Scarica PDF Scarica PDF

Hai sempre rinviato o sei stato talmente impegnato da non avere aperto neanche un libro? Anche se studiare in una notte non ti servirà a prendere il voto più alto, ti salverà almeno da una sonora bocciatura. Segui i suggerimenti contenuti in questo articolo e preparati ad affrontare una notte lunga e faticosa.

Parte 1 di 2:
La Notte Prima dell'Esame

  1. 1
    Prendi appunti in modo efficace. Se sei costretto a preparare un esame in poche ore, è indispensabile prendere bene gli appunti per sfruttare al massimo il tempo che ti resta.
    • Scopri quali sono gli argomenti fondamentali da studiare. Se il docente terrà una breve lezione di ripasso prima dell'esame, approfittane per capire quali sono i punti principali. In questo modo, avrai anche la possibilità di fare qualche domanda (anche se non ne avrai molte visto che non hai ancora letto una pagina). Molti insegnanti forniscono ai propri studenti delle dispense su cui studiare e, in tal caso, sfruttale al massimo. Probabilmente non copriranno tutti gli argomenti richiesti per l'esame, ma almeno ti aiuteranno a considerare gli aspetti più importanti.
    • Utilizza gli appunti presi durante il corso. Se hai seguito regolarmente le lezioni, avrai sicuramente degli appunti da rivedere. In caso contrario, chiedi a qualche compagno di classe di farti una copia dei suoi. Sono un tesoro preziosissimo, ricco di nozioni importanti trasmesse dal docente nel corso delle sue spiegazioni.
  2. 2
    Individua i concetti principali. Man mano che leggi gli appunti, trova le definizioni, i concetti e le formule matematiche più importanti. Se non riesci a impararli a memoria, scrivili su un altro foglio insieme ai nuovi appunti che prenderai durante la notte, oppure annotali su alcuni cartoncini.[1] In questo modo, sarai in grado di identificare gli argomenti da imparare e i cartoncini ti aiuteranno a memorizzarli.
    • Riscrivendo un concetto, saprai memorizzarlo meglio, soprattutto se hai una memoria visiva. Se invece hai una memoria uditiva, vuol dire che tendi a imparare usando l'udito, perciò ti conviene leggere ad alta voce mentre scrivi gli appunti.
    • Se hai abbastanza tempo, prova a riscrivere più volte i concetti fondamentali. Potrebbe sembrare eccessivo, ma se devi acquisire informazioni e fatti ben precisi, è un metodo molto efficace. Tuttavia, non è altrettanto utile se devi imparare formule matematiche o dati da applicare di volta in volta.
  3. 3
    Studia in modo efficace. Ovviamente non avrai il tempo di imparare tutto ciò che ti verrà chiesto in sede d'esame, ma puoi restringere il campo agli argomenti che sicuramente verranno toccati. Trova il modo di concentrarti sui concetti fondamentali.
    • Individua i temi centrali. Esamina il programma, le dispense e gli appunti e cerca gli argomenti più importanti o ricorrenti nel libro di testo. Scorri in fretta le sezioni principali del libro e appunta tutte le nuove informazioni che ti sembrano rilevanti. L'idea non è quella di scrivere tutto, ma identificare esattamente gli argomenti, i fatti o le formule matematiche che saranno probabilmente oggetto d'esame affinché tu possa concentrarti maggiormente su questi aspetti.
    • Leggi la parte iniziale e finale dei capitoli. Generalmente, la prima pagina presenta i punti chiave che aiutano a comprendere l'argomento trattato di seguito. Le ultime pagine, invece, riassumono il capitolo, definendo o mettendo in evidenza i concetti più rilevanti o, nel caso di testi matematici, le formule più importanti.
    • Immagina quali domande potrebbero essere contenute nella prova e pensa in che modo risponderesti. A questo punto dovresti avere un quadro ampio della materia. Rifletti sui concetti generali e delinea (possibilmente per iscritto) un approccio alle domande che potresti incontrare in sede d'esame.
  4. 4
