Come Preparare il Vino di Tarassaco

I fiori di tarassaco, oltre a riempire di colore i nostri prati durante i mesi primaverili ed estivi, si prestano perfettamente alla preparazione di una bevanda deliziosa, da servire in ogni periodo dell'anno. Nell'emisfero settentrionale, Aprile e Maggio sono i mesi migliori per raccogliere i fiori di tarassaco con lo scopo di trasformarli in un favoloso vino. Fai una prova, preparandolo ed assaggiandolo tu stesso.

Ingredienti

  • 7 g di Lievito di Birra secco
  • 60 ml di Acqua calda
  • 230 g di Fiori di Tarassaco interi
    • Utilizzare una quantità maggiore di fiori, limitandosi ad usare i petali, può servire ad ottenere un vino meno amaro.
  • 3,8 l di Acqua
  • 240 ml di succo di Arancia
  • 3 cucchiai da tavola di succo di Limone
  • 3 cucchiai da tavola di succo di Lime
  • 1/2 cucchiaino di Zenzero in polvere
  • 3 cucchiai da tavola di scorza d'Arancia tritata grossolanamente; evita la parte bianca e fibrosa
  • 1 cucchiaio da tavola di scorza di Limone tritata grossolanamente; evita la parte bianca e fibrosa
  • 1200 g di Zucchero
  • Chiodi di Garofano

Passaggi

  1. 1
    Lava i fiori di tarassaco. Trattali come se fossero un frutto o una verdura ed elimina ogni traccia di terra o eventuali insetti. Rimuovi le foglie ed il gambo.
  2. 2
    Fai macerare i fiori per due giorni.
  3. 3
    Prepara una miscela di acqua e succo: di lime, di arancia e di limone. Immergi i fiori nel liquido.
  4. 4
    Aggiungi lo zenzero, i chiodi di garofano, la scorza di arancia, la scorza di limone e lo zucchero. Porta la miscela a bollore per un'ora. Questo processo creerà l'infusione che a seguito della fermentazione si trasformerà in vino.
  5. 5
    Filtra la miscela (meglio se con i filtri per il caffè) per separare i fiori dal liquido di infusione. Attendi che l'infusione si raffreddi leggermente.
  6. 6
    Quando l'infusione è ancora calda, ma con una temperatura inferiore ai 38°, aggiungi il lievito e mescola.
  7. 7
    Coprila e mettila da parte per una notte intera.
  8. 8
    Versala nelle bottiglie e coprile con dei palloncini bucherellati. In questo modo proteggerai il liquido dai lieviti liberi indesiderati. Conserva le bottiglie in un luogo buio per almeno tre settimane per consentire la fermentazione. Trascorso il tempo necessario avrai ottenuto il tuo vino!
  9. 9
    Se lo desideri, filtra (decanta) il vino più volte per separarlo dai sedimenti. Decantare il vino significa attendere che diventi trasparente, per poi travasarlo in un secondo contenitore, lasciando la feccia (sedimento) sul fondo del primo.
  10. 10
    Tappa le bottiglie e conserva il vino in un luogo fresco. Lasciagli del tempo per invecchiare. La maggior parte delle ricette consigliano di attendere almeno sei mesi, o meglio un anno, prima di gustarlo.

Consigli

  • Se la temperatura dell'area di conservazione del vino è ridotta, la fermentazione potrebbe richiedere un tempo superiore alle 3 settimane. Sii consapevole però che una fermentazione ad una temperatura troppo elevata potrebbe modificare il sapore del vino, elevandone inoltre il grado alcolico. Una temperatura elevata può anche dare origine ad ulteriori problemi, come un forte sapore di lieviti, odori rancidi e contaminazioni batteriche. Generalmente la fermentazione dovrebbe avvenire ad una temperatura contenuta tra i 10 ed i 24°C.
  • La pastorizzazione corretta avviene a 62°C per 22 minuti, o a 50°C per 44 minuti.
  • Cogli i fiori poco prima che sboccino per assicurartene la freschezza. A mezzogiorno saranno completamente aperti. In alternativa, potrai congelarli subito dopo averli colti, per poi staccar loro i petali nel momento dell'uso.
  • Questa ricetta produrrà un vino leggero, perfettamente abbinabile ad un'insalata o a del pesce al forno. Per conferire corpo e forza al tuo vino, puoi aggiungere uvetta, datteri, fichi, albicocche o rabarbaro.

Avvertenze

  • Ci sono prove che dimostrano l'effetto diuretico del tarassaco. (Sebbene anche l'alcool sia un diuretico di per sé).
  • Accertati di filtrare l'infusione con attenzione per evitare che parti del fiore finiscano nel vino. Altrimenti gustarlo potrebbe essere meno piacevole.
  • Non usare fiori di tarassaco che possano essere stati trattati chimicamente, che siano cresciuti a bordo strada o che si trovino in aree frequentate dai cani.

Cose che ti Serviranno

  • Bottiglie per il vino, vuote e sterilizzate
  • Palloncini
  • Filtri (preferibilmente per il caffè)
  • Ampio contenitore
  • Pentola capiente
  • Luogo in cui conservare il vino

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 35 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Drinks

In altre lingue:

English: Make Dandelion Wine, Français: faire du vin de pissenlit, Español: hacer vino de diente de león, Deutsch: Löwenzahn Wein herstellen, Nederlands: Wijn maken van paardenbloemen, Русский: сделать вино из одуванчиков

Questa pagina è stata letta 6 814 volte.
Hai trovato utile questo articolo?