tanto, insieme alla superficie.
    • Cerca di formare dei dischi dal diametro di 15-20 cm che non siano però troppo sottili, altrimenti si formeranno dei buchi o la pasta potrebbe diventare appiccicosa.
  5. 5
    Inizia a cuocere il roti. Metti il disco di impasto sulla padella calda o sul tawa per 15-30 secondi. Deve essere girato quando cominciano a formarsi delle bolle sulla superficie. Osservane anche la consistenza: il roti diventa più asciutto man mano che cuoce. Puoi anche sbirciare il lato a contatto con la padella sollevando il disco con una spatola o un paio di pinze da cucina: giralo quando noti delle zone marroni.
  6. 6
    Termina la cottura. Cuoci l'altro lato del pane per altri 30 secondi. Il roti inizierà a gonfiarsi (buon segno!), ma prendi un panno asciutto e pulito per schiacciarlo con delicatezza, concentrandoti sulle zone che si sollevano (in questa maniera l'aria si distribuisce in tutto il roti che si gonfierà in modo uniforme) e sulle zone che non toccano la piastra.
    • Non temere di capovolgerlo, perché così non si attacca e non cuoce eccessivamente. Se lo desideri, puoi anche girarlo una seconda volta per dorare il primo lato un po' di più.
    • In base al calore raggiunto dalla superficie di cottura, potrebbe essere necessario aspettare più o meno tempo fra una "girata" e l'altra. Stai molto più attento a come cuoce il roti rispetto al tempo di cottura.
  7. 7
    Togli il pane dalla piastra e passa al disco successivo. Riponi il roti cotto in un panno pulito e asciutto e spennellalo con poco olio o burro chiarificato; infine avvolgi i lembi del panno su di esso. In questo modo il pane resta caldo e morbido mentre procedi con la cottura degli altri roti.
  8. 8
    Gusta il frutto del tuo lavoro! Per un vero banchetto indiano, prova a cucinare anche la salsa raita, il curry e il tarka dal. Accompagna questi piatti con i roti appena cotti!
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 24 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 19 076 volte
Categorie: Ricette
Sommario dell'ArticoloX

Per preparare il roti, setaccia la farina chapati con il sale, poi mescola la miscela di farina con burro chiarificato e acqua tiepida per creare l'impasto. Lavora l'impasto per cinque minuti e lascialo riposare per mezz'ora. Poi, dividi l'impasto e stendilo su una superficie leggermente infarinata, creando cerchi di 15-20 cm di diametro. Riscalda la piastra o una padella di ghisa, poi metti l'impasto steso sulla superficie calda per 15-30 secondi. Gira il pane, cuoci l'altro lato per 30 secondi, poi levalo dalla padella. Se vuoi sapere con cosa si serve il roti, continua a leggere l'articolo!

Questa pagina è stata letta 19 076 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità