Le praline, nella cultura europea, sono dei dolcetti al cioccolato generalmente ripieni. Negli Stati Uniti, invece, con il termine praline ci si riferisce a delle caramelle a base di frutta secca, latte e zucchero. La frutta a guscio può essere di qualunque tipo, dalle noci pecan alle mandorle. Questo dolce è molto popolare negli Stati Uniti meridionali, soprattutto a New Orleans, in Louisiana e nella città di Savannah, in Georgia. Nonostante ciò, puoi gustarti delle ottime praline americane anche se vivi a Milano, Roma, Bologna o in qualunque altra città. Ecco quattro ricette differenti per prepararle a casa senza difficoltà.

Ingredienti

Ricetta Tradizionale con Noci Pecan

  • 300 g di zucchero semolato bianco
  • 315 g di zucchero di canna
  • Un pizzico di sale
  • 45 ml di sciroppo scuro di mais
  • 125 ml di latte evaporato
  • 30 g di burro
  • 5 g di vanillina
  • 150 g di noci pecan divise a metà

Praline Cotte al Microonde

  • 480 g di zucchero di canna
  • 250 ml di panna da montare
  • 30 ml di sciroppo chiaro di mais
  • 60 g di burro
  • 150 g di noci pecan tostate
  • 5 g di vanillina

Praline al Miele

  • 30 ml di miele
  • 30 g di zucchero di canna
  • 150 g di noci pecan tritate
  • 15 ml di burro fuso
  • Un pizzico di sale

Praline alle Mandorle

  • 260 g di zucchero semolato bianco
  • 90 ml di acqua
  • 50 g di mandorle sbucciate e tostate

Metodo 1 di 4:
Ricetta Tradizionale con Noci Pecan

  1. 1
    Prepara la superficie di lavoro. La preparazione delle praline è un processo delicato che richiede tempi precisi. Devi essere sicuro che la zona in cui le trasferirai sia già pronta prima di iniziare a cucinare. In questo modo ti assicuri che il composto non si raffreddi eccessivamente. Disponi un paio di fogli di carta da forno vicino a te e tieni un cucchiaio a portata di mano, nel caso ti servisse per trasferire la miscela. Avrai bisogno anche di un termometro per caramello.
    • Puoi sostituire la carta da forno con quella di alluminio. Non usare quella cerata, però, dato che il calore delle praline potrebbe fonderla.
    • Puoi anche mettere la carta da forno su teglie piatte, così potrai spostare le praline una volta preparate.
  2. 2
    Fai sobbollire la miscela. Imburra le pareti di una pentola da 2 l. Aggiungi lo zucchero, il sale, lo sciroppo di mais, il latte e il burro. Mescola il tutto e cuoci a fuoco medio. Non smettere di lavorare il composto, almeno finché lo zucchero non si è sciolto del tutto e la miscela non inizia a bollire. Continua a cucinare il caramello finché raggiunge i 113 °C (controlla con il termometro). Togli il tegame dal fuoco e attendi che si raffreddi per 10 minuti.
    • Se non possiedi il termometro da caramello, puoi testare la miscela con un metodo empirico. Quando ritieni che sia abbastanza denso, fai cadere una goccia di caramello in un bicchiere di acqua fredda. Togli dall’acqua la pallina di caramello che si è formata; se riesci ad appiattirla fra le dita senza spezzarla, allora il caramello è pronto.
  3. 3
    Termina la preparazione. Quando il caramello si è raffreddato, aggiungi le noci e la vanillina. Mescola il composto a mano con l’ausilio di un cucchiaio (per circa 2 minuti). Il dolce dovrebbe iniziare ad addensarsi e a perdere la sua lucentezza.
  4. 4
    Forma le praline. Quando il caramello non è più lucido, prendi il cucchiaio e inizia a formare le praline. Dovresti lasciar cadere ogni cucchiaiata di composto sulla carta da forno. Se il caramello resta attaccato al cucchiaio, aiutati con quello che avevi preparato in precedenza. Continua in questo modo finché hai formato tutti i dolcetti. Attendi che raffreddino a temperatura ambiente prima di mangiarli.
    • Se il composto si indurisce prima di averlo trasferito completamente, aggiungi un cucchiaino o due di acqua bollente.
    • Puoi apportare le variazioni che preferisci a questa ricetta. Se ami le praline al cioccolato, aggiungine circa 50 g agli ingredienti nel tegame. Se preferisci il burro di noccioline versane 80 g nella miscela 30 secondi prima di toglierla dal fuoco. Se sei allergico alle noci, sostituiscile con riso soffiato.
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Praline Cotte al Microonde

  1. 1
    Prepara i tegami. Hai bisogno di diverse teglie da forno su cui far raffreddare le praline. Prendine almeno due e coprile con fogli di alluminio; imburra questi ultimi.
  2. 2
    Mescola gli ingredienti. Versa lo zucchero, la panna e lo sciroppo di mais all’interno di una ciotola capiente di vetro. Mescola il tutto finché i grumi di zucchero si sono sciolti.
    • Puoi usare un contenitore adatto al microonde, se non possiedi la ciotola di vetro.
  3. 3
    Cuoci il composto. Quando hai mescolato gli ingredienti, metti la ciotola nell’elettrodomestico. Cuoci la miscela alla massima temperatura per 13 minuti. Successivamente estrai la ciotola con grande attenzione, dato che sarà bollente.
  4. 4
    Finisci la preparazione delle praline. Metti nella ciotola il burro, le noci pecan e la vanillina. Mescola il tutto accuratamente con un cucchiaio per circa un minuto. Ti accorgerai di avere amalgamato a sufficienza quando il composto sarà meno lucido.
    • Puoi decidere di tritare grossolanamente le noci oppure lasciarle intere, si tratta di una tua scelta personale.
    • Questa ricetta è stata adattata alla cottura in microonde, ma puoi comunque utilizzarla per la cottura sul fornello. In tal caso, cuoci tutti gli ingredienti (escluse le noci e la vanillina) in una pentola, finché diventano un composto liscio. Togli il tegame dal fuoco e aspetta che si raffreddi per 10 minuti prima di incorporare le noci e la vaniglia. Per il resto segui la ricetta così com’è.
  5. 5
    Versa il composto. Non appena hai finito di mescolare, puoi iniziare a trasferire le praline sulle teglie che hai foderato in precedenza con l’alluminio. Con l’aiuto di un cucchiaio, crea delle palline e disponile sulle teglie. Aspetta che si raffreddino a temperatura ambiente. Saranno necessari 20 minuti, dopodiché puoi servirle e gustarle.
    • Aggiungi 1-3 cucchiai di panna, se il composto si raffredda e indurisce mentre lo trasferisci sulle teglie.
    • Queste praline sono ottime il giorno stesso in cui sono cucinate. Se hai degli avanzi, conservali in un contenitore ermetico per non più di quattro giorni.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Praline al Miele

  1. 1
    Preriscalda il forno. Questa ricetta è diversa perché prevede di cuocere le praline al forno invece di far bollire il caramello sul fornello. Accendi il forno e impostalo a 175 °C. Metti la griglia sul ripiano centrale.
  2. 2
    Mescola gli ingredienti. Pesa e misura tutti gli ingredienti e trasferiscili in una ciotola. Mescolali finché il composto è uniforme. Le noci devono essere completamente incorporate.
    • Questa ricetta ha un contenuto di noci molto maggiore rispetto alle altre. Se preferisci delle praline con un rapporto zucchero/noci più bilanciato, riduci la dose di queste ultime a 100 g.
  3. 3
    Cospargi la miscela. Copri una teglia con carta da forno. Con un cucchiaio trasferisci il composto dalla ciotola alla teglia. Con una spatola di gomma raccogli tutti i residui di miele e noci che sono rimasti appiccicati alla ciotola. Spiana il composto in uno strato sottile e uniforme.
    • Se preferisci, puoi sostituire la carta da forno con l’alluminio. Non usare la carta cerata perché fonde in forno.
  4. 4
    Cuoci le praline. Inforna la teglia sul ripiano centrale. Lascia che il composto cuocia per 8 minuti. Successivamente togli la teglia; il miele e lo zucchero dovrebbero essersi fusi e aver formato delle bolle. Con l’aiuto di una spatola resistente al calore, mescola le noci nella miscela ricoprendole per bene. Riporta la teglia in forno per altri 3 minuti. Sforna ancora la teglia, mescola il contenuto e cuoci per gli ultimi 3 minuti.
  5. 5
    Servi le praline. Sforna il composto, ora dovrebbe essere diventato più scuro. Cospargi le noci in un singolo strato e aspetta che il caramello si raffreddi. A questo punto puoi togliere il dolce dalla carta da forno, le praline inizieranno a spezzarsi. Prendi i pezzi più grandi e dividili ulteriormente in bocconi. Puoi usare le mani o un coltello. Servi i dolcetti e gustali!
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Praline alle Mandorle

  1. 1
    Sciogli lo zucchero. Per cucinare le praline, per prima cosa devi preparare il caramello. Metti lo zucchero e l’acqua in un pentolino capiente. Mescola il composto mentre lo scaldi a fuoco medio finché lo zucchero si è sciolto; quindi smetti di mescolare e usa un pennello da pasticciere per togliere i cristalli di zucchero dalle pareti del tegame.
    • In questo modo eviti che il caramello sia granuloso.
  2. 2
    Cuoci il caramello. Alza la fiamma e porta lo sciroppo a bollore. Quando inizia a diventare dorato, aggiungi le mandorle e continua a mescolare. Quando il caramello scurisce, togli il pentolino dal fuoco.
    • Controlla con grande attenzione la cottura, il caramello brucia con molta facilità.
  3. 3
    Versa le praline. Prendi il tegame e immergine la base nel lavello o in una ciotola piena di acqua fredda. Così facendo abbassi la temperatura del pentolino ed eviti che il caramello diventi troppo scuro. Ricopri una teglia piatta con carta da forno. Versa il composto sulla teglia e spianalo in uno strato uniforme. Aspetta che raffreddi.
  4. 4
    Spezza le praline. Questa ricetta prevede la preparazione di un dolce molto simile al croccante. I pezzetti vengono utilizzati per decorare altri dolci o i gelati. Quando lo strato di caramello e mandorle è ben freddo, trasferiscine i vari pezzi in un robot da cucina e macinali a impulsi fino a renderli una granella.
    • La granella è ottima per decorare altri dolci, i gelati e lo yogurt.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 1 566 volte
Questa pagina è stata letta 1 566 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità