Come Preparare la Farina Autolievitante

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 11 Riferimenti

In questo Articolo:Preparare la Farina AutolievitantePreparare una Farina Autolievitante senza GlutineSommario dell'Articolo

Se la ricetta prevede di utilizzare della farina autolievitante, ma in casa hai solo quella normale, non farti prendere dal panico! Preparare la farina autolievitante è piuttosto semplice e puoi farlo anche con i semplici ingredienti che hai in cucina. Questo articolo ti spiegherà come procedere e come realizzare una variante senza glutine per chi soffre di allergie.

Ingredienti

Farina Autolievitante[1]

  • 150 g di farina 0
  • 7,5 g di lievito
  • 1-2 g di sale
  • 1 g di bicarbonato di sodio

Farina Autolievitante senza Glutine[2][3]

  • 170 g di farina integrale di riso
  • 205 g di farina bianca di riso
  • 120 g di farina di tapioca
  • 165 g di riso glutinoso
  • 10 g scarsi di gomma di xantano
  • 35 g di lievito
  • 5,5 g di sale

Parte 1
Preparare la Farina Autolievitante

  1. 1
    Prendi 150 g di farina 0 e setacciala in una ciotola capiente. Se la tua ricetta prevede quantità maggiori di farina, aumenta semplicemente le dosi dei vari ingredienti rispettando le proporzioni.
  2. 2
    Aggiungi 7,5 g di lievito fresco. Accertati che sia davvero fresco, altrimenti la preparazione finale non aumenterà di volume in cottura.[4]
  3. 3
    Se la ricetta originale prevede tra gli ingredienti anche il latticello, il cacao o lo yogurt, dovresti aggiungere circa 1 g di bicarbonato di sodio. Questi ingredienti infatti hanno bisogno di un maggior potere lievitante e il bicarbonato rinforza l'effetto del lievito in polvere.[5]
    • Se il latticello, il cacao o lo yogurt non figurano nella lista degli ingredienti, non è necessario incorporare il bicarbonato.
  4. 4
    Aggiungi 1-2 g di sale. Controlla la ricetta che dovrai preparare: se prevede di aggiungere altro sale, limitati a 1 g per il momento; se invece non dovrai metterne altro, puoi incorporarne 2 g.
  5. 5
    Setaccia tutti gli ingredienti insieme per essere sicuro che siano combinati in maniera uniforme. Usa una forchetta o una frusta per mescolarli.
  6. 6
    Usa la farina per la ricetta. Ricorda che le farine autolievitanti commerciali sono preparate con un frumento leggermente differente, quindi quello che stai per cucinare non risulterà altrettanto soffice.
  7. 7
    Conserva la farina autolievitante avanzata in un contenitore ermetico e applica un'etichetta riportando la data di scadenza. Per prima cosa leggi la data di scadenza sulla confezione del lievito: rappresenta anche il limite massimo entro cui usare la farina. Non ti resta quindi che copiare questa data sul contenitore in cui hai riposto la farina autolievitante.[6]

Parte 2
Preparare una Farina Autolievitante senza Glutine

  1. 1
    Unisci le varie farine in una grande ciotola. Usa una forchetta o una frusta per mescolarle finché non saranno combinate in maniera uniforme.
  2. 2
    Aggiungi la gomma di xantano. Basteranno poco meno di 10 g.[7] Anche in questo caso, ricorda di mescolare bene gli ingredienti.
  3. 3
    Prepara l'agente lievitante. In un contenitore a parte mescola il lievito con il sale. Ti serviranno circa 35 g di lievito e 5,5 g di sale. Se non prevedi di usare tutta la miscela di farine senza glutine, allora aggiungi 7,5 g di lievito e 1 g di sale ogni 130 g di farina.[8]
  4. 4
    Setaccia il composto lievitante nelle farine. Mescola con cura usando una forchetta o una frusta finché gli ingredienti non saranno ben amalgamati.
  5. 5
    Usa la farina per la tua ricetta e conserva gli avanzi in un contenitore ermetico. Leggi la data di scadenza che si trova sulla confezione del lievito. Questa rappresenta anche la data ultima entro cui dovrai usare la farina. A questo punto non ti resta che riporre la miscela in un luogo buio e fresco.

Consigli

  • La farina "autolievitante" e quella "con lievito aggiunto" sono la stessa cosa.
  • Se hai una farina autolievitante, ma la ricetta indica di usare quella 0, riduci la dose di bicarbonato di sodio e di sale durante la preparazione.[9]
  • Quando prepari grandi quantitativi di farina autolievitante, misura sempre le dosi pesandole e non affidarti a metodi volumetrici. In questo modo otterrai risultati più costanti.[10]
  • Puoi provare a usare la farina di frumento integrale; ricorda che le proporzioni non cambiano.

Avvertenze

  • Tieni presente che la farina autolievitante prodotta in casa non dura per sempre; contiene infatti bicarbonato di sodio che perde parte delle sue proprietà lievitanti con il passare del tempo. Maggiori sono i tempi di conservazione, meno lieviteranno le torte.
  • Quella commerciale viene prodotta con un frumento più morbido rispetto a quello che si usa con la varietà 0; in questo modo i prodotti da forno risultano più soffici. Se aggiungi il bicarbonato di sodio alla farina comune otterrai risultati analoghi, ma la preparazione finale, una volta cotta al forno, non sarà così morbida.[11]

Sommario dell'ArticoloX

Per preparare da solo la farina autolievitante, setaccia 150 g di farina 00 in una ciotola e aggiungi 6 g di lievito. Usa 1 g circa di bicarbonato se la ricetta richiede latticello, cacao o yogurt e 1 g circa di sale se la ricetta lo prevede. In caso contrario, usa 2,5 g di sale. Mescola fino ad amalgamare bene gli ingredienti e usa la farina nella tua ricetta! Se te ne avanza un po', conservala in un contenitore ermetico fino alla data di scadenza del lievito. Per altri consigli dal nostro autore pasticciere, ad esempio su come preparare la farina senza glutine, continua a leggere l'articolo!

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Pane & Pasta

In altre lingue:

English: Make Self‐Rising Flour, Español: hacer harina leudante, Deutsch: Selbsttreibendes Mehl herstellen, Bahasa Indonesia: Membuat Tepung Self Rising, Français: faire de la farine auto levante, Русский: сделать самоподнимающуюся муку, العربية: صنع دقيق ذاتي الرفع, Nederlands: Zelfrijzend bakmeel maken

Questa pagina è stata letta 21 245 volte.
Hai trovato utile questo articolo?