Come Preparasi a un Intervento di Cardiochirurgia

L'intervento chirurgico al cuore è una delicata operazione che sottopone il corpo a un forte stress. Pertanto, è importante per il paziente predisporsi in maniera adeguata – mentalmente, fisicamente e sotto qualsiasi altro punto di vista – prima dell'intervento. Questo articolo ti mostrerà come dovrai prepararti per affrontare un'operazione di cardiochirurgia. Leggi il primo passaggio per cominciare.

Parte 1 di 4:
Apportare Cambiamenti nello Stile di Vita

  1. 1
    Smetti di fumare. Il vizio del fumo è tra i principali fattori che favoriscono l'insorgere di malattie cardiovascolari e la necessità di un intervento chirurgico. Il fumo della sigaretta contiene molte sostanze chimiche, come la nicotina e il cianuro, che hanno effetti nocivi per il cuore.
    • Queste sostanze chimiche nocive rallentano l'attività cardiaca, diminuiscono la capacità di pompaggio del cuore, lo rendono meno elastico e compromettono la circolazione dell'ossigeno e delle sostanze nutritive in tutto il corpo.
    • Pertanto, è estremamente importante smettere di fumare con largo anticipo rispetto all'intervento chirurgico. In caso contrario, rischi di pregiudicare l'efficacia dell’operazione e di innescare ulteriori problemi cardiaci dopo l'operazione.
  2. 2
    Stabilisci un programma di attività fisica. L'esercizio fisico, fatto regolarmente, è essenziale per prevenire le malattie cardiache. Aumenta la capacità di pompare sangue, irrobustisce il cuore e riduce la sua richiesta di ossigeno. Tutto questo aiuta a prevenire il dolore toracico e l'infarto.
    • Ovviamente, l'esercizio fisico è uno strumento importante per mantenere un cuore sano e forte. Pertanto, dovresti parlare con il medico e/o un istruttore di fitness per sviluppare un piano di allenamento mirato al periodo che precede e segue l'intervento chirurgico.
    • Un buon sistema per allenarsi prevede camminate a ritmo sostenuto, corse leggere o impegnarsi nel proprio sport preferito per 30 minuti ogni giorno, almeno 3-4 volte a settimana.
  3. 3
    Fai esercizi di respirazione profonda. Un ottimo metodo per alleviare lo stress e diminuire la tensione al cuore è fare esercizi di respirazione profonda. Si tratta di respirare attraverso il naso per 4-5 secondi finché senti che i polmoni si sono notevolmente dilatati. Poi, lentamente, espira attraverso la bocca per altri 4-5 secondi.
    • Per essere efficace, un ciclo di esercizi di respirazione deve comprendere 6-10 respiri profondi ogni minuto. È necessario farlo per un minimo di 10 minuti al giorno. Potresti anche provare per cinque minuti se fai respirazione profonda ogni ora durante il giorno.
    • Gli esercizi di respirazione profonda, che coinvolgono la zona addominale, riducono significativamente la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. Se fatti per 6-8 settimane o più a lungo, si ottengono effetti duraturi sulla salute generale del cuore.
  4. 4
    Preparati emotivamente, psicologicamente e spiritualmente all'intervento chirurgico. Oltre a essere pronto fisicamente per l'operazione, è anche molto importante che ti prepari dal punto di vista emotivo, psicologico e spirituale.
    • È normale sentirsi ansiosi, angosciati, arrabbiati e depressi prima di un intervento chirurgico al cuore. Tuttavia, devi fare del tuo meglio per eliminare queste sensazioni, dal momento che lo stress e le emozioni negative possono aumentare la frequenza cardiaca e restringere i vasi sanguigni, causando il dolore toracico e, ancora peggio, attacchi cardiaci.
    • È essenziale avere un forte sostegno morale offerto da persone con cui puoi condividere ciò che provi. Anche se avere intorno amici e familiari è molto vantaggioso, potresti anche considerare di unirti a un gruppo di sostegno per chi si prepara o è stato sottoposto a una chirurgia cardiaca. Alcuni gruppi di sostegno e di volontariato sono l'AICCA (Associazione Italiana dei Cardiopatici Congeniti Adulti), gli Amici del Cuore e L'orizzonte di Lorenzo, quest’ultimo rivolto ai bambini cardiopatici.[1][2][3]
  5. 5
    Assicurati di essere preparato finanziariamente. Anche se in Italia questo tipo di interventi è garantito dal sistema sanitario pubblico, potresti decidere di operarti privatamente. I costi si aggirano intorno alle migliaia di euro, a seconda della complessità dell'intervento. Oltretutto, devi aggiungere le spese per la degenza all'interno della struttura.
    • Se decidi di sottoporti a un'operazione di cardiochirurgia a tue spese, è importante avere sottoscritto una buona assicurazione sanitaria e avere a disposizione grosse somme di denaro prima dell'intervento. Assicurati di spendere in modo intelligente, rivolgendoti a strutture e professionisti capaci e autorevoli. Prendi in considerazione di farti aiutare da altri membri della famiglia, se necessario.
    • Tieni presente, inoltre, che il recupero dopo un intervento chirurgico al cuore solitamente va da 1 a 3 mesi. Pertanto, durante questo periodo non potrai lavorare ed è importante, quindi, pianificare con attenzione le tue disponibilità economiche.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Cambiare l'Alimentazione

  1. 1
    Riduci l'apporto di sale. Moderare la quantità di sale negli alimenti può diminuire la ritenzione idrica nel sangue. In questo modo potrai abbassare drasticamente la pressione sanguigna, riportandola a livelli normali, e prepararti per l'operazione di cardiochirurgia.
    • Un minor apporto di sale riduce anche la formazione di placche nei vasi sanguigni e nel cuore e, quindi, restringe la possibilità che si verifichi un'ostruzione all'interno dei vasi. L'assunzione di sale deve essere limitata a 2-3 g al giorno.
    • Gli alimenti ricchi di sale da evitare sono i cibi in scatola, quelli trasformati come il prosciutto e la pancetta, il pesce essiccato e salato.
  2. 2
    Segui una dieta a basso contenuto di grassi. Limitare l'assunzione di grassi saturi e di colesterolo può abbassare significativamente la pressione del sangue, che a sua volta può ridurre il rischio di complicazioni, prima, durante e dopo l'intervento chirurgico al cuore.
    • Riducendo del 15-20% l'apporto di grassi, che normalmente compongono il 35-40% delle calorie in una dieta equilibrata, puoi limitare significativamente il rischio di malattie cardiache e ipertensione. Pertanto, è necessario tagliare della metà il normale consumo dei grassi per ridurre del rischio di complicazioni legate alla chirurgia cardiaca dovute all'alta pressione sanguigna.
    • Gli alimenti ricchi di grassi saturi e colesterolo da evitare sono la salsiccia, il tuorlo d'uovo, il burro, la pelle del pollo, la panna montata e il lardo.
  3. 3
    Aumenta l'assunzione delle proteine sane. Aumentando la quantità di proteine nell'alimentazione, puoi ridurre il grasso corporeo complessivo. Questo tipo di dieta limita anche l'assunzione di colesterolo e di grassi nocivi, purché mangi il tipo giusto di proteine.
    • Oltre a ridurre indirettamente i depositi di grasso nel cuore e nei vasi sanguigni, un elevato apporto di proteine è fondamentale anche per riprendersi dopo un intervento di cardiochirurgia. Una maggiore quantità di proteine è necessaria alla rigenerazione dei tessuti e degli organi danneggiati o incisi, come si verifica nelle operazioni di chirurgia cardiaca.
    • L'assunzione di proteine in un individuo normale è di 0,7 g per ogni chilogrammo di peso corporeo al giorno. Tuttavia, ai pazienti che sono sottoposti a un intervento chirurgico al cuore si raccomanda di aumentare l'assunzione di proteine fino a 1,5-2 g al giorno per ogni chilogrammo di peso corporeo. Questo si traduce in un incremento raddoppiato o triplicato rispetto al normale apporto proteico giornaliero.
    • Gli alimenti ricchi di proteine sono la soia, il tofu, le arachidi, la bistecca, il petto di pollo, il filetto di salmone, le uova, i fagioli e il latte.
  4. 4
    Segui la dieta mediterranea. Una dieta sana per il cuore, ottima per prepararsi a un intervento di chirurgia cardiaca, è quella mediterranea, che comprende frutta, verdura, pesce e cereali integrali e limita i grassi nocivi. La ricerca ha dimostrato che questa dieta riduce significativamente il rischio di malattie cardiache in base a un esperimento fatto su 1 milione e mezzo di adulti.
    • La dieta mediterranea valorizza il consumo di cibi prevalentemente vegetali, preferisce l'olio di oliva al burro, consiglia l'uso di erbe e spezie al posto del sale per insaporire i cibi, suggerisce di limitare l'assunzione della carne rossa a non più di un paio di volte al mese, raccomanda il consumo di pesce e carni bianche, almeno due volte a settimana e di bere vino rosso con moderazione.
  5. 5
    Fai la dieta dei quattro giorni, su consiglio del medico. La dieta dei quattro giorni è stata formulata dal Dr. Ian K. Smith per i pazienti obesi che si preparano a subire un intervento di cardiochirurgia. La dieta si compone di sette singole fasi, ciascuna della durata di quattro giorni. Queste fasi si articolano come segue:
    • Induzione: Questa fase si concentra su come liberarsi delle tossine presenti nell'organismo, mangiando soprattutto frutta, verdura, fagioli e legumi.
    • Transizione: Questa fase comporta una lenta reintroduzione dei cibi che si consumano in un'alimentazione normale. Tuttavia, è necessario limitare l'apporto calorico a 1500 chilocalorie al giorno.
    • Proteine: In questa fase potrai fare un carico di cibi ricchi di proteine come carne magra, pesce, fagioli, uova e latte.
    • Concessione: In questa fase ti sarà permesso fare qualche strappo alla regola, mangiando i cibi preferiti, come la pasta, la pizza o gli hamburger. Tuttavia, è ugualmente importante non esagerare nei consumi.
    • Spinta: Questa è la fase più difficile. Dovrai limitarti a 1000 calorie al giorno. Qualche esempio dei pasti da consumare in questo periodo può essere una porzione di patate dolci, un uovo sodo o un pacchetto di cracker. Inoltre, durante questa fase è necessario fare almeno un'ora di esercizio cardio al giorno, come la corsa o la boxe.
    • Ritmo: Questa fase è orientata a mantenere un regime costante di attività fisica per almeno 1 ora di esercizio cardio, oltre a seguire una dieta equilibrata con un limite di 1200 calorie al giorno.
    • Vigorosa: Questa fase limita l'alimentazione per lo più alle verdure e richiede due ore di esercizi cardio al giorno.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Prepararsi al Ricovero Ospedaliero

  1. 1
    Procurati quante più informazioni possibili sull'intervento chirurgico. Chiarisci qualsiasi dubbio che puoi avere riguardo all'operazione, facendo domande al personale medico presso la struttura sanitaria in cui dovrai ricoverarti. Faranno del loro meglio per darti risposte approfondite e realistiche.
    • Effettueranno un'anamnesi medica e ti spiegheranno i benefici e i rischi dell'intervento, informandoti su altri eventuali trattamenti.
    • Informarti sull'intervento di cardiochirurgia è davvero utile per prepararti fisicamente, psicologicamente ed emotivamente.
  2. 2
    Fornisci al medico che ti opererà tutta la documentazione relativa al tuo pregresso clinico. Prima dell'intervento il medico necessiterà di un quadro clinico completo.
    • Assicurati di riferire qualsiasi informazione relativa al tuo stato di salute, tra cui le malattie di cui hai sofferto, i farmaci o gli integratori che stai assumendo ed eventuali allergie che potresti avere. Inoltre, dovresti informarlo sulle vaccinazioni che hai fatto, sull'alimentazione e sullo stile di vita attuale.
    • Queste indicazioni aiuteranno il medico a valutare se sei pronto ad affrontare un intervento chirurgico e gli permetteranno di elaborare un trattamento personalizzato. Tutto questo contribuirà anche a ridurre il rischio di complicazioni post-operatorie, quali aritmie ed emorragie.
  3. 3
    Firma il modulo di consenso. Prima dell'operazione ti verrà chiesto di firmare un modulo di consenso con cui indichi di accettare il procedimento chirurgico di tua spontanea volontà. Firmando il modulo di consenso, dichiari di aver capito in cosa consiste l'intervento (compresi i suoi benefici e i rischi potenziali) e che ti impegni ad andare fino in fondo.
  4. 4
    Sottoponiti agli esami pre-operatori. Pochi giorni prima dell'intervento sarai chiamato a fare analisi ed esami previsti dal protocollo pre-operatorio. Vengono fatti per garantire che tu sia fisicamente preparato all'operazione.
    • La struttura sanitaria presso la quale sarai ricoverato preleverà un campione di sangue per fare esami diagnostici, ti sottoporrà a un elettrocardiogramma per esaminare l'attività elettrica del cuore e disporrà una radiografia per analizzare l'attività dei polmoni e del cuore.
    • Ti sarà fatto anche un esame fisico completo. Il medico misurerà il peso, la pressione del sangue e controllerà eventuali infezioni della pelle che potrebbero compromettere il processo di guarigione.
  5. 5
    Fai gli ultimi preparativi. La notte prima dell'intervento ti verrà chiesto di fare la doccia con un agente disinfettante, come la clorexidina, per purificare la pelle. Forse ti sarà anche richiesto di non mangiare nulla per 12 ore prima dell'intervento.
    • Il giorno dell'intervento un infermiere eliminerà tutti i peli dal sito dell'incisione con un rasoio o una macchinetta per la rasatura.
    • Ti verrà inserito un catetere intravenoso e ti saranno somministrati tutti i farmaci pre-operatori (compresi gli antibiotici).
    • Infine, prima di essere trasferito in sala operatoria, ti saranno confermati nome e cognome, numero di identificazione e l'operazione chirurgica alla quale sarai sottoposto.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Capire le Procedure Post-Operatorie

  1. 1
    Prenditi cura dell'incisione. Dopo l'intervento chirurgico le medicazioni necessarie a curare l'incisione eseguita durante l'operazione vengono effettuate da medici e infermieri.
    • Tuttavia, prima di essere dimesso, il medico ti insegnerà come mantenere pulita la ferita e come proteggere il sito dell'incisione per impedire l'apertura dei punti in caso dovessi tossire o starnutire.
    • Una volta che sarai a casa, è necessario mantenere pulita e asciutta l'incisione. Puliscila quotidianamente con un sapone ipoallergenico e, poi, tamponala con un asciugamano pulito.
    • Chiama immediatamente il medico se vedi un po’ di pus uscire dalla ferita, se c'è un'apertura lungo la linea dell'incisione o un'infiammazione intorno alla ferita.
  2. 2
    Assumi i farmaci per combattere qualsiasi dolore. È del tutto normale sentire dolore dopo un intervento chirurgico al cuore, ma se persiste o peggiora, dovresti chiedere al medico di prescriverti qualche antidolorifico che ti aiuti a gestirlo.
    • Alcuni antidolorifici comunemente prescritti dopo un intervento di chirurgia cardiaca sono il celecoxib (una capsula da 200 mg da assumere due volte al giorno), il tramadolo (una capsula da 50 mg da assumere ogni 8 ore) e il paracetamolo (una capsula ogni 4 ore).
    • Tuttavia, questi farmaci dovrebbero essere presi solo su prescrizione medica e mai oltre le dosi raccomandate.
    Pubblicità

Consigli

  • Segui una dieta ricca di proteine dopo l'intervento, così farai in modo che il taglio subito durante l'intervento guarisca più velocemente.

Pubblicità

Riferimenti

  1. http://www.sandonato-gsd.it/associazioni.php
  2. http://www.amicidelcuore.ideasolidale.org/index.asp?IDCAT=2
  3. http://www.lorizzontedilorenzo.com/default.php
  4. McConnell, A. K., & Griffiths, L. A. (2010). Acute cardiorespiratory responses to inspiratory pressure threshold loading. Medicine, Science, Sports, Exercise, 42(9), 1696-1703.
  5. Smith, I. (2009). The 4 Day Diet. USA: St. Martin’s Press. Pp. 97-143.
  6. Dansinger, M. (2014). Mediterranean diet: A Heart Healthy Eating Plan. Retrieved from www.mayoclinic.org.

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 3 877 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità