Come Preparare uno Studio Fotografico Professionale

Questa guida ti aiuterà a creare uno studio fotografico professionale, e ti darà consigli tecnici su come organizzarne l'attività. Questo articolo di WikiHow dà per scontato che tu abbia già delle conoscenze nel campo della fotografia, e che possegga già una fotocamera professionale a supporto di uno studio di livello avanzato.

Passaggi

  1. 1
    Cerca una buona stanza. La stanza dovrebbe essere vuota e bianca. Il pavimento dovrebbe essere di mattoni e le pareti dipinte di bianco. Evita tappeti, tappetini e piantane, la maggior parte dell'attrezzatura è elettrica e ciò potrebbe causare incendi.
  2. 2
    Lavora sulla giusta luce.
    • L'illuminazione è il fondamento della fotografia. Come prima cosa assicurati che il tuo studio sia ben isolato e non permetta a fonti di luce esterne di entrare. In alcuni casi, uno spiraglio di luce che entra da sotto una porta può rovinare le foto.
    • Tre ombrelli riflettenti andranno bene, qualunque sia la grandezza dello studio. Questi ombrelli riflettono la luce dei faretti, assorbendola direttamente e diffondendola poi delicatamente sul tuo soggetto, ti forniranno una fonte di luce costante e creeranno la giusta "temperatura" per i tuoi scatti. Sono montati su dei treppiedi e si possono ruotare, spostare e muovere liberamente.
    • Il flash o la luce strobo restano spenti finché non li attivi, e scattano ad ogni foto che fai. Puoi montarli sulla fotocamera o piazzarli in giro per la stanza e attivarli con il telecomando. Uno studio professionale necessita di almeno tre ombrelli per luci strobo (oltre i tre già menzionati), un flash da montare sulla fotocamera e un flash circolare da montare intorno all'obiettivo. Attraverso un telecomando, la luce strobo dovrebbe essere programmata per attivarsi ogni volta che premi il pulsante di scatto. Tutte le fotocamere di ultima generazione sono dotate di un sensore wireless che ti permetterà di configurare il flash. I flash sulla fotocamera e sull'obiettivo si possono collegare con un cavetto; stai attento a posizionare il cavo in modo che non sia d'intralcio quando scatti. Difficilmente utilizzerai tutte queste luci insieme, ma devi averle per creare l'illuminazione perfetta.
  3. 3
    Procurati molte lampadine e batterie di riserva per tutte le tue luci e per l'attrezzatura.
  4. 4
    Procurati delle piattaforme. Va bene qualunque superficie piana su cui poter appoggiare, distendere, piazzare oggetti. Procuratene varie; l'ideale sono le cassette di legno piatte e senza giunte, che dovresti poi dipingere di nero con una bomboletta. L'ideale è avere cassette solide su cui poter poggiare sopra del peso e che abbiano una parte aperta da usare come spazio per conservare cose tipo sfondi e altri piccoli arredi scenici.
  5. 5
    Procurati dei treppiedi. Uno alto e uno basso andranno bene, per permetterti di scattare da ogni angolazione. Prendi dei treppiedi che girano e ruotano completamente, e che siano leggeri ma solidi.
  6. 6
    Procurati delle staffe solide che possano sopportare bene il peso delle luci. Le staffe sono delle strutture di metallo a cui puoi agganciare delle luci, degli sfondi ecc., e sono elementi importanti che ti aiuteranno a rinnovare l'aspetto del tuo studio. La grandezza e il numero di staffe dipenderà dalla grandezza dello studio. Puoi trovarne di regolabili, cerca di procurartene almeno tre.
  7. 7
    Fai in modo di avere delle scale sempre a portata di mano. Ti serviranno per appendere gli scenari e montare le luci. Se il treppiedi su cui poggia la luce non è abbastanza alto, dovrai posizionarlo su una piattaforma per innalzarlo e ti servirà, poi, una scala per riuscire a regolare la luce. Sarà decisamente comodo avere una scaletta fissa vicino a ogni treppiedi, invece di doverne spostare una avanti e dietro continuamente tra le varie luci. Questa operazione irriterebbe i clienti, i modelli, i parrucchieri, i truccatori e i costumisti che sono lì per lavorare.
  8. 8
    Le gelatine sono dei sottili pezzi di plastica semitrasparenti di vari colori. Si mettono sulla fonte di luce per cambiare l'illuminazione nella stanza. Per esempio, per simulare la luce del tramonto ti servirà una gelatina gialla a 30 cm dal suolo, una gelatina arancione a un metro e mezzo dal suolo e una gelatina rossa a 3 metri. Procurati tutte le gelatine che puoi, in tutti i colori che trovi, sono lo strumento migliore per creare stupendi effetti di luce.
  9. 9
    Impara a misurare la luce. L'esposimetro è usato per calcolare la "temperatura" della luce in una stanza, ed è fondamentale per una corretta illuminazione.
  10. 10
    Procurati un foglio per il bilanciamento del bianco e una palette colore. Il foglio per il bilanciamento del bianco ha varie tonalità di bianco e permette di controllare il bianco e nero, così potrai modificare correttamente i parametri sulla tua fotocamera. La palette colore è usata insieme all'esposimetro per creare la giusta tonalità di luce nella camera. Molte palette colore includono le gelatine corrispondenti, per le luci.
  11. 11
    Trova un modo per telecomandare i tuoi strumenti. Il telecomando per lo scatto è un dispositivo per scattare foto senza toccare la fotocamera. Questo risulta vantaggioso quando la tua fotocamera è posizionata su di un treppiedi e non può assolutamente essere mossa. I telecomandi senza filo sono l'opzione migliore, per non rischiare di far oscillare la macchina fotografica mentre scatti.
  12. 12
    Procurati una memory card e delle pellicole. Molti professionisti usano delle fotocamere reflex, che richiedono una memory card, procuratene il più possibile e tienile ordinate. Se usi la pellicola, etichetta ogni rullino accuratamente, e conservali tutti in un luogo fresco e asciutto.
  13. 13
    Usa dei ventilatori. Tutte quelle luci producono moltissimo calore. Prendi in considerazione, inoltre, che avrai tutte le fonti di luce otturate, e non ti troverai in un ambiente ben ventilato. Cerca di avere almeno 5 ventilatori che distribuiscano l'aria al meglio, puoi usarli anche per creare degli effetti "drammatici" per tessuti, vestiti o capelli.
  14. 14
    Raccogli molte prolunghe e prese per tutti i tuoi strumenti elettrici. Procurati molte ciabatte che abbiano dispositivi di sicurezza. Etichettale e non collegarle l'una all'altra, usane una per le luci, una per i ventilatori, una per gli ombrelli e così via. In questo modo, se ci fosse un problema elettrico potresti identificarlo in fretta. Se il tuo studio non ha una grande alimentazione elettrica per tutti gli attrezzi, allora avrai bisogno di una batteria di riserva.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Fotografia

In altre lingue:

English: Equip a Professional Photography Studio, Español: equipar un estudio fotográfico profesional, Русский: обустроить студию профессиональной фотографии

Questa pagina è stata letta 2 632 volte.
Hai trovato utile questo articolo?