    Fai un ripasso generale senza approfondire. A questo punto le cose diventano serie: riepiloga le informazioni che hai raccolto velocemente, sottoponiti a un rapido test e valuta il risultato. In questo modo, riuscirai a capire quali sono gli argomenti da analizzare meglio.
    • Innanzitutto, ripassa i cartoncini o gli appunti. Rivedi rapidamente i concetti chiave. Se pensi di aver assimilato un argomento o una formula matematica, ricordando tutto abbastanza bene, passa ad altro oppure metti da parte il rispettivo cartoncino. Se hai ulteriori dubbi, cerca di chiarirli leggendo gli appunti o consultando Internet (a condizione di scegliere siti affidabili).
    • Mettiti alla prova. Se il docente ha assegnato degli esercizi, è arrivato il momento di svolgerli, altrimenti completa quelli presenti sul libro di testo o rispondi alle domande che trovi alla fine di ogni capitolo, ma solo quelle inerenti gli argomenti che consideri rilevanti. Non perdere troppo tempo su ogni domanda. Se ti blocchi, segna il punto in cui hai avuto difficoltà e cerca la soluzione una volta che avrai terminato gli altri quesiti e valutato il tuo rendimento.[2]
    • Valuta le risposte che hai dato. Cerca di essere onesto, altrimenti avrai una grossa delusione quando affronterai l'esame vero e proprio. Controlla le risposte sbagliate confrontandole con gli appunti e i cartoncini. Probabilmente dovrai ripassare qualche concetto che credevi di conoscere bene oppure preparare altri cartoncini riepilogativi.
  5. 5
    Se non riesci a fissare i concetti e lo studio non procede bene, prova qualche tecnica di memorizzazione. Il cervello assorbe ogni informazione. Se dimentichi una parte degli argomenti esaminati, devi rintracciare la causa nel modo in cui li hai acquisiti o nel modo in cui cerchi di richiamarli alla memoria.[3] Alcuni semplici esercizi di memorizzazione ti aiuteranno a ottimizzare le ultime ore di studio.
    • Prova a usare una mnemotecnica. È un termine sofisticato che indica un "espediente per la memorizzazione": serve a fissare qualcosa in modo semplice e veloce. Ricordi quando il professore ti insegnò l'acronimo PIACQUE per ricordare i sette colli di Roma? Ecco, anche questa è una mnemotecnica.[4]
    • Prova a utilizzare il "peg-system", ovvero il metodo a ganci. Si chiama così perché permette di associare le informazioni a parole-gancio che fungono da sostegni mentali. Gli elementi da ricordare, soprattutto se si vogliono ricordare in un certo ordine, vengono associati visivamente a una lista di termini, con cui dovrebbero avere una maggiore assonanza possibile o addirittura rimare. Per richiamarli alla memoria nel giusto ordine, basterà recuperare mentalmente le parole-gancio associate e si ritroveranno i concetti da ricordare.
    • Prova il raggruppamento, un metodo di memorizzazione che ti permette di inserire gli elementi da ricordare all'interno di una categoria mentale. Ad esempio, se studi economia, prova a includere "azioni", "obbligazioni" e "fondi" in un unico insieme, ad esempio "garanzie", in base a una caratteristica che le accomuni. Organizza le idee fondamentali dividendole per concetti ben definiti.
  6. 6
    Rimetti tutto a posto e vai a dormire. A volte, non c'è tempo per dormire, ma devi cercare di riposare il più possibile prima dell'esame. L'ideale sarebbe finire il grosso del lavoro prima di andare a letto e alzarsi presto per ripetere ancora un po'. Se passi la notte in bianco, sarai davvero stanco e potresti fare errori banali a causa della disattenzione.
    • Alcuni studi indicano che la carenza di sonno compromette la memoria.[5] E non è tutto perché la mancanza di riposo impedisce alla mente di richiamare le informazioni acquisite di recente, ovvero quelle che occupano la memoria a breve termine. Quindi, cerca di studiare speditamente in modo da non addormentarti sui libri e vai a letto anche un'ora prima del solito.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Il Giorno dell'Esame

  1. 1
    Fai una colazione leggera ed equilibrata almeno un'ora prima dell'esame. Non assumere solo carboidrati, ma dai la priorità a proteine (uova), omega-3 (acidi grassi presenti principalmente nel salmone), fibre (fagioli neri) o frutta e verdura.
    • Tra i cosiddetti "super food" – ovvero gli alimenti che potenziano la funzionalità del cervello e combattono l'invecchiamento dei tessuti – considera: mirtilli, salmone, frutta a guscio, semi, avocado, succo di melograno, tè verde e cioccolato fondente.[6] Cerca di inserirne un paio nel primo pasto della giornata.
  2. 2
    Organizza un'ulteriore sessione di studio. Ripeti in macchina o sull'autobus con un amico. Siedi accanto a un compagno e ripassate insieme i concetti chiave, interrogandovi a vicenda. È fondamentale imprimere nella mente informazioni chiare e fresche. Assicurati che l'ultima occasione per studiare non si trasformi in un momento di ricreazione.
  3. 3
    Ripassa un'altra volta tutti gli appunti o i cartoncini scritti la sera precedente. Poco prima dell'esame rileggi tutto il materiale preparato durante la notte, anche se pensi di aver memorizzato ogni cosa. È importante che i concetti appresi restino freschi nella mente nel corso dell'esame.[7] Se non riesci a ricordare una certa definizione o una formula matematica, scrivila sei o sette volte consecutivamente in modo da fissarla nella mente.
  4. 4
    Individua il concetto o la formula più importante da ricordare. L'informazione che vuoi richiamare alla memoria non deve essere più lunga di 3-4 parole. Fissala per almeno 1-2 minuti. Concentrati bene. Riscrivila man mano che il momento dell'esame si avvicina per imprimerla nella memoria.
  5. 5
    Arriva in anticipo e ricorda di andare in bagno. Entra nell'aula dell'esame almeno cinque minuti prima e non dimenticare di andare in bagno prima di sederti, così non dovrai preoccuparti di allontanarti durante la prova. A questo punto, sistemati nel banco, rilassati e abbi fiducia in te stesso. Immagina il tuo successo.
    Pubblicità

Consigli

  • Prima di iniziare l'esame, ripassa rapidamente gli appunti. Potrebbe esserti sfuggito qualcosa, magari una sciocchezza. Meglio andare sul sicuro.
  • Non restare sveglio fino a tardi per studiare, altrimenti il mattino seguente sarai molto stanco e, se sei stanco, non riuscirai a concentrarti durante l'esame.
  • Leggi ad alta voce. Spesso la memorizzazione verbale è un metodo eccellente per fissare rapidamente le informazioni, più efficace rispetto alla lettura silente.
  • Concediti pause brevi, ma frequenti. Servono a tenerti sveglio e vigile, evitando anche il crollo totale per la stanchezza. Ogni 50 minuti, però, dovresti farne una più lunga di 10 minuti.
  • Mentre studi, pensa a come puoi impressionare favorevolmente il docente con quel poco che stai imparando. Prova a scriverlo in modo originale anziché produrre una semplice copia del libro di testo o degli appunti. Introduci le risposte in modo da suscitare reazioni positive. Ricorda che la prima impressione è importante, quindi prova a rispondere prima alle domande sugli argomenti che conosci meglio.
  • Elimina tutte le possibili distrazioni. Se il computer non ti serve, assicurati di non averlo nelle vicinanze. Se, invece, devi usarlo, disabilita temporaneamente la connessione a Internet prima di iniziare. Tuttavia, se devi accedere alla rete per qualche ricerca, allora dovrai fare appello alla tua forza di volontà.
  • Poco prima dell'esame prova a fare qualche esercizio fisico. Corri per le scale oppure fai dei saltelli. L'attività fisica favorisce la circolazione del sangue, rilassa e sveglia.
  • Dopo una notte di studio matto e disperato, la cosa migliore da fare è ripassare i compiti e chiedere a un familiare o un amico di interrogarti.
  • Termina prima gli argomenti più difficili, dopodiché passa a quelli più semplici. Il cervello ha più energie quando inizia a lavorare.
  • Se non ti deconcentri facilmente, prova a studiare con un amico. Potrebbe aiutarti a capire e ricordare concetti che consideravi complicati. Basta non cedere alle distrazioni!
Pubblicità

Avvertenze

  • La carenza di sonno e l'assunzione eccessiva di caffeina non fanno bene alla salute, quindi dovresti evitarle. Inoltre, quando sei stanco i tempi di reazione si rallentano. Se hai passato tutta la notte sveglio a studiare, rifletti bene se prendere la macchina per andare all'esame e tornare a casa perché può essere pericoloso.
  • Non cedere alla tentazione di copiare. È preferibile dare il 50% delle risposte in maniera onesta piuttosto che imbrogliare. Anche se dopo non dovessi sentirti in colpa, il rischio sarebbe comunque troppo grande. I docenti non apprezzano chi copia e, se ti scoprissero, le conseguenze non riguarderebbero soltanto il voto. Ti considererebbero in modo diverso, valutando il tuo rendimento con un occhio più severo. Inoltre, se avessi bisogno di una lettera di presentazione, potrebbero rifiutarsi o menzionare l'accaduto. In alcune scuole è persino prevista la sospensione.
  • Anche se superi l'esame, nel giro di paio di giorni non ricorderai più niente. Generalmente le persone assimilano i concetti in maniera graduale. Studiando velocemente in una notte, invece, utilizzi solo la memoria a breve termine. Se alcuni argomenti trattati ti serviranno in futuro (come le equazioni algebriche), ti conviene ripassare tutto con calma dopo l'esame.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Libri di testo
  • Appunti
  • Penna
  • Carta
  • Cartoncini (facoltativi)
  • Evidenziatore
  • Post-it

wikiHow Correlati

Convertire un Voto da Percentuale a GPA in Scala 4,0Convertire un Voto da Percentuale a GPA in Scala 4,0
Calcolare il Voto di un TestCalcolare il Voto di un Test
Prepararti al Primo Giorno di ScuolaPrepararti al Primo Giorno di Scuola
Fare lo Zaino per la Scuola (per Ragazze Teenager)Fare lo Zaino per la Scuola (per Ragazze Teenager)
Finire Velocemente i CompitiFinire Velocemente i Compiti
Fare Amicizia in una Nuova ScuolaFare Amicizia in una Nuova Scuola
Sopravvivere alle MedieSopravvivere alle Medie
StudiareStudiare
Andare Bene a ScuolaAndare Bene a Scuola
Prepararsi per la Scuola (Ragazze)Prepararsi per la Scuola (Ragazze)
Superare il Primo Giorno di ScuolaSuperare il Primo Giorno di Scuola
Sopravvivere alle Scuole SuperioriSopravvivere alle Scuole Superiori
Copiare Durante un Compito in Classe Utilizzando il Materiale ScolasticoCopiare Durante un Compito in Classe Utilizzando il Materiale Scolastico
Eccellere nelle Scuole SuperioriEccellere nelle Scuole Superiori
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Arash Fayz
Co-redatto da:
Cofondatore LA Tutors 123
Questo articolo è stato co-redatto da Arash Fayz. Arash Fayz è Cofondatore e Direttore Esecutivo di LA Tutors 123, una società di consulenza accademica e tutoraggio privato con sede a Los Angeles. Arash ha oltre 10 anni di esperienza nel settore della consulenza per l'istruzione e la formazione, gestendo il tutoraggio di studenti di tutte le età, competenze e provenienze affinché ottengano un punteggio più alto nei test standardizzati e siano ammessi nelle università selezionate. Ha una Laurea in Matematica Applicata e Informatica conseguita presso l'Università della California (Los Angeles). Questo articolo è stato visualizzato 83 106 volte
Questa pagina è stata letta 83 106 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità