Come Preparare la Gelatina d'Uva

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

La gelatina d'uva è una ricetta semplice e deliziosa che richiede quasi esclusivamente uva, zucchero e pectina di frutta. Tuttavia, ti servirà anche molto tempo, perché il processo di trasformazione dell'uva in una gelatina uniforme può richiedere tempo se non hai esperienza. Imparando a bollire l'uva per ottenere il succo, a trasformare il succo in gelatina e a conservarla correttamente, riuscirai a preparare una gelatina che durerà per un anno circa.

Ingredienti

  • 2 kg di uva fresca
  • 120 ml d'acqua
  • 8 cucchiai (1 confezione) di pectina di frutta
  • 1,5 kg di zucchero

Parte 1 di 3:
Cuocere l'Uva

  1. 1
    Inizia con circa 2 kg d'uva. Migliore la qualità dell'uva, migliore sarà anche la gelatina al termine del processo. Le varietà più comuni per la preparazione della gelatina sono quella rossa e la Concord (o fragola), ma puoi usare quella che preferisci. Scegli un'uva che ti piace e che puoi procurarti in abbondanza.[1]
    • Puoi usare uva con i semi o senza, così come chicchi verdi, bianchi o rossi. Questa scelta influenza l'aspetto e il sapore della gelatina, che sarà comunque deliziosa.
    • Se non hai la possibilità di acquistare uva fresca o se non vuoi preparare il succo da solo, puoi usare il succo d'uva e saltare alla parte 2. Assicurati che il succo che scegli sia fresco e che non contenga zuccheri aggiunti.[2]
  2. 2
    Stacca gli acini dai grappoli e lavali. Prendi con attenzione tutti i chicchi prima di metterli in una grande ciotola. Una volta che li hai staccati tutti, lavali con acqua fredda in modo da rimuovere tutto lo sporco e gli altri elementi indesiderati.[3]
    • Se sei particolarmente preoccupato della pulizia degli acini, o se noti degli insetti sulla frutta quando la stacchi dai grappoli, premi delicatamente i chicchi sopra la ciotola, in modo da separare il frutto dalla buccia. Questo ti permette di controllare se l'interno dell'uva è buono e di rimuovere facilmente la buccia.
  3. 3
    Metti l'uva in una grossa pentola e aggiungi 120 ml d'acqua. Metti una grossa pentola dal fondo spesso sopra un fornello e versa all'interno l'uva. Aggiungi circa 120 ml d'acqua alla pentola. Dovrebbe essere sufficiente per evitare che gli acini si brucino, senza annacquare troppo il succo.[4]
    • In base alla dimensione della pentola, potresti dover aggiungere più acqua per impedire all'uva di bruciare. Non è un problema. È molto meglio fare una gelatina poco saporita rispetto a una che sa di bruciato.
  4. 4
    Schiaccia delicatamente l'uva. In questo modo la frutta rilascerà parte del succo e accelererai la cottura. Usa uno schiacciapatate o un grosso cucchiaio di legno per spremere i chicchi sul fondo della pentola, schiacciandoli leggermente. Ripeti finché non hai spremuto tutti gli acini.[5]
    • Se non vuoi schiacciare gli acini e cuocerli per rimuovere il succo, puoi metterli in un estrattore. Servirà più tempo, ma otterrai succo d'uva puro al 100% da trasformare in gelatina.
  5. 5
    Fai bollire l'uva, poi abbassa la fiamma. Accendi il fornello a intensità medio-alta e fai bollire gli acini, mescolando di tanto in tanto per evitare che brucino o si attacchino alla pentola. Quando il succo arriva a ebollizione, abbassa la fiamma in modo da far sobbollire l'uva.[6]
    • Può servire tempo per far bollire l'uva la prima volta. Sii paziente e lascia cuocere gli acini per estrarre il succo.
  6. 6
    Fai sobbollire l'uva per circa 10 minuti. Una volta abbassata la fiamma, copri la pentola e lasciala sul fuoco per circa 10 minuti. Di tanto in tanto, togli il coperchio e mescola la frutta con un grande cucchiaio di legno, in modo da muoverla e agitarla.[7]
    • È in questa fase della cottura che il succo che userai per fare la gelatina viene estratto dall'uva. Mantieni bassa la temperatura e lascia cuocere i chicchi.
  7. 7
    Scola l'uva per ottenere almeno 4 tazze di succo. Una volta che l'hai lasciata a sobbollire a sufficienza e che ha prodotto molto liquido, devi scolarla. Metti un colino con una garza sopra una grande ciotola, oppure usa un filtro specifico per gelatine per separare il succo dalla polpa. Versa lentamente e con attenzione il succo attraverso il colino, facendo attenzione a non sprecarne.[8]
    • Se non vuoi filtrare il succo, puoi anche frullarlo insieme alla polpa in un frullatore o un mixer, fino a ottenere una purea uniforme. Questo processo cambia leggermente la consistenza della gelatina, ma è più semplice rispetto all'uso del colino.
    • Può servire un po' di tempo perché il succo passi attraverso i colini di stoffa. Puoi usare un utensile per schiacciare gli acini e accelerare l'operazione, oppure attendere una notte.[9]
    • Questa attesa ti dà l'opportunità perfetta per iniziare a preparare i vasetti che userai per conservare la gelatina.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Trasformare il Succo d'Uva in Gelatina

  1. 1
    Versa 1 litro di succo d'uva in una grossa pentola. Una volta che hai a disposizione succo d'uva fatto in casa oppure comprato in negozio, misura 1 litro da versare in una grande pentola dal fondo spesso. Assicurati che all'interno ci sia spazio sufficiente per lo zucchero, la pectina e per mescolare facilmente il tutto.[10]
    • Se lo desideri, puoi pulire la pentola che hai usato per fare il succo e riutilizzarla per la gelatina.
  2. 2
    Aggiungi 1 pacchetto (8 cucchiai) di pectina di frutta e fai bollire il succo. La pectina è un ingrediente naturale che contribuisce alla formazione della gelatina quando si raffredda e dovresti trovarla al supermercato. Accendi il fornello sotto la pentola di succo a fuoco medio-alto, poi versa la pectina. Mescola con vigore per amalgamare gli ingredienti e fai bollire il succo.[11]
    • Per evitare che la pectina formi dei grumi e per facilitare la miscelazione, prova a unirla con 100 g di zucchero prima di versarla in pentola. In questo modo riuscirai a incorporarla più facilmente nel succo.
    • Se vuoi limitare lo zucchero, usa una pectina a basso contenuto di zuccheri. Con questa ricetta lo zucchero richiesto scende da 1,5 kg a 800 g.
  3. 3
    Aggiungi 1,5 kg di zucchero bianco granulato. Pesa esattamente lo zucchero e versalo nel succo appena comincia a bollire. Può sembrare una quantità eccessiva, ma è necessaria per trasformare il succo in gelatina. Mescola con un cucchiaio di legno fino a scioglierlo del tutto.[12]
    • Quando aggiungi lo zucchero e fai bollire il succo, può comparire la schiuma. Puoi eliminarla con una schiumarola, oppure puoi aggiungere mezzo cucchiaio di burro al succo per evitarne la formazione.[13]
  4. 4
    Fai bollire la miscela per 1 minuto. Aggiungere lo zucchero fa abbassare leggermente la temperatura del succo, quindi dovrai farlo bollire nuovamente. Mescolalo di tanto in tanto finché non arriva a ebollizione, poi imposta un timer su 1 minuto esatto e inizia a mescolare di continuo. Dopo 1 minuto, abbassa la fiamma il più possibile, per evitare che il succo si bruci.[14]
    • Fai molta attenzione quando maneggi il succo dopo questo punto. Sarà composto principalmente da zucchero fuso, che è molto caldo. Assicurati di non farlo schizzare mentre lo mescoli, altrimenti potresti bruciarti.
    • Per assicurarti che la gelatina abbia tempo sufficiente di cuocere e riposare, immergi un cucchiaio gelato di metallo nella pentola al termine dell'ebollizione. Lascia raffreddare la gelatina intorno al cucchiaio e controlla che si solidifichi con la consistenza desiderata. Se non è abbastanza densa, fai bollire il succo per un altro minuto, in modo che si addensi.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Conservare la Gelatina

  1. 1
    Sterilizza 8-12 vasetti da conserva di vetro. Per conservare la gelatina il più possibile, devi usare vasetti di vetro sterilizzati pensati per le conserve. Fai bollire una grossa pentola piena d'acqua e immergi tutti i vasetti per 10 minuti. Usa delle pinze da cucina per prendere i vasetti dalla pentola e appoggiali capovolti su un panno finché non sarà il momento di usarli.[15]
    • Se hai una pentola abbastanza grande da far bollire tutti i vasetti insieme, puoi lasciarli nell'acqua finché non sarà il momento di usarli.
    • Facendo bollire i vasetti li sterilizzi e rimuovi tutto ciò che si trova al loro interno e che potrebbe far marcire o rovinare la gelatina. Se non li sterilizzerai, la gelatina durerà solo per una settimana circa.
  2. 2
    Immergi nell'acqua calda i coperchi e le guarnizioni dei vasetti. Metti tutto in una grande ciotola termoresistente piena d'acqua calda. Assicurati che siano interamente sommersi e lasciali in acqua fino al momento di usarli.[16]
    • Come per i vasetti, anche i coperchi e le guarnizioni devono essere sterilizzati per conservare la gelatina.
    • Per sterilizzare i coperchi e le guarnizioni non usare l'acqua bollente, che può rompere il sigillante e impedire la corretta chiusura dei vasetti.
  3. 3
    Versa la gelatina nei vasetti, lasciando 0,5 cm di spazio vuoto in alto. Raccogli la gelatina calda con un mestolo o un piccolo misurino di vetro, facendo attenzione a non toccarla con le mani. Metti un imbuto sopra la bocca del vasetto e versa la gelatina all'interno, lasciando circa 0,5-1 cm di spazio in alto.[17]
    • Se versi della gelatina sul bordo o sui lati del vasetto, puliscila subito con un panno pulito e umido. La gelatina potrebbe impedire la corretta chiusura del vasetto e accorciare la durata della conservazione.
    • Assicurati che i vasetti siano caldi o almeno tiepidi quando versi la gelatina all'interno. Se la differenza di temperatura è troppo grande, i vasetti possono rompersi.
    • Lo spazio di 0,5 cm in alto è importante per garantire la corretta chiusura del vasetto.
  4. 4
    Chiudi i vasetti con i coperchi. Prendili con attenzione dall'acqua, scuotili per asciugarli, poi chiudili con il coperchio. Ripeti l'operazione con la guarnizione, avvitandola bene per tenere fermo il coperchio.[18]
    • Se i vasetti sono troppo caldi per essere maneggiati, usa un panno per evitare di bruciarti quando li chiudi.
  5. 5
    Rimetti le gelatine sigillate nell'acqua bollente per 10 minuti. Una volta riempiti e chiusi tutti i vasetti, fai bollire nuovamente la pentola d'acqua che hai usato per sterilizzarli. Metti i vasetti pieni nell'acqua, lasciandoli cuocere per 10 minuti. In questo modo l'aria che contengono viene espulsa, allungando la durata di conservazione, grazie a una chiusura più efficace.[19]
    • Ogni vasetto deve restare molto tempo completamente immerso nell'acqua.
  6. 6
    Lascia raffreddare i vasetti per una notte. Usa le pinze da cucina per prendere i vasetti dall'acqua bollente e mettili da parte per lasciarli raffreddare. Servono circa 12 ore perché la gelatina torni a temperatura ambiente, quindi è meglio attendere una notte intera.[20]
    • I vasetti potrebbero scoppiettare mentre si raffreddano. Non ti preoccupare! È un ottimo segno, che indica che sono sigillati sotto vuoto e che si conserveranno a lungo.
  7. 7
    Togli l'anello di guarnizione e controlla che i vasetti siano sigillati. Quando si sono raffreddati, dovrai rimuovere la guarnizione e assicurarti che tutti siano sigillati correttamente. Premi al centro del coperchio e nota se il vasetto emette uno scoppio o un clic. Se il coperchio si muove o fa rumore, non si è sigillato bene. Se resta fermo, il vasetto è sigillato e la gelatina durerà molto a lungo.[21]
    • Puoi controllare se i vasetti sono sigillati anche tentando di alzarli prendendoli per il coperchio. Se il vasetto è sigillato bene, deve essere sotto vuoto, quindi si alzerà facilmente.
    • Se la gelatina non è ben sigillata, puoi tirarla fuori dal vasetto e tentare di ripetere l'operazione. Sterilizza di nuovo il vasetto, metti una seconda guarnizione e un altro coperchio nell'acqua bollente, poi fai bollire la gelatina. Ripeti l'operazione descritta in precedenza e sigilla di nuovo il vasetto.
    • Se vuoi lasciare le guarnizioni sui vasetti per sicurezza, assicurati di allentarli un po' prima di conservarli. In caso contrario, il coperchio potrebbe arrugginirsi e non venire via quando vorrai riaprire il vasetto!
  8. 8
    Conserva la gelatina per un massimo di 12 mesi. Se i vasetti sono sigillati correttamente, possono essere conservati per 12 mesi. Tienili nella dispensa o regalali agli amici.[22]
    • Se non sigilli i vasetti, la gelatina durerà solo per una settimana circa in frigorifero prima di andare a male.
    • Dopo 6-8 mesi, la gelatina diventerà più scura e più liquida. Puoi ancora mangiarla, ma sarà meno buona. Per i risultati migliori, consumala entro 6 mesi dalla preparazione.
    Pubblicità

Consigli

  • Assicurati di controllare che i vasetti non abbiano crepe prima di usarli.
  • Puoi riutilizzare i vasetti e le guarnizioni, ma devi sempre usare coperchi nuovi. Le sostanze morbide sigillanti che tengono fermo il coperchio si deteriorano dopo il primo uso, quindi non funzioneranno più una seconda volta.
  • Se la tua lavastoviglie ha un ciclo sterilizzante, puoi usarla per sterilizzare i vasetti.

Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Colino
  • Grossa pentola dal fondo spesso
  • Cucchiaio di legno o schiacciapatate
  • Buratto o filtro specifico per la gelatina
  • Misurino
  • Cucchiaio di legno
  • Vasetti di vetro
  • Coperchi e guarnizioni
  • Pentola per inscatolamento o simile
  • Pinze da cucina
  • Imbuto
  • Strofinacci

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Ricette
Questa pagina è stata letta 9 249 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità