Come Preparare lo Zaino per un'Escursione

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:Riunire l'AttrezzaturaRiempire lo ZainoPreparare lo Zaino come un Professionista5 Riferimenti

Se stai pianificando una lunga escursione, devi preparare lo zaino con cibo, acqua e altra attrezzatura di sopravvivenza. Invece di limitarti a riempirlo alla rinfusa, prenditi del tempo per organizzare le cose, in modo che il peso sia ben distribuito e tu possa accedere facilmente agli strumenti che ti servono durante il viaggio. Sebbene la preparazione dello zaino possa sembrarti un compito poco impegnativo, in realtà è necessario farlo bene, per rendere stupenda un'escursione che altrimenti potrebbe risultare faticosa.

Parte 1
Riunire l'Attrezzatura

  1. 1
    Scegli lo zaino. Quando fai un'escursione, apprezzi il fatto di avere lo zaino più leggero possibile. Procurati quello più leggero e piccolo disponibile, che possa al contempo contenere l'attrezzatura necessaria per il viaggio. Se prevedi di fare una lunga escursione di un giorno, ti basta uno zaino più piccolo, ma se il viaggio prevede anche una notte fuori casa, te ne serve uno in cui poter inserire anche il sacco a pelo e la tenda, oltre a una scorta maggiore di acqua e cibo.
    • La capacità degli zaini viene misurata in litri e in vendita puoi trovare modelli che vanno dai 25 ai 90 l. Per un'escursione di un giorno è sufficiente uno zaino dalla capacità di 25-40 l, mentre se prevedi un viaggio di 5 giorni o più lungo, è consigliato prenderne uno dalla capacità di 65-90 l.[1]
    • Oltre alla durata del viaggio, un altro aspetto da considerare nella scelta del volume dello zaino è la stagione. Se viaggi in inverno, te ne serve uno più grande, dato che devi portare indumenti più pesanti e altri accessori extra.
    • La maggior parte dei modelli viene realizzata con delle strutture interne che aiutano a sostenere il peso, sebbene sia possibile trovare alcuni zaini con armature esterne progettate per supportare un carico molto più pesante. In ogni caso, dovresti evitare di prendere uno zaino standard, come quelli per la scuola, e cercarne invece uno specifico che sia in grado di reggere il carico durante l'escursione e garantire un comfort migliore.[2]
  2. 2
    Raduna l'attrezzatura necessaria. Quando ti accingi a fare un'escursione devi portare con te solo le cose essenziali. Potresti essere tentato di prendere la macchina fotografica, un diario, il tuo cuscino preferito, ma ricorda che ogni cosa superflua significa un peso maggiore sulle spalle; metti nello zaino solo le cose strettamente necessarie per il tipo di escursione che prevedi di fare. Svolgi alcune ricerche per capire cosa portare per il viaggio specifico che stai per intraprendere, tenendo conto dell'impegno fisico che richiede, quante notti prevedi di dormire fuori e le condizioni climatiche.
    • Valuta di investire nell'attrezzatura con il miglior rapporto peso/resistenza, soprattutto se il viaggio è lungo. Per esempio, se devi portare il sacco a pelo, scegline uno estremamente leggero e compatto, che pesi solo pochi chili, anziché uno grosso, voluminoso che occupa molto spazio e pesa parecchio. Devi però considerare anche le condizioni climatiche e il tipo di terreno su cui prevedi di fare l'escursione; a volte è quindi necessaria dell'attrezzatura più ingombrante.
    • Quando possibile, riduci al massimo il peso e il volume. Invece di portare un'intera confezione di barrette energetiche, togli l'imballo esterno e mettile in un sacchetto di plastica; evita di portare con te la macchina fotografica più pesante che hai e valuta invece di usare le funzioni dello smartphone. Alcune persone riducono peso e volume anche tagliando parte del manico dello spazzolino da denti e rompendo a metà il pettine.
  3. 3
    Disponi l'attrezzatura in base al peso. Prepara ogni accessorio e organizzalo in mucchi rispettando un criterio di peso. Riunisci i vari elementi raggruppandoli per peso: fai un gruppo per quelli più pesanti, uno per quelli di peso medio e un altro per quelli leggeri. Catalogando l'attrezzatura in questo modo, puoi disporre ogni elemento in maniera appropriata e assicurarti l'escursione più confortevole possibile.
    • Tra gli oggetti leggeri metti il sacco a pelo, gli indumenti sottili e altri accessori per la notte.
    • Quelli di peso medio includono i vestiti più pesanti, il kit di primo soccorso e i prodotti alimentari leggeri.
    • Il carico maggiore è composto dai cibi più pesanti, gli accessori per cucinare, l'acqua, la torcia e l'attrezzatura più impegnativa.
  4. 4
    Compatta gli oggetti quando possibile. È importante ottimizzare gli spazi e concentrare il peso; accorpandoli eviti che si muovano liberamente nello zaino. Prendendoti il tempo necessario per imballare gli elementi flessibili negli spazi extra, avrai uno zaino organizzato meglio e con il peso ben distribuito.
    • Per esempio, se vuoi portare un pentolino per cucinare, riempilo prima di metterlo nello zaino; puoi mettervi dentro le scorte di cibo o un paio di calzini in più. Ottimizza ogni piccolo spazio al meglio.
    • Riunisci tutti gli oggetti piccoli che usi nello stesso momento. Per esempio, raccogli tutti gli accessori da bagno in un unico sacchetto leggero per averli facilmente a disposizione.
    • Questa è una buona opportunità per eliminare quegli oggetti che occupano troppo spazio. Se hai qualche accessorio che non puoi mettere nello zaino con facilità assieme agli altri oggetti, perché troppo voluminoso o perché di materiale rigido, può essere una buona idea lasciarlo a casa.

Parte 2
Riempire lo Zaino

  1. 1
    Metti gli elementi più leggeri sul fondo dello zaino e quelli più pesanti vicino alla schiena. Il modo migliore per trasportare lo zaino senza gravare eccessivamente sulla schiena è quello di distribuire il peso collocando l'attrezzatura più leggera nella parte inferiore, quella più pesante al centro, nell'area compresa tra le scapole, e quella di peso medio tutto attorno. Se metti per primi gli oggetti più pesanti, la schiena è soggetta a uno sforzo maggiore; questi vanno inseriti nella zona corrispondente alla parte superiore della spina dorsale, in modo che il peso dello zaino sia sostenuto soprattutto dai fianchi, piuttosto che in altre aree dove possa provocare lesioni.[3]
    • Se prevedi di campeggiare per la notte, metti prima il sacco a pelo e gli altri accessori leggeri che usi per dormire. Sopra questi, aggiungi il cambio di vestiti, le calze di riserva, altri guanti e così via.
    • Metti quindi gli oggetti più pesanti: acqua, torcia, stoviglie pesanti e via dicendo. Questi dovrebbero trovarsi al centro, tra le scapole proprio appoggiati alla schiena.
    • In seguito, inserisci l'attrezzatura da cucina di peso medio, le scorte di cibo, il kit di primo soccorso e altri elementi di peso medio, in modo che circondino gli altri stabilizzando lo zaino.[4] Avvolgi gli elementi flessibili, come i teli o gli indumenti, attorno a quelli più pesanti, per evitare che si spostino quando cammini.
  2. 2
    Tieni gli oggetti essenziali a portata di mano. Ci sono alcuni elementi che dovresti avere sempre a disposizione e dovrebbero quindi occupare la parte superiore dello zaino o una tasca esterna, anche se sono leggeri. Tra questi ci sono il cibo e l'acqua, così come la mappa, il GPS, la torcia e alcuni materiali di primo soccorso che possono servire. Preparali con consapevolezza, per sapere esattamente dove si trovano quando ti serviranno.
    • Dopo alcuni giorni di viaggio, puoi capire meglio le cose che è meglio tenere a portata di mano rispetto ad altre; adatta di conseguenza lo zaino, in modo da renderlo pratico e comodo il più possibile.
  3. 3
    Appendi all'esterno alcuni oggetti. Se alcuni accessori non entrano all'interno dello zaino, puoi attaccarli fuori, agganciandoli sul lato superiore, inferiore o ai lati. Per esempio, potresti appendere i pali della tenda sulla parte superiore o agganciare la bottiglia dell'acqua su un lato. Se opti per questa soluzione, devi tenere in considerazione alcuni aspetti:
    • Fissa all'esterno il minor numero possibile di oggetti. È sempre meglio mettere ogni cosa all'interno, dato che durante l'escursione alcuni elementi esterni potrebbero incastrarsi tra i rami degli alberi o in altri ostacoli; tenendo tutto all'interno, la camminata è sicuramente più comoda.
    • Rispetta la regola della distribuzione del peso. Per esempio, appendi la tenda pesante o i bastoncini per l'escursione sulla parte superiore dello zaino e non sul fondo.
  4. 4
    Controlla le sensazioni che lo zaino trasmette. Mettilo sulle spalle e lega le cinghie di compressione in maniera confortevole; cammina un po' per capire se ti trovi a tuo agio. Se puoi camminare comodamente e senti che lo zaino è ben compatto e sicuro, sei pronto per l'escursione.
    • Se percepisci qualcosa che si muove all'interno, togli lo zaino e sistema meglio l'attrezzatura in modo che sia più compatta, stabile e ripeti la procedura di controllo.
    • Se lo zaino è un po' inclinato e pende da un lato, toglilo e impacchetta nuovamente tutto il contenuto, in modo che le cose più pesanti siano nell'area centrale tra le scapole, proprio contro la colonna vertebrale; in precedenza, le avevi probabilmente disposte troppo in alto.
    • Se lo zaino non ti sembra ben equilibrato, risistema tutti gli elementi e cerca di distribuire il peso più uniformemente su entrambi i lati.
    • Se risulta troppo pesante, pensa a cosa puoi lasciare a casa. Se si tratta di un'escursione in gruppo, verifica se qualcun altro ha un po' di spazio nel proprio zaino per portare alcune delle tue cose.

Parte 3
Preparare lo Zaino come un Professionista

  1. 1
    Usa dei sacchetti impermeabili per avvolgere il cibo, ma non per le cose più morbide. Sono accessori molto diffusi tra gli escursionisti e aiutano a tenere lo zaino ben organizzato. Sono sacchi molto leggeri ma resistenti e sono molto pratici per separare gli alimenti dal resto dell'attrezzatura. Molte persone ne usano uno per riporre il cibo che non prevedono di mangiare durante la camminata e un altro per gli accessori da bagno. Puoi usarli per mettere pressoché qualunque cosa, ma gli escursionisti esperti non si preoccupano di mettervi indumenti, dato che gli elementi morbidi e flessibili avvolti attorno agli oggetti più pesanti e scomodi sono molto più efficaci nell'ottimizzare gli spazi.[5]
  2. 2
    Imballa i recipienti stagni in maniera efficiente. Questi contenitori impediscono la fuoriuscita degli odori e vengono usati per conservare il cibo, il deodorante, la crema solare e altri elementi che potrebbero attirare gli animali selvatici. A volte, viene raccomandato di usarli quando ci si reca in località con una massiccia presenza di animali selvatici pericolosi, come gli orsi. Se prevedi di fare l'escursione in uno di questi luoghi, dove è raccomandato (o a volte anche obbligatorio) avere tali contenitori, è importante riporli nello zaino in maniera appropriata, in modo che non risultino troppo pesanti, scomodi o ingombranti.
    • Non mettere alcun elemento come i vestiti per riempire gli spazi vuoti di questi contenitori. Potresti decidere, per esempio, di occupare lo spazio vuoto mettendo l'impermeabile o il sacchetto copri-zaino, ma evita assolutamente di mettervi all'interno gli indumenti che indossi durante il campeggio. Non deve esserci alcun odore che attiri gli animali nella tenda, come quello rilasciato dai vestiti che hai tenuto nel contenitore del cibo tutto il giorno.
    • Questo è un oggetto piuttosto pesante; consideralo quindi come gli altri carichi da tenere all'altezza delle scapole, proprio vicino alla colonna vertebrale.
    • Avvolgi un elemento flessibile, come un telo o dei vestiti, attorno al contenitore, in modo che non si muova quando cammini.
  3. 3
    Prendi una sacca copri-zaino per proteggerlo. Si tratta di un elemento pratico e leggero che impedisce allo zaino di bagnarsi a causa della pioggia o della neve. È una copertura che lo avvolge completamente e lo protegge dal maltempo. Quando non piove o non nevica, puoi richiuderlo in una piccola confezione leggera da tenere sulla parte superiore dello zaino, in modo che sia facilmente accessibile nel caso di necessità.

Consigli

  • Ricorda che ti servono tre litri di acqua al giorno per sopravvivere e 2000 calorie quotidiane per mantenerti in buone condizioni. Informati in merito all'ambiente in cui ti rechi per l'escursione; potresti aver bisogno di raccogliere piante o acqua dalle fonti idriche della zona, perché portare 3 l di acqua per ogni giorno di cammino potrebbe essere difficile e renderebbe lo zaino troppo pesante.
  • Procurati una mappa o una bussola per orientarti.
  • Controlla che l'accendino che porti con te sia carico e funzionante.
  • Avvolgi i fiammiferi in una tela cerata (che è impermeabile), per evitare che si bagnino.

Avvertenze

  • Fai delle ricerche sulla fauna selvatica presente nel luogo dell'escursione; sii preparato al fatto di incontrare alcuni animali selvatici, come orsi, serpenti, lupi e così via.
  • Non riempire lo zaino con cose inutili; per esempio, se vuoi portare il sacco a pelo, non aggiungere anche una coperta o viceversa.

Cose che ti Serviranno

  • Acqua
  • Cibo
  • Indumenti (soprattutto calze di scorta)
  • Specchietto per segnalazioni
  • Fiammiferi avvolti in una tela cerata
  • Accendino
  • Creme in base all'ambiente circostante (crema solare durante l'estate)
  • Sacco a pelo o coperta grande
  • Guida turistica
  • Bussola o mappa
  • Coltello
  • Kit di primo soccorso
  • Corda

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Attività all'Aperto

In altre lingue:

English: Pack a Hiking Backpack, Português: Arrumar a Mochila para Fazer Trilha, Deutsch: Einen Wanderrucksack packen, Español: empacar una mochila para practicar senderismo, Русский: собрать рюкзак для похода, Français: bien faire son sac de randonnée, Bahasa Indonesia: Mengemas Ransel Untuk Pendakian

Questa pagina è stata letta 6 830 volte.
Hai trovato utile questo articolo?