Una radiografia (a volte indicata con la sola dicitura "raggi-X") è un esame indolore che viene eseguito per vedere l'interno del corpo e riconoscere i tessuti molli dalle strutture più dense (come le ossa). In genere, ha lo scopo di individuare le fratture e le infezioni ossee, trovare dei tumori benigni o cancerosi, diagnosticare l'artrite, un'ostruzione vascolare o la carie. Viene anche sfruttata per valutare i problemi del tratto digestivo o trovare un corpo estraneo che è stato ingerito. Se sai cosa aspettarti e come prepararti alla procedura, ti sentirai meno ansioso e il processo potrà svolgersi senza intoppi.[1]

Parte 1 di 2:
Prepararsi per una Radiografia

  1. 1
    Parla con il medico prima dell'esame. È fondamentale consultare il medico prima di sottoporti a una radiografia, soprattutto se allatti al seno o pensi di essere incinta. La procedura prevede infatti l'esposizione a una piccola quantità di radiazioni potenzialmente pericolose per il feto.[2]
    • In base alla situazione specifica, è possibile procedere a un altro test diagnostico per immagini per evitare le radiazioni.
  2. 2
    Informati se devi digiunare. Il medico potrebbe chiederti di non mangiare prima dell'esame, a seconda del tipo di test. In genere, questa accortezza è necessaria solo per alcuni studi del tratto digestivo. Il digiuno in tal caso prevede di non mangiare o bere nelle 8-12 ore che precedono la radiografia.
    • Se segui regolarmente una terapia farmacologica e devi digiunare prima dell'esame, prendi le medicine solo con un sorso d'acqua.[3]
  3. 3
    Indossa abiti e calzature comode. Vestiti in maniera pratica quando vai in ospedale per delle radiografie, dato che con ogni probabilità dovrai spogliarti prima del test oppure restare seduto in sala d'attesa per parecchio tempo.[4]
    • Scegli abiti ampi che ti consentano di muoverti agilmente, come una camicia e, per le donne, un reggiseno con i gancetti davanti.
    • Se devi sottoporti ai raggi-X al torace, dovrai spogliarti dalla vita in su. In questo caso, ti viene fornito un camice durante l'esame.
  4. 4
    Togli tutti i gioielli, gli occhiali e gli oggetti di metallo. È meglio lasciare i gioielli a casa, perché dovrai toglierli per l'esame. Se porti gli occhiali, devi togliere anche quelli.
  5. 5
    Arriva in anticipo all'appuntamento. È meglio presentarsi presto in clinica, nel caso ci fossero pratiche burocratiche da evadere e moduli da compilare. In certi casi, ti verrà inoltre somministrato un liquido di contrasto.
    • Ricorda di consegnare al tecnico di radiologia l'impegnativa firmata dal medico (se necessaria). In questo modulo sono indicate le aree del corpo da verificare e il motivo dell'esame.
    • Non dimenticare il tesserino sanitario e, se ce l'hai, l'assicurazione sanitaria privata.
  6. 6
    Svuota la vescica prima di sottoporti alle radiografie, se si tratta di un esame addominale. Non puoi muoverti né lasciare la stanza una volta che la procedura è iniziata. Cerca di fare pipì prima dell'esame e non bere troppo durante la mattina.
  7. 7
    Sii pronto a bere un mezzo di contrasto (se necessario). Per determinate radiografie è necessario bere un liquido di contrasto che permetta di rendere più visibili alcune aree del corpo nelle lastre. In base al tipo di esame, potrebbe venirti chiesto di:[5]
    • Bere una soluzione di bario o iodio;
    • Ingerire una pillola;
    • Sottoporti a un'iniezione.
  8. 8
    Sappi che dovrai trattenere il respiro per alcuni secondi durante l'esame. In questo modo, il cuore e i polmoni saranno più definiti nelle immagini radiografiche. Ti verrà anche chiesto di assumere determinate posizioni e rimanere fermo.[6]
    • Il tecnico di radiologia posizionerà il tuo corpo fra una macchina e una lastra che crea un'immagine digitale.
    • A volte si utilizzano dei cuscini o dei sacchi di sabbia per aiutarti a mantenere certe posizioni.
    • Ti verrà chiesto di spostarti assumendo posture diverse per scattare immagini frontali e laterali.
  9. 9
    Non aspettarti di sentire qualcosa durante l'esame. La radiografia è una procedura del tutto indolore, durante la quale un fascio di raggi-X attraversa il corpo e produce un'immagine. Il test dura in genere qualche minuto nel caso dello studio delle ossa, ma quando viene usato un liquido di contrasto i tempi possono dilatarsi.[7]
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Conoscere i Vari Tipi di Radiografie

  1. 1
    Sappi cosa aspettarti durante una radiografia toracica. Questa è una delle procedure radiologiche più comuni e viene eseguita per catturare le immagini di cuore, polmoni, vie respiratorie, vasi sanguigni, ossa del petto e della colona vertebrale. In genere, permette di diagnosticare problemi come:[8]
    • Mancanza di fiato, tosse grave o persistente, dolore o lesioni toraciche.
    • Viene utilizzata anche per diagnosticare e monitorare malattie quali polmonite, insufficienza cardiaca, enfisema, cancro ai polmoni e la presenza di fluido o aria attorno ai polmoni stessi.
    • Se il medico ti consiglia una radiografia toracica, non è necessaria alcuna preparazione particolare – ti basta seguire i consigli descritti nella prima parte dell'articolo.
    • L'esame richiede in genere 15 minuti circa e spesso vengono eseguite due proiezioni del torace.
  2. 2
    Impara cosa avviene durante una radiografia alle ossa. In questo caso, si scattano delle immagini delle ossa alla ricerca di fratture, lussazioni, traumi, infezioni, sviluppo osseo anomalo o alterazioni strutturali.[9] Se sei sofferente a causa di un infortunio, chiedi al medico di darti degli analgesici prima dell'esame, dato che il tecnico potrebbe aver bisogno di muovere le ossa e le articolazioni durante la procedura.
    • La radiografia ossea viene eseguita anche per individuare il cancro e altri tumori, oltre che per evidenziare la presenza di oggetti estranei nei tessuti molli, attorno e/o dentro le ossa.
    • Se il dottore ti prescrive questo test, non c'è bisogno di alcuna preparazione specifica – rispetta le indicazioni descritte in precedenza.
    • Le radiografie ossee durano di solito da cinque a dieci minuti. A volte, viene analizzato anche l'arto sano come termine di confronto.
  3. 3
    Informati in merito alle radiografie del tratto gastrico superiore. Questo esame si utilizza per diagnosticare le lesioni o i problemi che colpiscono l'esofago, lo stomaco e l'intestino tenue.[10] Inoltre, il dottore potrebbe anche richiedere una radiografia addominale per lo studio di reni, vescica e uretra.
    • Questo esame si avvale di uno strumento speciale, chiamato fluoroscopio, che permette di visualizzare gli organi interni mentre sono in movimento.[11]
    • Sappi che dovrai bere una soluzione di contrasto con bario prima dell'esame.
    • In certi casi, dovrai anche prendere dei cristalli di bicarbonato di sodio per migliorare la qualità delle immagini radiografiche.
    • Un esame del tratto gastrico superiore permette di diagnosticare l'origine dei sintomi come difficoltà di deglutizione, dolore addominale e toracico, reflusso acido, vomito inspiegabile, grave dispepsia e presenza di sangue nelle feci.[12]
    • Viene anche eseguito per riconoscere patologie come ulcere, tumori, ernie, occlusioni e infiammazioni intestinali.[13]
    • Se il medico ti prescrive questo test, dovrai digiunare nelle 8-12 ore precedenti.
    • Ricorda inoltre di svuotare la vescica prima della procedura, se possibile.
    • In genere, sono necessari 20 minuti per completare l'esame. Nelle 48-72 ore successive, potresti lamentare un po' di gonfiore addominale, costipazione oppure la produzione di feci grigie o bianche a causa del liquido di contrasto.[14]
  4. 4
    Sappi cosa aspettarti durante una radiografia del tratto digestivo inferiore. Durante la procedura, si analizza il colon, l'appendice e a volte una piccola porzione dell'intestino tenue. Anche in questo caso, si utilizza un fluoroscopio e una soluzione di contrasto con bario.
    • Questo esame è utile per diagnosticare sintomi come diarrea cronica, presenza di sangue nelle feci, stitichezza, perdita di peso inspiegabile, sanguinamento e dolore addominale.
    • Il medico sfrutta questo tipo di radiografia per individuare tumori benigni, carcinomi, malattie infiammatorie intestinali, diverticolite o ostruzione dell'intestino crasso.
    • Se il dottore ti ha prescritto una radiografia del tratto gastrico inferiore, dovrai digiunare dalla mezzanotte e ti sarà concesso di bere solo liquidi chiari, come succhi, tè, caffè nero, bibite o brodo.
    • Potrebbe anche essere necessario assumere un lassativo la sera antecedente l'esame, per pulire il colon.
    • Ricorda di svuotare la vescica prima di sottoporti alla procedura, se possibile.
    • Questo tipo di esame dura circa 30-60 minuti. Potresti provare pressione addominale e qualche lieve crampo. Al termine, ti verrà somministrato un lassativo per aiutarti a espellere il bario.[15]
  5. 5
    Informati in merito a una radiografia articolare. L'artografia è un esame speciale per lo studio delle patologie che colpiscono le articolazioni. Ne esistono due tipi: diretta e indiretta.[16]
    • Quella indiretta richiede l'iniezione di un liquido di contrasto nel flusso sanguigno.
    • Quella diretta prevede l'iniezione del liquido di contrasto solo nell'articolazione.
    • La procedura viene eseguita per cercare anormalità e comprendere l'origine del dolore o del disagio nelle varie articolazioni del corpo.
    • È possibile eseguire l'artrografia anche con un tomografo computerizzato o con uno strumento per la risonanza magnetica.
    • Se il medico ti prescrive questo esame, non è necessaria alcuna preparazione particolare – segui le istruzioni descritte nella prima parte dell'articolo.
    • In certi casi, ti verrà chiesto di digiunare, ma solo se verrai sedato.
    • L'artrografia richiede circa mezz'ora. Al termine, potresti soffrire di dolore pungente o bruciante nel caso fosse stato usato un anestetico per intorpidire l'area dell'articolazione.
    • Potresti anche lamentare dolore e costrizione nel punto in cui l'ago è stato inserito nell'articolazione.[17]
    Pubblicità

Consigli

  • Chiedi al medico o al tecnico di radiologia di fornirti istruzioni specifiche in merito a cosa devi fare prima, durante e dopo la procedura.
  • Valuta con il pediatra la maniera per aiutare tuo figlio a sottoporsi a una radiografia. A volte viene concesso di restare nella stanza con il piccolo paziente durante l'esame.

Pubblicità

Avvertenze

  • Avvisa il medico o il tecnico di radiologia se sei incinta o pensi di esserla.
  • Le radiografie di routine sono considerate piuttosto sicure; tuttavia, la maggior parte dei medici consiglia di aspettare almeno sei mesi e in certi casi anche un anno, prima di sottoporsi allo stesso esame, a causa dell'esposizione ai raggi-X, a meno che non sia necessario anticipare i tempi (cosa abbastanza frequente quando devi rifare una radiografia al torace una o due settimane dopo una polmonite, oppure verificare che le ossa si siano saldate a seguito di una frattura). Se hai dei timori in merito all'esposizione alle radiazioni, discutine in anticipo con il dottore.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Far Crescere più Velocemente il Seno

Come

Crescere In Altezza

Come

Distinguere il Dolore Renale dal Dolore Lombare

Come

Usare un Preservativo

Come

Diventare Più Alti Naturalmente

Come

Farsi un Clistere

Come

Aumentare la Saturazione dell'Ossigeno

Come

Fare Sesso Durante il Ciclo

Come

Fumare una Sigaretta

Come

Capire se il Dolore al Braccio Sinistro è Correlato al Cuore

Come

Ingoiare una Pillola

Come

Riconoscere il Cancro allo Stomaco

Come

Determinare il tuo Gruppo Sanguigno

Come

Fare una Iniezione Intramuscolare
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Laura Marusinec, MD
Co-redatto da:
Dottoressa in Medicina
Questo articolo è stato co-redatto da Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995. Questo articolo è stato visualizzato 30 022 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 30 022 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità