Come Preparare l'Olio di Chiodi di Garofano

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 16 Riferimenti

In questo Articolo:Raccogliere gli Ingredienti e i MaterialiPreparare l'Olio di Chiodi di GarofanoApplicare l'Olio di Chiodi di Garofano

I chiodi di garofano sono i boccioli floreali di una pianta contenente diversi elementi chimici, fra cui l'eugenolo.[1] L'olio estratto dai chiodi di garofano è un rimedio naturale che può essere applicato direttamente sulle gengive per gestire il dolore generato da un intervento dentale, da un'estrazione o dall'alveolite secca. Puoi anche applicarlo in bocca per trovare un sollievo momentaneo dal mal di denti o dall'infiammazione in gola. Quest'olio è inoltre considerato sicuro sulla pelle; tuttavia, ricorda che quando entra in contatto con le gengive o le mucose della bocca a volte può causare alcuni danni ai tessuti.[2] Chiedi sempre consiglio al medico o al dentista prima di utilizzare questo rimedio.

Parte 1
Raccogliere gli Ingredienti e i Materiali

  1. 1
    Acquista dei chiodi di garofano in un negozio di alimenti biologici. Puoi trovarli sia interi sia macinati; se opti per la prima soluzione, avrai bisogno di almeno 5-10 chiodi per produrre abbastanza olio da riempire un flacone in vetro da 30 ml. Se preferisci usare i chiodi di garofano macinati, allora comprane almeno 5-10 g per realizzare sempre la stessa quantità di olio.[3]
    • Considera che maggiore è la quantità di spezia che utilizzi (macinata o intera) e più forte sarà l'olio. Dovrai quindi modificare le dosi se ottieni un prodotto molto forte e potente.
    • Se hai deciso di usare i chiodi di garofano macinati, allora dovrai filtrarli una volta che l'olio sarà pronto. Tuttavia, si tratta di una scelta personale e non interferisce con l'efficacia del prodotto.
  2. 2
    Acquista una bottiglia di olio extravergine di oliva proveniente da agricoltura biologica. Agirà come olio vettore, aiutandoti a estrarre dalla spezia tutte le sue proprietà. Puoi usare indifferentemente sia l'olio vergine sia l'extravergine.[4]
    • La quantità di olio necessaria alla preparazione dipende da quanto prodotto vuoi ottenere. Per circa 30 ml di olio di chiodi di garofano non ti servono più di 30 ml di olio d'oliva.
  3. 3
    Procurati un barattolo di vetro scuro e igienizzato per conservare l'olio. Questo materiale assicura che il prodotto non irrancidisca e non venga contaminato. Scegli un flacone con contagocce per facilitare le applicazioni successive.[5]
    • Puoi anche usare un barattolo di vetro trasparente con un coperchio ermetico. In questo caso dovresti conservarlo all'interno di un sacchetto di carta e riporlo in un luogo buio, per essere certo che la luce non deteriori l'olio.
  4. 4
    Usa un pezzo di stamigna o un filtro per caffè americano per filtrare l'olio. Quando la spezia e l'olio d'oliva saranno ben combinati e sarà trascorso il periodo di infusione, allora potrai decidere se filtrare o meno i chiodi.[6]
    • Puoi acquistare la stamigna in un negozio di forniture alimentari oppure creare un colino di fortuna con un filtro per caffè.

Parte 2
Preparare l'Olio di Chiodi di Garofano

  1. 1
    Metti i chiodi di garofano nel barattolo di vetro. Se stai usando la spezia intera, metti 5-10 chiodi in un barattolo da 30 ml. Se invece preferisci usare la spezia macinata, pesane circa 35 g e trasferiscila in un barattolo da 360 ml.[7]
    • Ricorda che se aumenti la dose dei chiodi di garofano otterrai un olio più potente e quindi dovrai applicarne meno sulla pelle.
  2. 2
    Riempi il contenitore con l'olio di oliva fino a ricoprire la spezia per circa 2,5 cm. Una volta inseriti i chiodi di garofano nel barattolo, aggiungi lentamente l'olio di oliva fino a sommergerli per 2,5 cm.
    • Nel caso avessi deciso di usare la spezia macinata, versa 240 ml di olio in un barattolo da 360 ml. Fai in modo di versare tutti i 240 ml.[8]
  3. 3
    Sigilla e agita il contenitore. Accertati che il barattolo sia ben chiuso prima di scuoterlo per tre o quattro volte. In questo modo sei certo che gli ingredienti siano ben amalgamati.[9]
  4. 4
    Lascia riposare il composto per 14 giorni. I chiodi di garofano e l'olio hanno bisogno di tempo per interagire fra loro, in maniera tale che l'olio possa estrarre i componenti chimici dalla spezia. Dovresti riporre il barattolo in un luogo fresco, buio e assicurarti che sia ben sigillato, per evitare qualunque contaminazione.[10]
  5. 5
    Se lo desideri, filtra l'olio. Trascorsi 14 giorni avrai a disposizione l'olio di chiodi di garofano pronto per essere usato; puoi decidere di lasciare la spezia (intera o macinata) all'interno del prodotto oppure procedere con una filtrazione. Si tratta di una pura preferenza personale che non è necessaria per usare l'olio.[11]
    • Per separare i chiodi di garofano dal liquido, appoggia un filtro da caffè o un pezzo di stamigna sopra un altro barattolo di vetro pulito. Blocca il tessuto attorno all'apertura del contenitore usando un elastico. Versa lentamente l'olio nel secondo barattolo facendolo passare attraverso il filtro che a sua volta "catturerà" la spezia.
    • Se decidi di non filtrare i chiodi di garofano interi o macinati, potrai usarli più volte riempiendo di nuovo il barattolo con l'olio di oliva e lasciandoli riposare per 10-14 giorni. Dopo due o tre processi di infusione dovrai sostituirli.

Parte 3
Applicare l'Olio di Chiodi di Garofano

  1. 1
    Risciacqua la bocca con una soluzione salina calda. Prima di applicare l'olio all'interno del cavo orale dovresti fare un risciacquo con acqua salata calda. In questo modo "lavi" la bocca e permetti all'olio di essere più efficace per i problemi dentali.[12]
    • Se hai deciso di usare l'olio come repellente contro le zanzare, allora non devi fare uno sciacquo della bocca prima di applicarlo sulla cute. Questo prodotto spalmato sulla pelle ti protegge dalle zanzare per cinque ore.[13]
  2. 2
    Usa un batuffolo di ovatta per l'applicazione. Bagnalo con questo l'olio e poi appoggialo sul dente o sulla gengiva dolente. Fai in modo che la parte da trattare entri a contatto con la maggior quantità possibile di prodotto.[14]
    • In alternativa puoi usare un fazzoletto pulito immergendolo nell'olio e poi appoggiandolo al dente o alla gengiva che ti fa male.
  3. 3
    Vai dall'odontoiatra, se il problema dentale è grave. L'olio di chiodi di garofano si è dimostrato efficace per gestire il dolore e agisce come soluzione provvisoria quando ci si sottopone a trattamenti come la devitalizzazione o l'asportazione del tartaro. Tuttavia, non devi affidarti a questo prodotto come rimedio a lungo termine per risolvere i problemi del cavo orale. Se soffri di disturbi gravi che richiedono un intervento medico, vai dal dentista.[15]
  4. 4
    Sii consapevole dei rischi correlati all'uso dell'olio di chiodi di garofano. Sebbene si tratti di un rimedio naturale molto conosciuto che produce risultati positivi, ci sono però diversi problemi di salute associati ad esso. Non applicarlo mai sulla pelle non integra e non utilizzarlo mai in grandi quantità. Gli effetti collaterali legati all'ingestione di dosi eccessive sono dolore alla bocca, vomito, mal di gola, difficoltà respiratorie, insufficienza renale e danno epatico.[16]
    • Ricorda che i bambini non devono assumerlo per via orale, dato che può innescare delle gravi reazioni come convulsioni e danni al fegato. Se sei incinta o stai allattando tuo figlio al seno, non dovresti usare questo rimedio, perché non ci sono ancora informazioni sufficienti in merito alla sua sicurezza in questi contesti.
    • Se devi sottoporti a un intervento chirurgico di qualunque tipo programmato entro due settimane, non usare l'olio di chiodi di garofano. Fra i suoi principi attivi si trova l'eugenolo che rallenta la coagulazione e potrebbe causare emorragie durante e dopo l'operazione.
    • Non usare l'olio se sei in terapia anticoagulante o se assumi farmaci che rallentano la coagulazione, come l'aspirina, l'ibuprofene, il naprossene, il diclofenac, il clopidogrel o la deltaparina.

Cose che ti Serviranno

  • Chiodi di garofano interi o macinati
  • Olio di oliva (vergine o extravergine)
  • Barattolo di vetro scuro
  • Stamigna o filtro per caffè americano
  • Contagocce
  • Batuffoli di ovatta

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Salute

In altre lingue:

English: Make Clove Oil, Español: hacer aceite de clavo de olor, Português: Fazer Óleo de Cravo, Deutsch: Nelkenöl herstellen, Русский: приготовить гвоздичное масло, Français: faire de l'huile de clou de girofle, Bahasa Indonesia: Membuat Minyak Cengkih, Nederlands: Kruidnagelolie maken, العربية: صنع زيت القرنفل

Questa pagina è stata letta 15 703 volte.
Hai trovato utile questo articolo?