Come Preparare un Dirty Martini

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:Dirty Martini ClassicoPersonalizzare il Dirty Martini6 Riferimenti

Il "dirty martini" è un martini classico, preparato con vodka o gin, "sporcato" ("dirty" in inglese significa sporco) con qualche goccia della salamoia delle olive aggiunte al cocktail. Semplice e sorprendentemente personalizzabile, originariamente veniva preparato esclusivamente con il gin. Tuttavia, negli ultimi decenni, la vodka sembra aver preso sempre più piede, diventando l'ingrediente principale della maggior parte dei martini serviti attualmente.

Ingredienti

  • 75 ml di Vodka o Gin
  • 15 ml di Vermouth
  • 15 ml di Salamoia delle olive (soluzione salina in cui sono conservate le olive nel barattolo)
  • Olive verdi da cocktail (una o più)[1]

1
Dirty Martini Classico

  1. 1
    Versa il ghiaccio nello shaker. Dovrai riempirlo per circa ½ o ¾ della sua capienza. La funzione del ghiaccio è quella di raffreddare rapidamente gli ingredienti del drink durante la fase di miscelazione.
  2. 2
    Riponi il bicchiere nel congelatore per consentirgli di mantenere il cocktail freddo più a lungo. Se non hai il tempo di lasciarlo raffreddare, riempilo semplicemente con acqua e ghiaccio prima di iniziare a preparare il drink. Svuotalo solo un attimo prima di versarvi il martini.
  3. 3
    Aggiungi la vodka, il vermouth e la salamoia delle olive nello shaker da cocktail. Inizia usando le dosi indicate — in seguito potrai perfezionarle in base alle tue preferenze. Dovrai usare all'incirca 5 parti di vodka per ogni parte di vermouth e salamoia.
    • La salamoia delle olive non è nient'altro che la soluzione a base di acqua e sale in cui sono immerse nel barattolo.
  4. 4
    Chiudi lo shaker e agitalo vigorosamente per 5-10 secondi. Come per la maggior parte dei drink, i barman tendono ad avere pareri discordanti in merito a quanto a lungo vada shakerato un dirty martini. Maggiore è il tempo, più freddi risulteranno gli ingredienti; allo stesso tempo però il ghiaccio avrà la possibilità di iniziare a sciogliersi annacquando leggermente il cocktail, che quindi risulterà un po' più leggero e delicato al palato. In ogni caso, tutti i barman concordano che vada agitato per almeno cinque secondi[2] e che 10-15 secondi siano un tempo medio ragionevole, mentre solo alcuni lo shakerano fino a 30 secondi.[3]
  5. 5
    Filtra il cocktail attraverso lo strainer e versalo nel bicchiere. Questo passaggio serve a trattenere nello shaker i cubetti di ghiaccio. Il dirty martini non viene mai servito "on the rock". Per questo motivo raffreddare il bicchiere in anticipo è fondamentale per preparare un drink eccellente.
  6. 6
    Aggiungi le olive. Infilza 3-4 olive da cocktail con uno stuzzicadenti, quindi appoggialo nella coppa martini. Le olive dovrebbero assorbire parte dell'alcool trasformandosi in una delizia da mangiare dopo aver bevuto il cocktail.[4]

2
Personalizzare il Dirty Martini

  1. 1
    Prova a usare il gin. Il risultato sarà leggermente più dolce, tanto da beneficiare di una piccola quantità aggiuntiva di vermouth. Anche se oggigiorno si tende a preparare il martini usando la vodka, non c'è ragione di seguire il trend senza avere almeno provato personalmente entrambe le versioni.
    • Ci sono barman che hanno giurato eterna fedeltà al gin, mentre altri difendono ardentemente le doti della vodka. La verità è che entrambi hanno ragione; il consiglio è pertanto quello di assaggiare le due versioni del cocktail.
  2. 2
    Prepara un martini mescolato, non agitato — al palato risulterà leggermente più alcolico. In un martini shakerato la vodka o il gin vengono lievemente "smorzati" dal freddo e dalla salamoia. Se sei in vena di qualcosa di forte perché non provare quindi a preparare la versione del martini tanto disprezzata da James Bond?
  3. 3
    Non aggiungere il vermouth. Con il suo sapore aspro ed erbaceo, in alcune circostanze il vermouth è un ingrediente indispensabile del martini. Tuttavia, un numero crescente di barman ha smesso di utilizzarlo considerando proprio questo suo gusto un po' troppo predominante sul drink.
    • Puoi anche provare a dimezzarne la dose, aggiungendone in pratica solo uno splash per dare vigore al cocktail senza prevalere sugli altri sapori.
    • In alternativa, puoi provare a sostituirlo con una piccola dose aggiuntiva di salamoia.[5]
  4. 4
    Modifica le proporzioni degli ingredienti per raggiungere la perfezione. Ricorda che migliore è la qualità delle olive, più buono è il cocktail. Se desideri utilizzare delle olive di fascia economica, fai attenzione a non aggiungere troppa salamoia. Le quantità ideali variano da persona a persona, quindi sperimenta diverse combinazioni alla ricerca della ricetta perfetta per il tuo palato.[6]

Consigli

  • Raffredda il bicchiere per mantenere il cocktail freddo più a lungo. Prima di iniziare a preparare il drink, riempi la coppa martini con acqua e ghiaccio. Svuotalo solo pochi istanti prima di versare il cocktail.
  • Molte persone non sono abituate al gusto del gin e preferiscono la vodka. Per questo motivo, alcuni potrebbero pensare che tu abbia sbagliato a preparare il cocktail se dovessi servirgli un martini a base di gin.

Avvertenze

  • Bevi sempre responsabilmente.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Drinks

In altre lingue:

English: Make a Dirty Martini, Español: hacer un martini sucio, Deutsch: Einen Dirty Martini mixen, Français: faire un Dirty Martini, Русский: приготовить коктейль "Грязный Мартини"

Questa pagina è stata letta 16 864 volte.
Hai trovato utile questo articolo?