Scarica PDF Scarica PDF

La cannella ha molteplici usi in cucina, ma è anche un toccasana per godere di una buona salute grazie al suo elevato contenuto di antiossidanti e alle sue proprietà antinfiammatorie [1] . Bisogna comunque fare ulteriori ricerche per capirne appieno i benefici. In ogni caso, l'olio di cannella aiuta ad aumentare il consumo di questa spezia, sia che si desideri assumerla per motivi di salute o semplicemente per il suo sapore. La sua utilità non si limita alla cucina, pare che abbia anche proprietà terapeutiche e antisettiche, senza contare la sua efficacia per pulire la casa e tenere sotto controllo gli insetti. Prepararlo è semplice: basta mettere in infusione della cannella fresca in un olio veicolante e potrai iniziare a utilizzarlo subito.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Scegliere gli Ingredienti

  1. 1
    Scegli la cannella. L'olio può essere preparato usando della cannella in stecche o macinata. Vedi quale riesci a trovare al supermercato. Se conosci un negozio di spezie, potresti riuscire a reperire della cannella di buona qualità.
    • Sarebbe preferibile usare una stecca. Oltre a garantire un sapore più intenso rispetto alla cannella macinata, pare che quest'ultima non sia altrettanto efficace e non apporti gli stessi benefici [2] .
    • Considera i vari tipi di cannella. Se preferisci un sapore delicato, cerca la Ceylon, mentre se sei in cerca di un gusto un po' più intenso o legnoso, prova la cassia [3] .
  2. 2
    Cerca un olio veicolante. Per preparare l'olio di cannella, in genere si utilizza quello d'oliva, ma andrà bene qualsiasi olio dal gusto neutro e delicato. Considera i valori nutrizionali, i benefici che apporta alla salute e il profilo aromatico dei tuoi oli da cucina preferiti per capire quale si adatta meglio alle tue esigenze.
    • L'olio d'oliva non si scompone con facilità ed è ottimo per cucinare, anche se il suo gusto intenso può alterare il sapore della cannella.
    • L'olio di mandorle dolci è più leggero e sa di frutta secca. È sicuro usarlo a una temperatura elevata.
    • L'olio di canola non ha un sapore intenso. Viene spesso usato per preparare piatti fritti o cotti al forno, il problema è che non possiede lo stesso valore nutrizionale di altri oli.
    • L'olio di cocco può avere un sapore delicato. Considerato l'alto contenuto di grassi saturi, è bene usarlo con moderazione.
    • L'olio di semi di lino è ricco di micronutrienti come gli acidi grassi omega-3 e ha un sapore delicato. Tuttavia, non resiste bene al calore, quindi è consigliato per preparare condimenti, intingoli oppure per il consumo diretto.
  3. 3
    Scegli un metodo di conservazione. Ti conviene usare un barattolo in vetro con coperchio dotato di guarnizione in gomma. Le dimensioni dipendono dalle proprie esigenze. Più olio intendi preparare, più grande dovrebbe essere il recipiente.
    • Ricorda che l'olio di cannella avrà la stessa durata di quello veicolante. La maggior parte degli oli da cucina non dura più di un anno. Controlla la data di scadenza, quindi cerca contenitori che abbiano una capienza adeguata per la quantità di olio che pensi di consumare prima che si irrancidisca [4] .
    • Usa solo barattoli puliti e con la guarnizione intatta. Verifica il bordo del coperchio per vedere se alcune parti della gomma sono danneggiate o mancanti.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Preparare l'Infusione

  1. 1
    Sterilizza i barattoli prima di preparare l'olio per evitare di contaminarlo. Lavali con acqua tiepida e detersivo per piatti, quindi immergili in acqua bollente [5] .
    • Per iniziare, togli i coperchi e lavali. Lava anche la parte interna ed esterna dei barattoli. Usa acqua tiepida e detersivo per piatti. Risciacqua bene.
    • A risciacquo terminato, immergili subito in una pentola di acqua bollente (non chiuderli con il coperchio). Assicurati che l'acqua sia sufficiente per immergerli completamente.
    • Togli i barattoli dall'acqua e adagiali su una teglia da forno capovolti. Immergi le estremità di una pinza di metallo in acqua bollente per 2-3 minuti per sterilizzarla, quindi usala per rimuovere i barattoli dall'acqua.
    • Lasciali raffreddare prima di prenderli in mano.
  2. 2
    Se hai deciso di usare delle stecche di cannella, infilale verticalmente nel barattolo. Cerca di inserirne il maggior numero possibile. Per un barattolo da 1 litro ti servirà una dozzina di stecche.
    • Se una stecca è troppo lunga, tagliala delicatamente a metà con un coltello da cucina prima di infilarla nel barattolo [6] .
    • Mettiti un paio di guanti di gomma o nitrile nuovi per riempire il barattolo, in modo da evitare di contaminarlo con le mani.
  3. 3
    Versa l'olio veicolante nel barattolo fino a immergere completamente le stecche di cannella. Recipiente permettendo, cerca di lasciare almeno 1,5 cm di olio al di sopra di esse.
    • Se l'olio non dovesse scorrere sul fondo del barattolo, muovi le stecche di cannella con un coltello da burro pulito o una bacchetta.
  4. 4
    Se usi la cannella macinata, devi farla cuocere con l'olio prima di inserirla nel barattolo. Calcola 25 g di cannella per ogni tazza di olio veicolante [7] .
    • Mescola gli ingredienti in una pentola a fiamma medio-bassa fino ad amalgamarli bene, quindi lasciali sobbollire per 3-5 minuti prima di toglierli dal fuoco.
    • Lasciali raffreddare per 10 minuti.
    • Cotto e raffreddato l'olio, versalo in un barattolo di vetro sterilizzato e lascialo riposare.
  5. 5
    Metti l'olio in infusione. Chiudi bene i barattoli e collocali in un posto tiepido e asciutto, per esempio sul davanzale. Non toccarli per circa 3 settimane, in modo da permettere alla cannella di sprigionare il suo gusto e i suoi nutrienti all'interno dell'olio.
    • Più a lungo lo lasci in infusione, più intenso sarà il sapore. Assaggialo una volta alla settimana circa e lascialo in infusione fino a ottenere la concentrazione desiderata.
    • L'olio preparato con la cannella macinata può essere usato immediatamente o lasciato in infusione per ottenere un aroma più intenso. Prova ad assaggiarlo dopo una settimana, in quanto la cannella macinata richiede meno tempo.
    • Agita il barattolo tutti i giorni. Questo movimento favorirà l'infusione e preverrà la formazione di muffa in superficie.
  6. 6
    Concluso il procedimento, filtra l'olio in un altro barattolo di vetro sterilizzato aiutandoti con della stamigna. Falla aderire al bordo del recipiente e fissala con la mano o un elastico di gomma mentre versi l'olio.
    • Per ottenere più prodotto, lascia cadere tutta la cannella sulla stamigna, quindi strizzala con forza per favorire la fuoriuscita di maggiori quantità di olio.
    • Questo procedimento può sporcare, quindi meglio eseguirlo su una ciotola grande o un lavandino.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Conservare e Usare l'Olio

  1. 1
    Filtrato l'olio nel nuovo barattolo, chiudilo con un coperchio dotato di guarnizione in gomma intatta. Conservalo in un posto fresco e asciutto, come nella dispensa o in frigo.
    • Se vuoi, puoi travasarlo anche in una bottiglia decorativa. Assicurati solo di sterilizzarla proprio come se fosse un barattolo.
  2. 2
    Conservalo in frigo per allungarne la vita utile. A seconda dell'olio veicolante usato, potresti raddoppiarne la vita utile tenendolo nel frigorifero [8] .
    • L'olio d'oliva ha una durata massima di 3 anni, quindi non va messo in frigo.
    • Se hai usato l'olio di cocco, ricorda che si solidifica sotto una certa temperatura. Esponilo a una fonte di calore per farlo tornare allo stato liquido.
  3. 3
    Usa l'olio di cannella per cucinare, prenderti cura del corpo o della casa. Secondo diverse ricerche, assumere 5 g di cannella al giorno è utile per chi è affetto da diabete di tipo 2, mentre alcuni naturopati lo utilizzano per svariati disturbi, dalle cisti ovariche all'eliminazione degli insetti in casa [9] .
    • Prova a usarlo in piccole quantità quando prepari dei dolci non solo per ricavare i benefici che offre, ma anche per renderli più gustosi. Per esempio, se una ricetta prevede di usare 120 ml di olio da cucina, prova utilizzare invece 60 ml del normale olio da cucina e 60 ml di olio di cannella.
    • Prova a massaggiarlo per rilassare i muscoli in seguito a un allenamento o quando ti senti indolenzito [10] .
    • Usalo per saltare in padella del cibo, per preparare una marinata o un condimento: darà un sapore unico ai tuoi piatti.
    Pubblicità

Consigli

  • Se hai intenzione di usare l'olio di cannella come integratore, prima consulta un medico per informarti sul dosaggio e sui potenziali effetti collaterali.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Stecche di cannella
  • Un barattolo di vetro dal bordo ampio e con coperchio provvisto di guarnizione
  • Un olio veicolante
  • Stamigna

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Staff di wikiHow - Redazione
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 10 034 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 10 034 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità