Come Preparare un Buon Caffè sul Fornello di Casa

3 Metodi:Preparare il Caffè con il Metodo dei CowboyPreparare il Caffè Espresso con la MokaPreparare il Caffè Secondo il Metodo Turco (o Greco)

Se sei vittima di un blackout o di una macchina del caffè che ha smesso di funzionare o se semplicemente hai voglia di sperimentare un metodo di preparazione diverso dal solito, sapere come fare un buon caffè sul fornello di casa può tornare utile. Gli utensili che puoi utilizzare sono molti e diversi tra loro, da un semplice pentolino a una moka, fino ad arrivare a un bricco dalla forma allungata usato tradizionalmente nei paesi arabi e nella penisola balcanica. Ciò che accomuna tutti questi metodi è che ti permettono di ottenere un caffè davvero delizioso. Dopo aver letto questo articolo probabilmente metterai da parte la macchina del caffè o concederai una pausa al tuo barista di fiducia per sperimentare un nuovo gusto.

1
Preparare il Caffè con il Metodo dei Cowboy

  1. 1
    Scalda l'acqua sul fornello. Puoi utilizzare una teiera o un comune pentolino. Usa circa 250-300 ml d'acqua per ogni tazza di caffè che vuoi preparare.
    • Attendi che l'acqua raggiunga il punto di ebollizione. Non è necessario che bolla in modo vigoroso.
  2. 2
    Aggiungi 1 o 2 cucchiai colmi (in base al tuo gusto) di caffè macinato ogni 250 ml d'acqua. Mescola quanto basta per distribuire la polvere in modo uniforme nell'acqua.
    • Usa un macinato leggero non troppo amaro, come quello che si utilizza per preparare il caffè americano.
    • La prima volta prova a utilizzare 2 cucchiai di caffè per ogni tazza d'acqua. È più semplice alleggerire un caffè troppo forte diluendolo anziché cercare di intensificare il gusto di uno troppo delicato.
    • Se preferisci, puoi usare un caffè solubile. In questo caso dovrai aggiungerne solo 1 o 2 cucchiaini per ogni tazza (segui le indicazioni sulla confezione).
  3. 3
    Rimuovi la miscela dal calore e coprila. Lasciala riposare per 2-3 minuti.
    • Alcune persone preferiscono portarla nuovamente a bollore per qualche istante[1], altre scelgono di lasciarla bollire anche fino a 2 minuti prima di proseguire.[2] L'obiettivo è rendere il caffè ancora più amaro, quindi scegli il metodo migliore in base alle tue preferenze.
  4. 4
    Mescola nuovamente il caffè e lascialo riposare, coperto, per altri 2-3 minuti. Concedere qualche altro minuto all'infusione serve sia a ottenere un caffè dal gusto più intenso sia a dare il tempo alla polvere di depositarsi sul fondo.
    • Spruzzare un po' d'acqua fredda nel pentolino allo scadere del tempo può contribuire a far cadere la polvere di caffè sul fondo.[3] Bagnarti le dita e lasciare cadere qualche goccia d'acqua nella miscela dovrebbe essere sufficiente se stai preparando una singola tazza di caffè.
  5. 5
    Versa il caffè nelle tazze con estrema cautela. Devi procedere lentamente non soltanto perché il caffè è bollente, ma soprattutto per non "disturbare" la polvere che si è depositata sul fondo della pentola e che a questo punto avrà assunto l'aspetto di una poltiglia scura. Lascia l'ultimo centimetro d'acqua nel pentolino per evitare che la polvere finisca nella tazza.
    • Se hai a disposizione un filtro o un colino a maglia fine, puoi posizionarlo sulla tazza per bloccare l'eventuale polvere di caffè ancora in sospensione.[4]

2
Preparare il Caffè Espresso con la Moka

  1. 1
    Comprendi come funziona la moka. Si tratta di una caffettiera in metallo ideata in Italia che si può smontare e separare in tre parti. Funziona sfruttando l'aumento di pressione provocato dal calore del fornello all'interno della caldaia della moka. Leggi il passaggio numero 1 di questo articolo che comprende anche una spiegazione visiva e leggi la seguente descrizione della moka:
    • La moka ha tre vani, uno per l'acqua, uno per il caffè macinato e uno per il prodotto finito.
    • Il vano inferiore è quello per l'acqua. Generalmente è dotato di una valvola di sicurezza per prevenire un aumento eccessivo della pressione.
    • Il vano di mezzo serve a contenere il caffè macinato. Non pressarlo in modo eccessivo.
    • Il vano superiore è quello in cui si accumula il caffè quando è pronto.
  2. 2
    Preriscalda l'acqua prima di versarla nel vano inferiore della moka. Puoi usare una piccola teiera o un pentolino. Quando l'acqua bolle, rimuovila dal fuoco. Questo passaggio non è obbligatorio, ma è consigliato per prevenire che il metallo della moka, surriscaldandosi, rilasci un gusto metallico nel caffè.
  3. 3
    Riempi il vano inferiore della moka con l'acqua, fino a raggiungere il centro della valvola. Alcune caffettiere presentano una linea guida di riferimento all'interno. Dopo aver aggiunto l'acqua, inserisci il filtro a imbuto nell'apertura.
  4. 4
    Riempi il filtro con il caffè macinato, quindi livellalo delicatamente con le dita. Controlla che non ci siano dei grani di polvere sulla filettatura intorno al filtro che potrebbero impedirti di chiudere la moka correttamente.
    • Usa una miscela di caffè che abbia la consistenza giusta per la moka.
  5. 5
    Avvita il vano superiore della moka su quello inferiore. Verifica di averla sigillata correttamente, ma non stringere troppo altrimenti farai molta fatica a riaprirla.
    • Quando chiudi la moka, fai attenzione a non lasciar cadere il caffè macinato nel vano con l'acqua o in quello superiore. A questo punto il contenuto dei tre vani deve rimanere separato.
  6. 6
    Posiziona la moka sul fornello acceso , lasciando il coperchio aperto. Imposta la fiamma a un livello moderato. Quando dall'acqua inizierà a salire il vapore, il caffè comincerà a fluire nel vano superiore della moka. Sentirai un suono simile a uno sbuffo quando il vapore arriverà in superficie.
    • Il caffè invaderà il vano superiore della moka sotto forma di una miscela color marrone dalla consistenza ricca e cremosa, che diventerà gradualmente più liquida e chiara. Attendi che raggiunga un color giallo miele, quindi rimuovi la caffettiera dal calore.
    • Non lasciare la moka sul fornello troppo a lungo altrimenti brucerai il caffè, che a quel punto avrà un gusto bruciacchiato poco gradevole.
  7. 7
    Avvolgi la moka con uno strofinaccio o mettila sotto il getto d'acqua fredda del rubinetto. Anche questo passaggio non è necessario, ma è consigliato per prevenire che il caffè acquisisca un gusto metallico.
  8. 8
    Versa il caffè nelle tazze o in una caraffa. Se l'espresso ha un sapore troppo intenso per te, puoi diluirlo con un po' d'acqua.

3
Preparare il Caffè Secondo il Metodo Turco (o Greco)

  1. 1
    Procurati tutto ciò che ti serve. Un semplice pentolino e del normale caffè macinato non sono indicati per questo metodo.
    • Ti servirà un ibrik (noto anche con il nome di cezve o briki), ovvero un piccolo pentolino in metallo (tradizionalmente in ottone) con la base più ampia dell'apertura, generalmente dotato di un lungo manico per impugnarlo comodamente.
    • Oltre all'ibrik ti serviranno anche acqua e zucchero (o un sostituto dello zucchero sebbene sia una scelta poco tradizionale).
    • Questo metodo richiede un caffè macinato molto molto fine. Puoi acquistarlo in un negozio specializzato, in una torrefazione oppure online.
    • Se hai la possibilità di macinare da solo i grani di caffè, verifica se è disponibile il grado corretto di macinatura per preparare il caffè turco.[5] In alternativa scegli quello più fine in assoluto.
  2. 2
    Versa lo zucchero nell'ibrik. Questo passaggio non è obbligatorio, ma fa parte della tradizione. Usane una quantità a piacere; in generale due cucchiaini per zuccherare 250 ml d'acqua sono un buon punto di riferimento.
    • Anche se è poco tradizionale, puoi sostituire lo zucchero con un dolcificante artificiale (come l'aspartame).
  3. 3
    Riempi l'ibrik con l'acqua fino al livello in cui l'imboccatura è più stretta. Non deve essere colmo, lascia un po' di spazio per la schiuma che si formerà in superficie altrimenti rischierà di traboccare e finire sul fornello.
    • Se vuoi preparare una quantità minore di caffè, devi usare un ibrik più piccolo. Per preparare il caffè in modo corretto è necessario riempirlo d'acqua fino al punto in cui l'imboccatura è più stretta. Generalmente l'ibrik più piccolo può contenere circa 250 ml d'acqua, sufficienti per preparare 2 tazze di caffè da circa 100 ml l'una.
  4. 4
    Versa il caffè macinato nell'acqua, ma questa volta senza mescolare. Lascia che la polvere galleggi in superficie.
    • La polvere in sospensione agirà da barriera tra l'acqua e l'aria, facilitando il processo di formazione della schiuma.
    • In base al grado di intensità desiderato per il caffè, usa 1-2 cucchiaini da caffè di macinato per ogni tazza da 100 ml o circa 3 cucchiaini (o un cucchiaio) per un ibrik della capienza di 250 ml.
  5. 5
    Scalda l'ibrik sul fornello. Alcune persone raccomandano di usare una fiamma bassa, ma è indicato anche un calore medio o alto, a patto di prestare molta attenzione durante la preparazione per non rischiare che il caffè strabordi e fuoriesca dal pentolino.
    • Sulla superficie del caffè dovrà formarsi una schiuma composta da molteplici piccole bollicine, ma questo non significa che il caffè debba bollire.[6] Non lasciare che raggiunga l'ebollizione e fai molta attenzione perché non trabocchi altrimenti sarai costretto a usare un bel po' di olio di gomito per pulire il fornello.
  6. 6
    Rimuovi l'ibrik dal fuoco quando la schiuma ha raggiunto l'orlo. Lascia che si riduca leggermente, a quel punto potrai finalmente mescolare il caffè.
    • Tradizionalmente questo processo viene ripetuto fino a tre volte. Rimetti l'ibrik sul fuoco, attendi che la schiuma raggiunga nuovamente l'orlo del pentolino, quindi rimuovilo dal fornello e attendi di poter mescolare.
  7. 7
    Versa il caffè nelle tazzine. Lascialo riposare per 1-2 minuti prima di berlo per dare il tempo alla polvere di depositarsi sul fondo.
    • Lascia l'ultimo centimetro di caffè nel pentolino quando lo versi per fare in modo che la polvere sul fondo non finisca nelle tazze. In alternativa puoi evitare di bere il caffè rimasto sul fondo della tazza.
    • Per tradizione questo tipo di caffè viene servito insieme a un bicchiere d'acqua con cui pulirsi il palato.

Avvertenze

  • Scaldare l'acqua usando i fornelli può essere pericoloso, sorvegliala costantemente per evitare spiacevoli conseguenze.
  • Il caffè appena fatto è bollente, quindi fai molta attenzione a non scottarti.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Cucina

In altre lingue:

English: Make Coffee on a Stove, Español: hacer café en la estufa, Français: préparer du café sur une cuisinière, Português: Fazer Café no Fogão, Deutsch: Kaffee auf dem Herd zubereiten, Bahasa Indonesia: Membuat Kopi dengan Kompor, Русский: приготовить кофе на плите

Questa pagina è stata letta 1 918 volte.

Hai trovato utile questo articolo?